Jump to content

Amen! Taur! - Prologo Gruppo 1


PandaOcchioNero

Recommended Posts

La croce sul simbolo dei soldati è forse uno dei primi ricordi che avete.

Dalla vostra nascita la croce vi ha osservati, da essa vi siete sentiti giudicati, osservati, ammirati, e vi hanno insegnato a esserla devota, per il miracolo della vita.

Siete nati in un paesino chiamato Trenz, uno di quei luoghi ameni in cui tutti sognano di vivere. Una solida economia agricola, con vastità di campi da coltivare, e una piccola miniera di ferro dove uomini nerborute e donne forti scavano reggono questo paesino con tutti i suoi abitanti. Prima una colonia di mezz'elfi, il paesino si è lentamente popolato di altre razze, fino a diventare un piccolo centro. Certo l'aspetto più affascinante è sicuramente la gilda dei maghi che è presente lì, oltre al famoso "Cartello delle missioni". Come in ogni città del regno, chiunque abbia un problema e si voglia rivolgere agli avventurieri può inserire la propria richiesta e sperare in una richiesta.

Ognuno di voi ha seguito la propria strada, e dopo anni di apprendistato in chiesa, in accademia, nella caserma, siete diventati ciò che volevate. Ma avete capito che il viaggio doveva ancora cominciare.

Alla fine in un paesino dove tutti si conoscono e che ha sempre vissuto in pace, cosa può succedere?

Dopo circa 3 ore dall'alba si cominciò a vedere il fumo uscire dalla casa della fornaia Bert. Tutto il paese era in fermento e in piazza data l'ora, per comprare, vendere, lavorare, e vivere le quotidiane incombenze, ma... Un enorme macigno infuocato aveva sfondato il tetto della sua casa e schiacciato il letto dove riposavano i suoi figli. Tutti in città si sono risvegliati a causa di quel rumore, ma sopratutto dell'urlo inumano di quella donna ora straziata..

Spoiler:  
Benvenuti!

Allora il paesino è strutturato come un cerchio circondato da una palizzata di legno, controllato da vedette, e dentro al paese è presente una caserma di paladini.

Voi siete tutti in piazza al momento, ognuno per i propri affari..

Regole:

Azioni in corsivo

Azioni che richiedono prove sotto spoiler(esempio diplomazia, combattimento, ecc)

Parlato in grassetto

Pensieri in blu

Sussurro sottolineato

Vi avviso, meglio descriverete, più bonus vi darò per azioni e combattimento.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 24
  • Created
  • Last Reply

Passeggio tranquillamente nelle vie del piccolo paesino, mentre la mia mente vaga disconnessa, riandando a qual giorno alla miniera.

"Le loro facce... Spaventate.. Supplichevoli.. Il sangue.." Un brivido di piacere per un attimo mi scuote, poi, cessa, scomparendo così com'era venuto e facendomi ricadere nella mia consueta apatia sentimentale.

Guardo distrattamente un piccolo uomo che incrocia la mia strada "Ora lo uccido.." penso, portando istintivamente la mia mano sulla catena chiodata che nascondo sotto il mantello. Poi, a mente lucida, rifletto e continuo per la mia strada. "Pazienta Thorik.. Arriverà il momento in cui potrai uccidere ancora.. Presto arriverà!"

Sono ormai giunto nella piazza principale, del fumo sale dalla casa del fornaio, un urlo di donna spezza il silenzio mattutino.. Un urlo che per me non vuol dire nulla.. Un urlo che non capisco..

"Mi chiedo perchè, ogni tanto, la gente urla.. A che serve?". Mi domando. Noto la gente accorrere e ammassarsi fuori dalla casa di Bert. "Mi toccherà fingere interesse.." penso, avvicinandomi anch'io alla casa. Il mio pensiero ora si sposta alla cena della sera prima "La minestra alla locanda ieri sera faceva davvero schifo.. Prima o poi dovrò fargli fare una brutta fine a quell'oste imbranato!".

Link to comment
Share on other sites

Ah! Guarda un pò dove capita il circo oggi... Proprio nella vecchia città dove sono nato... Non vedo l'ora di avere un pò di tempo libero, così da farmi un giro... Guardo intanto Zlat che fa accorrere i nuovi clienti mentre gioco con i miei coltelli lanciandoli su un bel pezzo di legno. Anche se ho ancora un giorno di tempo prima che mi finisca la mia riserva di fortuna... Quasi quasi me lo faccio subito un giro in città... Ehi Zlat, vado a farmi un giro in città, o.... Non faccio in tempo a finire la frase che sento il boato spaventoso. Zlat, io vado!! Basta un solo sguardo che ci intendiamo. Corro verso il fornaio nella speranza di trovare ancora qualcuno di vivo... Da fare fuori...

Link to comment
Share on other sites

Le ho detto che non gli ho visti i ragazzi dell'altra notte. E ora, se permette, ho altri giri da fare: La vuole questa lepre dico inspazientito, portando ancora una volta la preda fresca fresca di caccia mattutina davanti la faccia dell'ennesimo concittadino a cui sto cercando di venderla, per farle vedere la qualità del suo probabile pasto Si o no?! Fanno 3 monete di rame in tutto.

Ma quando finalmente il vecchio, borbottando qualcosa, accetta e mi porge le monete, ecco l'arrivo di quella meteora dal cielo che sfonda il tetto di una casa poco più avanti dove mi trovo io e poi l'urlo straziato di quella donna!

D'un tratto attorno a me si crea molta più confusione di quanta normalmente ve ne sia al mercato, mentre varie persone accorrono per vedere cos'è accaduto: Incuriosito anchio dall'evento che ha scosso finalmente la monotonia della vita al villaggio, schiaffo la lepre con noncuranza in pancia al vecchio, mentre arraffo le sue tre misere monetine di rame consunto e le infilo nella mia borsa da gamba e mi avvio - celando il volto nel miglior modo possibile sotto al pesante cappuccio della mia armatura in pelle - verso il luogo della tragedia...

@Sembianze di Janus "La Serpe" Davakas

Spoiler:  
januswip.jpg

Purtroppo ci sto ancora lavorando ed è ancora un work in progress... ma più o meno è come me lo immaginavo, anche se l'armatura magari la faccio "meno ganza" e più "povera/rattoppata" ;)

Spoiler:  
Guardo distrattamente un piccolo uomo che incrocia la mia strada "Ora lo uccido.." penso, portando istintivamente la mia mano sulla catena chiodata che nascondo sotto il mantello.

Corro verso il fornaio nella speranza di trovare ancora qualcuno di vivo... Da fare fuori...

E meno male che si era detto: Non facciamo i soliti cattivi che ammazzano la prima cosa che vedono! XD :lol:

Link to comment
Share on other sites

"ed eccoci a vivere un'altra giornata.. speriamo non ci sia la solita lagna.." steso ai piedi di un albero jebeddo guarda il sole alle prime armi che cercava di riscaldare l'ambiente...

all'improvviso un qualcosa cattura la mia attenzione."ma che?!?!, una pietra infuocata?! ma che magia è mai questa.. Purtroppo non riesco a seguire la scia dato che gli alberi coprono la visuale ed in seguito ad un forte rombo ed ad una esplosione balzo in piedi, prendo la mia fidata arma, e mi dirigo quanto più veloce posso in direzione dell'ipotetico impatto..

Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  
Ecco i cattivoni xD

Una grande folla continua ad accalcarsi intorno al masso.

Ora che notate bene il masso è verdognolo ed emana uno strano odore..

Arrivano subito un gruppo di guardie che scortano Mila, la chierica del paese.

Lei si avvicina cautamente al masso e lo ispeziona senza toccarlo..

Link to comment
Share on other sites

Uhm, vediamo... Cosa potrei fare di divertente??Uhm... Trovato!!! Scosto una parte di folla per avvicinarmi, prima di lanciare un grido inumano AAAAHHHH!! AMICA MIA, NON POSSO CREDERE CHE TE L'ABBIANO FATTO!! NOOOO!! Mi avvicino quindi scostando le persone e piangendo le celebri lacrime di coccodrillo Cosa avevi fatto per meritarti questo? Grido in maniera tale da farmi sentire da tutti presenti, mentre controllo se la fornaia è ancora viva fingendo di abbracciarla

Link to comment
Share on other sites

Rimanendo celato nel mio mantello e nascondendo bene il volto sotto il cappuccio di questo, riesco comunque ad avere accesso ad un punto abbastanza vicino per controllare la situazione: osservo l'arrivo di Mila e controllo quell'enorme roccia con striature verdi; mentre sto osservando la scena, sento uno strano odore invadermi le narici, ma quasi non ci faccio caso perchè qualcuno sta dando di matto quasi più della fornaia.

Continuo a rimanere celato per adesso, in silenzio, semplice spettatore tra gli spettatori...

Link to comment
Share on other sites

Osservo alla scena quasi con disinteresse, sentendomi annoiato dalle grida della donna..

"Ci mancava solo quest'altro pazzo.." penso, notando l'arrivo di uno strano individuo, che si piazza al centro della scena.

"Curiosi avvenimenti questa mattina.. E cosa sarà mai quel masso verdognolo?? Puzza da far schifo.." mi domando, iniziando ad incuriosirmi di più alla novità, piuttosto che alla tragedia del fornaio.

Mi faccio spazio tra la folla, avvicinandomi al luogo dove si trova il grosso masso. I presenti che mi riconoscono mi guardano strano, quasi impauriti, ma non me ne curo e continuo ad avanzare.

Spoiler:  
essendo i nani di natura abili minatori faccio una prova valutare +3 per capire di che materiale possa essere fatto il masso verdognolo.
Link to comment
Share on other sites

arrivato in paese scorgo una folla ammassata intorno ad una casa semi distrutta e fumante.."ecco.. lì dev'essere caduto, presto presto o non vedrò nulla"arrivato nei pressi della folla.. "non vedo niente dannati umani spilungoni!!!potrei recidere un po di gambe in effetti...".. sorrido al pensiero, ma desisto dal farlo veramente.

"permesso permesso!! fate spazio!fatemi guardare.."arrivato davanti quello che mi si presenta è una scena insolita.. una chierica con delle guardie vicino ad un masso enorme, una donna e un uomo che urlano e piangono...

"che scena patetica... vediamo come si evolve"

Link to comment
Share on other sites

Uahhh! Amica mia!!! Mentre continuo a versare lacrime di coccodrillo tento di trovare un portafogli, giusto per arrotondare un pò la giornata. Ed ancora rivolto alla folla Forse voi tutti potete aiutarmi! Vedete, io sono molto povero e desideravo organizzare un buon funerale per lei, basterebbe anche una sola moneta per fare un grande gest... Non riesco a finire la frase che sento la chierica urlare Porcaccia di quella putt!!! Via, via, via!!! Ehm, scusatemi, scusatemi, permesso! Non so se avete capito, ma c'è un incantesimo che si sta per attivare, quindi meglio darsi alla fuga, non trovate?

Link to comment
Share on other sites

La scena di per se patetica di quel tizio spuntato dal nulla che andava a confortare la povera fornaia mi stava già disgustando abbastanza. L'aggiunta poi delle altre signore che si stavano mettendo a cantilenare mi stava dando anche la nausea e se non fosse stato per la grossa curiosità che nutrivo per il masso striato di verde, me ne sarei andato anche prima...

... ma quando la chierica si comporta in quel modo, mi lascia - come immagino gran parte delle persone la presenti - basito: pochissimi istanti, giusto il tempo di mettere a fuoco le parole della chierica, poi, d'un tratto schizzo quanto veloce più posso lontano dal masso, non curante della baraonda e scompiglio che si è creato: non esito a strattonare e spingere o buttare a terra le persone a me di fianco pur di avere un vantaggio puramente personale nella fuga.

Sul mio volto c'è una grande espressione di sorpresa mista a inca**atura (contro i poveracci che mi ostacolano nella ritirata) che si vedrebbe, se non fosse per il grosso cappuccio del mantello: Dannazione, spostati imbranato! dico spintonando e buttando a terra con una gomitata il vecchio con la mia lepre ancora in mano...

Link to comment
Share on other sites

"dannazione che evoluzione patetica di questa scena.. speravo in meglio" faccio per voltarmi e cominciare qualche passo tra la folla quanto alle mie spalle la chierica urla qualcosa. Mi giro per comprendere meglio quanto appena detto, ma vengo scaraventato per terra da una figura incappucciata! "ehi ma che ca...".

Comincia un fuggi fuggi generale quando sento qualcuno che nel scappare usa la parola incantesimo.. Subito mi alzo e comincio anch'io a correre all'impazzata nella prima direzione che mi porti più lontano da quel posto...

"se becco quel maledetto che mi ha scaraventato per terra gli trancio le gambe che si ritrova e gliele infilo dove non batte il sole.. maledetti spostatevi!!!!"..

Link to comment
Share on other sites

Alle parole della chierica rimango un attimo fermo immobile, con un sorriso perverso dipinto in volto.

"Il panico sui loro volti.. Quanto è eccitante e piacevole.. Quasi come quello dipinto sul volto di quei miserabili in miniera.. Anche se nulla batte il panico del secondo prima in cui sai che morirari!" penso, voltandomi e dando le spalle al grosso masso. A differenza del resto della folla mi allontano senza troppa fretta, gustandomi gli sguardi di terrore della gente intorno a me, impotente, per mia stessa natura, nel poter provare quello stesso sentimento.

@DM

[sPOLIER]Mentre mi allontano con calma sto pronto ad afferrare improvvisamente il primo passante che mi capita a tiro ed usarlo come scudo nel caso l'incantesimo si attivasse e fossi ancora all'interno del suo raggio.

Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  

Iniziativa Thorik: 19 (Dio che fortuna o.o)

Txc: 12

forza:12

Dopo che quasi tutti sono scappati il masso semplicemente esplode.

Un'esplosione che però non provoca danni, che non distrugge nulla. La pietra sembra distruggersi dall'interno, ma i cocci cadono dopo neanche un metro.

Dall'esplosione fuoriesce solo una sottile nebbia che si espande istantaneamente e poi scompare.

Solo Thorik non riesce ad allontanarsi dal luogo. Appena sente l'esplosione con riflessi quasi sovrananici prende un povero passante e lo usa come scudo, ma quella sottile nebbia lo tocca e scompare, senza che succeda altro.

La pietra ora giace semidistrutta vicino alla casa, e vedete che all'interno brilla di una strana luce..

Link to comment
Share on other sites

Spero almeno che non faccia male, spero che non faccia male, spero che non faccia mal... Uh! Quindi il masso è esploso? Bè, meglio di qualsiasi rosea aspettativa... Però, che roba **** ha fatto quel tale... Penso che mi avvicinerò al masso per vedere meglio, però quasi quasi faccio il giro largo per non passargli troppo vicino... Mi muovo quindi in direzione della pietra per guardarla da vicino

@Dm

Spoiler:  
Osservare +3
Link to comment
Share on other sites

Appena odo l'esplosione, mi nascondo dietro l'angolo di una casa per evitare le ovvie ripercussioni di un esplosione... salvo poi scoprire che non è successo gran che.

Quindi - ignaro del fumo verde che si è sparso dall'esplosione della roccia - mi riavvicino alla fu casa della fornaia, con cautela, verso il nano e l'altro malcapitato e... la luce.

La osservo e avanzo cauto, ma mi tengo ancora ad una certa distanza di sicurezza... almeno fino a quando la chierica del paese non decide di rifarsi avanti anche lei, che di queste cose se ne intende sicuramente più di me...

Link to comment
Share on other sites

dopo l'esplosione mi giro e vedo il luogo, dove prima era gremito di persona ora, del tutto deserto... apparte una figura tozza.. direi un nano...

"ah! che fortuna nanozzo.." poi nell'osservare meglio vedo il malcapitato che fa da scudo.."(rido), grande nano un punto a favore tuo..però sempre fortunato.." comincio ad avvicinarmi quando vedo sopraggiungere una figura incappuciata..

"ehhh?! spero non sia lui quel maledetto...dannazione se solo prima avessi avuto il tempo di guardare meglio.." poi vengo attirato da un qualcosa...mi avvino lentamente alla scena dato che dove prima c'era un masso ora ci sono dei detriti con una luce al centro.

Link to comment
Share on other sites

"Maledetto masso.. Ci è mancato poco.." penso. Lascio cadere lo sventurato passante che ho usato come scuso. Guardandolo un sorriso maligno mi compare per un istante sulle labbra. Vedo alcuni coraggiosi presenti farsi avanti e avvicinarsi al masso, così mi avvicino anch'io.

Che diavolo era quel cavolo di masso?? chiedo, borbottando.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.