Jump to content

come gestite i GS


Hennet87
 Share

Recommended Posts

Salve ragazzi.

Per la prima volta mi trovo a fare il master in un gruppo abbastanza ottimizzato (ci sono un druido che ha come compagno animale un laceracarne, un mago che probabilmente diventerà incantatrix, un duskblade e un barbaro (umano-creatura ferina) ). Sono tutti partiti dal 4° livello ed ora, dopo poche sessioni, sono giunti al 5° livello. Mi sono reso conto che i combattimenti con grado sfida 5 sono abbastanza semplici per loro, ma che usando GS superiori (a questi livelli) rischiano seriamente la morte ogni round visto il risicato numero di pf. Come gestire la situazione?

E più in generale (anche per il futuro), come gestite i GS per le varie situazioni (dungeon, incontro singolo, etc etc)?

- - - Aggiornato - - -

ps. probabilmente ho sbagliato sessione, era meglio inserirla in "discussioni generiche" :P

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 8
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Il fatto è che il GS di pari livello è un incontro facile (dovrebbe solo fargli sprecare circa un quinto delle risorse), ma comunque ci sono incontri e incontri...

Fondamentalmente ci sono 4 tipi di creature: il brutalone violento (tanti pf, tanta CA, tanto danno in mischia), il furtivo da agguato (alte abilità furtive, attacchi speciali, alta mobilità), la creatura magica (molte capacità magiche, incantesimi, effetti di controllo), il mostro speciale (una combinazione dei precedenti o comunque una creatura che basa il suo combattimento su capacità uniche e pericolose)... Ogni gruppo può essere meglio preparato ad affrontare un certo tipo di nemici piuttosto che un altro e questo è un fattore di cui i DM devono sempre tenere conto...

Un altro fattore è la composizione dei nemici nell'incontro: non è detto che debba sempre esserci un solo nemico né che debba essere per forza di GS pari al livello medio del gruppo... Spesso gruppi di nemici più deboli dei PG possono risultare più ostici di una sola creatura di GS più alto, perchè i PG non possono concentrare le loro tattiche su un singolo avversario... Il tipico scontro con boss prevede spesso l'intervento di una o più ondate di tirapiedi e alleati, proprio per evitare che i PG lo secchino in quattro e quattr'otto semplicemente combinando i loro sforzi sul povero mostro solitario...

Anche il terreno dello scontro può essere un fattore importante nel decidere come se la caveranno i PG: un terreno impervio risulterà assai sfavorevole ad un PG che si basa sulla carica, mentre in un cunicolo stretto si troveranno male quelli che si affidano alla mobilità o all'uso di cavalcature, e così via...

Infine, i PG con archetipi, e quindi con meno livelli reali, si trovano sempre svantaggiati quanto a "resistenza" e possono avere grossi problemi a sopravvivere a scontri prolungati o contro nemici che fanno molti danni con un singolo attacco, anche se in teoria dovrebbero avere meno livelli proprio perchè più potenti di base... Questo è uno dei motivi principali per cui è abbastanza sconsigliato introdurre simili creature tra le razze giocanti...

Con un po' di pratica si arriva presto a capire a occhio se un nemico è alla portata dei propri PG e quanto può davvero impegnarli, ma, soprattutto in 3.5, non c'è un metodo sicuro per stabilirlo a priori...

Link to comment
Share on other sites

In questo periodo, nella creazione degli incontri successivi, sto mixando molto le scelte: mostro singolo potente, gruppo di combattenti, incantatore con qualche tirapiedi, etc etc. In pratica sto variando tipi di avversari, GS, terreni e tutto il contorno.

La mia "paura" è mettere un PNG che sia troppo potente per il gruppo (ma pensandoci, in quel caso, il gruppo può dare una mano al master e darsela a gambe XD).

Link to comment
Share on other sites

Dalla poca esperienza che ho, un gruppo come il tuo è piuttosto bilanciato, può tranquillamente bruciare un GS due o tre volte superiore senza perdere troppe risorse.

Se vuoi che un incontro diventi impegnativo, ma che i PG non rischino troppo la vita, rendi gli incontri particolareggiati. Come detto da Mad Master, rendi difficoltoso il terreno per evitare che il barbaro vada in carica, i pochi incantatori che incontreranno useranno silenzio e disolvimagie come incantesimi preferiti. Trappole meccaniche su un doungeon potrebbe essere un'altra soluzione. Un'altra soluzione è bloccare i PG che hanno poca Vol con incantesimi di charme o bloccamostri. Lo scopo del master, come avrai capito, non è uccidere i PG ma creare, in base all'ambientazione, un mondo in cui i giocatori facciano quello che ritengono opportuno. Porre difficoltà di volta in volta e variare il più possibile gli incontri, le avventure e lo scopo degli eventuali PNG importanti; sopratutto dalle scelte dei giocatori e come modificheranno il mondo da te creato.

Link to comment
Share on other sites

Di sicuro ti posso dire cosa NON fare: lasciare sempre che i PG riescano a battere tutti i mostri che incontrano, anche se hai paura di ucciderli, non fargli sempre uscire indenni o quasi, altrimenti alla fine penseranno che possono tranquillamente affrontare un diavolo della fossa, perché tanto il master li fa vincere...

Con questo non voglio dire che ogni incontro deve essere impossibil :D

Da manuale (quello del master) si possono creare in incontri facili SE ben gestiti...

Questi secondo me possono essere un alternativa valida

Link to comment
Share on other sites

Io non capisco come possano scrivere che un licantropo ha GS 7 (per esempio), senza porsi il problema che i PG abbiano o meno le armi d'argento con sé.

4 PG e nessuno ha armi magiche/argento, il GS --> infinito.

Se le hanno 2 su 4 è GS 10 (magari).

Però come valutare queste circostanze sta tutto al master che deve andare a occhio.

Ciao, MadLuke.

Link to comment
Share on other sites

Infatti credo che il GS, sia in base ad un gruppo medio con l'equipaggiamento standard dedicato a quel livello.

Stesso problema si presenta per esempio ( assurdo ma potrebbe succedere) un gruppo di maghi di 5°liv che hanno preparato solo magie di fuoco, vengono attaccati da un elementale piccolo: i maghi son belli che spappolati.

Quindi per gestire un GS devi sempre tener conto dell'equipaggiamento del gruppo e del singolo individuo, perché se per esempio un barbaro ha ( come l'esempio di Mad luke) un'arma argentata e magari pure magica, gli altri stanno a guardare e buffano, curano il barbaro mentre questi si scontra contro il mostro... Magari il GS è alto rispetto al gruppo, ma con due semplici magie "scudo magico" sul barbaro con la catena chiodata e "zanna magica" sul compagno animale del Druido... mentre questi combattono il mago e il druido si berranno il tè.

Link to comment
Share on other sites

Già, io solitamente preparo i PNG inserendo le caratteristiche, eventuali talenti e abilità. Poi uso quasi sempre quelli, te ne fai circa tre quattro per tipo.

Colti / maghi e ladri

Combattenti/ barbari e guerrieri

Diplomatici/ stregoni e bardi

Selvaggi/ druidi e ranger

Uomini di fede/ chierici e paladini

poi puoi fare un colto che però è guerriero (generalmente lo uso come comandante)....

Una volta creati degli embrioni di PNG, li fai avanzare di livello in base alle esigenze della campagna. Una volta preparati i PNG embrioni li numero... Colto 1---colto 2--- combattente 1----combattente 2---- ecc ecc..

quando ho l'esigenza di creare un PNG al momento, gli do un nome e affianco scrivo, ad esempio, " Uomo di fede 4-Liv3" che sarà un paladino di Pelor di liv 3 con spada lunga ecc ecc. Così non serve che mi scervelli per preparare i PNG necessari e uso quelli.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.