Jump to content

Paladino e Gilda dei Ladri


Sadhu
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti! :-)

Sono un pò a corto di idee per la prossima sessione...

Nel gruppo ci sono, attualmente: un ladro, un guerriero, un chierico cenobita di Pelor, un elfo esploratore ed un nano paladino. Nello specifico, il nano paladino è il nuovo personaggio del giocatore che interpretava l'elfo, motivo per cui quest'ultimo lascerà il gruppo appena possibile.

Cosa hanno fatto i PG:

Un gruppo di bardi, assunti nella taverna dove alloggiano i PG, hanno chiesto agli stessi PG di mettersi sulle tracce di un certo Philos, il loro leader, del quale hanno perso le tracce da ormai più di una settimana. Ai PG è stato detto che Philos era solito assentarsi per tutta la giornata, solitamente in cerca di svaghi (è un amante del gioco d'azzardo) presso il quartiere dei pescatori, per poi tornare alla sera a suonare in taverna con il suo gruppo di musicisti.

Il ladro del gruppo è riuscito a scoprire che lo scomparso Philos si è fatto trasportare da una barca lungo il fiume, per poi scendere in un punto imprecisato. Raggiunto il posto, l'esploratore ha trovato delle tracce molto evidenti ed il gruppo, deciso a seguirle, si è trovato di fronte ad un piccolo accampamento di goblin, nel mezzo di una radura. Il ladro e l'esploratore, muovendosi silenziosamente lungo il perimetro dell'accampamento, hanno trovato un uomo legato e svenuto, abbandonato accanto ad una tenda. L'uomo corrisponde alla descrizione di Philos.

Il gruppo si è quindi deciso ad assaltare l'accampamento, riuscendo ad uccidere e mettere in fuga i goblin.

La storia che ho scritto fino ad ora:

Philos, nonostante sia molto amato dal proprio gruppo (è un bardo con un alto punteggio di carisma), è in realtà un imbroglione. E' fuggito dalla città dopo aver scommesso e perso una enorme somma di denaro (che non possedeva) alla Gilda dei Ladri. Non potendo pagare ha deciso di scappare... ma per sua sfortuna è subito incappato in una banda di goblin che lo hanno rapito e derubato di tutte le provviste che aveva preparato per la fuga.

Quando i PG lo rimetteranno in sesto, questi sarà preso da un attacco di panico, credendo che i PG siano dei sicari della Gilda dei Ladri venuti a cercarlo e cercherà di scappare. Quando si renderà conto che i PG non sono dei sicari, si rifiuterà comunque di tornare in città. I PG potrebbero quindi cercare di convincerlo (se non riportano Philos dai suoi compagni, non avranno la ricompensa!) e questi, messo alle strette, accetterà di seguirli. In cambio vorrà essere scortato alla Gilda dai PG, dove cercherà di rinegoziare i propri debiti di gioco e... coinvolgere i PG nella faccenda, sperando che lo aiutino!

Questa mini-quest mi serviva per introdurre ai PG la Gilda dei Ladri e per presentare un altro PNG un pò particolare, dal quale potrebbero nascere altri spunti.

La mia idea iniziale era che uno dei boss della Gilda proponesse ai PG di svolgere un lavoretto per loro, in cambio della cancellazione del debito di Philos. Questo però prima che ci fosse un paladino nel gruppo... che dubito accetterà!

Idee?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 3
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Ciao,

direi che per rimanere fedele a se stesso Philos dovrebbe raccontare una balla credibile ai PG, meglio se mezza verità, però vorrei sapere se la tua idea è che i PG combattano la gilda oppure no.

Philos potrebbe raccontare che è innamorato di Iolos una prostituta comperata da Sven il pappone il quale gli ha promesso la libertà se Philos gli porta una grossa somma di denaro. Philos e Iolos hanno intenzione di sposarsi. Per farlo Philos ha messo in gioco i suoi averi e i suoi risparmi giocando d'azzardo però ha perso tutto ed anzi si è indebitato. I debiti vanno pagati (questa considerazione può mettere a tacere il paladino), ma siccome oramai è passato molto tempo da quando ha contratto il debito e gli interessi hanno decuplicato la cifra, teme per la sua vita ed è fuggito.

Philos è dilaniato da ciò che questo comporta, non solo è inseguito dai sicari o teme che ciò possa verificarsi prima o poi, ma è pure senza un soldo per riscattare Iolos.

Questo è ciò che Philos racconta ai PG per far apparire la sua storia accettabile e giustificarsi davanti a loro.

Iolos potrebbe esistere davvero, anche se non essere tanto famosa e difficile da rintracciare compreso il suo pappone. Philos potrebbe dire che per non metterla in pericolo (potrebbe essere usata per arrivare a lui) preferisce non farla incontrare con i PG.

La vera Iolos conosce Philos, ma è solo uno dei suoi clienti e non c'è nessun accordo per la sua liberazione.

Sfruttando "i debiti vanno pagati" potrebbe indurre dei PG sprovveduti e di buon cuore a voler risolvere la sua situazione, per esempio voler incontrare il prestanome della gilda (senza dire che è di una gilda dei ladri,ma un banchiere, così sistemi anche la voglia di combattere di alcuni giocatori) ed assumersi la responsabilità di saldare il debito.

Questo gioco di "vero - falso - simile" se lo porti avanti bene può darti molte soddisfazioni narrative.

Philos per rincarare la dose, una volta che i PG hanno raccolto la somma di denaro o un oggetto o qualcosa che la gilda dei ladri commissiona ai PG, potrebbe soffiargliela sotto il naso e fuggire lontano, in questo modo i PG si troverebbero gabbati dalla persona che volevano aiutare e si troverebbero contro anche la gilda.

Aggiungo che Philos sarebbe ricordato come un bel "fiol de na p.." dai tuoi giocatori, e trovarlo, farsi gabbare ancora, inseguirlo, ecc potrebbe essere un buon spunto per una campagna dinamica.

ciao ;)

Link to comment
Share on other sites

Elam! Intanto grazie per esserti letto tutto il malloppo di post che ho scritto :mrgreen:

vorrei sapere se la tua idea è che i PG combattano la gilda oppure no.

Direi di no... dipende da cosa intendi. Che ci siano degli scontri mi sta bene (fermo restando che saranno i giocatori a decidere), ma chiaramente non conviene loro intraprendere una crociata personale contro la Gilda dei Ladri di una grande metropoli, considerando che la stessa Guardia Cittadina ha rinunciato ad estirparla e si limita a tenerla sotto controllo.

Se ti può essere utile: la città vive principalmente di commercio ed è governata da tre forze principali, ovvero la Gilda dei Mercanti, il Tempio di Zilchus e la Guardia Cittadina (stipendiata però dai mercanti). Nello specifico i sacerdoti del Tempio si occupano di controllare gli scambi che avvengono in città e fungono da banchieri e notai. Ai Mercanti conviene che sia così, perchè rappresentano una garanzia per i loro affari più importanti (un incantesimo Zona di Verità può essere molto utile durante una trattativa). La Gilda dei Ladri si occupa di tutti quei "commerci" che devono passare inosservati al clero di Zilchus... sono principalmente contrabbandieri (oltre a commissionare occasionalmente qualche furto e gestire il gioco d'azzardo). A più di un mercante conviene che la Gilda esista.

L'idea mi piace moltissimo, è molto coerente con il personaggio. I PG incontrerebbero la Gilda dei Ladri lo stesso, nel momento in cui si troveranno a consegnare i soldi per pagare il debito di Philos. Pensavo di cambiarla in modo che risulti più comica, ad esempio potrebbe dire di essersi innamorato di una giovane nobile (ai PG non è consentito l'accesso ai quartieri nobiliari) e di voler offrire una grossa somma per convincere la sua famiglia a concedergli di sposarla (passerebbe per un povero e romantico innamorato... in realtà è un buffone!). E poi... quale paladino non aiuterebbe un poveretto così? Il pappone potrebbero andare ad ucciderlo per liberare la ragazza, ma in questo caso sono costretti a trovare i soldi.

Aggiungo che Philos sarebbe ricordato come un bel "fiol de na p.." dai tuoi giocatori, e trovarlo, farsi gabbare ancora, inseguirlo, ecc potrebbe essere un buon spunto per una campagna dinamica.

ciao :wink:

Philos è una sorta di Jack Sparrow. In taverna è affissa una locandina che lo presenta come "il Leggendario Philos e i suoi Menestrelli". E' abbastanza demenziale da essere già ricordato dai PG prima ancora di incontrarlo. :mrgreen:

Tra l'altro la ricompensa che è stata offerta ai PG è un anello magico, appartenuto a Philos stesso, il quale prima di fuggire ha cercato di rubarlo ai suoi stessi compagni per portarlo con sè.

Link to comment
Share on other sites

Beh la gilda potrebbe aver investito in delle attività legali, che possono essere messe a repentaglio da dei mostri, e la gilda potrebbe usare gli avventurieri per risolvere questi problemi.

Tipo hanno investito in qualche attività in un paesino vicino per essere più lontani dagli occhi delle guardie, e essendoci dei problemi nel paesino adesso l' investimento si rivela molto meno vantaggioso.

Non essendo nella diretta giurisdizione dei poteri della metropoli, e non essendo un centro nevralgico le forze regolari non si muovono, e quindi la gilda sarebbe costretta a muoversi in prima persona o ad assoldare dei mercenari.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.