Jump to content

[Cthulhu] Il capriccio di un vecchio


brianweb

Recommended Posts

Ebbene si! si parte, spoilero solo un piccolo prologo per ognuno. Cthulhu fthagn!

@Dott.Howard Richardson

Spoiler:  
La malattia del Conte Spunkmayer andava vistosamente peggiorando. Nell’ultimi anni avevi imparato ad apprezzare la sua compagnia ed hai, sempre di più,vissuto la sua cura come una sfida contro la morte… sfida che ogni giorno stai, inesorabilmente, perdendo. Anche il suo umore è peggiorato con la malattia, una sorta di resa, un alzar bandiera bianca. Nell’ultimo periodo però sembra aver ritrovato la speranza e la voglia di combattere che aveva perduto, forse anche grazie a quel suo viaggio per cui ha insistito tanto perché tu lo accompagnassi: è arrivato ad offrirti i finanziamenti necessari per un altro anno di ricerca, con i quali, ne sei sicuro, riuscirai a dimostrare le tue teorie. Ovviamente non hai potuto rifiutare.

@Avv. Harry Svante

Spoiler:  
A causa della sua grave malattia il Conte Spunkmayer ha smesso da tempo di venire in biblioteca e sei stato te a cominciare ad andare nella sua favolosa dimora, vuoi per la simpatia provata per lui, vuoi per il fatto che da anni la biblioteca riceve le sue generosissime offerte. Visto il rapporto di fiducia venutosi a costruire negli anni, il conte, ti ha invitato a partecipare ad un viaggio per l’acquisto di una collezione di libri antichi di cui lui ne possiede solo una parte, in cambio, ha promesso che donerà la sua ingente collezione personale alla biblioteca quando il suo momento sarà arrivato.

@Prof. Edward Blackadder

Spoiler:  
Quando il vecchi amico Conte Vladimir Spunkmayer ti ha detto: “Preparati, tra una settimana viaggeremo insieme.” non c’è voluto molto a convincerti, del resto, sapevi già da tempo , visto la sua salute sempre più precaria, che il tempo da passare con lui sarebbe stato sempre meno. Era questa forse una delle ultime occasioni per passare un po’ di tempo insieme in ricordo dei bei tempi andati dell’università. In più quel manoscritto che ti ha mostrato fugacemente e l’idea di vedere gli alti tomi che ne completavano la collezione ti ha subito stuzzicato nella tua, sempre vivida, curiosità.

@Lawrence Wilson

Spoiler:  
Tuo zio Vladimir ti ha sempre appoggiato in tutte le tue decisioni, ha sempre nutrito per te una forte simpatia ed è stato dalla tua parte anche quando hai deciso di intraprendere la strada dell’investigatore privato. Ti è stato vicino quando la tua famiglia è stata spazzata via, anzi, è lì che è nato il vostro vero rapporto. E’ l’unica persona che ti è rimasta e l’unica che sopporti veramente. Nei suoi affari poi ti ha sempre voluto al suo fianco, sei un tipo sveglio e in certi ambienti è quello che ci vuole. Ti ha detto che prossimamente sareste partiti per fare un acquisto molto importante: due libri che avrebbero completato un trittico che ambiva da tempo.

@John Hawk

Spoiler:  
Hai conosciuto il vecchio Conte in un asta d’antiquariato: condividete questa grande passione e spesso sei rimasto stupito delle ingenti somme che riversa per comprare questo o quell’oggetto. A causa del peggiorare della saluto il Conte è solito farsi accompagnare nei suoi affari dal nipote Lawrence. Hai cominciato a frequentare la sua splendida casa, ricca di ogni genere di anticheria e questo ti ha permesso di entrare a far parte di quel mondo che tanto ami. Ultimamente, ti ha raccontato di un viaggio che avrebbe intrapreso a breve per un acquisto unico… tanto è bastato per catturare tutta l’attenzione ed hai fatto di tutto per convincerlo di permettermi di accompagnarlo

Boston - Casa Spunkmayer - 25 novembre 1925, 21.23 PM

Il Conte Vladimir Spunkmayer, come suo solito del resto, ha fatto le cose in grande: la tavola è stata apparecchiata di tutto punto e la cena è stata squisita. Nonostante ci fossero persone al tavolo non ben conosciute l’atmosfera della cena è stata piacevole e senza troppi imbarazzi. Il Conte, dal canto suo, vi ha intrattenuto raccontandovi, con un entusiasmo che non vedevate da tempo, vari aneddoti più o meno interessanti del suo passato, infilando nella storia, a turno, tutti voi. Finita la cena il Conte, seduto sulla sua elegante sedia a rotelle, vi conduce nell’ampio soggiorno brulicante di libri e cianfrusaglie che ha collezionato nella sua lunga e ricca vita. Vi sedete comodamente mentre il conte si accinge a prendere la parola con il suo tipico fare solenne: “Amici miei cari” dice guardandosi intorno e incrociando i vostri sguardi con la voce piena di malinconia:“come ben sapete, ho insistito molto per avervi con me stasera... per parlarvi del piccolo viaggio che ho programmato", si ferma un attimo per prendere fiato "sento che questa è un'occasione più che speciale e vi voglio con me... tutti!".

Un ultimo viaggio chiede, il conte, un ultima pedina alla sua collezione, un ultima avventura in compagnia di tutti i suoi amici… l’ultimo capriccio di un vecchio.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 61
  • Created
  • Last Reply

Finita la lauta cena mi accomodo su di una poltrona ed attendo che il Conte termini il suo discorso, quindi sorridendo affabile mormoro: " Non dovete dire così Conte. Sapete bene che presto guarirete. E sono certo presto riuscirete anche a camminare nuovamente. Altrimenti io non sarei qui adesso no? Quindi questo sarà soltanto - un - viaggio e non l'ultimo viaggio. "

Terminato di parlare mi sistemo con gesti precisi l'abito elegante che indosso riaggiustandomi sul volto gli occhiali prima di incrociare in grembo le braccia.

Link to comment
Share on other sites

Come spesso accadeva Harry aveva leggermente ecceduto nelle libagioni, pur essendo un "topo di biblioteca" amava molto le occasioni in cui si poteva consumare un pasto delicato e altrettanto succulento...Intervenendo poco durante la cena, Harry rispondeva con poche parole ad ogni domanda che gli veniva rivolta dagli altri avventori, forse perchè a lui non piaceva parlare molto, forse perchè preferiva concentrarsi sul cibo...Nel momento in cui il conte decide di cambiare stanza, molto elegantemente ripone le posate e si pulisce la bocca sottile con il tovagliolo di lino...Segue il conte e gli altri nella stanza adiacente, camminando lentamente, con passo compassato, dando un' occhiata distratta a destra e a sinistra...Tuttavia al momento in cui tutti gli avventori entrano nella stanza piena di libri il bibliotecario non resiste a dare un' attenta occhiata ai vari libri che le molteplici staffe riescono a contenere...Nel mentre che il conte declama il suo discorso Harry rimane per metà assorto nella visine dei libri, prestando alternativamente attenzione alle parole del vecchio...

Link to comment
Share on other sites

Ascolto con attenzione quel che il Dottor Howard Richardson dice, anche se le mie conoscenze in campo medico sono nulle, posso affermare con certezza che è estremamente difficile guarire da una malattia degenerativa come quella, e da quando è iniziata non è certo migliorata

"Ha ragione il Dottor Howard Richardson, vedrete zio che starete meglio, c'è soltanto bisogno di un po' di tempo."

Link to comment
Share on other sites

@ Descrizione

Spoiler:  
John Hawk è un tipo sulla trentina, mediamente alto, capelli castani portati corti con qualche spruzzata di grigio, specie sulle tempie. Si veste in maniera elegante, ma non eccessiva. Sembra un tipo chiuso in se stesso, ma quando lo si conosce è l'esatto contrario. Ha un fisico asciutto e scattante, che tradisce la sua passione per gli sport, specie quelli da combattimento, anche se non sono molto diffusi in america

Termino l'abbondante pasto senza però riempirmi lo stomaco, assaporando e gustando al meglio ogni portata della cena. Seguo poi il Conte e i suoi ospiti nella grande biblioteca colma di libri, rimanendo affascinato da ogni opera d'arte che vedo.

*Il Conte ha veramente dei pezzi unici nella sua collezione..*

Sorrido al mio anfitrione dopo aver sentito le sue parole

"Contate pure su di me Conte" dico annuendo "Non mi perderei questa possibilità per niente al mondo"

Link to comment
Share on other sites

Alle parole del dottore il conte abbassa lo sguardo, mentre cala per un attimo il silenzio. Ma è questione di un attimo, il conte riprende a parlare con ritrovato entusiasmo:

"Amici non vi ho certo convocati stasera per rattristarvi"

Si ferma per un attimo, sincerandosi di avere tutta la vostra attenzione:

"E' iniziato tutto un paio di mesi fa, ero riuscito a convincere il mio caro Richardson a permettermi di partecipare alla "12° Asta Storica di Washington", non mi ero mai perso un’edizione”

Comincia a dirigersi verso una serie di scaffali:

"Ero molto soddisfatto degli acquisti fatti”

dice indicando una serie di vasi etruschi

“e già mi preparavo mentalmente per il viaggio di ritorno,quando, verso la fine dell'asta, venni avvicinato da un uomo, di sicuro arabo, che però parlava un inglese fluente"

Spunkmayer prende uno dei vasi in mano e lo osserva compiaciuto.

"mi propose un acquisto, un antico manoscritto che faceva parte di un trittico, rifiutai ovviamente, per prima cosa sapevo che per me sarebbe stato difficile, visto il mio stato, trovare gli altri due libri... e secondo perché, nell'eventualità di comprare, avrei potuto così contrattare meglio il prezzo!"

posa il vaso e si riavvicina a voi.

"beh, l’arabo insistette non poco per seguirlo nelle sue stanze e visionare con i miei occhi il libro e, è bastato un sguardo per innamorarmene. Per non parlare del prezzo, irrisorio!!!”

Poi, prende una campanella da una tasca della sua sedia a rottelle e la fa suonare, il maggiordomo fa prontamente capolinea da dietro una porta vetrata:

“Carl, potresti cortesemente portarmi il libro che è nel mio studio?”.

Con un cenno del capo il maggiordomo si incammina. Il conte riprende il suo racconto:

“Già sul treno mi disperavo per il fatto di non avere gli altri due, oltre al libro infatti, quel pazzo di un arabo mi aveva dato una splendida scatola che, in origine, doveva contenerli tutti e tre, splendida!”

prende un attimo fiato e vi fissa con una certa soddisfazione:

“Beh, amici, tra tre giorni mi accompagnerete a recuperare gli altri due libri, non è fantastico?”

Nel frattempo, il maggiordomo rientra nella stanza con un libro poggiato su di un elegante vassoio d’argento…

Link to comment
Share on other sites

Ascolta sempre abbastanza distratto dalla presenza dei molti libri sulla libreria...Poi le parole del conte circa l' argomento "libri e affini" fanno letteralmente drizzare le orecchie a harry...Fissando ora il conte nella sua magistrale sedia, il biliotecario soppesa le parole pronunciate dall' uomo, per poi intervenire secco, senza tuttavia risultare scontroso

"Molto interessante...Tuttavia poichè di libri penso di intermi un poco..."dice, modulando il tono in maniera da far pesare la propria conoscenza in materia"Vorrei che mi descriveste qualche dettaglio del contenitore...Non trattenetevi nel descrivere i particolari...Comunque, signor conte, amico mio, vorrei chiedervi se siete stato attento alle contraffazioni...Dite di averlo pagato poco, molto poco...Siete sicuro che non sia un falso?Potrei analizzarlo un poco ad occhio sapete, me ne intendo abbastanza di queste cose...Domanda all' uomo, iniziando a rimuginare nella memoria di quale libro, o trilogia di libri, il conte si stesse interessando...Nel mentre entra il maggiordomo, tenendo in mano il libro di cui si parlava, Harry rimane fermo e prova a dare un' occhiata alla copertina, cercando di carpire quante più informazioni poteva...Tuttavia si prospettava un viaggio, prospettiva da prendere in considerazione, date le poche vacanze che si era preso in quei giorni il buon Harry...

Link to comment
Share on other sites

*Forse ho mangiato troppo* penso, mentre mi siedo nella biblioteca. "Questo posto è fantastico, ogni volta che ci sono venuto c'è sempre stato qualcosa di nuovo o tra i libri o tra gli oggetti" dico più a me stesso che a tutti gli altri presenti. Quindi rispondo al mio ospite "Caro amico, sai bene che non potrei mai dirti di no. Dopotutto, non è che abbia molto da fare da quando sono andato in pensione. E passare le mie giornate nella biblioteca dell'università sta iniziando ad annoiarmi. Sono certo che potrò sicuramente rendermi utile in questo viaggio con le mie svariate conoscenze in diversi campi". Appena arriva il maggiordomo con il libro mi alzo, inforco il monocolo e lo osservo meglio "Carissimo, purtroppo ho un vuoto di memoria. Non ricordo se mi abbiate detto nella nostra precedente conversazione a che periodo risale il libro"

Link to comment
Share on other sites

"Credo che Harry Svante potrebbe fare una datazione più che accurata del libro, e pure capire se è un falso, solo che mi rimane oscura la destinazione del viaggio, non è che potresti aggiornaci anche su questo argomento?"

Mentre parlo osservo il libro, cercando di intravedere il titolo.

Link to comment
Share on other sites

Rimuginando un poco sulle parole del conte sospiro profondamente prima di alzarmi in piedi e passeggiare in lungo ed in largo per la sala:

" In quanto vostro medico curante e' mio dovere informarvi che dal punto di visto medico non e' una mossa saggia. Inoltre spero di aver modo di poter andare avanti con le mie ricerche durante il viaggio, non vorrei sprecare del tempo prezioso. Quindi il sapere il luogo di destinazione potrebbe aiutarmi nel capire cosa posso e cosa non posso portare in questo viaggio "

Detto questo mi volto nuovamente gettando solo un'occhiata al libro di cui parla il conte interessandomene decisamente poco non esendo certo un amante dei vecchi libri.

Link to comment
Share on other sites

Stranamente, nessuno di voi ricorda di aver sentito parlare di questo libro, forse qualche accenno ma niente di più. Tutti, chi più e chi meno, seguite i passi del maggiordomo per vedere di che cosa si tratti incuriositi:

viewtrack.php?id=672184

il libro, ha una copertina in pelle chiara, loroga e più volte rattoppata. Al centro, una specie di medaglione in metallo sul cui bordo sono incisi dei simboli che ricordano vagamente geroglifici egiziani, più o meno consumati dal tempo. Il senso di antichità che provate fissandolo è senza tempo.

@Harri Svante

Non ci sono dubbi sull'originalità del manoscritto, non sai bene individuarne un epoca o una cultura e questo, non è solito per te.

@Prof. Edward Blackadder

Il professore ti guarda con il sorriso, soddisfatto di aver, come sempre del resto, conquistato il tuo interesse: "Beh, non te ne ho parlato molto, diciamo che è il mio... colpo di scena."

@John Hawk

Ne ero sicuro, amico mio.

@Dott. Howard Richardson

il Conte si volta e ti fissa con aria un pò severa: "Stavolta non ci sono ne se e ma: partiremo."poi, con il sorriso di nuovo al volto, aggiunge: "e se non sbaglio avevo già usato con te motivazioni molto interessanti vero? E sono sicuro, che trovera anche lei il tutto molto affascinante... e del resto, sono solo tre miseri giorni!"

Link to comment
Share on other sites

*Incredibile, questa volta ha fatto davvero un acquisto meraviglioso. E lo si capisce anche dal modo in cui il signor Svante sta osservando il libro*

Mi chiedevo se fosse possibile sfogliarlo. Magari leggendolo sarebbe anche possibile datarlo all'incirca. Certo che questi strani simboli, non ne avevo mai visti di simili in vita mia. Rassomigliano vagamente i geroglifici egiziani, tuttavia sono allo stesso tempo completamente diversi. Caro Conte se lo lasci dire, qualsiasi prezzo lei abbia pagato è sicuramente poco per questo volume. E sono certo che il buon signor Svante non potrà che essere d'accordo con me, dico bene? dico girandomi cercando conferme, sapendo tuttavia di aver ragione.

Link to comment
Share on other sites

Ascolto distrattamente i discorsi entusiasti delle persone li presenti per un libro piuttosto anonimo..

" Fosse un libro anatomico risalente all'antica Grecia potrei anche capire, forse. Seppure sarebbe altresì inutile, giusto folkloristico." Penso fra me e me mentre con un largo sorriso cerco di mimare un'espressione rassegnata ma serena:

" siete stato generosissimo, come sempre. E' solo che mi preoccupo per la vostra salute. Così come credo chiunque altro qui presente. Altrimenti non saremmo qui. Per quanto riguarda il viaggio faro' del mio meglio per proseguire i miei studi durante questi 3 giorni. Odio dovermi prendere delle vacanze dal lavoro. "

Link to comment
Share on other sites

Osservo incuriosito lo strano simbolo sopra il libro e penso fra me e me

Fare un viaggio nel suo stato di salute certamente non gli può giovare, se intende affrontarlo vuol dire che deve essere davvero importante per lui... per rischiare così la poca salute che gli rimane

Link to comment
Share on other sites

Acconsente con un gesto della mano ad uno degli altri avventoriEbbene, mio buon amico...Concordo con il vostro giudizio...Nevvero ciò che ritengo anche io una bella fortuna...Rimane tuttavia abbastanza stizzito e, allo stesso tempo, incredulo...Aggrotta la fronte, assumendo un' espressione piuttosto misteriosaNon riesco a capire da dove venga quel libro...Nella mia carriera di bibliotecario, prima Washington e poi a Boston, non ho mai visto un libro di tal fatta...Poi rivolgendo lo sguardo agli altri chiede con aria laconicaE voi cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites

Il Conte vi osserva compiaciuto di aver calamitato la vostra attenzione. Poi, con le mani tremolanti, afferra il libro dal vassoio e lo poggia sulle gambe. Con un gesto solenne lo apre, lentamente, soddisfatto di avervi tutti intorno a lui, solo il dottore non sembra esserne così attratto. Il libro, scritto a mano con calligrafia ricercata ed elegante, è scritto con gli strani simboli che avete visto in copertina, con un altra calligrafia poi, sono state aggiunte note in latino. Una delle due pagine è occupata, quasi per intero, da un immagine del corpo umano, come quelle che si vedono nei libri di anatomia. Il disegno è ben curato.

Dopo qualche secondo il Conte lo chiude: "Bene amici, ci sarà tempo per tradurre e studiare, anzi, spero che vorrete aiutarmi in questo, come sempre del resto." Poi, fissando particolarmente il Dottore che gli aveva posto per primo la domanda aggiunge: "Come vi ho già detto partiremo tra tre giorni e staremo via molto poco, per un puro colpo di fortuna, il resto della collezione si trova a poche ore di nave, a Gallops Island più precisamente. Naturalmente, ho già provveduto a noleggiare una piccola imbarcazione." Aggiunge tutto soddisfatto.

@Harry Svante

Spoiler:  
Latino 50%(d100):36

Le note aggiunti riconosci essere scritte in un latino arcaico, raro e in disuso da molti secoli.

@Prof. Edward Blackadder

Spoiler:  
Latino 55%(d100):48

Le note aggiunti riconosci essere scritte in un latino arcaico, raro e in disuso da molti secoli.

@Dottor Howard Richardson

Spoiler:  
getti un occhiata disinteressata al libro e ne rimani colpito: il disegno del corpo umano, pur essendo disegnato in maniera assolutamente non scientifica, è preciso ed accurato, ma sopratutto denota una profonda conoscenza di anatomia. Questo stona completamente con il senso di vecchio ed antico del libro.
Link to comment
Share on other sites

Inarco appena un sopracciglio osservando il libro ed in particolar modo del disegno anatomico particolarmente accurato. Quindi avvicinandomi dietro alla sedia del conte cerco di osservare meglio il libro per cercare di capire la natura del libro.

" Sapreste dirmi di cosa si tratta questo trittico di libri? E se avete idea di chi sia l'autore dei suddetti testi? "

Seppure sembri molto antico le informazioni che ne ho ricavato ad una prima occhiata sembrano assai superiori a quelle possedute probabilmente ai tempi, di certo non verrei a sapere nulla che non so di tecniche mediche vista l'età di quel libro, pero' comunque il libro potrebbe essere un divertente passatempo; in fondo studiare una mente geniale del passato potrebbe donare nuovo entusiasmo alla mia ricerca: la ricerca piu' importante dell'uomo.

Link to comment
Share on other sites

Interessante borbotto a bassa voce vedendo il latino utilizzato molto interessante e rimango un attimo perso nei miei pensieri. Quindi spinto dalla mia solita curiosità Amico mio, mi chiedevo se abbiate già iniziato a tradurre le note a margine. Ritengo che possano essere una traduzione, o almeno un tentativo, della lingua del testo. O comunque degli appunti riguardo il testo che potrebbe aiutarci a decifrarlo o a capire la natura di cosa vi è scritto al suo interno.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.