Vai al contenuto

perro93

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    866
  • Registrato

  • Ultima attività

Informazioni su perro93

  • Rango
    Campione
  • Compleanno 24/07/1993

Informazioni Profilo

  • Località
    Catania
  • Interessi
    Vincere le corse dei gatti con la stampa matrici false
  1. Magia Poteri del desiderio e miracolo

    Vorrei aggiungere qualche altra teoria interessante XD: 4) "Tutto è già accaduto" (Teoria alla Harry Potter): L'incantesimo ha effetto, ma non c'è un radicale cambiamento del passato, ad esempio il totale annullamento del rapimento: se è il passato ad essere cambiato, si tratterà di modifiche sottili, per quanto anche inverosimili (dicendo la prima che mi viene in mente, chi ha preso i libri era in realtà un'alleato travestito e nessuno se ne è accorto). Altrimenti, il passato resta invariato e nel presente avrà inizio tutta una serie di avvenimenti che potrebbe portare al soddisfacimento del desiderio (chi ha comprato i libri rubati gli passa giusto davanti). Insomma, la sensazione che deve derivarne è che l'incantesimo non abbia fatto proprio nulla, in quanto gli eventi risolutori erano già/sarebbero accaduti a prescindere. 5) "Multiverso con singoli universi destinati a incrociarsi casualmente" (Teoria alla 'Déjà vu'): L'incantesimo potrebbe avere effetto, farlo solo parzialmente o non farlo affatto (che il criterio di decisione siano i TS o altro, vedi tu). Il tempo è un fiume in piena, che ogni tanto potrebbe pure dividersi in più corsi, e desiderio è un sasso con cui si cerca di deviarne, almeno in minima parte, il corso. Potrebbero succedere anche cose molto strane, sopratutto se la cosa 'funziona parzialmente' (sempre sparando a caso, una parte dei rinoceronti si rompe una gamba giusto prima di compiere il rapimento e gli altri decidono di andare lo stesso, dunque tutta la sequenza da lì in poi è da rifare e nulla impedisce che si ritorni alla situazione di partenza.)
  2. Oggetto Animato

    Si, non preoccuparti, ci avevo pensato, e infatti la decisione finale Spoiler: è stata di prendere quello più piccolo, senza però gonfiargli i premi. Ho anche lasciato in giro qualcosina per colmare temporaneamente le loro carenze, nel caso gli andasse particolarmente male. Grazie ancora.
  3. Oggetto Animato

    Effettivamente... Che dire, grazie per l'analisi (che aspettavo con speranza, ad essere sinceri XD). Ho capito cosa devo fare, ora. E potrò dormire meglio!
  4. Oggetto Animato

    Bene. Se lo dice la versione inglese non mi rimane che arrendermi. Anche se 4d10+30 pf dove ad ogni singolo attacco di qualsiasi tipo potrebbero andar tolti 10 o anche più punti, mi sembra un po' troppo per un GS 3... ... Credo che alzerò un po' i PE, si. Bene, grazie della celere risposta. A presto.
  5. Oggetto Animato

    Scusate se riesumo la discussione (si può fare, no? Meglio che aprirne una nuova sulla stessa domanda...) e rompo le scatole... Intanto, vorrei capire se i danni elementali di cui si parla nel manuale, vicino alla durezza, siano provenienti da qualsiasi fonte o se la magia è esclusa. Nel MdG ripete di continuo 'dividi per tot e poi applica la durezza': la normale RD è ignorata da magia, energia e così via. Mi pare di capire che con la durezza non sia così: ovvero, anche ai danni da incantesimo va sottratta la durezza. O no? E se è si, questa durezza degli oggetti animati fa altrettanto? No, perchè, nel caso, la creatura sostanzialmente avrebbe una RD valida contro tutto e contro tutti, con per giunta, a volte, prima un diviso 2 o 4 sui danni base! Vuoi dire che la risposta a questa domanda è 'tutto quello che non è nel mondo fisico ignora questa storia?' Detto questo, ma siamo proprio sicuri che la durezza diventi RD (normale o 'potenziata' che sia) per l'oggetto animato, vero? Due oggetti identici in tutto tranne che nella RD, dove uno ha 0 e l'altro, che so, 10, hanno lo stesso GS? No, perchè, io avevo capito che la durezza serviva solo se si aveva intenzione di distruggere nel senso di spezzettare, disintegrare e simili l'oggetto inanimato, non per ucciderne uno animato, nel qual caso si guardava solo la RD... Uff, il manuale non è per niente chiaro. Dice solo che l'oggetto mantiene la sua durezza (che, nell'interpetazione data al rigo sopra, è quasi ovvio), non che diventa RD... Grazie. Dalla prossima volta in poi niente costrutti XD
  6. La battuta più brutta

    Oh, beh, visto che me l'hai fatta venire in mente, ne metto un'altra non mia nella sua totalità. Non si offendano i professanti le professioni citate. Un matematico, un fisico, un ignegnere e un informatico devono recarsi ad un congresso su tematiche scientifiche. Decidono quindi, per risparmiare (perchè nessuno gli pagherà la benzina, anche se sono obbligati ad andare), di andare tutti con una sola auto, quella dell'ingegnere. La quale, chiaramente, si ferma a metà dell'autostrada. Il matematico, dopo aver ricordato a tutti di averlo previsto, sventolando il foglio sul quale ha calcolato la probabilità dell'evento, si mette a pensare una soluzione. L'ingegnere, borbottando invettive contro il costo dell'assistenza autostradale, si alza le maniche, apre il cofano e inizia a smanettare col motore. Il fisico lo segue e sta a guardarlo, senza alzare un dito. L'informatico si mette a osservare il quadro. Matematico: "Hmm... Se dimostrassimo che la macchina è ancora in movimento, avremmo praticamente fatto..." Fisico: "Forse non è una buona svitare quella valvola: se il motore è ancora più o meno caldo come allo spegnimento, l'alta pressione potrebbe..." Ingegnere: "Questo sistema non è ideale, col freddo che fa pressione non ce ne è più. Fai silenzio. Fisico: "Oh, ma ci sarà sempre un po' di pressione, se non altro quella atmosferica..." Ingegnere: "Ti ho detto di non secc..." BOM! Mentre l'ingegnere lancia improperi di vario tipo, l'informatico porta fuori la testa dal finestrino e, piano, dice: - Ragazzi, io avrei un 'idea: Perchè non proviamo tutti a uscire e rientrare dalla macchina? Anche ascoltando i consigli del fisico, l'ingegnere risce infine a riparare la sua macchina e i quattro a raggiungere la sede del congresso. Partecipano alla prima giornata e, fattasi sera, raggiungono l'albergo in cui dormiranno nella notte tra le due giornate (almeno questo già pagato). Durante la notte, però, il pezzo grosso ospite d'onore, si sveglia: deve assolutamente fumare. Visto che di uscire dall'albergo non se ne parla nemmeno (col freddo che fa!), in barba alla miriade di cartelli sparsi in giro, esce nel corridoio (per non riempire di odore la stanza, cosa che lo avrebbe inequivocabilmente identificato come il colpevole) e si accende la sua Fortuna Blu. Solo quando sta per finirla si accorge di non avere un posacenere. Inizia a girare per il corridoio, con quel poco di sigaretta rimasto che si accorcia sempre di più, ma, essendo vietato fumare, non ne trova. Quasi nel panico, decide infine di arrivare fino all'uscita e buttarla fuori. Corre e scende le scale fino al pian terreno e proprio lì, dopo l'ultimo gradino, il centimetro e mezzo di sigaretta rimasto gli bruciacchia il dito. Percepito il dolore, la lancia via. Poi, paralizzato, guarda la moquette. Non appena tocca terra, la cicca accesa condivide la sua fiammella col pavimento. Il pezzo grosso, resosi conto di non avere altra scelta, a meno di volersi fare scoprire, scappa dall'albergo. Ad un certo punto, l'ingegnere, con la camera al piano terra, si sveglia, sentendo un odore strano. Apre la porta e trova l'incendio che divampa. Non avendo il tempo di chiedersi perchè l'antincendio non funziona, riesce a farsi strada nel corridoio fino ad una porta che non è una camera. Sperando sia l'uscita di emergenza la apre, ma dentro trova solo lo sgabuzzino per i prodotti da pulizia. Tossendo per il fumo, prende svariati stracci e un secchio, quindi torna indietro, in camera sua. Fortunatamente, almeno l'acqua scorre dal rubinetto. A secchiate d'acqua, si fa strada fino all'uscita, trovando al passaggio anche l'informatico, il quale, preoccupato, cercava di leggere, col fumo e senza lenti a contatto, le istruzioni dell'estintore. Al primo piano, il fisico, a metà strada tra la sua camera e lo sgabuzzino, vede crollare una trave dietro di sè. Non potendo tornare indietro a mettere l'acqua nel secchio, si concentra ed inzia a spegnere le fiamme soffocandole con gli stracci più grossi e spruzzando il poco vetril che si trova a disposizione dove non riesce a passare usando solo i panni. Arrivato alle scale, incontra l'ingegnere, che intanto continua a secchiellate la sua opera di salvataggio. Al secondo piano il matematico si sveglia, apre la porta e vede le fiamme. Hmmm.... Si guarda intorno e vede il rubinetto, un estintore lì vicino, un tappeto e uno di quei distributori d'acqua a forma di bottiglione, che si usano in certi uffici. Bene, esiste una soluzione reale! Ma che dico, tre! Ah, questa era fin troppo facile.... E torna a letto. NOTA: Tutti i problemi di fisica sono sempre politicamente corretti. Questo significa che l'ingegnere riusicrà a salvare tutti. Tornando al logaritmo del cavallo, dobbiamo migliorarla: la derivata di cavallo non può fare 1, o il cavallo sarebbe una linea! E non è magro nè possiede cellulari, quindi...
  7. La battuta più brutta

    Nella vostra città c'è un cinema che si chiama 'King'? A Catania si. Come tutti gli edifici, fuori ha un citofono. Oggi non serve più a molto, visto che se il cinema è chiuso dentro non c'è nessuno e se è aperto... beh, è aperto. Comunque, 1)Sapete cosa succede suonando il campanello in questione? *preme il bottone giallo* King-Kong! 2)Perchè il cinema ha quel nome? Perchè darglielo ha consentito di fare quanto descritto nel punto 1. Questione di marketing. 3)Perchè Porta a Porta viene registrato in quella bella sala con lo schermo messo apposta? Perchè se lo avessero al King, avrebbero potuto invitare solo gente molto brutta, il che avrebbe limitato la varietà dei temi trattabili.
  8. La battuta più brutta

    Però, non ci avevo mai pensato. E' bello ed interessante notare come dallo stesso soggetto ne possano uscire di tanto diverse. Dunque! Questa è vecchiotta, molti la sapranno già. Se non la capite, mi dispiace ma dove vi siete diplomati non si faceva abbastanza matematica XD In occasione delle Olimpiadi della Matematica, alcune funzioni, x^3, cos(x) e √(x), decidono di organizzare una festa, a casa di sin⁡(x)/x, e invitano tutte le altre. Non avendo nient'altro da fare (essendo appena finite le olimpiadi, sono tutti stanchi e non le usano), vengono tutte, anche le meno festaiole. Ad un certo punto della serata, n! e n^2-3n+2, che si stanno divertendo a calcolare le loro immagini in modulo n, notano che e^x se sta da sola, in un angolo. Decidono di andare la lei, per farla partecipare al gioco. n! - "Ehi! La vuoi vedere una cosa divertente? Dai, passa ad N che te lo spieghiamo!" e^x - "No, no, grazie, comunque." polinomio: "E dai! Devi fare uno sforzo per integrarti nel gruppo, altrimenti starai sempre sola!" e^x: "E che mi integro a fare, tanto è lo stesso..." Sembra che i paraboloidi parabolici siano quei solidi le cui sezioni verticali sono parabole e le sezioni orizzontali sono... parabole. Allo stesso modo, gli iperboloidi iperbolici avrebbero come sezioni verticali iperboli e come sezioni orizzontali iperboli. Le rane raniche, se sezionate, oltre a produrre elettricità animale, formano altre rane. Gli scienziati stanno studiando le modalità di questo fenomeno in paralleo alle staminali.
  9. La battuta più brutta

    Grazie del benvenuto e dei complimenti. Sarò poco incline all'umorismo razzista, ma sinceramente non ho capito nè questa nè quella prima XD *si schiarisce la gola* Qualche rimembranza di scienze della terra aiuterà. Possiamo ulteriormente classificare le rocce magmatiche (categoria dalla quale secondo alcuni è esclusa la migmatite, ma il perchè fa parte di un'altra battuta) dividendole in rocce intrusive ed effusive. Come riconoscerle: Mentre quelle intrusive tendono ad essere pettegole, risultando quindi fastidiose fin dall'inizio, quelle effusive, a caldo, sembrano un'ottima compagnia, data la loro scioltezza e socievolezza nei discorsi, ma ad un analisi più attenta si rivelano dei tipi alquanto appiccicosi. Domani una di matematica
  10. La battuta più brutta

    Oh mamma mia, la mia vita è stata rovinata, come potrò non scrivere ogni giorno qui? Inizio: Brutta: Il calcolo di Eratostene: Purtroppo ai tempi i dottori non ne sapevano abbastanza per poterglielo togliere. Ancora più brutta: Il calcolo di Eratostene: Beh, per riuscire con così pochi mezzi a calcolare il raggio terrestre, Era proprio Tosto, Eh, No? Manca l'ultima lettera, eh?
  11. Ciao! Capito. Tranquillo, non c'è fretta. Se per adesso ti viene male ne parliamo quando ti fai riparare tutto. A presto.

  12. Ciao simo sono Ale,ho il pc a riparare da un bel pezzo e al momento non possiamo fare nulla,comunque orma irimane solo l'equip ed è pronto.Il problema è che ho un pc che per aprire una pagina ci mette 30 minuti...

  13. scheda inviata all'email di msn

  14. Dunque, grendel mi ha detto che per il primo giorno di vacanza mi farà avere la scheda. Attendo nuovi sviluppi!

  15. Va bene! In teoria quella scheda è ancora lì XD, solo che poi è finita a niente. Fammi sapere.

×