Jump to content

Goristro

Ordine del Drago
  • Content Count

    37
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Coboldo

About Goristro

  • Rank
    Virtuoso
  • Birthday 04/06/1982

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • GdR preferiti
    D&D, Planescape, Eberron, WH40K, Dark Heresy, Rogue Trader

Recent Profile Visitors

101 profile views
  1. @MasterX l'unica razza che è possibile prendere è quella umana. Demoni e alieni (tipo Eldar o Necron) non possono essere giocati in Dark Heresy perché non possono essere membri dell'Inquisizione! Non riesci a sfogliare il manuale da qualche parte? Altrimenti è un po' complicato giocare e far progredire il personaggio...
  2. @Menog tu li puoi aiutare a trovare qualche info? Io ho i manuali
  3. Questo thread è diretto solo a @Menog e rappresenta gli antecedenti del suo personaggio alla storia principale. Possiamo giocare qui gli avvenimenti che portano alla scelta di Arlo come Accolito dell'Inquisizione. Al momento non c'è bisogno di scheda. *** Delta-Beta-Tau-3 è una stazione spaziale mobile che si trova nel SottoSettore Thule di Askellon. La stazione è proprietà dell'Adeptus Astronomica, che la gestisce per mezzo dei fondi provenienti dalle immense ricchezze di un consorzio di Casate della Navis Nobilite. Non è quindi infrequente che la stazione sia visitata da Navigatori, da Capitani delle Navi Nere dell'Adeptus Astronomica e da potenti psyker dell'Adeptus Astra Telepathica. In particolare, la stazione è oggi governata dal Navigatore Rudolph III, della Casata Brabazon, ed ospita un coro di cinque Astrotelepati. La stazione ha il compito di studiare la Tempesta di Pandaemonium e le rotte warp del Settore Askellon. A tal fine, essa ospita un corposo gruppo di tecnopreti, agli ordini del Magos Explorator Lerindu Koolpa, uno degli allievi dell'Arcimago Belisarius Cawl. Il legame con l'Arcimago Cawl porta alla visita, una volta ogni secolo, da parte dei techmarines del Capitolo degli Aurora Space Marines per scambio di conoscenze. *** Le vicende di Arlo hanno inizio sulla stazione Delta-Beta-Tau 3, dove egli è nato ed è stato educato negli insegnamenti dell'Omnissia sotto la guida del Magos Explorator Koolpa e dei suoi allievi. In particolare, Arlo è un Genetor sotto il comando e l'insegnamento del Magos Biologis Dereptor 09, a capo del "Settore Bone". All'inizio della storia, la nave Veritas Imperii del Capitolo degli Auroriani ha appena attraccato alla stazione spaziale e Dereptor 09, insieme agli altri Magi, è andato ad accogliere il Techmarine Furiosus Gobar. Di sotto una ricostruzione del golem eldar oggetto di studio nel Settore Bone.
  4. @MasterX @Vortex Surfer sfortunatamente Dark Heresy è un gioco che si fonda sia sull'investigazione sia sul combattimento. E' quindi molto importante seguire le regole di creazione e progressione del personaggio per poter creare pg bilanciati. Inoltre, si giocano personaggi molto lontani dalla vita reale ed è importante avere un po' di familiarità con i loro background e nel manuale ci sono descrizioni di cosa vuol dire, per fare un esempio, essere nato e cresciuto su un mondo alveare o su un mondo feudale, con tutte le differenze che ne derivano in termine di abilità e conoscenze. Vi chiedo quindi di fare uno sforzo in più e dare una letta almeno al manuale base per farvi un'idea di come costruire un personaggio.
  5. @Landar @Cronos89 vogliamo aspettare di essere qualcuno in più? Sfortunatamente non vedo adesioni... Comunque questa campagna può essere giocata anche da singoli in parallelo.
  6. Pensa anche alla vita privata di Arlo. Ha dei genitori o è stato creato in laboratorio? Quanti impianti ha? La sua fede negli spiriti macchina e nell'Omnissia è pura? Ha famiglia o cari o amici? Quale Ricerca (quest for knowledge) vuole portare avanti come techpriest?
  7. Spunti moooolto interessanti per un master malvagio
  8. Ok allora pensa ad un background e postalo qui. In particolare devo sapere se la sua eresia è conosciuta, come la vive e chi gli ha insegnato certe orribili orribili cose. Ovviamente non saprai se l'Inquisitore è Radicale o Puritano.
  9. L'Imperium di oggi si estende a innumerevoli mondi. Ognuno di essi ha la propria organizzazione sociale e politica e il proprio sistema di difesa. I diversi pianeti hanno livelli tecnologici diversi. In alcuni di essi gli Uomini sono costretti a vivere in mastodontiche città di acciaio, divise in livelli e in caste, per difendersi dalle tossine che avvelenano l'ambiente a causa di innumerevoli secoli di sfruttamento industriale. Altri mondi sono ridotti allo stato primitivo o medioevale, con tribù o regni di umani che non hanno mai sentito parlare di viaggi interstellari. In tutti i mondi, però, l'Imperatore è adorato come Dio. E tutti i mondi, anche quelli più primitivi, sono comunque controllati - magari dall'alto su stazioni orbitali - da un Governatore scelto dall'organizzazione dell'Adeptus Terra e amministrati dalla burocrazia pachidermica dell'Adeptus Administratum. Ogni pianeta ha le sue leggi, ma tutti devono sottostare alle Leggi imposte dall'Imperatore. Chi sgarra, potrà essere certo che la punizione arriverà brutale, nella forma dell'Adeptus Arbites. Ogni pianeta ha il suo esercito, o qualcosa di simile ad esso. Ma tutti i pianeti contribuiscono con una spietata leva militare alla Guardia Imperiale, che lotta insieme alle legioni degli Space Marines dell'Adeptus Astartes per la gloria e la protezione dell'Umanità. Il pericolo degli psyker è contenuto per mezzo dell'Adeptus Astra Telepathica, che addestra a controllare i poteri psichici, o uccide chi fallisce nell'addestramento. Le anime dei sudditi dell'Imperium sono affidate alle cure dell'Adeptus Ministrorum, che predica con zelo spesso cieco la fede nel Dio Imperatore. D'altra parte, la cura degli spiriti macchina è affidata all'unica fede diversa consentita, quella dell'Adeptus Mechanicus di Marte. D'altronde, l'Imperium è costantemente minacciato su tre fronti nei quali la guerra è perenne e senza esclusione di colpi. Da una parte, vi è il pericolo delle Streghe, dei mutanti e degli Eretici. "Brucia l'Eretico" è uno dei comandamenti che viene insegnato sin da piccoli. Gli psyker non controllati sono uno dei più grandi pericoli dell'Umanità. Piuttosto che rischiare che essi possano divenire un veicolo per l'invasione planetaria di migliaia di Demoni, è molto meglio ucciderli subito. Peraltro, oltre agli psyker che involontariamente potrebbero trasformarsi in pericoli gravissimi, alcuni Umani corrotti dal Caos utilizzano la magia del warp consapevolmente, per portare morte e devastazione. Spesso, il Caos entra nelle menti attraverso l'eresia rispetto alla norma approvata. Qualunque pensiero aberrante è pericoloso. Allo stesso modo, quindi, si spiega il secondo comandamento, che impone di "Uccidere il mutante": qualunque Umano abbia subito mutazioni non sanzionate può essere stato corrotto dal Caos. "Non permettere allo Xeno di vivere" è il terzo comandamento principale. Sebbene non sia impossibile che una razza aliena possa avere scopi nobili, l'Imperatore ha da sempre deciso che lo sterminio totale e indiscriminato degli Alieni è l'unico modo per garantire la vittoria contro il Caos. La maggior parte delle volte, comunque, la minaccia Xeno desidera la morte e la distruzione dell'Umanità. A volte per malvagità e per corruzione al Caos. Altre volte per sete di vendetta. Tutto questo è utile al giocatore, ma i personaggi molto probabilmente vivranno in uno stato il più vicino possibile ad una beata ignoranza. Il Caos si impossessa della mente con grande facilità, corrompendo l'anima e il corpo. E' molto meglio quindi che le masse vivano all'oscuro di tutto e che si facciano quante meno domande possibile. L'ignoranza non scusa, ma spesso permette una vita ordinata e sicura. A vigilare sulla stabilità dell'Imperium è stata istituita un'organizzazione segreta, l'Inquisizione, con potere di vita e di morte su mondi interi. Un Inquisitore ha spesso più potere di un Governatore planetario. Si tratta di persone che hanno vissuto secoli a dare battaglia ai peggiori orrori della galassia. La loro mente ha conosciuto cose indicibili e spesso ha subito traumi dai quali non si è ancora ripresa completamente. Ma la loro anima è ancora salda e la corruzione non si è fatta strada nel loro cuore (o almeno non in profondità). I personaggi sono individui scelti per diventare Adepti dell'Inquisizione. I motivi di tale scelta possono essere i più vari, ma il risultato è spesso comune. Una vita di servizio, a caccia di eresie terribili, con davanti la prospettiva di una morte spaventosa e di perdere la propria anima a causa dei Poteri rovinosi.
  10. Ma siamo in seconda edizione. Ci sono regole apposite? Altrimenti occorre usare le regole nuove, che sono molto più elastiche, e costruire qualcosa di simile. Per il background e il concept va benissimo
  11. Questa Gilda è una campagna di Dark Heresy 2ed. Dark Heresy è un gdr basato sull'universo di Warhammer 40.000 e ne condivide l'ambientazione. Chiunque ha familiarità con WH40K sa che si basa nel 41mo millennio dopo la nascita dell'Imperatore, che è la figura chiave e centrale dell'ambientazione. Questo post non può avere l'ambizione di ricreare la magnitudine di un'ambientazione creata in decenni di miniature, libri e giochi di ruolo. Vi consiglio di perdervi in qualche wiki apposita per questo. Qui vi darò solo delle pillole, per capire cosa è Dark Heresy e come va giocato. Millenni e millenni fa, l'Umanità realizzò i primi motori warp, capaci di piegare lo spazio e il tempo e far viaggiare le navi spaziali ad una velocità maggiore di quella della luce verso innumerevoli sistemi stellari sparsi nella Via Lattea. Da allora, la Terra colonizzò innumerevoli mondi partendo dal Sistema Solare. Ciò che questi Uomini del passato non sapevano, era che il warp (o Immaterium) non era un semplice veicolo di transito, da usare a piacimento. Esso era invece una dimensione parallela in cui tutti i sentimenti delle creature senzienti dell'universo avevano un riflesso. Tutte le sensazioni creavano correnti e aggregazioni nell'Immaterium e già da molti millenni tre entità avevano acquisito vita propria, divenendo i primi tre Dei del Caos. Nurgle, personificazione delle sofferenze dei malati e della loro speranza di sopravvivere; Khorne, personificazione della furia e dell'esaltazione della battaglia; Tzeentch personificazione della perenne ambizione a migliorarsi. Questi Dei cominciarono ad esercitare una influenza nel Materium, la nostra dimensione, al fine di amplificare le sensazioni di cui erano composti. Millenni prima della nascita di Cristo, tutti gli sciamani Umani, che utilizzavano l'Immaterium per la loro magia, sognarono la futura nascita degli Dei del Caos e la conseguente distruzione dell'Umanità. Decisero quindi di creare un Eroe capace di essere argine e freno al Caos. Un superuomo, un Anatema per il Caos. Utilizzando tutta la loro magia, si autosacrificarono affinché i loro spiriti si combinassero nel warp e si reincarnassero in una sola persona. Questo essere innominato, immortale e dal potere immenso è l'Imperatore, che nacque sulla terra circa 8.000 anni prima della nascita di Cristo. Da allora la magia smise di esistere sulla Terra e l'Imperatore visse tutte le epoche dell'evoluzione dell'Uomo, sempre in incognito, sebbene molte leggende antiche sembrano essere ispirate a Lui. Nel mentre, gli Uomini raggiunsero picchi mai visti a livello tecnologico e cominciarono ad affidarsi sempre di più sulle intelligenze artificiali e sui robot. Improvvisamente e senza causa alcuna, le IA presero consapevolezza di sé e si ribellarono ai loro padroni. Ne seguirono guerre sanguinosissime che fecero piombare l'Umanità in un nuovo e terribile medioevo. La Terra cadde nell'anarchia e fu divisa in feudi da signori della guerra e tecnobarbari. Marte divenne il ricettacolo delle conoscenze tecnologiche, ripensate allo scopo di vietare per sempre l'intelligenza artificiale. Le macchine divennero oggetti sacri, abitati dagli Spiriti macchina, emanazioni della divinità Omnissia. I tecnopreti di Marte cominciarono a formare una religione fatta di riti in grado di propiziare gli Spiriti macchina e diretta a trovare l'Omnissia attraverso la riscoperta delle tecnologie antiche. I pianeti colonizzati, invece, rimasero isolati per millenni e millenni. Infatti, la caduta di una razza antica, quella degli Eldar, portò alla nascita del quarto Dio del Caos, Slaanesh, personificazione del piacere e della passione. La caduta degli Eldar provocò numerose tempeste nell'Immaterium che impedivano il viaggio warp. I pianeti, rimasti isolati, ebbero storie diverse: alcuni piombarono in uno stadio primitivo, altri continuarono a sfruttare le risorse del pianeta fino a renderlo completamente inospitale, altri crearono piccoli e fiorenti regni. Alcuni di essi furono conquistati dalle innumerevoli razze aliene che popolano (o popolavano) il cosmo. Ma in alcuni di essi il potere dei Dei del Caos portò alla distruzione del velo tra Materium e Immaterium e all'invasione di poteri demoniaci. In questa epoca, infatti, cominciò a manifestarsi con maggiore frequenza una mutazione del codice genetico umano, che portò all'avvento degli Psyker, Umani in grado di manipolare l'Immaterium con la forza della mente. Questi esseri apparivano nel warp come fiammelle in una notte senza luna. E tutte le diaboliche creature del warp accorrevano a nutrirsi della loro essenza e li usavano come medium per penetrare nel mondo reale. In questa epoca di orrore, l'Imperatore decise di agire. Creò un esercito di supersoldati e conquistò la Terra. Appena mise piede su Marte, i tecnopreti si inginocchiarono e giurarono fedeltà, vedendo in Lui la personificazione dell'Omnissia. Perfezionò poi le sue creazioni di bioingegneria genetica e diede la vita a venti Primarchi, venti figli immortali dai poteri immensi, costruiti a Sua immagine. Sulla base del codice genetico di ciascuno di essi cominciò quindi a creare venti legioni di superuomini, gli Space Marines, che avrebbero avuto il compito - sotto la guida dei Primarchi - riconquistare il Cosmo, spazzare via gli alieni e riunire l'Umanità sotto la Sua guida. Gli Dei del Caos divinarono i piani dell'Anatema e utilizzarono i loro poteri per far sparire i Primarchi. Non riuscirono ad ucciderli, ma essi furono dispersi nella galassia e crebbero su pianeti lontani, ignari delle loro origini. Si pensa che l'Imperatore Sigmar di Warhammer possa essere uno dei Primarchi perduti. L'Imperatore si mise quindi personalmente alla guida degli Space Marines e utilizzò i suoi poteri per individuare, uno ad uno, i Primarchi perduti. Li ricondusse a sé e li mise alla guida della propria Legione. Iniziò l'era della riconquista e dell'annientamento totale e radicale di ogni razza aliena incontrata e di ogni civiltà umana corrotta dal Caos o comunque dalla venerazione di un qualunque dio. L'Imperatore, il più potente tra gli Psyker, era capace di emanare un Faro di energia psichica talmente forte da consentire la navigazione warp e di evitare le tempeste del caos. Il favorito dei Primarchi, Horus, fu investito della guida degli Space Marine e l'Imperatore tornò sulla Terra per costruire una nuova epoca di Ordine. Tuttavia, per ragioni tragiche, Horus fu corrotto dal Caos e diede inizio ad una ribellione contro l'Imperatore. Alcune Legioni furono asservite agli Dei del Caos e la loro forma perfetta subì mutazioni orribili. Fu l'inizio dell'Eresia di Horus, che portò ad una guerra fratricida fino al Palazzo imperiale sulla Terra. In questa epoca, alcuni Uomini cominciarono segretamente a ritenere che l'Imperatore fosse un Dio. Nella convinzione che "the Emperor protects" alcuni di essi manifestarono poteri mistici in grado di porre un freno al Caos. Ferito mortalmente da Horus, l'Imperatore bandì tuttavia i suoi nemici nell'Immaterium prima di cadere morente. I tecnopreti di Marte cercarono di evitarne la morte installandolo sul Trono d'Oro. Dopo dieci millenni, ancora oggi risiede sul Trono d'Oro, non morto e non vivo, il suo corpo, una volta possente, emaciato e simile a quello di un cadavere. La sua mente è persa nel cosmo e la sua energia vitale è sostenuta dal sacrificio giornaliero di migliaia di psyker, immolati per sostenere l'immensa fatica necessaria a sostenere il Faro che continua a guidare le navi nell'Immaterium. In dieci millenni, l'Imperium si è trasformato e ha cominciato a venerare il Dio-Imperatore, oggi ancor più di prima assimilato all'Omnissia per via della sua fusione con la tecnologia del Trono d'Oro. I Poteri rovinosi del Caos hanno cercato innumerevoli volte di conquistare il Materium, sia con Crociate Nere guidate da Horus e dagli Space Marines traditori, sia inviando la corruzione nel cuore dell'Imperium. Dark Heresy racconta le gesta di chi, al servizio del Dio-Imperatore, cerca di fermare con la sua vita il proliferare dei tre nemici che vogliono distruggere l'Umanità: le Streghe, gli Alieni e i Demoni.
  12. @Vortex Surfer qui possiamo definire il tuo personaggio. Scrivi che idee hai seguendo il manuale
  13. @MasterX qui possiamo definire il tuo personaggio. Scrivi che idee hai seguendo il manuale
  14. @Vind Nulend qui possiamo definire il tuo personaggio. Scrivi che idee hai seguendo il manuale.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.