Jump to content

Amrod Oronar

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    159
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

5 Coboldo

About Amrod Oronar

  • Rank
    Apprendista
  • Birthday 08/10/1983

Profile Information

  • Location
    Novara
  • GdR preferiti
    D&D
  • Occupazione
    Infermiere
  • Interessi
    D&D, Magic, e altri ancora
  • Biografia
    neofita dei giochi di ruolo
  1. Riprendo questo post poichè sto cercando di elaborare un sistema simile e, dal momento che non riesco a mettere le mani su arcani rivelati, ho provato ad aguzzare l'ingegno. Ovviamente questo metodo potenzia notevolmente i maghi a discapito degli stregoni e per ribilanciare la cosa mi domandavo se fosse possibile limitarsi ad aumentare il numero dei punti magia a disposizione dei secondi o diminuire i costi degli incantesimi... Ad esempio se gli stregoni usassero punti magia pari alla metà del livello degll'incantesimo ne avrebbero un numero molto maggiore. Gli stregoni avrebbero quindi una minore scelta ma un numero maggiore di incantesimi al giorno. Cosa ne pensate? e soprattutto, come pensate si potrebbe bilanciare la cosa? Grazie in anticipo per i vostri pareri
  2. L'ambientazione sarebbe totalmente inventata, non una "pregenerata" per PF, ma non avendo ben chiaro come fare volevo sapere se vi erano delle "regole" prestabilite. Per entrare nello specifico mettereste un livello minimo? necessità di avere seguaci? insomma come regolereste la cosa?
  3. Salve a tutti. Mi domandavo (e di conseguenza giro la domanda a voi più esperti) se ci fosse una via "ufficiale" per diventare una divinità. Quale sarebbe l'iter da seguire per diventare Dei? Nel caso non esistesse una vera e propria guida per l'ascesa alla divinità, quale sarebbe il metodo con la quale fareste diventare dei PG divinità? Il fatto è che sta prendendo forma dentro di mè un'idea malsana, una campagna in cui non vi è più magia (o per lo meno è molto limitata). Tuttavia la scomparsa della magia fa si che il mondo sia allo sbando, il clima incontrollabile e il caos regni sovrano. L'equilibrio e la magia possono essere ristabiliti nel mondo occupando i posti delle divinità scomparse in qualche modo misterioso. Partendo da livelli medio/bassi, i PG dovrebbero scoprire cosa succede nel mondo, capire che il tutto è collegato alla sparizione della magia, scoprire come ripristinarla e in fine riuscirci salendo via via di livello e coprendo i "passi" per salire la scalinata per la divinità... Vi pare una cosa improponibile?
  4. Mi fa piacere per i tuoi giocatori. Il problema invece è che mi dai del bambino capriccioso di 10 anni presumendo che io abbia fatto lunghe e continuate lamentele, picchiando i pugni sul tavolo e piangendo perchè il papà master non mi comprava la spada in wyroot. Le mie lamentele si sono limitate a: "Mi pare una *********, i gladi (non so se il plurale sia corretto scritto in questo modo) romani avevano l'impugnatura in legno (e sono considerati delle spade) così come molti coltelli e pugnali, comunque sei il capo." Il discorso non è più stato riaperto, il tutto è una pippa mentale mia, e alla prima occasione mi limiterò a esporre le mie motivazioni così come le ho esposte sul forum senza pretendere di ottenere alcun regalo. Non sono di madre lingua inglese e per sapere per cosa viene usato un termine, non avendo mai visto un dizionario Pathfinder-Italiano Italiano-Pathfinder mi sono messo alla ricerca su internet, non su google immagini come hanno fatto altri ma cercando l'etimologia della parola. e per haft ho trovato che è un "sinonimo" di hilt (come si vede nel link che ho postato prima), mentre per intendere quello che intendete voi si usa shaft. Se esiste nel manuale un punto in cui viene detto che per le spade si usa hilt e non haft mi potreste indicare dove? Il master ha il compito di fare divertire i soui giocatori, non deve essere un dittatore, deve cercare di inserire i desideri dei giocatori nel suo mondo, magari cercando soluzioni alternative, ad esempio non avrei posto obbiezioni se mi avesse detto che siccome il legno è poco devo mettere un Wyroot che possa assorbire 3 punti vita per avere solo un arcane point (moltiplicando non poco i costi). O che mi avesse detto che avrei dovuto farmi costruire una spada con un manico molto più lungo del normale magari ricadendo nel campo delle spade bastarde (con ulteriore talento da prendere). La risposta "no perchè è sgravo" è una risposta dal mio punto di vista inaccettabile Ripeto, il tutto è una pippa mentale mia e non è fatto al fine di ricavarne un particolare vantaggio che trasforma il mio PG in un dio che cammina tra i mortali. Non so dove ci porterà la campagna e non sto cercando di ottenere nessun vantaggio particolare. Ritengo invece che chi fa i manuali non sia un ciula qualunque e che se non viene considerato sbilanciante da loro non vedo perchè dovrebbe considerarlo il master. E' vero che paradossalmente si potrebbe avere una minaccia di critico 15-20 ma è anche vero che per averlo devi spenderci un talento o soldi o incantesimi che altrimenti potresti usare per cose molto più utili e che il master può aggirare facilmente il problema con una miriade di mostri che non subiscono critici, dai non morti alle piante passando per gli stormi.
  5. Giusto per puntualizzare il mio non è un voler cavillare per trarre un vantaggio. Spoiler: Inizio rispondendo direttamente ad alcuni dei post precedenti: Anche io ho fatto il master per diverso tempo (anche se non posso vantare di aver raggiunto il quarto di secolo di esperienza) e non sono certo il giocatore che cerca cavilli per trovare il vantaggio (anzi il più delle volte faccio personaggi ben lontani dall'ottimizzazione per andare dietro ad un background che mi aggrada). Il wyroot parla di Haft e il termine haft, come ho già detto è comunemente usato per indicare il manico di una spada Sinceramente compiango i giocatori di chi ha citato "la roccia di 10 tonnellate che frana sul loro spazio di 1,5m X 1,5m" alla quale per fortuna nessuno dei miei compagni di avventura è mai arrivato. Detto questo proseguo col provare ad esprimere il mio punto di vista per paura di non essermi fatto capire: Ripeto che ho mio malgrado accantonato l'idea di fare ciò che stavo pensando di fare, per cui la mia è una pura ricerca della "correttezza" se mi passate il termine. Al fine di togliere i dubbi sul fatto che faccio questa discussione al fine di avere un PG power play vi informo che ho scelto un'archetipo che di base ha arcane point pari a 1/3 del suo livello (anzichè metà) più il modificatore di INT, quindi meno di un Magus base e che per back ground è stato più volte scambiato per pazzo poichè "parla da solo" (con la sua spada, che non è quella col Wyroot), il chè giustifica il basso carisma e il caratteraccio del PG con le relative difficoltà che comporta. Tornando al nocciolo del problema, se una cosa è fattibile per regolamento, trovo scorretto negarla se non per motivi legati alla trama. Se il Wyroot non fosse presente nel mondo ideato dal master non avrei alcun problema, se invece lui lo ritiene "sgravo" o "squilibrante" solo se usato in determinate condizioni non mi pare corretto. Per fare un paragone con il tanto citato Attacco poderoso, sarebbe come dire che non è concesso a meno che non si usi una classe che non se ne fa niente perchè se no è sbilanciante. Ripropongo qui alcuni utilizzi del Wyroot che ho trovato su altri forum (tra cui quello della paizo): - L'arma più blasonata è la frusta (come seconda scelta un altra arma con portata), così da sfruttare il maggior numero di attacchi di opportunità possibili. - Il secondo utilizzo prevede una qualunque arma che verrebbe utilizzata per infliggere il colpo di grazia a tutte le vittime cadute prive di coscenza al termine dello scontro (essendo un colpo di grazia è un critico automatico e attiverebbe il potere del materiale). - Alternativamente c'è la soluzione della spada fatta interamente del suddetto materiale con permanente l'incantesimo "Legno di ferro" che è il metodo che credo che adotterò io più avanti nel tempo sempre che il master non lo ritenga troppo "sbilanciante". A parer mio il ruolo del Master è quello di far giocare i propri giocatori e di cercare il modo di inserire le idee dei giocatori nel proprio mondo. Questo modo di limitare il gioco non mi pare molto in linea con quello che viene decantato come il "buon master". Come se non bastasse fino ad ora siamo stati completamente derubati da non morti non meglio identificati e nelle prime due sessioni di gioco abbiamo incontrato solo ed esclusivamente non morti il chè vanifica completamente il potere del Wyroot.
  6. Partendo che il mio master non ha proibito il materiale in questione (se lo avesse fatto non mi sarei mai posto il problema) rimango sorpreso di sentire così tante voci che "consigliano" di scostarsi dal manuale per andare dietro al parere del master. So perfettamente che l'ultima parola ce l'ha lui ma se domani si sveglia e decide una cosa che va in disaccordo col regolamento mi pare normale farlo notare e, se necessario, "protestare"... In oltre sono colpito da quanti facciano differenza tra impugnatura o semplice rivestimento dell'anima di metallo della spada. Per mè un manico è un manico. Comunque ho capito come gira la faccenda, grazie mille e alla prossima!
  7. devo ammettere che speravo in una maggiore risposta al mio post... Non ho capito se mad master desse ragione alla mia teoria o meno ma resta insospeso la mia domanda, cosa posso fare per "convincere" il mio master?
  8. Salve a tutti, premetto che ho provato a fare una ricerca sull'argomento ma, sia che sia io un rimbambito, sia che non funzioni alla perfezione la ricerca, non ho trovato la risposta al mio dilemma. Il mio master sostiene che le armi fattibili in Wyroot siano solo quelle con l'intero corpo di legno (randelli, bastoni, ecc.) o quelle con la maggior parte del corpo in legno (picche, lance, asce, martelli, ecc.). Insomma, parole sue, per armi di legno si possono considerare solo quelle col critico x3. Io da buon rompiballe sono andato a rivedermi la descrizione in inglese del materiale e resto della mia idea che niente nella descrizione escluda di farsi una spada con il manico in Wyroot. Anzi sono andato a vedermi il significato del termine "haft" e mi indica proprio il manico di un arma o di un oggetto (http://http://www.merriam-webster.com/dictionary/haft). Non contento sono andato a vedere altrove e trovo che è proprio il manico di una spada (http://en.wikipedia.org/wiki/Haft). Giungendo infine al motivo del mio post, vorrei sapere se secondo voi è possibile usare il Wyroot per fare l'impugnatura di una spada, di un kukri o di qualsiasi altra arma similare? Chi ha ragione tra mè e il mio master? e nel caso diate ragione a mè, come potrei portare avanti la mia tesi?
  9. Vi ringrazio per la rapidità, al di là dell'errore di traduzione che avevamo già notato e corretto, il problema era sul talento bonus del 4° livello... avete risposto in maniera esauriente e più rapidamente di quanto mi aspettassi, per tanto ancora grazie!!!
  10. Scusate... Nel mio gruppo è sorta una piccola diatriba riguardanti i talenti del guerriero... Cito il regolamento: Lo stesso regolamento dice poche righe più sotto (3 righe): Ora... A mè il problema sembra inesistente perchè il regolamento mi sembra CHIARO... tuttavia alcuni giocatori sostengono che al 4° livello, e ogni 4 livelli, il guerriero di fatto NON guadagni il talento bonus ma che al limite ne può sostituire uno che ha gia... Togliendo il fatto che questa interpretazione vuol dire che il regolamento si contraddice in meno di 10 righe, a mè sembra chiaro che il talento "perso" sia quello che si va a sostituire e che non centra niente con quello guadagnato... Onde sfatare ogni dubbio voi, esperti del settore, potete darci il vostro parere? Nel frattempo ringrazio chi vorrà risolvere questo mio quesito...
  11. Si scusate per la fretta non ho riletto e ho scritto una baggianata... Era quello che intendevo!!! Ancora grazie!!!
  12. Grazie mille per la celerità della risposta... A presto!
  13. Salve a tutti, Un dubbio atroce mi assale... Dunque ricorro a voi esperti per fugare ogni sorta di errore... Un mio Giocatore (elfo-mago) ha deciso di diventare Lich... Il dubbio consiste nel calcolo dei PF, ovvero, passa dal d4 al d12 ma la costituzione diventa 0... Ora mi ritrovo col problema che avendo fatto una carriera da mago (quindi col d4), una volta tolti i PF dati dalla costituzione si ritrova con uno sputo di PF... Per caso bisogna ritirare tutti i DV col d12 o un Lich, essendo il cambio di Cos retroattiva, avrà una discreta quantità di PF solo se nasce già così???
  14. Infatti quelli che farei io non sono gli originali, benchè si rifacciano ad essi, il loro scopo è differente... Non lo sterminio incondizionato di ogni forma di vita ma solo degli indegni... Infatti sto cercando di trovare la quadratura del cerchio sfruttando entrambi i forum...
  15. Il mondo che pensavo di creare è un mondo dove la corruzzione e la depravazione la fanno da padroni... dove chi sembra buono il più delle volte è malvagio e solo più bravo a fingere... Bhè diciamo che sono una sorta di soluzione estrema, anzi proprio le divinità buone li hanno creati per evitare il completo decadimento del mondo... E' il primcipio con cui si pengono i pozzi petroliferi in fiamme... con una fiammata più intensa che consuma tutto l'ossigeno!!! Combattere il male con un male peggiore se mi passate il termine
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.