Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Alfeimur: Uscite per il 2021

Scopriamo assieme le novità per il 2021 della linea di Alfeimur Quinta Edizione.

Read more...
By Lucane

Humble Bundle: 13th Age

Un nuovo Humble Bundle, questa volta a tema 13th Age, è stato reso disponibile in collaborazione con la Pelgrane Press.

Read more...

Strixhaven: A Curriculum of Chaos uscirà a Novembre

La Wizard of the Coast ha rilasciato nuovi dettagli sul prossimo manuale di crossover tra Magic: The Gathering e D&D 5E

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

L'estate è arrivata anche per noi dello Staff Dragons' Lair, quindi gli articoli vi salutano fino a Settembre.

Read more...
By Lucane

The Wild Beyond the Witchlight uscirà a Settembre

Scopriamo le ultime novità riguardanti la nuova avventura per D&D 5a Edizione. 

Read more...

Dark Sun Ambientazione.


Costantine10
 Share

Recommended Posts

Gentili lettori, questa non vuole essere una vera e propria recensione ma un primo approccio a Dark Sun.

Come ho visto il manuale al Lucca Comics Sabato mattina, ho avuto subito la bramosia e il desiderio irrefrenabile di comprarlo, soprattutto per la copertina e l'accattivante veste grafica delle pagine.

Dark Sun è un'ambientazione leggermente diversa rispetto alle altre. Innanzitutto, l'ambientazione è per lo più desertica ( cosa che io adoro studiando storia medievale del medio oriente), con qualche foresta, abitate soprattutto da halflings, al limitare di vasti deserti rocciosi e sabbiosi con qualche oasi cosparsa quà e là.

Tutto è deserto perchè Athas è stato distrutta dalle guerre, ma soprattutto la magia ha distrutto la fauna e la flora grazie ad un potere che un incantatore arcano può decidere di scegliere o no( ma su questo mi soffermerò dopo). Dopo questa catostrofica guerra le città sono state occupate tutte da dittatori o anche conosciuti come re-stregoni che offrono riparo ed acqua alle popolazioni in cambio delle loro libertà. Unica città ad essersi ribellata è la città di Tyr, qui la popolazione è riuscita ad uccidere il re-stregone creando una sorta di effetto onda anche su tutte le altre città, in cui si sente parlare dei valorosi cittadini di Tyr che hanno riguadagnato la loro libertà( anche se il capo templare di Tyr, guardia del copro del re-stregone, sta cercando di prendere il potere). La ribellione è quindi la parola chiave di questa avventura. Esistono poi i casati mercantili di cui fanno parte i cittadini liberi, che svolgono attività d i commerio, non sempre un mercante è onesto o affidabile, ricordatevelo.

Vi parlavo prima della magia arcana. Inanzitutto il personaggio deve scegliere una via, cioè o quella della preservazione( pg buono) o quella della profanazione(pg cattivo). Nel caso della prima il personaggio non ottiene nessun beneficio, nel caso della seconda l'eroe puo attingere da essere vieventi non senzienti nelle vicinanze per potenziare i suoi incantesimi, ma di certo non sarà mai il migliore amico di nessuno visto che è stato proprio questo utilizzo dell'arcano a distruggere Athas. La magia un po' perchè è stata vietata dai re-stregoni che ne vogliono tenere il monopolio un po' perchè è vista male dai cittadini anthsiani, quando viene lanciata in presenza di estranei deve essere mascherata da potere psionico con una prova di raggirare( figo eh?)

Vengono aggiunte anche 2 nuove razze cioè: il Mul, un mezzo-nano usato per lo più come schiavo grazie alla sua resistenza e alla sua adttibilità; e il thri-keen il simpatico formicone umonoide che per lo più è un predone del deserto un eroe primevo incavolato nero. In compenso Deva,Gnomi e altre razze sono considerate estinte, il giocatore d'accordo con il Dm puo decidere di interpretare una di quste razze come ultimo superstite. Oltre a questo sono state introdotte nuove build: una per il guerriero, cioè il combattenete dell'arena; una per lo sciama, cioè lo sciamano elementale; una per lo psicocombattente, cioè il selvaggio ed una per lo stregone con il nuovo patto del re-stregone (quindi questo pg sarà sicuramente malvagio). C'è anche una paginetta in cui dice che tutti i personaggi di athas nascono con dei doni psionici e che all'inizio della campagna il DM PUO far tirare 1d10 per decidere che potere psionico ha, sono comunque trucchetti del tipo appiccare ad un oggeto il fuoco a patto che non lo stia usando o indossando nessuno, usare le posate con la mente ecc ecc. Le classi divine non esistono poichè non esitono gli dei, o meglio nessuno crede più in alcuna divinità visto che si ritengono abbandonati, un giocatore con l'accordo del DM può comuqnue impersoanare un eroe divino con BG apposito.

Inoltre per personalizzare ancora di più il personaggio sono stati introdotti i temi, che servono ancora di più a personalizzare il personaggio. Infatti un eroe all'inizio della sua avventura PUO scegliere di quale fazione fare parte. Ci sono i templari, che sono le guardie del corpo del restregone; oppure i mercanti; o sennò il gladiatore, un eroe marziale che è riuscito a liberarsi della vita da schiavo nelle arene in qualche modo e ha deciso di andare al'avventura; ci sono i ribelli di cui non mi ricordo il nome dell'organizazzione( non ho il manuale dietro); i predoni delle sabbie; i nobili che sono persone dotate di poteri psionici, il personaggio si potrebbe essere stancato di stare a leccare il **** al re-stregone ed ai suoi templari ed essersela data a gambe in cerca di avventura e così via; poi ci sono altri temi che al momento non mi ricordo. Vengono aggiunti destini epici, leggendari per il tema e per le razze, vengono aggiunti anche nuovi interessanti taleni e nuovi modi per utilizzare le abilità, adatte a questo tipo di ambientazione.

Sono state introdotte nuovi equipaggimenti per vivevre nel deserto, armi ed oggetti magici, considerando che il metallo è una risorsa rarissima, tutte le armi ed armature sono fatte o di legno o di ossidiana o con scaglie/denti/pelli animali, di solito il metallo è usato per gli oggetti magici più potenti, antichi cimeli delle civiltà perdute.

C'è anche una sessione in cui viene dato qualche suggerimento al master su come gestire la campagna nel deserto, per sopravvivere, per gli incontri, per guidare una carovana ecc ecc.

Per mio modesto parere sono rimasto molto soddisfatto da questo acquisto, l'ambientazione è ben fatta e molto divertente( anche se la devo ancora giocare), inoltre permette all'eroe di entrare subito nella storia di Athas già dall'inizio quando sceglie il teme( se vuole sceglierlo), la grafica del libro vale tutti i soldi spesi, secondo me, e dark sun a mio avviso è la migliore ambientazione per D&D 4.0 visto che ebrron mi ha deluso un sacco e Forgotten Realms non mi è mai piaciuta, nemmeno nella 3.5.

Questo è un PG dragonide che ho costruio per divertimento in caso dovessi giocare questa avventura Khayr al-Din.

Voi cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 9
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Sono rimasto anche io affascinato dal mondo di Dark Sun, il manuale oltre ad essere pieno zeppo di spunti ha veramente di tutto! L'unica pecca è l'acquisto quasi obbligato del Bestiario dove sono presenti tutti i Re Stregoni e i png citati nel manuale d'ambientazione. Ti consiglio anche la lettura della Pentalogia del Prisma, se vuoi tuffarti più a fondo in questo mondo desolato, solitario e splendido.

Link to comment
Share on other sites

Appena comperato e sfogliato a grandi linee devo dire che è un ambientazione particolare, un po strana rispetto al "fantasy classico", ma a mio parere davvero ben fatta. Ero un po perplesso quando abbiamo deciso di comperarla ma devo dire che ne sono rimasto ben impressionato e inizieremo a usarla a breve... Devo ancora capire bene come funziona la sopravvivenza nel deserto e come gestirla. L'idea dei re-stregoni è semplicemente fantastica e da spazio a milioni di possibilita

Link to comment
Share on other sites

Appena comperato e sfogliato a grandi linee devo dire che è un ambientazione particolare, un po strana rispetto al "fantasy classico", ma a mio parere davvero ben fatta.
Finalmente direi.

La sopravvivenza nel deserto non è difficle da capire leggiti per bene l'ultimo capitolo( mi sebra) e vedrai che sarà tutto più chiaro.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Un appunto veloce: è il warlock che ha il patto del re-stregone, non lo stregone.

Poi, per quanto riguarda le considerazioni personali, Dark Sun è una bellissima ambientazione e i motivi per comprarla sono:

1) nella 4a è stata resa molto bene.

2) presenta opzioni interessanti anche per una campagna homebrew (qualche tema & background, il guerriero dell'arena, lo sciamano elementale, lo psicocombattente selvaggio)

3) è l'esempio sommo (IMHO) della coesione che dovrebbe esserci tra regole ed ambientazione.

4) Ho recentemente iniziato una campagna con il mio gruppo e devo dire che lascia davvero la sensazione che i pg stiano sempre lì lì per esser seccati da un mostro, da un templare o semplicemente dal deserto. Ergo, se siete master sadici godrete, se siete giocatori a cui piacciono le sfide impossibili, pure di più.

Personalmente, ho letto la Pentalogia del Prisma (i romanzi) e non è che mi abbia fatto impazzire (ma mi ha comunque dato un background generale). La consiglio a chi di Dark Sun non sa niente, anche se il manuale di suo dovrebbe esser sufficiente (o al limite leggetevi qualche riassunto su internet).

Fonti migliori a cui ispirarsi possono essere film/libri/serie ambientate su Dune (che è scifi, ma concettualmente molto simile), e -non saprei- qualche libro/film ambientato nel deserto, giusto per farvi un'idea di come gestire i viaggi tra città a città.

Per il resto, è un'ambientazione unica ed originale, con cui (DM permettendo) si possono creare campagne così interessanti da ammaliare anche il più anti-4th del gruppo.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By supremenerd88
      Sto riprendendo a giocare ai gdr ed avendo parlato un po' con i nuovi (vecchi) compagni di avventura si sta discutendo animatamente su quale GDR usare.
      Guardando un po' di video su youtube e leggendo qua e la, praticamente ogni "confronto" per i giochi della d20 system è:
      D&D 3.5 vs 5e D&D 3.5 vs Pathfinder D&D 5e vs Pathfinder Pathfinder vs Pathfinder 2e Personalmente D&D 4 mi piaceva! certo, era più un board game che un GDR ma veramente NULLA ti impediva di fare GDR, se non la capacità limitata degli incantatori (cosa che per altro non reputo così disdicevole e che comunque era facilmente bypassabile con delle pergamene/oggetti magici vari).
      Sembra che sia impensabile nel 2021 giocare a D&D 4... io personalmente non sono d'accordo e lo reputo estremamente godibile specie per quelle compagnie di giocatori occasionali che non vogliono per forza arrivare ad ottimizzare ogni singolo aspetto di un personaggio per poterlo giocare.
      Sono curioso di conoscere altri pareri! 😉
    • By Knefröd
      Come da titolo cerco tre o quattro giocatori per giocare a Dungeons and Dragons 4a edizione. Ho letto da poco i manuali e, nonostante sia considerato gioco controverso, l'ho trovato interessante, quindi mi piacerebbe provarlo.
      Vorrei ambientare la campagna nella Valle del Nentir, un setting leggero e personalizzabile presentato nella Guida del DM della 4a edizione. L'ambientazione lascia molti spazi bianchi che il gruppo può riempire con cose d'interesse per i giocatori ed il master. Pensavo di generare una sandbox in base ai personaggi presentati lasciando un po' di autorità creativa ai giocatori.
      Mi piacerebbe trovare giocatori proattivi ed interessati al gioco proposto. Sarebbe bello che i giocatori definissero un gruppo con degli obiettivi ed un concetto e che scrivessero dei brevi legami tra i propri giocatori. Per i background mi bastano un paio di righe: più che il passato del personaggio mi interessa quello che succede in gioco.
      La frequenza del PbF è 1 post al giorno salvo imprevisti. Peri manuali direi di rimanere sul PHB1 per semplicità ma accetto reskin meccanici di ogni genere. Per altre informazioni non esitate a chiedere!
      Ho già un giocatore interessato: @HamokRaion; inoltre taggo @Lucane, @SamPey, @Pentolino e @shadow66 con i quali mi sto trovando molto bene in un altro PbF, in caso fossero interessati.
    • By MasterX
      qualcuno di voi ha per caso qualche manuale in pdf di D&D 4.0 da condividere? mi interessa molto ed ero curioso di leggere i manuali per vedere, regole e mostri.
    • By Alonewolf87
      All'inizio di questo anno abbiamo dato l'addio definitivo a D&D 4E con la chiusura di D&D Insider.
       
      Articolo di J.R. Zambrano del 20 Dicembre 2019
      Il 01 Gennaio 2020 ha segnato la fine di un'era. Per molte ragioni visto che ha indicato la fine dei nuovi anni '10 e l'inizio di un periodo importante per la vita di tutti quanti, un periodo in cui le azioni di tutti noi saranno ancora più importanti che mai, ma non è di questo che sono qui a parlarvi. Il 01 Gennaio 2020 ha segnato anche la fine definitiva di D&D 4E.

      D&D 4E è una edizione su cui molte persone hanno delle opinioni forti. Per alcuni è ciò che D&D ha prodotto di meglio ed è un gioco che sarebbe dovuto rimanere più a lungo in circolazione, invece di fare spazio a quella versione diluita e per bambini che è D&D 5E. Per altri è la letterale incarnazione del male, strisciata fuori dalle profondità degli inferi per mangiarsi tutti i vostri snack e regalare i diritti di tutti i vostri cartoni preferiti dell'infanzia a Michael Bay. Per molti altri di noi D&D 4E è ciò che ha salvato D&D ed è direttamente responsabile per l'enorme successo di D&D 5E.
      Senza D&D 4E non avremmo avuto molte delle innovazioni che hanno reso D&D 5E la versione più popolare di D&D di sempre, nè potremmo goderci questa epoca d'oro ludica, che ora si sta diffondendo capillarmente anche grazie a podcast e show di giochi in diretta (cosa iniziata ai tempi di D&D 4E). Certo, D&D 4E è l'edizione che ha fatto abbandonare a molti giocatorii D&D, aprendo la strada al breve dominio di Pathfinder (e alla sua strada verso una Seconda Edizione), ma penso che sia un dato significativo riguardo alla qualità di un gioco il fatto che ci fossero ancora persone che si stavano iscrivendo a D&D Insider (il set di strumenti digitali obbligatorio per la 4E) ancora nel 2017. Stava ancora uscendo del nuovo materiale nove anni dopo l'uscita del gioco e tre anni dopo l'inizio della 5E.

      Per le persone là fuori che stavano ancora giocando a D&D 4E era evidentemente il tipo giusto di D&D per loro. Solo che dal 01 Gennaio anche l'ultimo mezzo di supporto ufficiale per la 4E è svanito, visto che sono stati chiusi i server di D&D Insider (anche detto DDI).
      Se non avete mai giocato a D&D 4E vi siete persi la gioia di consultare quattordici differenti manuali per creare un personaggio...a meno che non steste giocando a Pathfinder. In ogni caso DDI era un compendio digitale di tutte le risorse per la creazione dei personaggi. Includeva tutto ciò che vi poteva servire: razze, classi, poteri, oggetti magici e così via.
      DDI si basava anche sul (all'epoca in cui era stato lanciato) nuovo programma Microsoft Silverlight, destinato a durare a lungo. Ma così come per Java e Flash al giorno d'oggi le applicazioni basate su Silverlight stanno svanendo. E ora che Microsoft non supporta più Silverlight DDI è diventato inaccessibile.

      Se eravate uno dei coraggiosi che stavano ancora giocando alla 4E spero che siate riusciti a salvare i vostri personaggi esportandoli fuori da DDI prima della chiusura dell'applicazione.
      Che i trucchetti a volontà e i riposi brevi possano rimanere nelle vostre avventure ad imperitura memoria della 4E. Condividete con noi nei commenti le vostre riflessioni e ricordi di questa edizione.
      Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/12/dd-fourth-editions-final-farewell.html
      Visualizza articolo completo
    • By Alonewolf87
      Articolo di J.R. Zambrano del 20 Dicembre 2019
      Il 01 Gennaio 2020 ha segnato la fine di un'era. Per molte ragioni visto che ha indicato la fine dei nuovi anni '10 e l'inizio di un periodo importante per la vita di tutti quanti, un periodo in cui le azioni di tutti noi saranno ancora più importanti che mai, ma non è di questo che sono qui a parlarvi. Il 01 Gennaio 2020 ha segnato anche la fine definitiva di D&D 4E.

      D&D 4E è una edizione su cui molte persone hanno delle opinioni forti. Per alcuni è ciò che D&D ha prodotto di meglio ed è un gioco che sarebbe dovuto rimanere più a lungo in circolazione, invece di fare spazio a quella versione diluita e per bambini che è D&D 5E. Per altri è la letterale incarnazione del male, strisciata fuori dalle profondità degli inferi per mangiarsi tutti i vostri snack e regalare i diritti di tutti i vostri cartoni preferiti dell'infanzia a Michael Bay. Per molti altri di noi D&D 4E è ciò che ha salvato D&D ed è direttamente responsabile per l'enorme successo di D&D 5E.
      Senza D&D 4E non avremmo avuto molte delle innovazioni che hanno reso D&D 5E la versione più popolare di D&D di sempre, nè potremmo goderci questa epoca d'oro ludica, che ora si sta diffondendo capillarmente anche grazie a podcast e show di giochi in diretta (cosa iniziata ai tempi di D&D 4E). Certo, D&D 4E è l'edizione che ha fatto abbandonare a molti giocatorii D&D, aprendo la strada al breve dominio di Pathfinder (e alla sua strada verso una Seconda Edizione), ma penso che sia un dato significativo riguardo alla qualità di un gioco il fatto che ci fossero ancora persone che si stavano iscrivendo a D&D Insider (il set di strumenti digitali obbligatorio per la 4E) ancora nel 2017. Stava ancora uscendo del nuovo materiale nove anni dopo l'uscita del gioco e tre anni dopo l'inizio della 5E.

      Per le persone là fuori che stavano ancora giocando a D&D 4E era evidentemente il tipo giusto di D&D per loro. Solo che dal 01 Gennaio anche l'ultimo mezzo di supporto ufficiale per la 4E è svanito, visto che sono stati chiusi i server di D&D Insider (anche detto DDI).
      Se non avete mai giocato a D&D 4E vi siete persi la gioia di consultare quattordici differenti manuali per creare un personaggio...a meno che non steste giocando a Pathfinder. In ogni caso DDI era un compendio digitale di tutte le risorse per la creazione dei personaggi. Includeva tutto ciò che vi poteva servire: razze, classi, poteri, oggetti magici e così via.
      DDI si basava anche sul (all'epoca in cui era stato lanciato) nuovo programma Microsoft Silverlight, destinato a durare a lungo. Ma così come per Java e Flash al giorno d'oggi le applicazioni basate su Silverlight stanno svanendo. E ora che Microsoft non supporta più Silverlight DDI è diventato inaccessibile.

      Se eravate uno dei coraggiosi che stavano ancora giocando alla 4E spero che siate riusciti a salvare i vostri personaggi esportandoli fuori da DDI prima della chiusura dell'applicazione.
      Che i trucchetti a volontà e i riposi brevi possano rimanere nelle vostre avventure ad imperitura memoria della 4E. Condividete con noi nei commenti le vostre riflessioni e ricordi di questa edizione.
      Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/12/dd-fourth-editions-final-farewell.html
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.