Jump to content

Dramatis Personae e Riassunto delle Puntate Precedenti


Zellos
 Share

Recommended Posts

Riassunto delle puntate precedenti:

Kallio ed Hubert sono convocati ( uno da un servo della Regina, l’uno dall’Ordo Magica) per indagare su una misteriosa legazione giunta dal Davokar. 

Si tratta ( a detta del sindaco e di un nobile mago) di una legazione straniera giunta dal Davokar attraverso misteriosi “portali del canto”. I messaggi sono comunque nebulosi perché la legazione è giunta da pochissimo, poco più di una settimana. 

Giunti a Forte Cardo durante un temporale, la strana coppia ( riunitasi per caso, visto che la missione non è congiunta) incontrano una faccia conosciuta ( Rolf il cacciatore) e due sconosciute ( la letale assassina Elionara ed il barbarico guerriero Lahn). 

Durante la cena al Giardino delle Rose, il gruppo assiste ad un omicidio.  Metà del gruppo rimane indietro, facendo conoscenza del coroner di Forte Cardo, mentre gli altri inseguono l’assassino.

i primi scoprono che il sangue nel morto sta marcendo ( come il corpo) a causa di un veleno che secondo Hubert è stato utilizzato da misteriosi assassini durante la Grande guerra; i secondi invece riescono a ritrovare l’assassino, che Elionara uccide. Il sangue del misterioso assassino è acido ed ella rimane ferita alla mano, rischiando di perdere un pugnale. Da lì a breve un gruppo di persone ( in parte stranieri) viene a rendere omaggio al morto. Al momento di tensione segue un nulla di fatto. 

Il gruppo si riunisce alla taverna, discute un poco con l’oste scoprendo che il fratello di quest’ultimo ( noto nelle arene illegali della città) era stato sconfitto da uno degli stranieri e portato via. Poco dopo sono raggiunti da Aryan ( il proprietario del Giardino delle Rose) che sembra essere il fratelllo gemello di uno degli uomini del vicolo. Dopo un alterco, il gruppo viene minacciato da Aryan e si dirige a casa del sindaco. 

Giunti alla villa fortificata del sindaco, il gruppo scopre alcune cose: per il sindaco sono assai pericolosi, in meno di una settimana hanno corrotto buona parte della criminalità della città ed anche la rappresentante della regina, la nobildonna Anastasia Suria Argona. Il sindaco commissiona al gruppo il rapimento di un uomo la sera successiva e li invita a cena per discutere con Lord Avyn, il nobile mago che sarebbe dovuto essere il contatto in città di Kallio e Hubert

Alla cena in compenso però si sono auto invitati anche la nobildonna Anastasia, il traduttore Nayra ed uno degli stranieri, Magnus ( gli ultimi due già visti da parte del gruppo). Vengono scambiate alcune parole, non troppe, ma viene dichiarato da lord Avyn che gli stranieri sono giunti per portare doni ad Ambria ed il gruppo nota la stranezza di Anastasia, che parla solo attraverso il traduttore ( i due paiono amanti). 

Mentre la cena continua, alcuni rumori vengono sentiti: rumori di colluttazione ed urla di guerra. Un gruppo di barbari convertiti con la violenza a Prios attacca la casa del sindaco, accusato di essere un eretico. Il sindaco si prepara alla battaglia, preparando una via di fuga al gruppo. Solo Rolf l’accetta, pensando che aiutare il sindaco possa essere un trucco per accusare i barbari di qualcosa. 

Rolf quindi scende nei sotterranei, mentre gli altri si radunano per combattere contro gli zeloti...

 

Dramatis Personae

Sindaco Lasifor Nightpitch: il potere di Forte Cardo, colui che salvò la regina madre con erbe del Davokar e che trasformò Forte Cardo da un ammasso di case di avventurieri in una città fortezza. Contro l’influenza degli Stranieri:  minano il suo potere nell’ambito del sottobosco criminale, ma anche lo ostacolano in politica controllando l’ambasciatrice

Ambasciatrice Anastasia Suria Argona: inviata della regina a Forte Cardo, capo dei contabili e dei funzionari regi. Ha un rapporto amoroso con Nayra. A favore dell’influenza degli Stranieri e dei loro doni. 

Aryan e Nayra: fratelli gemelli di Forte Cardo, il primo signorotto del crimine, il secondo bardo e traduttore. Servi degli Stranieri. 

Magnus: straniero membro della Delegazione. A suo dire fa parte della Fazione del Sole, mentre altri della Delegazione fanno parte della Fazione della Luna. Sempre a suo dire Symbaroum era l’Impero della Luna, mentre quello a cui appartiene è l’Impero del Sole. Adorano Prios con un altro nome.

Lord Avyn Kallir: nobiluomo ambriano, ultimo del suo casato. Mago ed eccentrico, sembra non prendere nulla sul serio. 

Inquisitore Zedroc: inquisitore di Prios, membro dei Manti Neri. Si circonda di barbari indottrinati chiamati parabolani. 

Edited by Zellos
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Il barbaro Rolf attraverso i sotterranei sotto Forte Cardo incontra una creatura metà donna e metà caprone, scoprendo l'esistenza della corte dei miracoli. Convinto di essere impazzito perché curato da orrende ferite, viene addormentato ed ingannato dalla sua guida goblin del fatto che non sia successo niente. 

Mio resto del gruppo affronta la battaglia contro le forze dell'inquisitore Zetroc, composte in larghissima parte da barbari convertiti. 

Durante lo scontro, per assicurarsi la fuga nel massacro causato dal gruppo, alcuni Manti nero aizzano cani fin troppo intelligenti ed infine uno spettro di un cavaliere templare. 

Il cavaliere spettro lascia il gruppo per andare verso Magnus, ma anche a causa del gruppo ne viene sconfitto, attraverso quelle che sono strane arti che sembra che gli Stranieri vogliano concedere agli ambriani. 

La sera successiva gruppo si riunisce per poter effettuare un compito affidato loro dal sindaco a lauto compenso: catturare un uomo. 

Costui si rivela essere uno schiavista asservito al “Padrone”. Potenziato da un misterioso amuleto quasi fuso sulla pelle, manifesta poteri e forza fisica che cessano quando Lahn glielo strappa con un violento colpo. 

Poco dopo nella foresta di sentono urla: uno spirito della morte corre dietro il gruppo per uccidere il barbaro. Dopo una corsa terribile ed alla saggia decisione di correre, il gruppo supera il limitare del bosco dove la creatura si ferma. Conferma al gruppo di servire il Padrone e che il barbaro prigioniero dovrebbe essergli consegnato per essere ucciso ( attraverso le labbra di Elionara, posseduta dallo spirito). Il gruppo decide di tornare in città infischiandosene delle parole dello spirito che li ammonisce: il Padrone ha anche servi umani in città che faranno ciò che devono. 

Attraverso Anandros ( nuovo membro del gruppo) conoscono un macellaio ex medico dell’esercito. Lasciati a riposare i feriti ( Elionara e Rolf), il resto del gruppo va alla casa sicura indicata dal sindaco per la consegna dove vengono a conoscenza di altri intrighi di Forte Cardo...

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.