Jump to content

[Silver] Un nuovo mondo per noi


Silver

Recommended Posts

Sei a letto ma non riesci a prender sonno, dopo una serata tra amici ti senti ancora pieno di energia... Uno strano formicolio pervade il tuo corpo, non è una sensazione sgradevole ma contribuisce alla tua insonnia. Dopo un po’ che sei a letto senti un fruscio provenire da un lato della stanza, poi più nulla... sei da solo in camera, ti guardi intorno e di lì a poco ti tranquillizzi convinto di esserti impressionato per nulla. Ad un tratto una voce ti parla, sussurra al tuo orecchio con tono dolce, quasi paterno. Istintivamente ti volti spaventato ma dietro di te non c'è nessuno, vedi solo il comodino di fianco al tuo letto... sopra di esso il libro che leggevi prima di metterti sotto le coperte..."Manuale del Giocatore" dice il titolo...

la voce sussurra:

<Salve, giocatore... ti ho osservato a lungo... sì, ho visto... sei stato un nano guerriero? un brutale assassino? Un nobile mago? Un aasimar senza macchia o un sacerdote pio e devoto? Sei stato tutto questo? Altro? Di più? Vedo... E’ molto che osservo, mi piace il tuo modo di fare, mi piace la tua creatività…

Ti sei sempre limitato a proiettare la tua mente e la tua fantasia in un mondo immaginario... cosa accadrebbe nel caso avvenisse l' opposto? Cosa accadrebbe se fosse quel mondo a venire da te? Vedo... tu lo desideri! Non puoi nascondermelo! Io so leggere nel tuo cuore e nella tua anima molto più in profondità di quanto possa fare tu stesso! Non sei fatto per questo mondo! Tu lo desideri! ... Farò in modo che accada...>

Tutto avviene molto in fretta, non hai neppure il tempo di riprenderti dallo spavento o di afferrare il significato di quelle parole; non riesci a replicare nulla.

Quando la voce cessa di parlarti cadi in un sonno profondo ricco di sogni... Al tuo risveglio non puoi fare a meno di chiederti se quanto hai udito la scorsa notte sia stato solo il frutto della tua immaginazione...

"strano sogno- pensi tra te e te- così...reale; beh almeno quel maledetto formicolio è passato"...

Finalmente apri gli occhi, il bagliore del cielo azzurro ti acceca... un fresco venticello primaverile ti fa rabbrividire...

Per pudore mi trovo costretto a non riferire la tua prima esclamazione alla vista di quel paesaggio... non hai mai più dimenticato quell' emozione...

________________________________________________________________________________________

Nota OffGame: quanto ora descritto vale per ciascuno di voi singolarmente, non vi conoscete e non apparite nello stesso punto. Non possedete ancora l’equipaggiamento o le capacità di personaggi di 3° livello per ora siete dei popolani di 1° e tutto ciò che avete sono i vestiti che indossate (sono adatti all’ambiente) una pergamena ed un bastone. Avete soltanto quei 6 gradi bonus nelle abilità 4pf+costituzione e le vostre statistiche e capacità razziali con le quali dovrete prendere confidenza, parlate solo il comune. Naturalmente siete del tutto spaesati non sapete dove vi trovate o perché. Ma magari avete dei sospetti … Quelli di voi che hanno scelto un'altra razza notano i cambiamenti del loro corpo, c’è chi si sente più agile chi più forte chi si sente catapultato in un mondo dove tutti sono dei giganti … Se qualcuno di voi nel mondo reale aveva una piccola ferita un taglietto una cicatrice un raffreddore o qualsiasi cosa simile ora è scomparsa, vi sentite meravigliosamente bene. E questo vi stupisce quanto il mondo circostante che osservate.

________________________________________________________________________________________

Quello shock fu il primo ma non l’ultimo della giornata …

Lo stupore si impadronisce di te sempre più; non sei più nella tua stanza non indossi i tuoi vestiti non ti senti più neanche te stesso. Eppure per qualche motivo la cosa non ti spaventa, anzi, ti senti come se tutto fosse finalmente al suo posto …

Ti alzi in piedi ed osservi la radura in cui ti trovi, eri rannicchiato su di un letto di foglie disposte a formare come un comodo materasso. Sei in un boschetto rado in una pianura, a giudicare dal sole è mattina presto. Riavutoti da quel primo impatto esplori l’area circostante … Sei in aperta campagna! Non vedi nessuno vicino a te, ma a Nord puoi vedere una massa grigia poco distinta … una città? Potresti raggiungerla in un paio d’ore di cammino se ti mettessi di lena … Non riconosci la zona in cui ti trovi e non sai che pensare … Dove ti hanno portato? Che città è quella? Sei ancora in Italia? Dov’è quel maledetto cellulare? E’ tutto uno scherzo? Per un attimo ti lasci prendere dallo sconforto ma poi ti fai coraggio … disperarsi non serve a nulla e la situazione potrebbe essere meno grave del previsto … arrivato in città ti basterebbe un telefono e potresti lasciarti quella faccenda alle spalle.

Finalmente esci dalla radura, una fascia di erba alta ed incolta ti separa da una strada sterrata, la strada prosegue verso la lontana città, speri in qualche automobile di passaggio deciso a chiedere uno strappo ma le tue speranze vengono presto disilluse … non sembra una strada adatta alle auto è troppo sconnessa e solcata, ancora nessuno in giro…

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 204
  • Created
  • Last Reply

Confuso mi guardo in giro. Non riesco a capire se è uno scherzo ben riuscito di quegli imbecilli dei miei amici o qualcosa di diverso.

Il bosco che mi circonda non è famigliare, e senza dubbio non è neanche nei pressi di casa mia. Il vento che soffia mi fa rabbrividire, cosa che mi spinge a dare un'occhio ai miei vestiti. Abbassato lo sguardo sussulto per la sorpresa: a parte il fatto che ho dormito come al solito solo in mutande ma ora ho dei vestiti addosso, noto che c'è qualcosa che non va nel mio fisico. Per cominciare, la pelle è diversa; sembra uguale a prima, ma a guardarla in controluce ha dei riflessi che vanno dall'oro al marrone chiaro. Poi i capelli, che prima erano corti, sono scesi a coprirmi gli occhi quando ho abbassato il capo. Ed il loro colore! Ora è un rosso acceso. Perplesso mi passo una mano sulla testa, ma quando le dita incontrano le orecchie ho un ennessimo sussulto. Le orecchie ora sono a punta! E non sono incollate. Non è uno scherzo, qui è successo qualcosa di incredibile.

Ho una pergamena in mano e penso "ma cos'è sta cosa?" . La leggo, o meglio, cerco di leggerla, non so se l'Italiano è di casa da queste parti.

Spoiler:  
Provo a leggere la pergamena

In ogni caso, pergamena o no, se me ne sto qui fermo imbambolato non ci capisco niente di più.

Armato di coraggio decido di avviarmi verso quella cosa grigia là in fondo chiamando Ehi c'è nessuno? ogni tanto, e sperando di cavarmela

Link to comment
Share on other sites

Il paesaggio che vedo mi rende felice e preoccupato al tempo stesso: sono molto confuso. Poi noto che sono diventato ancora più...Tappo. E io che speravo di crescere e diventare 2 m. Mi ammollo un ceffone in faccia, forse è un sogno. Niente. Mi esamino: sono sempre castano, ma ho la pelle più scura. "Che ca**o succede!" Mi guardo in torno cercando di trovare persone ho elementi nel paesaggio che mi aiutino ad orientarmi. Faccio il primo passo ma... incampo in qualcosa... " Oggi non è proprio la mia giornata"Mi rialzo e noto uno strano Bastone e una pergamena.

Spoiler:  
Esamino il bastone e la pergamena, e cerco di leggerla. Mi prendo tutto il tempo necessario. Esamino anche i miei vestiti per vedere se ho qualcosa addosso

Dopo ciò mi aggiro in cerca di una strada o di un sentiero e lo seguo (se c'è). "Vediamo come va a finire..."

Link to comment
Share on other sites

Mi guardo intorno con circospetto, e poi, vedendo che non c'è nessuno, mi tranquillizzo.

Beh vestito così faccio ridere... Ma dove sono? Non mi sembra di aver mai visto questo posto... Spero però che non sia un luogo con lupi o altri animali feroci! Io li ODIO! Ehi, aspetta... Forse c'è una città! Boh sarà meglio raggiungerla.... Ehi, ma perchè ho una barba così lunga? E com'è che mi sono abbassato tutto d'un tratto? Mah....

"

Mentre vado, studio la pergamena

Spoiler:  
Cerco di leggere la pergamena
Link to comment
Share on other sites

Mi alzo in piedi, ed inizio a pensare che probabilmente stia sognando, ma si sa che nei sogni, tutto è possibile fuorchè morire, quindi non mi faccio prendere dal panico; raccolgo il bastone e la pergamena

Spoiler:  
cerco di leggere la pergamena

dopodichè cerco qualche sasso che posso portarmi dietro nel caso mi debba difendere da qualcosa o qualcuno, e mi incammino verso la città, sperando che su quella strada deserta e battuta passi qualcuno che mi possa dare una mano.

Link to comment
Share on other sites

Raccogli il rotolo di pergamena e cominci ad esaminarlo, nello srotolarlo ti accorgi che si tratta di un foglio piuttosto lungo fittamente scritto da qualcuno dalla deliziosa calligrafia... Il testo ti sembra da subito familiare, inizi una rapida lettura e presto comprendi... hai tra le mani una specie di riassunto del Manuale del Giocatore e del manuale Ambientazione di Faerun solo che nella pergamena non ci sono riferimenti a questi titoli... Il testo inoltre è chiaramente incompleto.

Riposta la pergamena ti appresti a raggiungere la strada superando quella fascia d'erba... ma non fai in tempo a raggiungere la meta...qualcosa dall'erba ti afferra alle caviglie e di forza bruta ti costringe a cadere prono! Immediatamente dopo dall'erba folta si solleva una losca figura, è un uomo robusto vestito di una tunica nera a di un mantello verde come il prato, il suo volto è coperto da una maschera nera

<Consegnami subito quel rotolo> intima con voce dura e minacciosa <consegnamelo e nessuno si farà male>

Sei in ginocchio di fronte a quell'uomo inquietante, tra le mani hai il tuo bastone ed il rotolo (Giuseppe ha dei sassi in tasca)

Link to comment
Share on other sites

<Ma che cavolo... dove sono finito? Ma... E questi cosa sono?> dico, osservando esterrefatto bastone e pergamena. Mi volto, quindi, sempre senza sapere cosa pensare di quella situazione, ed osservo il letto di foglie

<e quello? Ah, ecco cosa sentivo nella schiena>

Quindi mi guardo attorno, scrutando il paesaggio

<ehi, c'è nessuno? ehi!>

Sempre più sbigottito per l'assurda situazione, inizio a sospettare che il sogno non fosse prorpio un sogno: sarà certamente parte dello scherzo di qualche amico in vena di burle, e la conferma sarà certamente scritta su quella che pare essere una pergamena, e che srotolo per leggere

Link to comment
Share on other sites

Cerco di mantenere la calma,e fisso l'uomo negli occhi, con sguardo fermo, ma non provocante, dicendo <Ehi, calma amico, io non voglio guai, voglio solo capire come ho fatto ad arrivare in questo posto...non ti agitare>

Spoiler:  
Domando all'uomo misterioso < Dove mi trovo? Che posto è questo?>

Spno molto preoccupato, anche se cerco di non darlo troppo a che vedere.

" Speriamo che mi dica quello che voglio sapere e che mi lasci in pace"

Link to comment
Share on other sites

Nota: la situazione di ciascuno di voi è molto simile. Per evitare confusione risponderò una sola volta

L'uomo mascherato risponde in tono seccato

<Chi sono io non ha importanza né lo ha l'identità del mio padrone a cui darò quel rotolo. Sapevo che saresti arrivato qui e ti aspettavo umano*. Dove ti trovi? In una gran brutta situazione... Dammi la pergamena. E' l'ultima volta che lo chiedo.>

L'uomo fa un passo verso di te, ora siete uno difronte all'altro. L'uomo è disarmato anche se non sembra indifeso...

*rivolgendosi a ciascuno di voi nomina la razza appropriata per il vostro pg (es. gnomo, nano ecc...)

Link to comment
Share on other sites

<ok,ok, vediamo di calmarci, qui quello che sa dove siamo sei tu, quindi vedi per favore di non urlare e dimmi chi ha organizzato 'sto brutto scherzo>

non è possibile, deve per forza essere uno scherzo, almeno spero. Ma perché vorrà questa pergamena? Il manuale del giocatore lo conosco, l'ambientazione del Faerun pure, e non credo che contengano qualcosa per cui valga la pena di minacciare una persona per averli.

Mentre penso questo arretro di un passo, reggendo nella mano sinistra la pergamena ed alzando il bastone che tengo con la destra, che punto verso l'uomo.

<e poi che diavolo di espressione è "umano"? tu non mi sembri un alieno o che altro, no?>

Link to comment
Share on other sites

Con fare altezzoso e con fare di sfida, arretro di qualche metro, necessario affinchè una pietra prenda velocità nel colpirlo nel caso in cui mi aggredisca e dico:<Ehi, bada a come parli sbruffone, non mi sono mai piaciuti i tipi come te, e dove abito io sono costretto ad incontrarne parecchi; ti dò la possibilità di andartene illeso, ma se continuerai a darmi fastidio, ti assicuro che non starò qui a cercare invano di avere un dialogo civile con te; alza i tacchi e vattene, e non osare avvicinarti!>

Spoiler:  
Mi metto in posizione di combattimento, col bastone a mo di spada e con una mano pronta a scagliare una pietra nel caso in cui si si avvicini oppure prenda qualcosa come un'arma

"Ma vedi un po' in che guaio mi sono cacciato...se è un sogno è veramente ben fatto...non sapevo che la mente umana era capace di creare questo mondo fantastico pieno di dettagli...e poi quei manuali...se stiamo a faerun non mi devo preoccupare, qui un bastone può abbattere anche un muro!!!

Link to comment
Share on other sites

Immagino che a questo punto ciascuno di voi reagisca a suo modo per cui risponderò per ognuno sotto spoiler... Si suppone che ogni giocatore vada a leggersi soltanto gli spoiler che riportano il suo nome XD

@Francesco

Spoiler:  
<Questo non è uno scherzo! E così non sai niente? Comunque non è compito mio spiegarti la situazione. Ora basta così...>

Tirate l'iniziativa, vince l'uomo mascherato

L'uomo fa 1,5m verso di te e ti attacca a mani nude mancandoti per un soffio, sei riuscito a schivare l'attacco con un po' di fortuna. La zona intorno a voi è sgombra se non per un po' d'erba alta. Cosa fai? (Agisci in turni)

EDIT

@Giuseppe

Spoiler:  
Il tuo atteggiamento è chiaramente di sfida prima di allontanarti devi tirare l'iniziativa.

Iniziativa: vince l'uomo mascherato

<basta così ora!> urla l'uomo prima di attaccare. Fortunatamente il cazzotto che tentava di mollarti ti manca seppur di poco.

E' il tuo turno, arretri di un passo e scagli la pietra contro l'uomo che però la schiva con relativa semplicità

L'uomo allora si avvicina nuovamente per attaccarti... Stavolta il suo colpo va a segno. Il suo gancio è piuttosto violento ed ha forza sufficiente a farti cadere a terra. Ti senti come investito da un auto, tutto diventa nero.

Qualche ora dopo ti risvegli. Al tuo fianco non c'è più la pergamena per il resto non è cambiato nulla.

Link to comment
Share on other sites

"Ahi che botta...per essere un sogno fa veramente male...oddio la mia povera mandibola...e se questo non fosse un sogno? Se mi trovassi VERAMENTE sul Faerun? Non ci posso credere, una volta avrei pensato che sarebbe meraviglioso vivere lì, in un mondo magico dove i buoni vincono sempre...purtroppo a volte dimentichiamo che la fantasia è tutto ciò che non è realtà, e che se quei pg, i nostri pg avessero avuto un'anima, avrebbero sofferto ad essere uccisi da un drago perchè il mago voleva provare nuovi talenti, o ad essere massacrati da un'orda di orchi solo per il gusto di vedere quanti ne riuscivamo a stendere...basta, voglio tornare a casa!!!

Link to comment
Share on other sites

I miei occhi scintillanno, arretro e prendo con la mano destra il bastone. Gli dico con un tono di superiorità:

< Sai che non si scherza con il fuoco, vero.. >

Spoiler:  
Cerco di colpire l'uomo con il bastone nel punto vitale più scopertoche ha ( La testa, Il collo, i testicoli ecc.) Cerco di fare in modo di stordirlo o distrarlo. Se ci riesco poi corro velocemente via da lui
Link to comment
Share on other sites

Senti, non so cosa perchè vuoi questa pergamena, ma ora hai rotto! Hiaaaa!

Dopo aver pronunciato queste parole, mi lancio verso il nemico

Spoiler:  
Cerco di colpirlo alla pancia; se il colpo è abbastanza forte da stenderlo, scappo il più velocemente possiile verso la città
Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...