Jump to content

khandra

Circolo degli Antichi
  • Posts

    698
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

khandra last won the day on April 26 2010

khandra had the most liked content!

About khandra

  • Birthday 07/14/1976

Profile Information

  • Location
    Altrove
  • GdR preferiti
    dnd, Cyberpunk, Vampiri

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

khandra's Achievements

Anziano

Anziano (10/15)

  • First Post
  • Collaborator
  • Posting Machine Rare
  • Conversation Starter
  • Week One Done

Recent Badges

7

Reputation

  1. A me piacerebbe pensarla come te, Fenna, e tu lo si bene mi piacciono molto le innovazioni che ho visto nel gdr (ee se lo dico io che praticamente vivo nella tana del demonio ) e vorrei avere più tempo per provare tutto il provabile o almeno per leggerlo. Ho però la sensazione che i giochi più innovativi siano una nicchia nella nicchia. Mi domando se un gioco come AiPS (il gioco che credo di citare più di tutti ) abbia davvero attirato qualcuno di più verso il gdr: sono davvero questi giochi il futuro del gdr? Aiuteranno a superare l'impasse di gioco di ruolo = dnd = nerd? In tutto questo, forse, sto facendo una assunzione che non è detto sia vera: è necessario aumentare il target di persone interessate al gdr. In effetti ssere presenti in una nicchia di mercato non è sbagliato se quella nicchia è redditizia, no? Mah. PS: grazie per il bentornata!
  2. Ho letto le 5 pagine di questa discussione di un fiato, quindi mi scuso se mi sono persa delle sottigliezze della discussione. E' un topic che mi sta molto a cuore perchè il gdr è stato ed è tutt'ora una parte significativa della mia vita e lo trovo per me più sano di molti altri passatempi. Concordo con chi dice che questo topic che parla del futuro di dnd, parla di fatto del futuro del gdr, essendo dnd un marchio traino per questo tipo di giochi. E' sicuramente vero che i concorrenti del gdr sono tanti anzi tantissimi e continuano a crescere. La fama di nerd che circonda il giocatore di ruolo (ancora viva e radicata, almeno nella mia esperienza) non contribuisce certo a far avvicinare le masse a questo gioco. Però nella mia limitata esperienza personale è sempre stato così, non mi pare che 5, 10 o 15 anni fa ci fosse chissà quale boom e nei salotti che contano ci fossero scatole di giochi di ruolo in esposizione nella vetrinetta. A me pare che sia sempre stato un gioco di super-nicchia, poco compreso e apprezzato da chi non lo conosce. La differenza con i giochi da tavolo è lampante, secondo me. Il gioco da travolo ha questa aura di politicamente corretto ("i bambini imparano a giocare, a confrontarsi, a usare la logica") che presenta molto meglio. Negli anni di internet gli appassionati di gdr hanno potuto incontrarsi più facilmente, ma da li a dire che c'è stata un proliferazione di giocatori non mi spingerei. Di qui la mia domanda: non è che questa crisi del gdr ci sta dicendo semplicemente che non c'è stato il boom desiderato da chi ha investito in questo settore? Penso che - anche avendo i dati forniti dalle case editrici di gdr - non sia così facile distinguere se si tratta di crisi o di aspettative troppo ambiziose. Per quanto riguarda il numero di fiere a tema, secondo me la diminuzione di queste non è di per sé negativa, anzi. Nel 2006 ho partecipato davvero a un sacco di convention: ho avuto la sensazione che ogni comune d'italia e ogni negozio di gdr avesse stanziato un budget per la propria convention. Poi però la gente a frequentarle era sempre quella: io vengo da te se tu passi da me Questa non è divulgazione o tentativo di allargare il bacino di giocatori. forse non è neppure un tentativo di dare un punto di incontro agli attuali giocatori. Per questo motivo non vedo come negativo il fatto che ci sia una sorta di "scrematura" di questo tipo di eventi: meglio pochi, ma buoni secondo me, soprattutto in un settore in cui il volontariato impazza.
  3. Ciao cara Khandra. Devo chiederti un grosso favore. Puoi rimuovere il dowload dell'e-book di Drak'kast? è per questioni editoriali. http://www.dndworld.it/_dndworld/index.php?option=com_content&task=view&id=930&Itemid=2 Grazie carissima. Fammi sapere. Fabrizio Wylvar

  4. io sarei interessato :D xD magari aprendo un nuovo concorso, si riverseranno nuovi interessati

  5. Non che io sappia, però se ci fossero un po' di utenti interessati perchè no?

  6. Ciao Khandra, volevo chiedere... rispolveravo oggi vecchie discussioni sul forum, e ho notato il concorso "la penna dell'eroe". Ce ne saranno altri per caso di concorsi del genere?

  7. ciao, senti aza mi chiede lumi sulla copertina di Tolman per l'avventura, Tolman mi chiede lumi sulle decisioni prese dagli autori dell'avventura... puoi sbloccare la cosa?

  8. In ritardo, auguri di buon compleanno!

  9. Auguri! Ciao! :bye:

  10. Tanti auguri!! ^^

  11. Alla WotC fanno riferimento proprio alla prima edizione per introdurre la nuova linea Essentials, una sorta di ritorno alle origini. In particolare, ritengo sicuramente una premessa interessante questa frase: “If you bought a new boardgame, you’d probably be surprised to find that it lacked a number of important components needed to play. It would be irritating to buy Axis & Allies only to find that you need to make or find your own miniature tanks and ships to go with it. You paid good money for the game, and you wanted a complete package.” “Se comprassi un gioco da tavolo, saresti probabilmente sorpreso di scoprire che gli mancano un buon numero di componenti necessari per giocare. Sarebbe irritante comprare Axis & Allies e scoprire che devi costruirti o trovare carri armati e navi in miniatura per giocare. Hai speso una bella cifra per il gioco, e vuoi un pacchetto completo.” La filosofia è condivisibile: compro un gioco, spendo soldi, quindi voglio avere tutto quello che mi serve per giocare. I cambiamenti, però, non riguardano solo l’estetica: si parla anche di un ridisegno delle classi e delle razze esistenti e forse è proprio questo il punto più caldo. Infatti la WotC si è premunita di sottolineare in tutti i modi possibili che i cambiamenti presentati in questi nuovi manuali non sostituiscono le attuali razze e classi, ma sono solo opzioni addizionali. Gli Essentials includono manuali per i giocatori e per il DM, mappe, dadi e token molto simili a quelli dei vecchi set di D&D. “As we moved forward with 4th edition, it became increasingly clear that we could produce classes with different rates of class feature and power acquisition without harming the game." “Man mano che procedevamo con la 4° edizione, è diventato via via più chiaro che potevamo produrre classi con differenti livelli di tratti e acquisizione dei poteri senza danneggiare il gioco” Un cambiamento notevole si ha nelle classi dei personaggi. I nuovi libri conterranno versioni “alternative” di ciascuna classe base, ma che sono perfettamente compatibili con i personaggi esistenti. Alcune classi hanno perso i propri poteri giornalieri, per esempio; gli incantesimi a incontro dei maghi hanno ora effetti quando mancano e alcune classi hanno meccaniche differenti che presentano un diverso funzionamento. Un po’ come accaduto per gli psionici, comparsi nel Manuale del Giocatore 3. Comunque, anche se le nuove versioni delle razze e delle classi possono essere differenti da quello a cui eravamo abituati, WotC insiste nel dire che si tratta di aggiunte, non di sostituzioni; "This point bears repeating—Aside from rules updates and changes to one category of wizard spells, the character you are playing today does not change in any major way. It was crucial to us that someone playing a dwarf fighter today didn’t need to rebuild that character once the Essentials products were released." “Vale la pena ripetere questo punto. A parte gli aggiornamenti delle regole e i cambiamenti ad una categoria di incantesimi dei maghi, il personaggio che giochi oggi non subisce grandi cambiamenti. È stato fondamentale per noi riuscire a consentire a chi oggi gioca un nano guerriero di non dover rifare il personaggio dopo l’uscita degli Essentials.” Uno dei motivi dichiarati di queste modifiche è quello di semplificare il gioco per poter creare (e sottolineo la possibilità, non l’obbligo) delle classi più semplici da giocare. Ecco come si presentano i D&D Essentials, divisi in tre categorie. I prodotti Essentials per giocatori e Dungeon Master: Dungeons & Dragons Fantasy Roleplaying Game. Questa scatola di base contiene tutto ciò che è necessario ad un gruppo di giocatori per iniziare a giocare: regole, dadi, mappe, token e avventure che portano i personaggi dal 1° al 2° livello. Dungeons & Dragons Rules Compendium. Questo libro contiene raggruppate tutte le regole del gioco , dado la possibilità di fare una campagna dal 1° al 30° livello. Dungeons & Dragons Roleplaying Game Dice. D&D richiede un set di dadi speciale. Prendi set extra di dadi in modo che ogni giocatore ne abbia uno. I prodotti Essentials per giocatori: Heroes of the Fallen Lands: Create and Play Clerics, Fighters, Rogues, and Wizards. Questo manuale del giocatore descrive gli elementi essenziali del gioco dal punto di vista del giocatore. Contiene le classi di Chierico, Guerriero, Ladro e Mago e le razze di nano, eladrin, elfo, halfling e umano. Heroes of the Forgotten Kingdoms: Create and Play Druids, Paladins, Rangers, and Warlocks. Questo manuale del giocatore descrive gli elementi essenziali del gioco dal punto di vista del giocatore. Contiene le classi di Druido, Paladino, Ranger e Warlock e le razze dragonide, drow, mezz’elfo, mezz’orco e tiefling. I prodotti Essentials per Dungeon Master: Dungeon Master Kit. Qeusto prodotto contiene regole, suggerimenti, avvneture, mappe, token e uno schermo del Master per migliorare il livello delle tue campagne in corso. Monster Vault: Iconic Creatures for All Campaigns. Questo manuale contiene un elenco di mostri che possono essere utilizzati dal 1° al 30° livello. Ci sono anche i token dei mostri e una avventura. Dungeon Tiles Master Sets. Questo set di dungeon tiles (coposto dai set The Dungeon, The City e The Wilderness) ti consente di creare le aree degli incontri per tutte le avventure. È da usare con i token di gioco e con le miniature. Le citazioni di questo articolo sono state prese da questa pagina della WotC: http://wizards.com/dnd/Article.aspx?x=dnd/drfe/20100706
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.