Jump to content

DaoSeeker

Circolo degli Antichi
  • Posts

    295
  • Joined

  • Last visited

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Forlì-Cesena
  • GdR preferiti
    D&D 3.5
  • Occupazione
    Lavoratore
  • Interessi
    Anime, manga, letteratura fantasy, D&D e giochi da tavolo.

Recent Profile Visitors

672 profile views

DaoSeeker's Achievements

Campione

Campione (8/15)

  • Conversation Starter
  • One Year In
  • Dedicated Rare
  • First Post
  • Collaborator

Recent Badges

0

Reputation

  1. Maxillium Nairdal "Hmpf... Unico risvolto positivo della situazione finora…"sbuffò cupamente il cacciatore quando vide il Bastone della Rovina venire distrutto tra lampi di luce ed energia. La situazione rimaneva comunque altamente critica.
  2. Maxillium Nairdal La situazione precipitò bruscamente con la dipartita di Celeste, alla quale Maxillium assistette attonito "Dannazione... Dannazione!" cominciò ad imprecare il cacciatore. L'eroina che aveva salvato la pelle ai Guardiani in innumerevoli occasioni era caduta improvvisamente, rendendo la situazione più pericolosa che mai. Solo il messaggio di Osymannoch riuscì a riportare la lucidità nella mente dell'uomo, che scosse vigorosamente la testa e si concentrò sulla sfida davanti a loro.
  3. Maxillium Nairdal "Cominciamo bene..." borbottò cupamente il cacciatore quando i sottoposti di Tarzi furono carbonizzati dall'entrata in campo dello Scaldri. Seguendo il consiglio di Celeste, Maxillium si concentrò per allineare le sue energie magiche all'elemento freddo con un sospiro demoralizzato, e cominciò a scagliare i primi incantesimi "Sarà uno scontro lungo..."
  4. Maxillium Nairdal Quando la sentenza fu pronunciata il cacciatore non fece altro che una smorfia disgustata per poi girare i tacchi e andarsene, non degnando di uno sguardo il resto dei membri dell'Assemblea "Bah! Degli innocenti ci rimettono la vita e i loro assassini se la cavano con una multa... Riprovevole..." borbottò tra sè e sè mentre si allontanava a grandi passi. Quando arrivò il momento di partire accolse con un cenno del capo i membri della Trenodia, prima di sistemarsi l'equipaggiamento e dare l'assenso per l'inizio dello scontro.
  5. Maxillium Nairdal Il cacciatore usò ogni singolo frammento della sua forza di volontà per non rispondere alle parole del Seguito con una scarica di energia magica diretti ad ognuno di loro, e per fortuna (o sfortuna, dipende dai punti di vista) ci riuscì. "Spero vivamente che vi rendiate conto il prima possibile di quanto siano inaffidabili questi esseri. Aspetteremo il vostro riscontro." rispose con voce gelida a Fnut, prima di girare i tacchi e cominciare ad organizzare il trasferimento. Presto venne raggiunto dal resto dei Guardiani e ne approfittò per aggiornarli sulla situazione "Nessuno si è espresso particolarmente a riguardo. Fnut vuole aspettare che Ao e Jasmeera tornino per consultarsi tutti assieme. L'unica cosa è che al Seguito è stato proibito di lasciare il Teschio finché non si sarà risolta la situazione. La Legione si è offerta di scambiare il loro luogo di residenza con il nostro, per evitare eventuali screzi, poi vedremo cosa succederà." concluse scrollando le spalle.
  6. Maxillium Nairdal "È successo-" cominciò ringhiando il cacciatore "che quel branco di bestie meglio note come il Seguito di Myonatix ha mandato una lettera a NOSTRO NOME ai Demoni di Hecke intimando loro di venire su Arth, il NOSTRO PIANO NATALE, per "farLA FINITA-" Maxillium, che aveva cominciato ad urlare in preda alla collera, prese un profondo respiro per tentare di calmarsi, ma il solo ripensare a quanto era successo non faceva che alimentare l'incandescenza, rendendo inutili i suoi sforzi "La combriccola di Hecke, da bravi demoni stolti quali sono-" continuò digrignando i denti talmente forte che probabilmente tutti i membri dell'Assemblea potevano sentirne il rumore "-Hanno ACCETTATO la sfida, palesandosi in un villaggio insieme ad altri abissali loro sottoposti in contemporanea con la degenerata e il suo seguito, quest'ultimi accompagnati da celestiali" il mago portò istintivamente la mano verso la cintura, dove teneva i pugnali, ma non trovò il supporto che sperava, costringendolo così a serrare i pugni "Il risultato potete ben immaginarlo." proseguì con voce smorzata "Le due fazioni si sono scontrate tra di loro senza troppo preoccuparsi dell'ambiente attorno a loro, causando nient'altro che morte e distruzione tra civili innocenti. Quando siamo arrivati sul luogo abbiamo costretto Hecke e i suoi ad abbandonare il piano, e poco dopo anche la pazzoide se n'è andata." concluse Maxillium, per poi scoppiare in una risata isterica "Quella megera si è anche complimentata con noi per aver fatto la scelta giusta! Ha detto che "tanto i vostri civili possono tornare in vita, che problema c'è? Il male è stato debellato! Ora-" smettendo forzatamente di ridere e fissando ciascuno dei presenti con occhi fiammeggianti il cacciatore riprese il suo discorso "Due cose: la prima è che come minimo- COME MINIMO, questi esseri devono essere espulsi dall'Assemblea e subire qualche tipo di retribuzione da parte del resto di voi. Seconda cosa" fece una pausa, e poi, con voce fredda e tagliente come quella di una lama, continuò "Datemi UN SOLO MOTIVO per non andare in questo istante a sgozzare quella ragazzina e la sua maledettissima lucertola colorata, quanto meno per dare pace alle anime dei caduti" concluse, attendendo la risposta dei presenti con la mascella serrata.
  7. Maxillium Nairdal Dopo essersi distaccato dal resto dei Guardiani e dallo scontro tra la banda di pazzi assassini e i Demoni di Hecke, il cacciatore si mise subito all'opera per aiutare i civili di Primarosa utilizzando qualsiasi mezzo avesse a disposizione, scuotendo la testa furioso e amareggiato ogni volta che vedeva delle vite spegnersi o dei danni gravi alle strutture. Non passò molto tempo prima che venisse raggiunto dagli altri e apprendere che i Demoni avessero abbandonato lo scontro e ascoltare le parole di Myonatix "Voi maledetti-" cominciò Maxillium con un sibilo, mentre un lampo omicida gli attraversava gli occhi e l'energia magica attorno a lui cominciava ad assumere la forma di un incantesimo adatto per mettere a tacere una volta per tutte quella maledetta mezzelfa, ma per fortuna venne anticipato da Celeste , che sferrò un pugno ben assestato alla psicopatica e pronunciò le stesse parole che gli stavano turbinando nella mente. Con un profondo respiro abbandonò la formazione dell'incantesimo che stava creando, per poi rivolgersi ai Guardiani "Se qualcuno di voi vuole tornare la Teschio posso accompagnarlo senza problemi, altrimenti rimarrei qui per aiutare..."
  8. Auberil, Drago Prismatico Finalmente quegli eterni indecisi dei Guardiani Planari avevano preso una posizione chiara! Era ora finalmente di abbattere tutti assieme quegli abomini del Multiverso e riportare la pace e la giustizia attraverso tutti i Piani! "Non preoccuparti Myona, ci penso io a coprire le spalle dei nostri Amici!" rispose alla mezzelfa prima di spalancare le ali e lanciare un ruggito trionfante al cielo, per poi alzarsi in volo e inondare i disgustosi Demoni di Hecke con il suo Ruggito Arcobaleno.
  9. Maxillium Nairdal Il cacciatore sbarrò gli occhi inorridito quando vide la combriccola dei Demoni di Hecke fronteggiarsi con il Seguito di Myonatix nel caos che era diventato Primarosa a seguito dello scontro tra le due fazioni, a spese dei poveri civili "Santissimi Numi... Qui uno è più pazzo dell'altro..." mormorò incredulo, prima che lo sbigottimento e l'orrore lasciassero lo spazio ad una rabbia incandescente che gli ribollì nel petto, minacciando di esplodere "MA SIETE IMPAZZITI DEL TUTTO, MALEDETTI BASTARDI?! COINVOLGERE DEI CIVILI INNOCENTI NELLE VOSTRE PATETICHE E INSIGNIFICANTI SCARAMUCCE!?" sbraitò contro il Seguito "UNA LUCERTOLA TROPPO CRESCIUTA E UNA RAGAZZINA CON ANCORA IL LATTE DELLA MADRE SULLE LABBRA CHE SI ARROGANO IL DIRITTO DI METTERE A FERRO E FUOCO UN VILLAGGIO SOLO PERCHÈ "I DEMONI SONO CATTIVI, BISOGNA UCCIDERLI", IO-" Maxillium prese un profondo respiro, cercando in tutti i modi di calmarsi, ma avendo pochi risultati "Basta così..." disse dopo qualche istante, con la voce resa roca dalla urla "Non credo di aver mai provato così tanto disgusto nei confronti di qualcuno, e non intendo perdere dietro di voi un minuto di più" disse rivolgendosi poi ai suoi compagni "Dati i recenti avvenimenti, non credo di essere in grado di sostenere uno scontro contro... contro queste bestie rivoltanti, e anche se potessi probabilmente non ne prenderei parte" disse facendo un gesto alle due fazioni con una smorfia disgustata"Andrò in soccorso dei civili, e vi garantisco che farò quello che posso."
  10. Maxillium Nairdal L'uomo cadde sotto i colpi feroci del diavolo impazzito, per poi risvegliarsi improvvisamente al Teschio dopo un periodo di tempo che era sembrato contemporaneamente pochi secondi e decine di anni. Con il volto smunto e pallido, Maxillium si sedette sconfortato su una sedia mentre il resto dei Guardiani lo aggiornava su cosa fosse successo, ma non vi prestò particolare attenzione "Pensavo..." si nascose il volto tra le mani, trattenendo ferocemente le emozioni che non volevano fare altro che traboccare "Il lupo può cambiare il pelo, ma non può perdere il vizio... Se prima eri inutile, rimarrai inutile..." pensò cinicamente mentre si sforzava di calmarsi prendendo profondi respiri e cercando di interrompere la spirale di pensieri negativi, ma con scarso successo. I giorni seguenti furono grigi e deprimenti per il cacciatore, che li passò prevalentemente nella loro dimora avvilito, con l'unica eccezione di un'interazione con il mercane per recuperare almeno parte dell'equipaggiamento perduto.
  11. Maxillium Nairdal "Ma che-" cominciò Maxillium prima che lo investisse una cacofonia di energie tale da quasi lanciarlo a gambe all'aria, destino che evitò solamente appellandosi a tutta la sua forza di volontà. Ripulendosi gli occhi dalla sabbia, il cacciatore solo il diavolo svolazzare in giro ululando come un pazzo in merito al suo triste destino "Eh certo, perchè la prima cosa che si fa quando si scopre di aver vissuto una vita inutile è cominciare a sparare palle di fuoco sui primi disgraziati che capitano no?" imprecò l'uomo mentre sfoderava il suo pugnale. Nonostante le parole derisorie, però, sapeva perfettamente che quello che si prospettava non sarebbe stato per niente uno scontro facile.
  12. Maxillium Nairdal Dalle parole dell'Infernale il cacciatore scoprì che c'era stata già una interazione tra il resto dei Guardiani e il Caduto, e sembrava non fosse finita in un bagno di sangue "Quindi una piccola speranza di risolvere la questione pacificamente forse c'è..." riflettè mentre rispondeva al saluto con un leggero inchino, ma comunque tenendosi pronto per qualsiasi evenienza.
  13. Maxillium Nairdal Il ritorno alla vita fu tristemente accompagnato dalla sensazione di spaesamento e confusione ormai divenuta familiare al cacciatore. Fu quindi con occhi spenti e spalle curve che Maxillium accolse l’emissario reale e ascoltò la sua richiesta di informazioni, mentre si raccapezzava piano piano “Si… si sa qualcosa di Constantine…?” biascicò mentre controllava stancamente e lentamente il suo equipaggiamento “Per quante volte ancora dovrà succedere….? Certe volte vorrei che….” interruppe bruscamente quel percorso di pensieri, per paura di dove potesse andare a parare. Recitati gli ultimi incantamenti, l’uomo era nuovamente pronto per combattere e tentare di risolvere la questione dei Terremoti Planari.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.