Jump to content

Artcicolo: Questa settimana in D&D (04-03-2013)


Alonewolf87
 Share

Recommended Posts

  • Moderators - supermoderator

Da Legends & Lore del 04/03/2013

di Mike Mearls – traduzione di Alonewolf87

Potrà sembrare strano detto da colui che è a capo del team di ricerca e sviluppo di D&D ma ecco a voi: dopo che le regole base per il gioco saranno state completate vogliamo davvero smettere di aggiungere così tanti aspetti alle meccaniche del gioco e spostare l'accento sulla storia.

D&D è un linguaggio condiviso. Le regole servono per rendere più facile parlare del gioco e far succedere le cose. Esse permettono di prendere dei concetti astratti e fornire loro un significato chiaro. Quando parliamo di un “mago di 5° livello” sappiamo cosa è in grado di fare e come. Lo sappiamo perché giochiamo a D&D. Qualcuno che non avesse mai giocato ad esso sarebbe completamente spaesato.

Un linguaggio funziona al meglio quando tutti coloro che lo usano possono comunicare efficientemente. Se descrivessi il mio personaggio come un “cadetto di prima fascia” questo non avrebbe alcun significato per voi. Potreste supporre cosa indosserebbe il mio personaggio, quali armi potrebbe impugnare o quali abilità speciali potrebbe utilizzare? Qualsiasi risposta forniate sarebbe semplice speculazione.

Per questa ragione nella creazione di classi, opzioni per i personaggi ed ogni altro aspetto del gioco dobbiamo attenerci a ciò che per noi ha senso e ci crea delle risonanze. Ecco perché abbiamo selezionato aspetti come le specializzazioni ed i background come strumenti per organizzare le regole del gioco. Tiro Rapido e Tiro Preciso sono elementi astratti che non sono realmente chiari. Si possono comprendere solo sapendo cosa sono. Essi non stanno in piedi per conto proprio in maniera significativa. Descrivere il vostro guerriero come un guerriero, invece, ha senso chiaro ed immediato per chiunque. Il vostro personaggio usa un arco. Questo è reso assolutamente chiaro dalla parola arciere. Vi sono ancora dettagli da studiare ma l'idea generale è di riuscire ad evocare un archetipo chiave del fantasy.

Il trucco sta nel fatto che la lista di aspetti che creano risonanze è più corta di una senza limitazioni. Si tratta certamente di una sfida, ma di una che vale la pena affrontare. Realisticamente parlando sono disposto a scommettere che molte persone non hanno cominciato a giocare a D&D perché volevano selezionare Tiro Rapido. Molti probabilmente volevano giocare un arciere, o un ladro furtivo e così via. Gli elementi con maggiore risonanza originano da fuori del gioco, nei miti e nelle storie a cui tutti siamo esposti.

L'altro lato della medaglia è che con un enfasi estremamente ridotta sul sottoporre nuove regole e meccaniche, il materiale che creeremo riceverà decisamente più attenzione nei playtest, un sviluppo più accurato ed una maggiore cura nei dettagli. Se si vorrà creare un opzione per gli arcieri questa dovrà essere un'ottima opzione. Non ci sarà una seconda opportunità per crearla.

Perciò questa è la filosofia generale nell'espandere le regole del gioco.

Mike Mearls

Mike Mearls è il senior manager del team di ricerca e sviluppo di D&D. Ha lavorato sul gioco da tavolo di Ravenloft oltre che ad un gran numero di supplementi per il gioco di ruolo di D&D.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 1
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.