Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

I romanzi, i videogame e i manuali precedenti alla 5a Edizione non sono considerati canonici per D&D 5E

Jeremy Crawford, lead designer e responsabile della 5a Edizione di D&D, ha dichiarato che tutto il materiale legato alle passate edizioni non è considerato canonico ai fini della 5E.

Read more...

Alfeimur: Uscite per il 2021

Scopriamo assieme le novità per il 2021 della linea di Alfeimur Quinta Edizione.

Read more...
By Lucane

Humble Bundle: 13th Age

Un nuovo Humble Bundle, questa volta a tema 13th Age, è stato reso disponibile in collaborazione con la Pelgrane Press.

Read more...

Strixhaven: A Curriculum of Chaos uscirà a Novembre

La Wizard of the Coast ha rilasciato nuovi dettagli sul prossimo manuale di crossover tra Magic: The Gathering e D&D 5E

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

L'estate è arrivata anche per noi dello Staff Dragons' Lair, quindi gli articoli vi salutano fino a Settembre.

Read more...

Dubbi sulle Weapon of Legacy


Demian
 Share

Recommended Posts

Ho scritto qui perchè mi sembrava la sezione più appropriata, anche se in effetti spero di non ricevere risposte che contemplino unicamente il lato regolistico della questione, suggerimenti e osservazioni sono infatti in ogni caso ben accetti.

Veniamo ora ai dubbi:

1) Weapon of Legacy da Background:

Situazione molto semplice: Iniziando al 5° Livello, un PG vorrebbe possedere una Weapon of Legacy da Background, e nello specifico una delle nine swords del ToB, essendo lui, del resto, un Warblade.

Ora, nel manuale base delle Weapon of Legacy, ricordo bene come questi oggetti fossero custoditi in luoghi particolari e dovessero essere trovati, o almeno questa era un'impostazione presentata.

Il giocatore mi dice però (premettendo che lui conosce il ToB meglio di me), che ciò non vale per le nove spade, esse sono perdute, e in quanto tali potrebbero essere ovunque, anche possedute da qualcuno che non è consapevole del loro potere, per cui da background lui la attribuirebbe come proprietà ereditaria all'interno della propria famiglia, perlopiù ignara dei poteri celati dall'arma, mentre lui stesso, spendendo i soldi che come avventuriero gli spetterebbero, la attiverebbe appena entratone in proprietà, magari giustificando ancora la cosa attraverso il background.

Che mi dite? Si può fare, non si può fare, voi lo concedereste?

2) Weapon of Legacy e tenuta della coerenza del sistema degli oggetti magici:

Le Weapon of Legacy escono dagli schemi rispetto al precedente sistema che regolava gli oggetti magici, il loro incremento a seconda del livello e alcune delle capacità concesse possono facilmente farne oggetti molto potenti, che a mio avviso in taluni casi eguagliano degli artefatti, ovvero quello che prima era il non plus ultra.

Bene. Preso atto di ciò, si può osservare come, a livello di meccaniche, le Weapon of Legacy non siano, in origine, che oggetti di modesta natura, dal limitato costo (se non erro entro le 4.000 monete d'oro), che possono essere modificati per creare una Weapon of Legacy.

Ora, c'è qualche giustificazione di tipo logico, non necessariamente legata alle necessità del bilanciamento, per cui oggetti di questo tipo possono essere potenziati in modo da diventare una weapon of legacy mentre altri, già in partenza migliori, non possono esserlo?

Si, lo so, se oggetti più potenti potessero essere modificati in tal modo, il quadro che ne uscirebbe potrebbe facilmente essere oltremodo sbilanciato, ma allora non si giunge quindi ad uno sbilanciamento anche semplicemente introducendo le Weapon of Legacy come previsto da manuale?

Non a caso nella guida tradotta da Mizar, compariva scritto questo

Passo 3

Penalità. Il tentativo fatto da WotC per provare a bilanciare il tutto. Hanno fallito...

3) Come può, in una comune ambientazione di D&D, il possessore di una Weapon of Legacy restare in vita?:

Un tempo c'erano i "comuni oggetti magici", calibrati per livello a seconda essenzialmente del costo, e gli artefatti, rarissimi, e che in genere venivano acquisiti (se acquisiti), solo a livelli molto alti.

Ora ci sono le weapon of legacy, il loro livello di potenza ed il loro "costo" possono variare a seconda dei livelli.

Il mio dubbio è: Come può mantenersi coerente tutto questo, in un'ambientazione dove le Weapon of Legacy sono una rarità?

Se fossero comuni nel mondo degli avventurieri, pg e png, allora niente da dire, ma come potrebbe un pg di livello non alto (il limite minimo per soddisfare i requisiti di accesso è il 5°), impossessarsi di un oggetto quasi unico, probabilmente anche leggendario, senza che qualcuno di forte gli dia la caccia per impossessarsene?

Se l'oggetto, spendendo una cifra modesta, si adatta al livello del possessore, anche un pg di 20° potrebbe volerlo, uno di 5° non avrebbe speranze. La cosa potrebbe certo valere anche per pg d'alto livello con artefatti, ma almeno la disparità sarebbe minore.

Questi i tre dubbi che mi sono venuti in mente fin'ora.

Link to comment
Share on other sites


1) Le Nove Spade sono state perdute dopo la caduta del Tempio. In effetti può reggere da BG che la famiglia del pg abbia conservato un artefatto potente senza conoscerne i poteri.

2) In effetti le WoL hanno un livello di potenza uno scalino sopra alla media delle armi magiche. In WotC hanno tentato di bilanciare il tutto con dei malus, ma a mio avviso tali malus non compensano affatto i bonus forniti.

Tuttavia non credo che un WoL possa essere sbilanciante, o almeno non quelle presentate sul ToB (per curiosità, quale arma vorrebbe il tuo giocatore?).

3) Semplicemente "cammuffandola" come una normale arma magica.

Prendiamo Tiger Fang:

Tiger Fang (Tiger Claw)

Statistiche normali: Kukri +1.

Requisiti: Bab +3, Competenza nell’Arma (Kukri), Saltare 5 gradi

Abilità:

_____Frenzied Charge (Ex): al livello 5 fornisce la possibilità di effettuare un attacco aggiuntivo al termine di una carica. L’attacco è portato al bonus d’attacco maggiore. L’abilità è utilizzabile una volta al giorno.

_____Claw of the Tiger (Su): a partire dal livello 6 non si può essere disarmati fintanto che si è coscenti. L’arma non viene fatta cadere nemmeno se si è storditi o affetti da panico.

_____Tiger Leap (Su): al livello 7 si ottiene un bonus di +5 alle prove di Saltare.

_____Battle Fever (Su): a partire dal livello 10, nello stesso round in cui si è colpito un avversario ci si può curare di 1d8 danni. Questo effetto è utilizzabile 3 volte al giorno e non causa AdO. Al livello 16 l’effetto è utilizzabile cinque volte al giorno e cura di 2d8 ogni volta.

_____Sharp Claw (Ex): a partire dal livello 11, quandi si è in una stance TC si gode di un bonus di +1 al danno con tutti gli attacchi, inclusi gli strike.

_____Haste (Sp): a partire dal livello 12, è possibile ottenere i benefici dell’incantesimo velocità per un round come azione swift, come se si stessero indossando degli stivali della velocità. Questa abilità è utilizzabile fino a cinque volte al giorno.

_____Vicious Attack (Ex): a partire dal livello 14, il moltiplicatore del critico di Tiger Fang passa a x3.

_____Power Critical (Ex): a partire dal livello 17, si ottiene un bonus pari a +4 per la conferma di un colpo critico.

_____Devastating Attack (Ex): a partitre dal livello 20, il moltiplicatore del critico passa a x4.

Statistiche livello 20: Kukri +1 affilato

Nessuna delle sue abilità fornisce poteri che vanno al di là delle normali potenzialità di un warblade ben equipaggiato di pari livello.

Se il tuo pg non se ne va in giro a dire "Ho Tiger Fang!!!" e a mostrarla ad ogni png che incontra, è un po' difficile che possa essere individuato. Semplicemente avrà un kukri magico, come una buona fetta di avventurieri.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By federico1976berton@yahoo.i
      Ciao a tutti, sulla guida al ladro ho trovato questa classe l: il guerriero tattico, che permette, con il talento fiancheggiatore, di fiancheggiare da soli indicando la propria casella come casella di fiancheggiamento. È vero? Cioè funziona proprio così come l'ho descritta?
    • By Anthaldin94
      Ragazzi diverbio con giocatore.
      Il mio npg ha un elmo che gli concede resistenza al fuoco.
      Il giocatore ha adepto elementale quindi ignora la resistenza.
      Ma se l npg usa l incantesimo assorbire elementi quindi 2 resistenza al fuoco. Si prende tutti i danni o metà? Usando l incatensimo assorbire elementi. Grazie mille 
    • By MadLuke
      Ciao,
           ancora sensazione di smarrimento: se un personaggio fa un attacco contro una creatura che ha Burn, o Sheat of Flame (Dragon Magazine) o Sussurri piaganti (MoF) subisce 1d6 danni da energia. Bene. Se il personaggio fa 4 attacchi in un round subisce 4d6. Bene.
      ...E se è in lotta, o addirittura immobilizzato? Assumendo che nei precedenti attacchi il momento di contatto arma/avversario ha durata pressoché istantanea (eppure sufficiente a ricevere il danno), in caso di lotta che sono a contatto continuo per 6" dovrebbe ricevere danno infinito.
      Come si fa?
      Ciao e grazie, MadLuke.
    • By Vale73
      Ciao a tutte e tutti, stavo pensando e ripensando alla regola (opzionale) sul manuale di espansione Tasha's Cauldron of Everything che permette di mettere a qualsiasi caratteristica, e non solo a quelle canoniche, i bonus razziali sulle caratteristiche. Istintivamente mi piaceva: mio figlio (12 anni) ha creato un dragonide artefice (background sapiente), e gli ho lasciato mettere il +2 in Intelligenza, anzichè Forza, e il +1 in Forza, anzichè Carisma, e anche la storia di background è venuta molto bene. Mi piacciono in generale tutte quelle regole che tendono ad ampliare la libertà di scelta e di personalizzazione in fase di creazione del personaggio. 
      E poi mi sono venuti in mente i Nani delle Montagne: +2 in Costituzione, +2 in Forza, Competenza sulle Armature Leggere e Medie, da un punto di vista delle meccaniche di gioco. E mi sono accorto che, da un punto di vista strettamente regolistico, potrebbero essere gli incantatori in armatura definitivi: Nano delle Montagne Mago: +2 in Intelligenza, + 2 in Costituzione (buona sia per i pf che per i tiri salvezza per non perdere la Concentrazione sugli Incantesimi), competenza sulle armature leggere e medie e quindi possibilità di lanciare tranquillamente incantesimi in armatura, secondo le regole della 5a; Nano delle Montagne Stregone (o Warlock): +2 in Carisma, +2 in Costituzione (e lo Stregone ha anche il Bonus di Competenza sui Tiri Salvezza su Costituzione), possibilità di lanciare incantesimi in armatura come sopra. 
      Inoltre, a mio avviso, la possibilità di mettere liberamente i bonus di caratteristica potrebbe rendere ancora più frequenti alcune build, privilegiando caratteristiche che sono a mio avviso più utili di altre in questa edizione di D&D: un esempio per tutti, la Destrezza. Fino al manuale di Tasha, se veramente volevi giocare un guerriero, un chierico, un paladino nano, difficilmente lo costruivi sulla Destrezza, perchè non avevi bonus su quella caratteristica e, soprattutto se usavi lo standard array o il point buy system per costruire il personaggio, il massimo che potevi ottenere in Destrezza era 15, contro il 16 o il 17 in Forza. Con la regola di Tasha, penso che sarà moooolto più frequente vedere Nani Paladini, Chierici o Guerrieri costruiti sulla Destrezza, in armatura leggera, che brandiscono uno stocco. Un ampliamento di immaginario, non necessariamente negativo....
      D'altro canto la regola di Tasha sul libero posizionamento dei bonus di caratteristica rende più appetibili combinazioni altrimenti poco vantaggiose da un punto di vista meccanico delle regole, e quindi magari raramente scelte per questo: nani o mezzorchi ranger, incantatori o bardi (quasi tutti i ranger che ho visto sono costruiti sulla destrezza), ad esempio.
      Così... non riesco ad avere un'opinione precisa su questa regola e se introdurla o meno nelle mie campagne... Voi che ne pensate? L'avete provata? Come ha funzionato al vostro tavolo?
      Grazie mille, buona estate e buona vita!
    • By Lyt
      Ho un dubbio sui gradi sfida, dubbio che pensavo di aver risolto. Ma oggi mi è tornato
      Cosa significano i gradi sfida dei mostri? e quanto valgono?
       
      Mi spiego, da quanto ne sapevo (generalmente) un grado sfida vuol dire che in media servono 4 pg di un certo livello per gestirsela (con relativa facilità). Ma oggi mentre facevo un paio di ricerche ho notato che mostri come il Tarrasque hanno gradi sfida superiori al 20 (livello massimo in 5e) quindi come si dovrebbe gestire? Si chiamano altri 2 png al 20? Il grado sfida non tiene conto delle armi magiche e quindi gli si può tenere testa con un paio di spade +3?
       
      Diciamo che un ripasso generale sui gradi sfida mi tornerebbe utile😅 (è l'unica parte di 5e che non ho ancora ben capito)
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.