Jump to content

Forgotten Realms oppure ambientazione homemade?


Recommended Posts

ciao, sono master da poco (5a) e sinora ho trascurato l'ambientazione delle mie avventure... ora però vorrei approfondire un pò la cosa ma mi trovo molto spaesato. Vi spiego più nel dettaglio. Ho optato per ambientare le mie avventure nel Forgotten Realms, per questi motivi:

1) mi pare di aver capito che sia l'ambientazione più approfondita e con più testi di riferimento (inoltre è quella di default della 5a);

2) é quella che (rispetto alle altre di D&D) meglio conosco per via dei videogames (neverwinter nights e BG);

3) mi sembra la più classica dal punto di vista fantasy e questo mi facilita il compito dato che anche i giocatori sono abbastanza neofiti. Parlo di fantasy "classico" poichè avere un "immaginario comune" aiuta.

4) ho letto la prima trilogia di Drizzt ;-)

 

Ora tutte queste belle premesse per spiegarvi le motivazioni della mia scelta, dato che ammetto di trovarmi molto spaesato. Non so rispondere nemmeno alle più semplici domande (il tipo di governo, chi sono i regnanti, non ho idea delle regioni, ecc..). Sopratutto non ho un immaginario così vivido che mi permette di caratterizzare le diverse regioni. Non so se rispulta chiaro quest'ultimo punto ma ad esempio se volessi giocare al signore degli anelli ho ben presente com'è l'ambiente, quali sono le regioni, chi comanda cosa e dove. Ora questo è per spiegarvi il concetto di smarrimento dato che non ho nessuna intenzione di ambientare le mie avventure nella terra di mezzo (giochiamo a D&D dopotutto). Non vorrei però aver fatto il passo più lungo della gamba.

 

Ho reperito il manuale di ambientazione della terza edizione (un bel tomo da più di 300 pagine) ma è fin troppo dispersivo e mi occorrerebbe troppo tempo per studiarmelo e di tempo ne ho veramente poco... non so se qualcuno riesce a capire il mio disagio... ma sto iniziando a pensare di metterci meno a crearmi un mondo da solo... cosa che eviterei proprio per una questione di tempo e complessità.

:-(

 

Link to comment
Share on other sites


Da "master in pensione" mi viene da chiederti se al gruppo di gioco (ai giocatori non ai personaggi) interessi davvero sapere a che ambientazione giocate, se rispetta le cose scritte su manuali ufficiali, etc. Perchè se devi avere giocatori che nel mezzo di una seduta escono con frasi del tipo: "ma qui c'è questo e non l'hai detto, il e è quest'altro ma tu dici di no", allora devi usare il manuale ufficiale, altrimenti seocndo me fai prima a fartela un'ambientazione. In questo caso tu hai il pieno controllo di cosa c'è e cosa non c'è. Certo si tratta di un lavorone comunque: a) leggere i manuali ufficiali per sapere te e i tuoi giocatori cosa c'è e dove oppure b ) leggere manuali per farti venire in mente idee per decidere te e i tuoi giocatori cosa c'è e dove. La differenza è questa. Senti loro cosa ne pensano e decidete insieme. Hai dal tuo post escluso la seconda mi pare, quindi...

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Ma a che livello sono i tuoi giocatori?

Se sono di basso livello non credo che attraversino in lungo e in largo tutto il Fearun. All’inizio basta che leggi le 20 pagine del posto dove stanno giocando poi approfondirai il resto. 

Parti dalle Valli o dalla costa della spada. Sono due regioni complete e interessanti ma contenute e ricche di spunti.

La costa della spada è stata anche aggiornata per la 5e così non devi neanche lavorare per correggere i domini delle divinità e altri piccoli dettagli.

Se e quando usciranno da lì ti leggerai il resto. Se l’inglese è un problema usa il manuale della 3.5 e parti nelle valli...

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Io ti consiglio, poiché sono nella tua stessa identica posizione, di creare le basi ( non chissà che) di un'ambientazione tutta tua. Delinei solo i principi base, e avventura per avventura inizi a descrivere il mondo. Magari puoi esporre tutto ciò che hai in mente ai giocatori e perché no coinvolgerli per la creazione del mondo, della "lore" e di alcuni posti. Così facendo hai anche la garanzia che ciò che crei, piace anche ai tuoi giocatori. È solo un consiglio da una persona che gioca da poco e si sta appassionando, prendilo con le pinze. :)

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

16 hours ago, Dr. Randazzo said:

Da "master in pensione" mi viene da chiederti se al gruppo di gioco (ai giocatori non ai personaggi) interessi davvero sapere a che ambientazione giocate, se rispetta le cose scritte su manuali ufficiali, etc. Perchè se devi avere giocatori che nel mezzo di una seduta escono con frasi del tipo: "ma qui c'è questo e non l'hai detto, il e è quest'altro ma tu dici di no", allora devi usare il manuale ufficiale, altrimenti seocndo me fai prima a fartela un'ambientazione. In questo caso tu hai il pieno controllo di cosa c'è e cosa non c'è. Certo si tratta di un lavorone comunque: a) leggere i manuali ufficiali per sapere te e i tuoi giocatori cosa c'è e dove oppure b ) leggere manuali per farti venire in mente idee per decidere te e i tuoi giocatori cosa c'è e dove. La differenza è questa. Senti loro cosa ne pensano e decidete insieme. Hai dal tuo post escluso la seconda mi pare, quindi...

Sinceramente è più un'esigenza mia per essere coerente. Diciamo che i PG se ne stanno di quello che dico, però sono molto sensibili alla coerenza tra le varie missioni ed avventure. Per questo ho sentito l'eigenza di avere un mondo su cui ambientare le mie avventure. In pratica la mia scelta è caduta su un'ambientazione già fatta per risparmiare tempo e anche per inesperienza...

 

15 hours ago, savaborg said:

Ma a che livello sono i tuoi giocatori?

Se sono di basso livello non credo che attraversino in lungo e in largo tutto il Fearun. All’inizio basta che leggi le 20 pagine del posto dove stanno giocando poi approfondirai il resto. 

Parti dalle Valli o dalla costa della spada. Sono due regioni complete e interessanti ma contenute e ricche di spunti.

La costa della spada è stata anche aggiornata per la 5e così non devi neanche lavorare per correggere i domini delle divinità e altri piccoli dettagli.

Se e quando usciranno da lì ti leggerai il resto. Se l’inglese è un problema usa il manuale della 3.5 e parti nelle valli...

Grazie. SOno partito dalla costa della spada proprio perchè era l'unica cosa che conoscevo (grazie essenzialmente ai videogiochi)...  L'inglese non è un problema ma preferisco leggere in italiano (essenzialmente leggo più velocemente e facilmente..)..

 

15 hours ago, Omega9999 said:

sarò di parte, ma hai valutato Greyhawk? è molto meno approfondita dei Forgotten Realms  e quindi può darti più spazio

non conosco.. come mai è meglio secondo te?

10 hours ago, Gennygee said:

Io ti consiglio, poiché sono nella tua stessa identica posizione, di creare le basi ( non chissà che) di un'ambientazione tutta tua. Delinei solo i principi base, e avventura per avventura inizi a descrivere il mondo. Magari puoi esporre tutto ciò che hai in mente ai giocatori e perché no coinvolgerli per la creazione del mondo, della "lore" e di alcuni posti. Così facendo hai anche la garanzia che ciò che crei, piace anche ai tuoi giocatori. È solo un consiglio da una persona che gioca da poco e si sta appassionando, prendilo con le pinze. :)

era proprio quello che volevo evitare proprio per la mole di lavoro che serve... anche solo per creare le mappe, creare un'ambiente che stia in piedi, ecc...

 

Tuttavia mi sono imbattuto in questo sito

http://forgottenrealms.wikia.com/wiki/Sword_Coast_North

che mi sta chiarendo, data la sua schematicità non pochi dubbi.

 

 

 

 

Edited by baallast
Link to comment
Share on other sites

Ti può interessare un'ambientazione homemade in italiano per AD&D da modificare? Certamente non trovano manuali ufficiali "da contestare". Gli dai un'occhiata (siccome è homemade non t'aspettare roba da "premi oscar") però se ti può interessare per spunti la mia mail è pizzaifunghi@hotmail.it . Sono 5 MB di file pdf.

Edited by Dr. Randazzo
Link to comment
Share on other sites

Perché fondamentalmente Greyhawk è dettagliata fino ad un certo punto. La mole di studio non è di certo pari ai Forgotten Realms e la puoi gestire molto sandbox.

http://it.greyhawk.wikia.com/wiki/Pagina_principale

questo è il link della wiki italiana. purtroppo non c'è quasi nulla di ufficiale in italiano di questa ambientazione, ma se sei messo benino con l'inglese ti consiglio di dare una occhiata al Living Greyhawk Gazeteer

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.