Jump to content

Qualche dritta


emmeuno

Recommended Posts

mi rivolgo a quelli che hanno già qualche dimestichezza con la nuova versione...

sto per cominciare a giocare e i dubbi sono molti:

è importante per il gruppo rispettare i ruoli dei pg? per esempio giocare senza leader o controller? o è troppo penalizzante?

non uso miniature, ma gli incontri sono molto basati sulla posizione e lo spostamento, voi come fate?

le mecchaniche di come costruire un incontro sembrano un po' complicate, per quello che ho capito: determino il livello d'icontro, standard cioè uguale al liv del gruppo, es 4, moltiplico i px di un mostro standard per il liv di incontro, quindi 200x4 e aggiungo mostri la cui somma di px arrivi a quel risultato seguendo magari qualche template... la ricompensa in px è quindi la somma dei px di ogni mostro da dividersi per ogni giocatore?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 9
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

mi rivolgo a quelli che hanno già qualche dimestichezza con la nuova versione...

sto per cominciare a giocare e i dubbi sono molti:

è importante per il gruppo rispettare i ruoli dei pg? per esempio giocare senza leader o controller? o è troppo penalizzante?

non uso miniature, ma gli incontri sono molto basati sulla posizione e lo spostamento, voi come fate?

le mecchaniche di come costruire un incontro sembrano un po' complicate, per quello che ho capito: determino il livello d'icontro, standard cioè uguale al liv del gruppo, es 4, moltiplico i px di un mostro standard per il liv di incontro, quindi 200x4 e aggiungo mostri la cui somma di px arrivi a quel risultato seguendo magari qualche template... la ricompensa in px è quindi la somma dei px di ogni mostro da dividersi per ogni giocatore?

IMHO l'unico ruolo a cui potresti rinunciare è il controller, i leader te li consiglio (sono gli unici che possono curare il gruppo), anche tank e assaltatori sono basilari. Del controllore a mio avviso se ne può fare a meno.

I combattimenti in 4 sono complessi (poteri che permettono di muoversi, scattare, scorrere di tot quadretti). Tuttavia le miniature non sono indispensabili, bastano segnalini di qualcunque tipo, una scacchiera, una griglia a quadrettoni con delle rondelle o dei fagioli, insomma qualsiasi cosa serva allo scopo.

Per quanto riguarda i px sembra complicato da come lo dici tu ma nella realtà lo trovo molto semplici.

-Decidi il liv dell'incontro

-Controlli sulla tabella (non mi ricordo la pagina e non ho il manuale e sottomano)quanti px quel lvl di incontro ti fornisce (c'è la distinzione per 4 5 o 6 giocatori)

- Spendi il tuo budget in PE in mostri, eventualmente upgradandoli con archetipi, classi, trappole e cosi via

Link to comment
Share on other sites

è importante per il gruppo rispettare i ruoli dei pg? per esempio giocare senza leader o controller? o è troppo penalizzante?

diciamo che almeno 3 ruoli su 4 ci devono essere, forse in effetti il meno fondamentale è il mago. Il manuale in merito da ampia libertà di scelta.

non uso miniature, ma gli incontri sono molto basati sulla posizione e lo spostamento, voi come fate?

in che senso? non usi la griglia o non usi miniature ma altro? perchè se non usi la griglia è IMPOSSIBILE gestire i combattimenti, dato che la 4ed è fatta apposta per combattere in griglia. Se non usi le miniature ha ragione SilverHorn dicendo che si possono facilmente sostituire con dei token rappresentativi (carrarmati del risiko, pedine monopoli ecc..)

mecchaniche di come costruire un incontro sembrano un po' complicate, per quello che ho capito: determino il livello d'icontro, standard cioè uguale al liv del gruppo, es 4, moltiplico i px di un mostro standard per il liv di incontro, quindi 200x4 e aggiungo mostri la cui somma di px arrivi a quel risultato seguendo magari qualche template... la ricompensa in px è quindi la somma dei px di ogni mostro da dividersi per ogni giocatore?

a pag 56 e 57 del manuale del master sono dati gli strumenti per creare gli incontri. Possiamo riassumere il tutto in 3 punti:

1) Scegli il livello dell'incontro, che dipende dal numero dei personaggi del gruppo

2) Determini il budget dei PE moltiplicando il numero di personaggi del gruppo per il valore in PE di un mostro di pari livllo di incontro

3) spendi il budget in PE suddividendolo fra mostri e trappole.

naturalmente calcolando il budget in questo modo, viene automatico capire che ammontare di PE ottiene ciascun PG alla fine del combattimento.

Link to comment
Share on other sites

è importante per il gruppo rispettare i ruoli dei pg? per esempio giocare senza leader o controller? o è troppo penalizzante?

non uso miniature, ma gli incontri sono molto basati sulla posizione e lo spostamento, voi come fate?

Mah... dipende come strutturi gli incontri... se fai una campagna maggiormente interpretativa con degli incontri blandi, o se fai una campagna bella zeppa di incontri, ma li costruisci ad hoc per il tipo di gruppo che hai, allora nessun ruolo è fondamentale.

Se fai un campagna più o meno "standard" per la 4E (quindi usando i mostri pari pari senza modificarli, il giusto se non parecchi combattimenti ecc.ecc.) allora i ruoli sono importanti per i combattimenti... però la cosa più importante è che i giocatori scelgano quello che vogliono fare e gli diano spessore con bg e particolarità. Di solito si metteranno d'accordo per fare un party equilibrato (almeno da noi di solito succede così)... ma se gli dovesse prendere un colpo di sole e tutti vogliono fare che ne so... classi striker, è giusto che lo facciano se quelle sono le classi che vogliono interpretare... quindi la cosa potrebbe richiedere incontri ad hoc. Con incontri ad hoc non intendo mostri più pippa, ma mostri che non siano "impossibili" per le caratteristiche del gruppo ovviamente (anche se potrebbe voler dire modificarli).

Le miniature non sono assolutamente un problema. Noi di solito usiamo una lavagnetta quadrettata e tanti bei pennarelli colorati :P. Però puoi usare di tutto, foglio di carta a quadretti e matite, un schacchiera ecc.ecc. Se ti da fastidio la griglia non usare assolutamente niente e convertono i quadretti in metri (sistema già testato e non crea grossi dilemmi, anzi praticamente nessuno), non è per nulla vero che senza griglia è impossibile.

Per quanto riguarda gli incontri nulla da aggiungere sulla perfetta descrizione di SilverHorn e Zebedeus.

:bye:

Link to comment
Share on other sites

in 3.5 non usavamo neanche la griglia... o meglio una mappa generale dell'incontro si (ma neanche sempre) giusto per determinare le distanze per entrare in mischia, poi con lo spannometro più o meno ci arrangiava...

qui mi sembra che la posizione sia in mischia che fuori sia molto + decisiva e che quindi ci si muova molto anche in corpo a corpo senza contare poi i vari poteri che puntano appunto su vantaggi strategici basati su movimento e posizione...

beh.. proveremo con griglia e segnalini... ma l'ho sempre considerata una cosa che rallentava un po' il gioco..

Link to comment
Share on other sites

Si rallenta il gioco con la griglia quando i giocatori non l'hanno mai usata. io personalmente all'inizio delle mie campagne metto in chiaro subito un paio di punti per velocizzare il combattimento, che altrimenti diventa un parto anale:

1) L'iniziativa la segno su una griglia fatta in excel e stampata in cui ordino verticalmente i nomi dei pg e dei gruppi di mostri in base al risultato in ordine decrescente. Nella tabella c'è per ogni pg i poteri usati, le healing surge e tutti gli effetti attivi.

2) I pg devono già farsi un idea dell'azione da fare nel turno dei propri compagni. Non devono metterci più di 10 (relativi) secondi per darmi la loro azione. Ovvio non sono un Kapò delle ss ma la tempistica è bene che sia rispettata, altrimenti ogni round ci si mette 1 minuto.

3) Se qualcuno ha voglia di discutere le mie decisioni, bene, lo faccia pure, ma non faccia perdere tempo agli altri: il combattimento va avanti. Intanto il giocatore coinvolto rimane "congelato" per un round , nel quale dovrà cercare la prova che io ho fatto una porcata e allora la sua critica sarà accettata. Se non ce la facesse a trovare l'informazione che cercava e vuole insistere, allora rimane congelato finchè non trova la sua benedetta informazione, oppure finisce il combattimento, o si rompe le scatole e torna a giocare!

4) Gradisco che si tirino insieme ai dadi per colpire anche i dadi dei danni, e gradisco che qualora i dadi fossero multipli, che questi ultimi abbiano colori diversi e riconoscibili (il d20 verde e il d8 verde servono per stabilire tiro per colpire e danni della mia spada lunga, mentre quelli gialli servono per la spada corta, questo accade con i ranger).

5) Devono essere i pg e non io a muovere le loro pedine (di solito dei token rappresentativi colorati) sulla scacchiera. Così mi risparmio un lavoro abbastanza ingente. Già devo gestire i mostri

6) se mi dimentico qualcosa è gradito che i pg me lo facciano notare (un loro eventuale effetto negativo non applicato per dimenticanza). Dopotutto sanno che premio quelli che me lo fanno notare e che sono MOOLTO vendicativo con gli altri.

In generale comunque ci vuole molta flessibilità, ma chi nasce quadrato non muore tondo, e la scacchiera è quadrata!

Link to comment
Share on other sites

4) Gradisco che si tirino insieme ai dadi per colpire anche i dadi dei danni, e gradisco che qualora i dadi fossero multipli, che questi ultimi abbiano colori diversi e riconoscibili (il d20 verde e il d8 verde servono per stabilire tiro per colpire e danni della mia spada lunga, mentre quelli gialli servono per la spada corta, questo accade con i ranger).

[umorismo] Questo punto lo usavi anche in terza? No perchè già me lo vedo il povero mago o stregone a preparasi le camionate di dadini reprendole qua e la disperatamente per il tavolo durante i turni degli altri per tirare l'incanto da 20d6, se poi c'era quello da 20d8 era si un parto reperirli tutti :lol:.

Link to comment
Share on other sites

[umorismo] Questo punto lo usavi anche in terza? No perchè già me lo vedo il povero mago o stregone a preparasi le camionate di dadini reprendole qua e la disperatamente per il tavolo durante i turni degli altri per tirare l'incanto da 20d6, se poi c'era quello da 20d8 era si un parto reperirli tutti .

[umorismo] SIII LO USAVO ANCHE IN TERZAAAA!!!!!! e se i giocatori sbagliavano venivano degradati a popolano subalterno con unico talento STRISCIARE NELLA MELMA MIGLIORATO! e mi sono procurato anche un contratto con la wizard che per ogni dadino in più comprato dai miei giocatori mi arrivava l'1% del ricavato, sono diventato milionario grazie ad un derviscio:lol:!

[Fine humour] No chiaramente sono regole che ho creato ad hoc per la 4ed, diciamo che l'iniziativa la usavo così anche in 3.5, in effetti è un po troppo che gioco e l'esperienze mi soffoca:lol:

Link to comment
Share on other sites

Io gioco da un po' alla 4a. Posso dirti che dipende molto dagli incontri . In incontri con molti minion, o comunque un certo numero di avversari, sicuramente è utile avere un controller, e magari meno uno striker. Se invece ci concentriamo su pochi avversari ma tosti, allora forse è meglio uno striker. Per la cronaca stiamo finendo la H1 ora con un gruppo composto da Paladino (molto incentrato sul danno e sulla difesa, e meno sull'aspetto sacro/guaritorio) un guerriero classico, un mago (secondo me troppo incentrato sul controlling, e troppo poco danno) e un chierico. Tutti tranne il mago sono fondamentali, anche se il fatto di avere 2 defender limita molto le necessità di avere un controller nel mio caso.. In ogni caso si prosegue benissimo ;)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...