Jump to content

Rendere cattivi i buoni et similia....


Recommended Posts

Salve!stavo cercando di pensare a dei concept per delle versioni malvagie delle razze classiche buone senza scadere nei soliti archetipi(drow,duergar e company),l'idea era per un vecchio progetto in cui i cattivi sono buoni(i goblinoidi,orchi e compagnia) e i buoni sono cattivi(nani,elfi ecc)...per ora avevo abbozzato dele idee:

1)nani na società molto basata sui clan e gerarchia diventa distopicamente una società militarizzata dove ognuno conosce il proprio posto,magari schiavisti(ma sembra un tratto tipico dei duergar) ma di sicuro NON intrippati con la magia\sotterfugi(tipico dei duergar).

2)elfi:qua sono abbastanza dubbioso,non ho idee buone....si potrebbe sovvertire i discorso sulla natura e renderli delle specie di scienziati\meccanici fissati col progresso a costi esorbitanti in fatto di risorse ma non vogio mettere alti livelli di tecnologia.

3)halfling:si potrebbe pensare a esasperare la loro ghiottoneria e renderli schiavi della cupidigia.Magari aggiungendo il classico tocco horror del cannibaismo(però esistevano in dark sun gli halfling cannibali)....sulla loro società nessuna idea.

(eran carini i kithkin versione aurora di magic con la loro xenofobia e rinchiusi in roccaforti dei clan per "difendersi" dagli estranei ma non vorrei copiarlo).

4)gnomi:mmmm....BOH?!

5)mezzelfi e mezzorchi:i ruoli engono in parte invertiti però non ho nessuna buona idea...pensavo di eliminarli.

6)umani...nessun problema.:P

Link to comment
Share on other sites


Nella sua "Introduzione alla creazione di un'ambentazione" Lone Wolf aveva immaginato una cosa simile a quella che proponi tu:

- Elfi (CM): I nostri amici dalle orecchia a punta vivono sempre nelle foreste, ma non sono più buoni e teneri. Consapevoli della loro bellezza ed eleganza fuori dal comune, gli elfi sono diventati cacciatori spietati, il cui unico scopo è eliminare tutte le creature da loro ritenute brutte, sgraziate e indegne. In pratica chiunque non sia un altro elfo.

- Nani (LM): I nani continuano a vivere sotto terra alla ricerca di oro e gemme. La loro avidità è smodata e sono diventati i più grandi schiavisti del mondo, obbligando i prigionieri a sgobbare giorno e notte nelle loro miniere.

- Umani (N): Non sono più la razza dominante. La tanto ammirata “adattabilità” non serve a molto in un mondo dove tutte le altre razze sono più longeve, agili, forti o dotate di innati poteri magici. Vivono in ghetti, piccoli insediamenti o come schiavi dei nani.

- Halfling (NM): Da ladruncoli a capi della criminalità organizzata. Ora sono spie, ladri e assassini. Non si fanno problemi a fare del male, e anzi, ci provano persino gusto.

- Gnomi (CN): I maghi pazzi per eccellenza, rapiscono le persone per i loro folli esperimenti arcani. Gli gnomi credono che qualche sacrificio in nome del progresso non sia da condannare, ma non si rendono conto della sofferenza che provocano.

- Goblin (LN): Un tempo gnomi, il loro aspetto è cambiato dopo un tragico esperimento e avendo compreso la follia dei loro creatori, sono decisi a fermarli. Anche loro sono dei maghi provetti, ma a differenza degli gnomi, i loro esperimenti non provocano vittime o sofferenze inutili. Sono anche molto avanti con il progresso tecnologico.

- Coboldi (N): Discendenti di un antico dio drago protettore della selva, i coboldi sono i custodi della natura. Vivendo nello stesso ambiente degli elfi, sono stati attaccati parecchie volte, e da secoli e secoli le due razze sono in guerra.

- Orchi (LB): Nonostante l’aspetto bestiale, gli orchi sono i paladini della giustizia. Nobili e leali, protetti da eleganti armature e scudi decorati, combattono senza sosta contro le varie razze malvagie, nella speranza di riportare la pace nel mondo. (Orco paladino rulez)

In un mondo come questo mezzorchi e mezzelfi non esistono: umani e orchi non sono “compatibili” mentre gli elfi, così superbi ed narcisisti non ci pensano nemmeno ad accoppiarsi con un fetido umano.

Link to comment
Share on other sites

Io ho in mente da un po' di tempo un canovaccio di campagna simile a questo.

Lo strapotere dei buoni ha messo alle strette il male, costretto a dividersi in fazioni e rifugiarsi in luoghi remoti. I PG (tutti malvagi) scoprono che tutti i grandi tiranni ormai sono indeboliti poichè non possono più nutrirsi di anime dannate.

I PG partono per un viaggio nel tentativo di creare gilde di ladri, assassini, culti demoniaci e portare le cose al loro naturale equilibrio

Link to comment
Share on other sites

Nella sua "Introduzione alla creazione di un'ambentazione" Lone Wolf aveva immaginato una cosa simile a quella che proponi tu:

però molti di questi sono idee già percorse(gli elfi son tipo quelli di lorwyn\in parte drow di pathfinder e i nani schiavisti sono i classici duergar),sugli gnomi vorrei mantenere un livello di tecnologia relativamente basso quindi vorrei evitare....anche se magari renderli stregoni pazzi che fanno esperimenti di altro genere non sarebbe male(alla fine non mi sembra si sian mai visti gnomi del genere).Gli halfling assassini\malavitosi li avevo già visti\sentiti... forse sarà il fatto dello stereotipo dell'assassino halfling...

Vorrei insomma creare qualcosa di veramente "nuovo" senza dover ripercorrere vecchie strade.

Questa per ora non sarà una campagna ma era un'ipotesi per delle oneshot in questa specie di mondo specchio dove appunto tutto è ribaltato....la difficoltà più grande (apparte per gli orchi buoni di cui esistono alcune versioni) sono appunto quelli che dovrebbero diventar cattivi senza scadere nelle loro originali contropartii malvagie.

Link to comment
Share on other sites

Potresti provare così:

- Elfi: Il progresso umano sta minacciando in maniera grave la natura, e gli elfi non sono abbastanza numerosi per poter essere sempre nel posto giusto al momento giusto. Cosa fare se non migliorare la natura affinché si difenda da sola? Pini dagli aghi velenosi e cespugli di fragole che provocano allucinazioni. E poi lupi-cinghiali, orsi-aquila, serpenti a due teste e ricci grossi come tassi. le foreste sono diventate il laboratorio di questi elfi scienziati pazzi/alchimisti.

- I nani una volta vivevano in una grande città situata su un'isola-montagna. A causa di un violento maremoto, l'isola si è inabissata, e con essa tutti i loro tesori. Nell'evacuare la loro passata dimora, i nani hanno scoperto di cavarsela piuttosto bene in mare aperto. Durante i primi anni potevano essere definiti dei semplici marinai, ma con il passare del tempo la brama di ricchezze tornò a farsi sentire, e ora il popolo nanico annovera tra le sue fila i più implacabili pirati che i mari abbiano mai visto. Volendo potresti creare anche una sorta di città galleggiante dove un tempo si trovava la loro isola: non sia mani che i nani permettano a chicchessia di provare a razziare il loro tesoro sommerso.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ciao ti faccio pure io la mia proposta.

Elfi, la razionalità spinta al miglioramento della specie.

Elfi atei, maghi ed alchimisti, manipolatori della materia, hanno usato se stessi come cavie e quando possono conducono esperimenti su altri esseri intelligenti. Lo scopo è allungare la vita, migliorare la vita eliminando malattia, morte, sofferenza, mangiare solo per piacere e non per esigenza, non dormire mai, senza cadere in distorsioni come lich ed altro.

Questa tendenza all'evoluzione spinta li ha di fatto resi quasi sterili, tanto vivono più del doppio di un elfo antico.

Non hanno o hanno pochissimi bambini e l'infanzia è vista come una cosa da nascondere in quanto considerata una fase della vita indegna, fragile, non autosufficiente.

Alcuni elfi sperimentano la commistione tra vita animale e vegetale, ritenendola l'ibrido più autosufficiente, mentre altri la vita animale minerale ritenendola la più resistente.

Gli elfi sono pochi ma fortissimi dominatori, circondati di schiavi di tutte le razze, circondati da una finta bellezza costruita sulla sofferenza altrui..

halfling, i rifiuti e gli schiavi del mondo

Sono servitori e schiavi invisibili presso gli elfi, sono un esercito di schiavi combattenti per i nani. Non hanno una cultura, non hanno una lingua, non hanno un dio, sono cose, oggetti, armi. Sono crudeli per sopravvivere in alcuni casi, sono ratti da laboratorio in altri casi. Gli stessi gnomi li usano come bestie da soma.

Nani, i dominatori della notte

I nani da tempo non sono più tali ma sono diventati una razza di dominatori notturna. Hanno contratto una malattia che li ha resi sensibili alla luce e li acceca alla luce del sole. Non si sono tuttavia rintanati sotto terra, ma hanno reso schiave intere tribu di umanoidi per poter operare al loro posto in superficie. Sono attratti dalle stelle e di notte amano uscire in superficie. Come tanti pipistrelli escono dai loro nidi di notte e dormono di giorno. Hanno perduto le loro capacità di lavorare i metalli ma in compenso sono diventati formidabili mercanti, abili manipolatori, affaristi spietati, capitani di ventura, capi di corporazioni. I loro occhi sono bianchi, le loro ossa sono fragili e preferiscono un accordo al combattimento. Tra di loro si nascondono numerosi vampiri nani favoriti dalle nuove abitudini dei nani.

Gnomi, eterei abitatori dei sogni

Gli gnomi di notte diventano eterei con la capacità di abitare e manipolare i sogni delle creature. Per tale motivo sono odiati, temuti ed arginati dove possibile. Nessuno dormirebbe vicino ad uno gnomo serenamente. Vivono celando la loro natura in rioni dimenticati delle grandi città, nel profondo della foresta a servizio di qualche strega o per conto proprio in alcune tribù sperdute. Sono molto ricercati come assassini ed in alcuni regni sono uccisi a vista. I loro poteri non hanno effetti sugli elfi.

Un'antica storia narra che gli gnomi sono diventati tali a causa degli esperimenti elfici sul prolungamento della vita senza dormire. Gli gnomi in passato per questo loro potere sono stati perseguitati ed uccisi, paradossalmente però furono uccisi gli gnomi privi del potere, di fatto selezionando la mutazione della specie più pericolosa. Gli gnomi odiano tutti a causa delle persecuzioni ed anche quando aiutano, lo fanno con un secondo fine malvagio, il "grande piano" viene chiamato.

Uno gnomo vende un oggetto magico o partecipa ad una compagnia di avventurieri se il grande piano lo prevede, nessuno però sa cosa sia. Il "grande piano" è l'unico "dio" degli gnomi, un ideale? una mente collettiva? un sogno collettivo? nessuno lo sa e se uno gnomo ne parla, muore contorcendosi tra atroci sofferenze.

Ecco le mie proposte, ciao :)

Link to comment
Share on other sites

Oggi ci stavo ripensando e ho avuto delle piccole aggiunte:

1)elfi:il lato selvaggio:Gli elfi han praticamente "disconosciuto" la loro parte civilizzata vedendola come una corruzione della natura e son diventati selvaggi,vedono tutto come predatori o prede,e lor vogliono diventare i predatori "supremi".Mantengono solo le figure degli sciamani in quanto innatamente dotati di poteri mistici "donati dalla natura".

2)nani:i nani (oltre già quanto detto prima) ascoltano i propri antenati,li riveriscono talmente tanto che tutti i capiclan tendono a cercare un'allungamento della vita in modo innaturale....chi tramite necromanzia chi tramite altri mezzi(esempio una roba stile cervelli in contenitori ecc)Oltre a dare cnsigli possono attivamente decidere le sorti della razza nanica(ogni fortezza ha una sorta di senato di antenati)

3)halfling: (ripartendo dall'idea iniziale)gli halfling credono in una divinità dell'edonismo e della cupidigia,ogni bisogno deve essere soddisfatto senza remore morali o di altro genere.L'unica loro guida sono i sacerdoti che portano avanti queste tradizioni con riti alla stregua di baccanali(comunità molto chiusa).

4)gnomi:il nichilismo distruttivo:dopo anni di sfortunee cataclismi gli gnomi non han più la loro giovialità,anzi...han iniziato a credere in un nichilismo distruttivo in cui tutto è sbagliato e deve esser fatto in ceneri,non credono in nessun dio e anzi attivamente cercan di distruggere questi e i loro credenti in quanto stupidi che non sanno come funziona il mondo.Lo gnomo standard è depresso,insofferente e non ha empatia(con una grande dose di paranoie e altri disturbi mentali)

Link to comment
Share on other sites

scusa The Mind Flayer ,a te non volevi prendere binari gia battuti da altri?Perché con gli elfi che rappresentano il lato selvaggio è una cosa già battuta con il l'elfo selvaggio della 3.X ma la caratterizzazione della razionalità spint al miglioramento della specie potrebbe essere bella ma fa sembrare dei elfi simil Alieni che ricordano non poco i Rumolani di Star Trek quelli allinei simil elfi di Warhammer 40.000.Per i Nani sia la caratterizzazione come pirati ed veneratori estremi degli antenati sembrano molto belle ma c'e il rischio di farli sembrare dei simil mind-flayer.Per gli Halfingh schiavi ed sottomessi sembra che già qualcuno li ha già usati in qualche ambientazione ed simili ed se si pensi bene non è una caraterizzazione inaspettata visto che gli halfigh non sono così difficili da sottomettere se le altre razze si impegnano.Per gli gnomi renderli dei malti mentali d a manicomio sembra una cosa **** ma il fatto della forma etera come lo gestivi al livello di meccaniche visto che non gl'era puoi dare hai bassi livelli una cosa così sgrava che per averla dovrebbero essere come minimo di livello 6.Infine come consiglio personale se vuoi dare tali caratterizzazioni estreme come queste ed vuoi mantenere il loro aspetto tipico ti consiglio di cambiare il loro nomi così non ti ritroverai nelle stessa situazione dei vampiri-sbrilucicosi di twilight.Ed poi saresti capace di rendere bene in termini di meccaniche tali cose?Se non sei bravo potresti ritrovarti con situazioni imbarazzanti come gli gnomi inventori della 3.x che non hanno manco mezza regola per le invenzioni è questo è triste.

Link to comment
Share on other sites

scusa The Mind Flayer ,a te non volevi prendere binari gia battuti da altri?Perché con gli elfi che rappresentano il lato selvaggio è una cosa già battuta con il l'elfo selvaggio della 3.X ma la caratterizzazione della razionalità spint al miglioramento della specie potrebbe essere bella ma fa sembrare dei elfi simil Alieni che ricordano non poco i Rumolani di Star Trek quelli allinei simil elfi di Warhammer 40.000.Per i Nani sia la caratterizzazione come pirati ed veneratori estremi degli antenati sembrano molto belle ma c'e il rischio di farli sembrare dei simil mind-flayer.Per gli Halfingh schiavi ed sottomessi sembra che già qualcuno li ha già usati in qualche ambientazione ed simili ed se si pensi bene non è una caraterizzazione inaspettata visto che gli halfigh non sono così difficili da sottomettere se le altre razze si impegnano.Per gli gnomi renderli dei malti mentali d a manicomio sembra una cosa **** ma il fatto della forma etera come lo gestivi al livello di meccaniche visto che non gl'era puoi dare hai bassi livelli una cosa così sgrava che per averla dovrebbero essere come minimo di livello 6.Infine come consiglio personale se vuoi dare tali caratterizzazioni estreme come queste ed vuoi mantenere il loro aspetto tipico ti consiglio di cambiare il loro nomi così non ti ritroverai nelle stessa situazione dei vampiri-sbrilucicosi di twilight.Ed poi saresti capace di rendere bene in termini di meccaniche tali cose?Se non sei bravo potresti ritrovarti con situazioni imbarazzanti come gli gnomi inventori della 3.x che non hanno manco mezza regola per le invenzioni è questo è triste.

Scusa ma chi ha detto che metto la forma eterea agli gnomi?(hai preso i post degli altri e li hai attribuiti a me?per i "quanto detto" prima intendevo il mio post non stavo mischiando con gli altri le idee),niente halfling schiavi infatti ho detto proprio un'altra cosa...mi sa che non hai capito....leggiti il post mio in relazione al primo sempre mio...

Gli elfi selvaggi di D&D non sono però delle specie di predatori selvaggi stile bestie come li intendo io....(ieri avevo fatto uno sketch per l'idea e erano una versione ferina,denti aguzzi,sguardi "rincagnati" e molto meno raffinati)....mentre riguardo ai nani i cervelli eran un idea ma cmq in generale,era per non limitare l'estensione della vita ai soliti lich\non morti intelligenti ...non volevo fare l'elder barin dei mind flayer(insomma i vari capi nani tendono a usare varie idee per evitare di morire).

Link to comment
Share on other sites

non ho confuso i primi post ma gl'entri era solo per indicare quale era bella ed quale era dubbia su quella razza ma tornando solo alle tue idee su lato elfi all'inizio sembrano simili hai elfi selvaggi detti prima ma detto così ricordano troppo come stile i Morfichi di Eberon.poi mi chiedo una cosa ma i tuoi giocatori come vedono tali idee?Perche tanti giocatori su questo lato tendono ha essere molto conservatori in cui l'elfo è l'elfo ed il nano è il nano ed poi tali razze saranno razze giocabili per i tuoi giocatori?

Link to comment
Share on other sites

Per ora non c'è nessun giocatore è per un progetto su una possibile ambientazione\eventuali idee....I morfici comunque son molto diversi(le illustrazioni recenti li fan letteralmente degli animali umanoidi all'incirca e son discendenti dei licantropi) l'idea mia invece parte da presupposti diversi,cmq mi ero dimenticato di dire che queste razze non saranno le razze giocabili!la mia idea è appunto rendere i buoni cattivi..e i cattivi buoni,le razze giocabili saranno i" nemici classici"(ossia orchi\goblinoidi eccetera) pensavo di fare una sorta di specchio tra i classici odi tra razze:elfi vs orchi,nani vs goblin,halfling vs????(cmq volevo mettere gli hobgoblin),gnomi vs coboldi.....(umani contro umani sostanzialmente )

Link to comment
Share on other sites

Be se ti serve un'idea per gl'orchi potresti guardati gli gli Sharakim di razze del destino che anche se non sono orchi sembrano quello ma puliti,educati ed anche LB che la razza come tratti fa po' un schifo(per un MDL di +1) ma l'unica cosa bella è la caratterizzazione che può essere riciclato appunto per gli orchi ed sul fatto Morfichi ero rimasto ha disegni della 3.5 dove veramente qualcuno sembra Wolverine(no non sto scherzando).

Link to comment
Share on other sites

Io butto giù un po' di possibilità, inspirandomi a idee mie e commenti precedenti che magari mi sono particolarmente piaciuti. (mi sono fatto prendere un po' la mano)

I "cattivi":

Umani: un tempo razza dominante e in ascesa in ogni campo, è stata condotta al quasi totale sterminio dalla Guerra del Sangue Puro condotta contro gli elfi (vedi sotto). Gli umani sopravvissuti furono a malapena un migliaio, umiliati e sconfitti, per questo motivo ora sono ossessionati da ricreare la razza umana ormai morente. I sopravvissuti furono pochi, ma anche i più forti e potenti, primi fra loro gli Arcimaghi. Essi sono ossessionati dalla loro missione: creare la vita per salvare la propria razza e per farlo non si pongono nessuno scrupolo arrivando a effettuare esperimenti negromantici, test su cavie vive e torturate e patti demoniaci. Sta prendendo anche piede il progetto chiamato da alcuni "forgia della carne", condotto insieme alla razza degli gnomi per ricreare un umano a partire da un golem senziente, anche se finora non vi è stato alcun successo. Le "torri" degli arcimaghi sembrano più dei giganteschi complessi di ricerca, con laboratori che emettono malsani e veleni e enormi dungeon di gabbie contenenti cavie di ogni sorta.

Gli umani sono una razza che di fronte all'estinzione si è adatta padroneggiando la magia in ogni sua forma (a eccezione di quella della natura) raggiungendo livelli di potere spaventosi che li rende individui pericolosi e temuti, senza nessun timore di dissanguare il mondo per salvare la specie. Anche coloro che non sono stati in grado di padroneggiare la magia si sono adattati a sopravvivere diventando sicari di altissimo livello, spesso assoldati dalle altre razze come soluzione definitiva a un problema.

(nota personale: volevo staccare gli umani dalla solita cosa "noi siamo tanti, siamo ovunque e sappiamo far tutto anche se non bene quanto altri". In questo ipotetico mondo hanno il primato magico assoluto e sono la razza demograficamente più ridotta).

Elfi: gli elfi sono la razza primigenita, almeno a detto loro. Essi pensano che tutte le altre razze siano derivazioni degli elfi, scarti malriusciti di una debole evoluzione, inferiori per natura. Gli si considerano puri, incontaminati e da sangue "sporco" e denigrano ogni razza difendendo con la più totale chiusura mentale ogni aspetto della cultura elfica, dal concetto di bellezza all'architettura, cose che le meschine razze inferiori non potranno mai apprezzare. Sono esseri glaciali e inesorabili ma non sadici, non provano alcun gusto nell'infliggere dolore ma non esitano a farlo. Sebbene credano nella superiorità della propria razza non credono nel genocidio, visto come uno strumento inutile, al contrario sono i maggiori schiavisti al mondo. Gli elfi amano possedere schiavi per marcare la propria superiorità e fanno spesso a gara fra di loro per chi possiede lo schiavo più eccezionale. Gli schiavi sono oramai indispensabili agli elfi che hanno oramai abbandonato ogni lavoro manuale diventando effettivamente dipendenti dagli schiavi (realtà che nessun elfo può essere disposto ad ammettere). Il loro disprezzo nei confronti delle razze inferiori e sfociato in aperto conflitto con gli umani, razza dinamica e orgogliosa del proprio potere che volle dimostrare agli elfi il valore del genere umano. Purtroppo per loro, gli elfi detenevano il segreto del potere della natura e liberarono questa forza contro di loro: non ci sono cronache attendibili, ma la razza umana fu praticamente annientata lasciando gli elfi a padroni incontrastati del mondo. E importante però precisare che furono gli umani a cominciare il conflitto e sebbene gli elfi possiedano la forza per schiacciare il mondo, si trattengono non essendo essere inclini alla guerra (ma avversari spietati una volta cominciata).

Le razze più disprezzate dagli elfi sono gli umani (per la loro infinita e insensata superbia) e gli gnomi, che pretendono di soggiogare il potere che appartiene agli elfi, non a caso le due razze si sono molto avvicinate con il progetto "forgia della carne".

nani: i nani sono creare basse ma tozze, incredibilmente resistenti e con la sconfinata passione dei metalli. Queste caratteristiche li avevano resi grandi minatori in passato ma una malattia, chiamata degli "occhi rossi" colpì la razza portandola a una follia sanguinaria e alla guerra civile. alla fine di essa una una razza sorse: i nani del sangue. A dire il vero non è un vera nuova razza, ma più che altro un titolo che i nani si sono dati sottolineare i cambiamenti fisici e soprattutto psicologici che hanno subito.

Un nano del sangue fisicamente è uguale a uno dei vecchi nani a differenza degli occhi vermigli e piedi di rabbia e follia. sono esseri sanguinari e mentalmente instabili, che godono del combattere e nell'infligge/osservare il dolore, cosa che li ha portati a diventare la razza di certo più esperta nella tortura. Adorano un dio sconosciuto alle altre razze, chiamato Mor-Akraz-Vat, che si può tradurre approssimativamente con "la mano che versa sangue". Dal suo credo i nani hanno imparato delle speciali pitture del viso a base di sangue che pare metterli in comunione con il loro dio. Queste pitture anche la funzione di contenere la follia primordiale che li pervade permettendo loro di creare una civiltà che non crolli su se stessa. Nonostante i profondi cambiamenti i nani sono rimasti ossessionati dai metalli, dando il via a un impero basato sul commercio di armi e macchine dal guerra, comperando migliaia di schiavi per sgretolare letteralmente le montagne e far funzionare gli sterminati complessi di fabbriche costruite ai piedi di esse (non sono all'interno delle gallerie perché i fumi sarebbero troppi per essere dissipati). I nani sono i padroni del commercio, abbattono qualunque rivale con sanguinaria e intimidatoria efficienza (spesso ricorrendo ai sicari umani di cui sono i maggiori clienti). Sono celebre le loro arene, chiamate anche "ordalie cremisi", luoghi di divertimento per assistere agli spettacoli più macabri che i nani riescano a inventare, usando sostanzialmente qualunque razza o creatura per divertire il pubblico. Il mercati dei gladiatori è uno del più fruttuosi e spietati in tutta la cultura nanica. Il loro acerrimo nemico è la razza degli orchi (vedi sotto).

Halfling: gli halfling sono gli scarti agli angoli delle strade in qualunque città, essere piccoli, abbietti e crudeli. La principale caratteristica di un halfling è che 9 volte su 10 fa uso regolare di varie droghe. Nel resto dei casi la produce.

Gli halfling sono disprezzati e mal visti, non degni di alcun fiducia e poco utili come schiavi tranne che per pochi lavori. La maggior parte di loro non è altro che ladruncoli e tagliagole, che cercano il necessario per una nuova dose. Accade a volte che però un halfling particolarmente intraprendente si fa un nome negli affari mette su piccole organizzazioni criminali che possiedono tuttavia un grosso potenziale in quanto lo spaccio non riguarda solo la razza halfling. Queste bande non devono essere sottovalutate in quanto possiedono un riserva pressochè infinita di spie e soldati(per lo più tossici) da poter reclutare (la natalità in questa razza è altissima).

Gnomi: La razza degli gnomi è ridotta di numero (anche se molto superiore a quella umana) e difficilmente si trovano vere comunità in quanto gli gnomi non sono particolarmente attaccati alla propria identità razziale. Quello di cui sono ossessionati sono i segreti. è qualcosa insito ogni gnomo: voglio sapere tutti i segreti di tutti e nessuno deve sapere i miei. Per farlo essi usano qualunque strumento lecito e illecito, come la divinazione, l'intimidazione, il furto, l'omicidio e la tortura (per la quale spesso assoldato dei nani).

Se i nani sono maestri nell'infliggere dolore, gli gnomi sono i signori del inventiva nell'uccidere una persona. Non sembra esserci limite alla fantasia di uno gnomo in questo campo, tanto che spesso uccide a caso solo per testare un nuovo metodo. ossessione dei segreti gli ha donato enormi conoscenze e spesso possiedono grosse biblioteche chiuse al pubblico e laboratorio con vari straordinari macchinari. Non sono una razza predisposta al combattimento, per questo a ogni gnomo viene insegnato a costruirsi un golem da protezione secondo un'antica formula difesa a costo della vita: si stima che per ogni gnomo ci siano 2 golem a proteggerlo. La loro straordinaria conoscenza in qualunque ambito li rende informatori perfetti, se non fosse che difficilmente svelano i segreti acquisiti, a meno che non si dia in cambia qualcosa di maggior valore (tipico degli gnomi non fare niente per niente). Molti gnomi stanno indagando sul più grande dei segreti: Il potere della natura, la forza che ha permesso agli elfi di sterminare gli umani, che li ha resi la razza più potente e che pare solo loro possano usare. Gli gnomi hanno tentano più volte di ricreare il potere, spesso con risultati disastrosi, ma a volte con leggeri successi, attirandosi l'ira degli elfi e avvicinandosi agli umani. In realtà, mentre gli umani vogliono ricreare la propria razza, gli gnomi desiderano creare un golem ai loro ordini immune al potere della natura (pare infatti che gli umani sopravvissuti abbiamo sviluppato una sorta di resistenza nei confronti di questa forza, anche se la cose rimane all'oscuro degli elfi).

I "buoni":

Orchi: gli orchi provengono dalla catena dei monti Rungfar e vivevano divisi in piccole tribù di barbari accomunati da un'unico scopo: proteggere il picco della stella, luogo della caduta di un meteorite dall'immenso potere. L'influsso della pietra canalizzava gli spiriti protettori degli ancestrali proteggendo le montagne e le valli sottostanti, garantendo prosperità e un tempo clemente. Gli orchi, sebbene con fattezze bestiali, sono guerrieri coraggiosi e instancabili, avvezzi alla fatica e determinati. Semplici d'intelletto ma con una profonda saggezza imparata dai sommi sciamani, tramiti tra il mondo fisico e quello spirituale. Gli orchi sono avversari temibili in battaglia, mossi da una furia ancestrale che li rende capaci di imprese al di là dei limiti dell'altre razze, le membra forti e vigorose, atte alla difesa assoluta della montagna. Ciò cambio quando i nani del sangue dichiararono guerra agli orchi, interessati al metallo della stella, il più potente mai visto al mondo, con il quale si sarebbe potuta forgiare un'arma senza pari, capace di sottomettere tutte le razze e far sprofondare il mondo in un'orgia di sangue. Gli orchi difesero la montagna, con furia e determinazione si scagliarono più volte contro i nani, protetti dagli spiriti e incalzati dalla tempesta che martoriava i nemici. Per 3 mesi respinsero i nani senza cedere nulla, arrivando a un passo dalla vittoria, ma i nani possedevano troppi schiavi che venivano continuamente sostituiti, e lo loro armi infernali bombardava la montagna, appiccavano incendi e ferivano il cuore stesso della terra. I nobili orchi lottarono senza paura della morte, ma poco a poco cominciarono a cadere e indietreggiare fino a giungere al cratere della stella. Il sommo sciamano, piangendo di fronte alla morte del suo popolo e alla prospettiva della caduta del picco raccolse a se ancora una volta il potere della stella, sigillandola con una chiave che solo lui e gli sciamani anziani conoscevano, poi lanciò un'incantesimo, l'ultimo è il più potente. A costo della sua vita, teletrasportò lontano il suo popolo spargendolo per il mondo e salvandolo dallo sterminio. Giunti alla stella, i nani trovarono solo un vecchio orco morto e una barriera indistruttibile. Gli orchi sopravvissuti si ritrovarono soli, sparsi e sconfitti, ma mai per vinti. Erano pronti a radunarsi e riconquistare il monte, ma i nani cominciarono una caccia spietata nei confronti degli sciamani che si dovettero nascondere, aspettando il giorno il cui il picco della stella sarebbe stato riconquistato. La stella intanto, senza gli sciamani a catalazzare il suo potere e circondata da quegli esseri blasfemi riversò la sua vendetta sulla montagna, spogliandola della vita e creando un paesaggio di morte e desolazione. Ora gli orchi vagano raminghi, con l'obbiettivo di radunare il proprio popolo e prepararsi a una nuova guerra. Questi eroici guerrieri tuttavia sono pronti baluardi di giustizia, pronti a proteggere i deboli e schiacciare i potenti sotto la loro furia ancestrale. (lo ammetto, mi sono liberamente inspirato ai barbari di diablo)

Goblin: i goblin sono i signori della sterminata tundra del nord, piccoli esseri che vagano nomadi a cavallo di enormi lupi che solo loro riescono ad addomesticare. I goblin sanno battere il terreno sin dalla tenera età e con i loro lupi diventano avversari assolutamente temibili, capaci di inseguire il bersaglio per giorni per poi finirlo con frecce e zanne. Sono i ranger della tundra, pronti a scortare i bisognosi e punire i malvagi. I goblin un tempo erano esseri meschini e malvagi, ma l'arrivo del Git-Woka li ha cambiati profondamente. Il Git-Woka non è altro che la loro divinità (letteralmente Mezzo-Lupo), un goblin gigante che nella notte si trasforma in un possente lupo. con l'apparso del culto giunsero anche i suoi apostoli, i Barghest, potenti creature magiche meta goblin e metà lupi, che si alimentano della carne dei malvagi per diventare più forti. questo nuovo culto ha cambiato profondamente i goblin, rendendoli più giusti e altruisti, oltre che saggi. Git-Woka ha insegnato anche loro come addestrare i potenti lupi della tundra (che sono molto più grossi e feroci di un normale lupo) salvandoli a tutti gli effetti dalla continua cattura come schiavi e rendendoli una razza forte e indomita.

Coboldi: i coboldi sono all'apparenza piccoli e deboli, ma in essi possiedono il potenziale del sangue draconico, l'unico che gli elfi non osano giudicare inferiore. Dalla morte dell'ultimo drago, i coboldi si sono indeboliti in dimensioni e intelletto diventando ciò che noi oggi definiamo coboldo, ma in realtà essi un tempo erano i discepoli dei draghi e ne condividevano con essi il potente sangue. La razza cobolda sembrava destinata a rimanere nell'ombra e prossima all'estinzione, ma accadde qualcosa di inspiegato. con l'annientamento della razza umana, quelli dei coboldi risorse. Non si sa bene come l'arma elfica colpì anche i coboldi, ma in qualchè modo tornarono a percepire il potere perduto della propria stirpe. Ora i coboldi sono una razza in ascesa che sta padroneggiando i nuovi potevi (com'è l'attacco a fiamma, una maggior forza, scaglie più resistenti, poteri arcani sopiti...) e di fronte a loro vedono il mondo per ciò che è: malato, marcio e corrotto e i coboldi percepisco che i poteri gli sono stati dati per ristabilire l'equilibrio.

Mi fermo perché son stanco, ma se ho tempo metterò altre idee.

Link to comment
Share on other sites

The creed come idee non sono male ma la livello di meccaniche di gioco come le renderesti te,come per esempio quella degli gnomi in cui vanno in giro con due Golem di ferro per esempio?Ed ho anche altri dubbi visto che vuoi rendere gli umani poco numerosi ed insuperabili nella magia ed sicari definititivi ti toccherà modificare non poco i loro tratti razziali che i loro attuali tratti che servono proprio per fare "noi siamo tanti, siamo ovunque e sappiamo far tutto anche se non bene quanto altri" una soluzione semplice potrebbe essere di usare la sottorazza degli iliminan presente nel manuale razze del destino visto si prestano molto bene ha questa tua versione(che si può combinare agli ispirati di Eberon per esempio).Poi se appunto gli umani sono pochi quale sarà la razza umanoide più numerosa mal livello di città ed schiavi per le altre razze?Mica solo gli halfingh ha ricoprire tale ruolo?

Link to comment
Share on other sites

beh, per gli gnomi avrei pensato più a una tipologia personale (stile guardiano protettore), un golem magari più debole ma più facile da sintetizzare in grandi quantità (sì mi piaceva l'idea dei piccoli gnomi con 2 bestioni come guardie del corpo). Per il problema degli umani bisogna tenere presente che ho buttato giù queste idee pensando al fatto che sembrava servire una campagna buona con villain diversi dal solito, infatti gli umani non li pensavo giocabili, ma più come agenti pericolosi e tra i boss più potenti. e se sono gestiti dal master possono essere spiegati in molti modi (più livelli perchè sono sopravvissuti solo quelli più addestrati e capaci, oggetti magici particolari raccolti, capacità magiche e non acquisiti per personalizzarli).

Per fare massa c'è da tenere presente che non ho parlato di molte razze per mancanza di tempo, ma ci sono i drow, i duegar, hobgoblin, minotauri, lucertolodi, mindflayer, tiefling e altri simili che possono riempire.

Cmq dato The Mind Flayer chiedeva in modo più specifico per le sue idee...

Carini Gnomi e halfling, ma non me convincono per nulla nani ed elfi poiché non mi rendono l'idea dei cattivi, più di gente un po' stronza e rigida.

Link to comment
Share on other sites

Ti ho fatto quella domanda sul come vuoi rendere meccanicamente tali idee per un dettaglio perché questa edizione è famosa per consentire senza problemi fare pg malvagi è se i giocatori voreberi fare le a razze malvagie di di quel mondo,così ti inventi poi?Sul lato Golem-guardia del corpo si potrebbero usare i forgiati come seguaci granari visto che sono personalizabili come dei PG o altri personaggi con le classi.Poi come avevo detto prima se modifichi troppo una razza fai prima ha dargli un nome diverso per evitare brutti effetti come i vampiri di Twilight nel senso nel caso di questi nuovi umani potresti dargli un nome diverso tipo un nuovo nome che simboleggi il loro nuovo stato di sopravvissuti per esempio.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

non ho mai avuto la presunzione di inventarmi le regole per un intero sistema di razze alternativo in un pomeriggio :) mi piaceva solo lo spunto e ho buttato giù qualchè idea per una campagna (che in effetti non funziona rigirando le parti, o cmq complica molto le cose, se ci pensi puoi anche giocare un lich, ma è molto più facile vederlo come cattivo che giocarlo, allo stesso modo qui le razze potrebbero anche essere giocate, ma non sono pensate per quello). La differenza con Twilight è che prendendo una figura classica come quella del vampiro cerca di reinventarla spacciandola per possibile e cercando di dargli fighezza (cosa riuscite male, ma lasciamo perdere). Le idee che ho buttato giù io sono volutamente paradossali e inconciliabili con la visione tradizionale, proprio perchè puntavo a modificare totalmente l'ambientazione che influisce sulla razza (mentre in Twilight c'è stessa ambientazione ma caratteristiche di razza diverse).

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.