Jump to content

Creare un incubo Nephandum


vullesia
 Share

Recommended Posts

Cercherò di essere il più breve e schematico possibile.

Campagna: Nephandum.

I giocatori pensano stia giocando il modulo della Mano rossa del destino. (Red Hand of Doom).

Hanno trovato il filatterio di un druido lich. Sono appena arrivati al sanca sanctorium. Hanno sconfitto un drago zanna dell'orda e si sono accampati per la notte (visto che il druido ha finito gli incantesimi) nella bocca del leone.

Adesso, io ho rimaneggiato molto del materiale. Il druido è un druido impuro. Era un ex emissario della divinità della malattia diversi secoli fa. Ma si pentì, girandogli le spalle. L'emissario della divinità della guerra non tollerò la cosa, e guidò lui e la sua legione scarlatta per sconfiggerlo. il druido sobillò le popolazioni locali, ma queste furono spazzate via. Costretto con le spalle al muro, ha siglato un patto diabolico. In cambio di tot anime al mese, egli riuscì a esiliare la legione in un semipiano racchiuso in un quadro. Il druido, con suo sommo disgusto, divenne un lich per fare eterna guardia.

Adesso a nord dal Tempio delle Nove Spade è uscito fuori l'emissario della divinità della bestialità, che ha appena iniziato a sguinzagliare l'orda cannibale per le terre.

Un'orda di goblinoidi fuggiaschi si stanno riversando sulla valle (l'orda che stanno affrontando). Il druido ha stretto un patto con loro.

Essi custodiscono al sicuro il filatterio, lui da loro non morti. Ha paura che i nuovi emissari vorranno la sua testa, ma egli deve far da guardia al semipiano.

Qui entrano in gioco i PG.

Hanno trovato il filatterio, e manco farlo apposta sono andati dritti di filato alla gilda dei maghi a parlare con l'emissario della divinità dell'inganno in persona. Ovviamente non sospettano nulla. Anzi, pensano che sia un NPG di second'ordine.

Egli ha visto il filatterio indossato dal druido. Gli ha teletrasportati nelle terre del Ghostlord ed è tornato ai suoi affari.

Come voglio far procedere le cose:

Il guerriero avrà un incubo premonitorio nella notte. Voglio inizare a far erompere le componenti del terrore, sin'ora soltanto accennate.

Il mago\emissario manderà due implacabili (mostri specializzati nel lottare gli incantatori) a finire il lavoro.

I PG verranno attaccati dalle forze congiunte dei goblinoidi e druido, finché quest'ultimo non vedrà che questi ultimi hanno il suo filatterio.

In un modo o nell'altro lo scontro si interrompe. I giocatori fanno il loro gioco (tenendo presente che ci saranno ancora goblinoidi che hanno un'altro obiettivo).

Nel mentre delle trattative, arriveranno gli implacabili. Il druido spedirà i PG nel semipiano lasciando loro il suo filatterio e l'attivatore.

Succederanno diverse cose nel semipiano, ma una tra tutte sarà il fatto che il vecchio emissario della divinità della guerra sfiderà per la leadership i PG. Anzi, un solo PG, il guerriero mezz'ogre.

Così lo tenterò col potere di un'intera legione ai suoi comandi. Diventerà lui il nuovo emissario?

Da qui l'incubo.

L'avevo pensato così:

chiederò la complicità degli altri miei giocatori. Faranno finta di essere svegli, agiranno in carattere, ma in realtà faranno tutti parte del sogno del mezz'ogre.

Scenderanno giù nel santuario. Descriverò il posto come ingombro di materiale organico sulle pareti, dall'apparenza pulsante di malsano putridume. L'aria permeata dall'odore di decomposizione. Essi si avvicineranno alla camera principale........e qui non so cosa far succedere!!!

In un primo momento avevo pensato che essi avrebbero trovato nella stanza degli specchi. Da questi specchi sarebbero apparse delle figure oscure che avrebbero preso uno ad uno i PG, lasciando il mezz'ogre da solo. Dall'ultimo specchio sarebbe apparso lui stesso, ma trasfigurato e con l'artefatto della divinità, e l'avrebbe trapassato da parte a parte col suo spadone.

Ma credo si possa molto migliorare!!!

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 8
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Una domanda:

Ma se tutto quello che ti serve che facciano gli altri PG è scendere per una scala (dalla quale mi par di capire scenderanno comunque o potranno facilmente venirvi guidati) a che pro chiedere la complicità degli altri giocatori?

Tanto se è un sogno qualunque danno e/o cosa brutta non si rifletterà in maniera effettiva sui PG ... beh anche se potrebbe avere un suo perchè che alcune delle ferite (o magari i segni di dove le creature degli specchi li hanno presi / il clone l'ha trapassato nel caso del guerriero) rimangano visibili sul corpo dei personaggi svegli.

Per quanto riguarda il sogno stesso, visto che deve riguardare uno dei PG da vicino forse dovresti sutdiare un pochino la sua storia (se ne ha una) e/o ispirarti ai trascorsi della campagna.

Inoltre, invece di una sua versione "cattiva" potresti fare l'opposto, ovvero mostrare al mezz'ogre una sua versione debole, che cade facilmente vittima delle sfide/nemici/avversità (reali o immaginarie che siano) e di come riesca a sconfiggerle solo dopo aver accettato questo misterioso artefatto/potere che gli viene concesso da ... qualunque forma tu decida di dare a Melpheron.

Link to comment
Share on other sites

Beh a parte che appunto se il mezz'ogre rimane vivo più degli altri e solo lui vede la parte finale del sogno che per giunta la riguarda ... non credo avranno tanto da giocare a Indovina Chi per capire a chi era rivolto il sogno.

Quanto alle occhiatacce omicide, perchè? Dici che non apprezzerebbero l'idea del sogno o di sentirsi solo "comprimari" ?

Link to comment
Share on other sites

Beh allora potresti renderlo un sogno condiviso.

Nel senso che, durante il sogno tutti i PG si trovano in una situazione di pericolo di qualche tipo (non per forza un mostro più forte di loro anche se è sicuramente la più semplice come soluzione) da cui riescono a salvarsi solo quando uno di loro accetta il potere di Melpheron per scongiurare questa minaccia.

Così non è neanche certo che sia il mezz'ogre a cedere alla tentazione nel sogno, questo potrebbe essere o meno positivo per te (magari scopri che un altro giocatore/personaggio sarebbe più incline a questo tipo di lusinghe e quindi potresti decidere di spostare l'interesse di Melpheron dal mezz'ogre a questo altro giocatore, sempre che non debba essere per forza il mezz'ogre per qualche tua ragione ad essere messo in tentazione).

P.S.

In effetti, da chi è composto il gruppo?

Link to comment
Share on other sites

Un sogno condiviso implica che tutti stiano dormendo (cosa che non succede ora) e certo ha delle implicazioni dalla parte regolistica (se fossi io PG direi: ma un tiro salvezza?).

Gruppo:

Druido NN

Ranger arciere CN (tendente al NM)

Mezz'ogre barbaro\guerriero (allineamento non pervenuto, dovrei acchiappare le schede).

Altro mezz'ogre babaro\guerriero (giocato da me, poiché il giocatore ha lasciato a natale).

adesso sono soltanto loro. un'altra giocatrice si unirà la prossima sessione.

Ieri ho scaricato la colonna sonora di Slender, e devo dire che è già inquietante di suo. Ë la prima volta che sperimento un incubo, vorrei fare qualcosa di memorabile.

Deve spaventarsi davvero, deve temere che stia per morire, deve pensare che è davvero morto.

Link to comment
Share on other sites

Sessione fatta due giorni fa. Ho chiesto la collaborazione dei due giocatori coinvolti da comprimari nel sogno. Ma ho gestito la cosa così bene che all'inizio son rimasti traumatizzati.

Il giocatore ha vissuto chiaramente due momenti di terrore...E ha accettato di diventare emissario di Melpheron. Il sogno è piaciuto tanto ai giocatori.

E il merito è anche vostro. Grazie!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.