Jump to content

>Hades<

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    429
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

>Hades< last won the day on June 24 2014

>Hades< had the most liked content!

Community Reputation

30 Orco

About >Hades<

  • Rank
    Cavaliere
  • Birthday 02/01/1983

Profile Information

  • Location
    Brescia
  • GdR preferiti
    D&D, Cyperbunk, World of Darkness
  1. Grazie della fama, con un ritardo incredibile.

  2. grazie per il PE, troppo buono (^_^)

  3. Questo si che è un ragionamento valido: allargando le "opportunità" (che OGNI manuale offre, indipendentemente dalla lingua) aumenta il potenziale che un personaggio risulti più potente. Concordo anche con ithilden sul fatto che l'eventuale bandire i manuali in inglese debba esser fatto per motivi di scarsa conoscenza della lingua, non perchè "se è in inglese è sbilanciato" (ragionamento imho figlio solo di chiusura mentale e privo di senso, dato che TUTTI i manuali sono stati scritti prima in inglese).
  4. Un'altra soluzione potrebbe esser quella di conferire, a ogni livello infimo, un incremento di 1 in una caratteristica a scelta. Se scegli il point buy sceglierei qualcosa abbastanza "basso" come 22. In questo modo al 1° livello non sarebbero "sottopotenziati a vita" (come ha giustamente precisato nani) dalle basse caratteristiche che si trascinano dai livelli infimi. Ovviamente per evitare sbilanciamenti d'altro genere, al 1° livello infimo il punteggio massimo di caratteristica che posson avere è 15 (in modo da poter puntare a 18 al 1° livello).
  5. Vedo una simile early entry, basata sul qualificarsi tramite oggetti, un po' troppo "tirata" perchè sia concessa da un DM. E' molto più accettata come early entry mago 1°/psion 3° che si avvale del talento "precocious apprentice".
  6. Posto che il GS non è una scienza esatta (ci son troppe variabili da considerare: ad esempio un gigante del fuoco sarà una sfida più ardua se gli incantatori del gruppo usan solo incantesimi di fuoco). Per quanto riguarda il mind flayer un piccolo appunto: dato che il mind flayer non ha una progressione innata d'incantesimi da mago, i livelli da mago van considerati come "non associati" (nel manuale dei mostri vien spiegato come si calcola il GS con livelli simili ). Nel caso "mind flayer mago 9°" il suo GS, se ho fatto bene i calcoli, è 13, non 17 .
  7. Dato che la campagna è avviata, penso che dipenda molto anche da come si comporti il gruppo. Ad esempio, nel tipico modus operandi del mago "god", questi plasma il campo di battaglia isolando i nemici, dà loro penalità e vantaggi ai picchiatori del party. A livello di "infliggere i danni che uccidono il nemico" spesso ci pensano i picchiatori. Un'eventualità simile imho è accettabilissima perchè non fa sentire il picchiatore "sprecato", dato che nella strategia ha comunque il suo ruolo e non da poco. Solo se le tattiche degli incantatori iniziano proprio a "escludere" altri membri del party allora prenderei provvedimenti. In ogni caso al 4° livello le risorse degli incantatori sono ancora piuttosto limitate. E' ai livelli medi che il "linear warriors, quadratic wizards" si fa sentire.
  8. Il problema riguardo lo "sgravo" o meno poi penso che dipenda molto anche da come una cosa si presenta "sulla carta" e da com'è effettivamente. Ad esempio, quando uscì il Complete Arcane, molti pensarono che il warlock fosse la cosa più potente e sbilanciata in assoluto (abilità magiche utilizzabili A VOLONTA'!?!?! O_O!!! OH MY GOD!!!). Giocandolo poi, s'è visto che il warlock potenzialmente è un personaggio molto interessante, ma di certo non è la classe che può sradicare l'equilibrio di intere campagne.
  9. ^^' e dire che nel gruppo con cui sto giocando ora c'è solo uno che non ha una grande dimestichezza con l'inglese... suppongo di dover considerarli membri di un circolo culturale, dato che a quanto pare l'inglese è ancora così alieno ai più... Vabbeh che tirando casi estremi come l'analfabetismo, penso che sia estremamente raro che uno giochi a D&D senza saper nemmeno "leggere, scrivere e far di conto". Poi, penso che dipenda molto in che modo questo "alto tasso di analfabetismo" va inteso: un conto è se definiamo "analfabeta" una persona che non sa coniugare correttamente i congiuntivi... ben altra cosa se definiamo "analfabeta" chi non sa neanche leggere la scritta "manuale del giocatore" sul suddetto libro. Stando a wikipedia (prima fonte che ho visto) in Italia c'è un tasso di alfabetizzazione del 98,9%. Non son laureato in statistica ma 1,1% non mi sembra un'alta percentuale ^^'
  10. Cercando di far rientrare la discussione in atmosfera meno "flamosa"... Una cosa che si può notare (presente tra l'altro anche in manuali come quello delle Arti Psioniche, il Magic of Incarnum ed il Tome of Magic) e che viene offerta la possibilità di integrare il materiale in modo più "soft", ovvero tramite talenti e simili. Un DM, magari per "saggiare il terreno", potrebbe considerare di non concedere di interpretare un Crusader o uno Swordsage, ma di concedere l'acquisizione di talenti come "martial study" o "martial stance" in modo che classi come il guerriero o il barbaro abbiano un accesso (seppur limitato) alle manovre. Trovo che l'idea sia molto buona anche perchè permette a un DM "curioso di provare, ma troppo pigro per leggersi tutto il manuale" di non dover "studiare" tutto il materiale da subito.
  11. Mi pare di ricordare che la Dreamscarred Press (considerata quasi come "materiale ufficiale" per Pathfinder per via dell'eccellente qualità dei suoi prodotti), oltre che aver adattato materiale per le arti psioniche per PF, l'ha fatto anche con il ToB, tramite il manuale Path of War. Poi vabbeh, è un piccolo OT ma personalmente non ho mai considerato IL DIAVOLO il materiale pubblicato sulle riviste o sul sito della Wizards, anzi, l'ho sempre visto come delle opzioni in più (e, nel caso del materiale sul web, opzioni accessibili in modo "onestamente gratuito" al pari dell'srd20) ^^'. Penso che una simile concezione nasca solo dalla "paura dell'ignoto" che hanno certe persone.
  12. La cosa mi ricorda molto i dialoghi di Order of the Stick, dove effettivamente i personaggi sono coscienti che si trovano in un webcomic che opera con le meccaniche di D&D Belkar: I think I just failed a Spot check. Haley: Really? I don't see anything. Belkar: Exactly. Una cosa che son giunto a fare poi è scrivere le schede di pg e png completamente in inglese. Non mi piace vedere nella stessa scheda termini di due lingue diverse, e nel caso di termini mai tradotti in italiano preferisco non inventare traduzioni ^^'
  13. Non riguarda il superamento della riduzione del danno, ma un incantamento estremamente potente per un arciere è il famigerato "splitting" del Champions of Ruin (manuale di FR). Spiegato un po' sommariamente "lanci 2 frecce al prezzo di una". Il problema però è proprio nel danno singolo della freccia (non avendo cose come "attacco poderoso con l'arco") la RD per un arciere è un problema, ben più che per un picchiatore da mischia. Per questo trovo l'incantamento "force" sia vitale per un arciere specializzato.
  14. Per una razza che accetterebbe di "servire" direi che i Kopru posson esser meglio in effetti. Se vuoi dar uno stampo lovecraftiano direi che i cari vecchi Kuo-toa (di fatto gli Abitatori del Profondo) sono perfetti.
  15. Concordo con la risposta di D@rK-SePHiRoTH- sul "timore dell'ignoto". Poi, specialmente nel caso di manuali più "oscuri" come appunto il Tome of Magic o Elder Evils, è molto facile che ci siano vari DM che semplicemente non ne conoscono l'esistenza. Ipotizzando che abbian seguito solo la pubblicazione dei manuali in italiano, magari non sanno nemmeno che certi manuali esistono. E' una visione molto "personale" ma mi fa ridere il fatto che molti vedano l'inglese come l'ostacolo insormontabile, perchè fondamentalmente ho imparato l'inglese proprio sui manuali di D&D (all'inizio ne avevo solo una conoscenza a livello "scolastico").
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.