Vai al contenuto

Kyran

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    1.094
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    5

Tutti i contenuti di Kyran

  1. Raduno CungiCamp in Sardegna!!!

    Buon salve salvino, cretino.. (uso abitualmente rivolgermi a me stesso così..) Allooooora..da qualche tempo si parla in chat di un certo fatto, e forse è arrivato il momento di provare a tastare seriamente questa possibilità: io e morw pensavamo all'inizio di invitare un pò di gente qui nelle nostre case per fare un mezzo Cungi anche qui...dal momento però che molti non hanno tempo libero a settembre e che, visto che affitto le case d'estate, in agosto non avrei possibilità di averle libere, abbiamo pensato ad un Cungi Campeggio, dato che i posti non mancano. Dal momento che qualche campeggio lo abbiamo già fatto ( ), non ci dovrebbero essere problemi se a qualcuno manca una tenda, dovrei averne 2 da 4 persone e una da 2 persone..se NESSUNO ha la tenda...beh in qualche modo si risolve Capisco che potrebbe non essere la più facile delle cose, che all'inizio è nata come uno scherzo a Stomaci Roboanti..però mi piacerebbe si potesse fare..spero non sia Utopia.. *** Lista presenti (per comodità, mi segno qui gli orari e i giorni di arrivo, tanto qualsiasi appunto su carta andrebbe perso dopo 5 minuti..) 1. Kyran (2+4) 2. Morwen 13/08 - ore 08.00 circa - Olbia 3. Samirah 4. Hiade Airik 14/08 - ore 16.00 circa - Olbia 5. Lùthien (2) 6. Onirica 7. Lothavier 8. freppi 18/08 - ore 07.00 circa - Olbia 9. Wiggly (4) 10. Balder (2+4) 11. LaereX 12. Airon17 13. zelgadiss 14. Arghot (2/3) 15. Padishar 18/08 - ore 14.30 circa - Golfo Aranci 16. vitellio (2) 17. Hungryghoul Auto: Airon17, Wiggly, Kyran, vitellio
  2. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Anno dell'Onda - 1362 La Grande Valle, una delle regioni più a Est di Faerun, è un luogo che dai suoi abitanti può essere definito tranquillo. Secoli fa faceva parte del grande impero Narfell, ma a seguito della guerra con il Raumathar la valle si è trovata isolata dalle regioni confinanti. Il popolo di questa zona di Faerun non è, per molti versi, più abituato ad avere contatti con persone che provengono da zone diverse e anche per questo le strade della regione non sono affatto trafficate, nonostante si colleghino direttamente al Thesk e al Rashemen. Almeno per quanto riguarda il resto del Faerun e per quanto è davanti agli occhi, le più fiorenti attività della Grande Valle sono quelle legate al circolo di Lethyr, il circolo druidico più influente dell'Est, e dei numerosi gruppi di ranger affiliati ad esso. Al di fuori di questo nei boschi e nelle campagne la vita avanza nella semplicità, ma con una strenua difesa del territorio da parte dei suoi abitanti che, spesso, applicano da soli anche le pene per i pochi criminali. Anche per questo motivo i viaggiatori non attraversano volentieri la valle e solamente i più esperti utilizzano la strada per giungere alle regioni vicine. Solamente Uthmere, graziosa cittadina sul golfo di Easting considerata la capitale della Valle stessa, ha una vita attiva e ricca: dall'interno delle sue mura le pietre e i boschi della restante parte della regione sembrano notevolmente lontane e le giornate passano con un ritmo che a paragone risulta frenetico. Il grande traffico di navi, avventurieri in transito e ricchezze che vanno e vengono anche dalle più remote regioni dell'Est rende Uthmere una terra fertile per qualunque abitante della regione che non voglia vivere una bucolica vita di campagna, o che non voglia spendere anni a combattere l'Uomo Marcescente o il culto di Talona che insidia i boschi più a Ovest. Nonostante non sia ufficialmente la capitale, la "grande città" è l'unico luogo con un codice di leggi e che abbia contatti con il resto dell'Est. Nonostante questo apparente isolamento, l'eco della guerra fomentata da Szass Tam tre anni fa tra il popolo Rashemen e l'orda Tuigan si è esteso fino alla remota Valle. Di certo, infatti, sono stati pochi i guerrieri originari della Grande Valle che hanno intrapreso la strada verso la guerra per aiutare i propri vicini, ma in molti hanno solcato le acque del golfo di Easting o attraversato il bosco di Rawlins per portare aiuto alle Wichlaran e ai barbari Rashemi. Da allora pochissime sono le notizie che giungono dalla guerra e pare anzi che tutto taccia. Anche la vita della capitale, quasi confusa durante i mesi precedenti, sta ritornando alla normalità: i pochi guerrieri o mercenari che scelgono la strada del mare interno per far ritorno alle proprie terre o, chissà, per tornare con rinforzi per altre vie, parlano poco e sostano ancor meno nelle locande, prendendo subito la via del mare o dando a volte vita a variopinte carovane che partono in tutta fretta nell'indeciso clima di un'estate che stenta ad arrivare. Per Noel: Spoiler: Fino a circa 5 mesi fa la locanda era frequentata da un buon numero di visitanti piuttosto variopinti: la fama della locanda e la particolarità degli artisti che essa ospita hanno fatto spargere la voce tra mercenari ed equipaggi di navi da trasporto, risultando in una notevole pubblicità a tuo favore. Grazie a questi traffici, oltre all'ovvio tornaconto economico, sei riuscita a guadagnare informazioni e, alle volte, a conquistare la simpatia di molti avventurieri. Della velata visione che ha la città di ciò che accade realmente nel Rashemen, tu hai certamente un quadro molto più chiaro: l'arrivo dell'orda Tuigan nella piccola regione ad Est non è stato che l'inizio roboante di un progetto che continua ad avanzare silente. La guerra aperta è ormai finita, mentre i clan del Signore di Ferro finiscono di stanare e punire i pochi ribelli ancora rimasti; ma ora è ciò che si è celato nelle regioni confinanti durante questa nube di fumo che preoccupa seriamente tanto il Rashemen quanto il Thesk. Perfino il Maestro Tintel Farpadden, capo della locale gilda dei Signori delle Ombre di Telflamm, pare preoccupato per i suoi traffici e a quanto ti risulta la sua permanenza come capo gilda è seriamente messa in discussione, anche se non sai molto a riguardo. Alcuni consiglieri della città, soprattutto il capitano delle guardie cittadine Olaoin Dukhiel, con il quale hai avuto a volte a che fare, spingono perchè vengano inviati messi al Rashemen o quantomeno al Thesk per cercare di ottenere un quadro chiaro della situazione, ma la maggior parte non sono della stessa opinione; ti è giunta poi voce da alcuni tenenti della guardia che vengono abitualmente ad ascoltare Sophie che il capitano ha intenzione di scoprirne ugualmente di più, nonostante la sua seconda, Enda Quellighanter, le sconsigli fortemente di venir meno alla decisione del consiglio. A conferma di questo ultimamente le ronde della guardia sembrano essere state incrementate, in particolare nel porto, ma a discapito della zona più "malfamata" (ma nonostante tutto piuttosto tranquilla) della città, nella quale risiede l'abitazione di Tintel e un piccolo tempio, quasi mai frequentato, di Mask. Per il resto la vita in città procede al solito, e forse anche meglio grazie alle ricchezze degli avventurieri erranti che fanno compere e cercano svago prima di viaggiare alla volta del Rashemen. E' una serata come tante alla locanda: Sophie sta giusto iniziando con le prime note, mentre le cucine sono piuttosto impegnate. In particolare, pochi attimi fa ha fatto il proprio ingresso un gruppo di individui che non hai tardato a riconoscere: a giudicare dagli abiti e dall'aspetto del loro vascello sono gli alti membri di una nave che ha suscitato la curiosità di molti attraccando due giorni fa durante la notte e della quale, fino a mezz'ora fa, non si era visto neanche un mozzo. Gli ospiti sono certamente ben vestiti, molti di essi hanno una carnagione bronzo scuro e vaporosi abiti che ricordano vistosamente quelli del Mulhorand. Solo il capitano indossa abiti occidentali: una camicia di seta color panna che è coperta da una giacca azzurra e blu che porta i fregi della marina Aglarondan, richiamati anche nell'elsa di un'elaborata sciabola che pende al suo fianco in un fodero ornato di una leggerissima filigrana di oro e polvere di rubino. Il volto, di un umano di circa 30 anni, è già segnato da alcune sottili cicatrici che vengono sottolineate da una pelle leggermente provata dal troppo sole. Un pizzetto corto, dello stesso rosso scuro dei capelli portati indietro con un fermaglio a forma d'ancora, sottolinea un'espressione seria e il verde scuro dei suoi occhi attenti completa un viso molto affascinante nel complesso. Gli altri astanti, egualmente compiti, scambiano chiacchiere tra di loro, mentre il capitano sembra più attratto dalla musica che dalla loro compagnia. Dopo alcuni attimi di indecisione il capitano si volta verso di te e fa per alzare una mano come a chiamarti, ma corregge immediatamente il suo gesto spostando invece la giacca a coprire l'elsa della spada ed alzandosi con un accenno di sorriso, mentre a passi decisi si muove verso la tua posizione. Quando si avvicina noti che ti supera in altezza di circa 20 cm e puoi giudicare dal suo fisico che sia avvezzo alla scherma, almeno come didattica: passi leggeri ma decisi, gambe proporzionate, non eccessivamente pesanti, mentre il torso rivela una muscolatura più netta e definita sotto la leggera camicia di seta; al polso destro porta un bracciale, che potrebbe essere ad un primo sguardo in argento, raffigurante un serpente marino con delle sfumature blu elettrico e la cui bocca, ampiamente dentata, sembra avere un piccolo meccanismo, simile ad un moschettone. Arrivato davanti a te, l'umano si ferma e con un nuovo leggerissimo sorriso china leggermente il capo prima di rivolgerti la parola con una voce liscia e profonda: "Buona sera, signorina" dice rinnovando subito dopo un accenno d'inchino "mi chiedevo se potesse essere così gentile da riferire al padrone della locanda che il capitano della Bruma sarebbe lieto di poter scambiare con lui alcune parole per quanto riguarda la cena e per complimentarsi per la graziosità del luogo." Nel pomeriggio Keith ti ha fatto sapere che dopo la chiusura vorrà parlarti di alcune questioni nuove, ma non pare che siano di estrema importanza.
  3. DnD 3e [Forgotten Realms v3.5] - Le Fucine di ADBAR

    Per noi va ugualmente bene
  4. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: "Grazie per la sincerità." risponde la genasi. Sebbene il suo tono non lo dia affatto a vedere, il tuo istinto ti fa notare espressioni che ti portano a scorgere un complimento nella frase. "Credo che oramai l'unica locanda che troverai aperta sia il Mozzo all'Amo, poco prima del porto. Non è il meglio che c'è in città, ma non si dorme male e costa poco." conclude infine, rispondendo alla tua frase,mentre si alza per stringerti la mano.
  5. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Noel: Spoiler: L'uomo non risponde, facendoti strada verso la piccola stanza. "Mio padre amava viaggiare e collezionare libri. E' uno dei suoi libri che è stato portato via, ho controllato. Pensavo che fosse un volume prezioso, uno di quelli" dice indicando lo scaffale e senza alcun'emozione nella voce "ma manca solo un libercolo insignificante e nonostante tutto quello che era più caro a mio padre. Credo parlasse delle pietre miliari di Bezentil."
  6. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Hector: Spoiler: Alcuni dei mercanti ti guardano con aria stupita dopo il tuo monologo, ma un paio di essi dopo pochi secondi scoppiano in una fragorosa risata, evidentemente preda dell'alcol. "La bottiglia la accettiamo volentieri, e poi vedremo se farti vedere la nostra merce! Chissà, magari riesci anche a venderne qualcuna!" dice uno degli uomini, con la lingua impastata dal bere. "Certo che sono tutte originali, nanetto, non siamo mica truffatori!" afferma invece un altro, con tono un pò risentito ma tuttavia con un sorriso sulle labbra. "Ti andrebbe di vendere qualche arma per noi? Ci riesci?" chiede il terzo, prima che la sua voce sia sovrastata da quella di un altro mercante ancora: "Se parla sempre così tanto almeno ci farà pubblicità!" Per Meldon: Spoiler: La genasi ascolta in silenzio il breve racconto, facendo poi un cenno con la testa. "Non ho idea di chi sia questo Oneyes, ne se sia lui veramente ad aver violato le cripte di Uthlain. Spero solo mio fratello abbia ragione, su di lui e su di te." conclude poi, alzandosi dalla sedia. "Per il momento, se non hai altre domande, non ho altro da dirti. Domani ti presenterò alle altre persone che interverranno nell'indagine." dice poi, aspettando una tua risposta. Per Noel: Spoiler: Uthlain socchiude gli occhi, palesemente infastidito. "Non credo che nessuno abbia detto niente. Non c'è nessuno che lo sappia. Semplicemente un ladro in gamba avrà trovato il passaggio, aveva tutto il tempo del mondo: non ci sono guardie che sorvegliano le cripte." Detto questo si volta e prosegue all'interno del corridoio. Corto e stretto, il passaggio ha un notevole sentore di muffa e umido. Una grossa tenda in velluto nero alla fine del cunicolo lo separa da una stanzetta illuminata da un paio di candele blu scuro, che ad una prima occhiata non paiono consumate. Di quando in quando un rumore di scintille si leva dalle fiammelle che tremolano appena al vostro ingresso. Sulla parete di fronte un elegante scaffale in legno lavorato a tornio cela dietro al vetro di due sportelli una serie di libri che appena intravedi. Alla tua destra, invece, una cartina che copre tutta la parete in mattoni rossi raffigura un mondo che non ti pare di riconoscere.
  7. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: "Mio fratello ha detto che un criminale che conosci è interessato a questa zona ed è anche per quello che avrebbe mandato qui te, cosa mi sai dire di lui? Visto quello che ha rubato, non credo che sia un ladro che ruba oggetti preziosi in cambio di oro, deve avere in mente qualcosa di più...o lavorare per qualcuno che ha in mente qualcosa di più." L'evidente smorfia di disprezzo dura pochi istanti sul volto della genasi, che prende poi in mano la penna, pronta a scrivere qualcosa. Per Noel: Spoiler: L'uomo indugia diversi secondi, guardandosi attorno prima di muoversi verso la parete del tavolino. "Vale ciò che ho detto prima. " dice mentre spinge il dito in quella che sembra una lieve crepa del muro. Un suono di pietra che sfrega sul pavimento e una piccola apertura buia viene scoperta dallo scorrere del muro, fino a rivelare uno stretto passaggio. "Nessuno oltre me, ormai, conosce questo passaggio. Saprò chi cercare se si venisse a sapere."
  8. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Noel: Spoiler: "Da sola? Non dobbiamo fare molta strada, comunque." dice senza neanche voltarsi per guardarti. Uthlain attende alcuni istanti prima di infilare una mano nella sua tasca sinistra e tirarla fuori con un'elaborata chiave in acciaio. Sono pochi i passi che lo separano poi dall'ingresso della cripta che ha di fronte e che apre con tre sonori giri di chiave,prima di entrare. La scalinata che vedi scende verso il basso, in un tetro silenzio misto ad un forte odore di fiori. Il percorso è illuminato da una serie di lampade ad olio tremolanti, alcune delle quali risultano spente. Scendete per una decina di metri, prima di trovare una sala di circa tre metri per tre, che sembra piuttosto essere un crocevia per l'ingresso a tre diversi corridoi. Senza un attimo di esitazione l'uomo che ti precede imbocca quello di destra, che sembra essere stato pavimentato di fresco e in pochi passi giungete ad un cancelletto alto circa un metro e mezzo e costituito da due lamine di ferro battuto che in caratteri eleganti riportano il nome Therold Uthlain. "Voglio specificarti che qualunque cosa tu trovi qui sotto, dovrai usarla solo per le indagini. Nessuno che non sia coinvolto in queste dovrà sapere nulla." Un lieve stridio metallico si leva dai cardini del cancelletto mentre l'uomo spinge avanti una delle due ante per entrare in una seconda sala: lunga circa sei metri e larga tre, la sala contiene solo due elementi: su un piccolo altare in pietra bianca è poggiata una bara in un elegante legno dal colore azzurro scuro, materiale che non ti pare di conoscere. Al di la di questa particolarità, tuttavia, nessun altro abbellimento è posto sopra la cassa. Il secondo oggetto all'interno della stanza è un tavolino rotondo, posto vicino all'angolo in fondo a sinistra della stanza. Su di esso un leggio orfano del suo libro è posto davanti ad un candelabro con tre candele quasi del tutto consumate e una penna posata sul fianco del suo calamaio.
  9. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Noel: Spoiler: Non appena ti dirigi verso la direzione indicata l'uomo torna verso il cancello. Devi fare alcune decine di metri prima di cominciare ad intravedere il cimitero: costruite in una leggera depressione del terreno e circondate da enormi massi di marmo nero che contrastano fortemente con le pareti dell'edificio, spiccano sei cripte, tutte costruite con architetture diverse ed evidentemente di differenti epoche. Le più antiche sembrano costruite con materiali più poveri rispetto alle più recenti ma con uno stile ugualmente ricco, in qualche maniera altisonante. Una cripta in particolare ti colpisce: la struttura di base è semplice e più piccola di tutte le altre, rettangolare e con un colonnato attorno. Salta però subito all'occhio il fatto che ognuna delle quattro pareti sia fatto con un'architettura completamente diversa, richiamando decisamente lo stile delle quattro popolazioni più influenti di Fearun: umani, nani, elfi e giganti. In ognuna delle pareti è raffigurata una scena simile come ambientazione: quello che puoi immaginare sia il padre di lord Uthlain a cospetto di quelli che sembrano i regnanti dei quattro regni, con l'umano che porge omaggio ai sovrani. I bassorilievi sono certamente degni di un maestro, tuttavia mancano gli aspetti di altezzosità e di ostentazione che hanno invece le altre cripte. A pochi passi dall'ingresso della struttura, sta in piedi invece lord Uthlain, avvolto in un pesante mantello rosso scuro.
  10. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Noel: Spoiler: Alle tua parole uno degli uomini si fa avanti: "Lady Noel?" chiede accennando un lievissimo inchino. "lord Uthlain la sta aspettando, mi segua." Detto questo si avvicina al cancello, aprendo una delle ante con una grossa chiave e richiudendola alle sue spalle una volta che siete dentro la tenuta. In silenzio l'uomo percorre il lungo sentiero di pietra in mezzo al prato che vi separa dalla costruzione. Da vicino, la costruzione è ancora più ricca di quanto appaia da lontano: affreschi abbelliscono le guglie e lungo le mura non mancano i bassorilievi raffiguranti varie scene, particolarmente di paesaggi, come se volessero riportare in immagini le pagine di un diario di bordo. Ad una decina di metri dal portone d'ingresso l'umo si ferma, voltandosi verso di te. "Lord Uthlain la aspetta oltre il castello." ti dice poi indicando una direzione oltre di voi.
  11. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: La donna resta in silenzio ascoltando le tue parole con espressione piatta. "Mi interessa solo sapere cosa sai fare, come combatti. Perchè ci sarà da farlo." Le sue parole, come il suo tono, sono secchi ed autoritari, ma la sua espressione non è nè ostile nè contrariata. Una serie di sottili rintocchi di triangoli sottolinea probabilmente l'arrivo della mezzanotte e l'inizio del giorno successivo, mentre l'umidità di questo posto inizia a farsi sentire anche nella stanza, troppo grande per essere riscaldata dal piccolo braciere. Nonostante questo, la tua interlocutrice sembra pienamente a proprio agio, nonostante sotto la cappa che porta sulle spalle sembra avere vestiti piuttosto leggeri. Per Noel: Spoiler: Nonostante sia molto presto, quando esci dalla locanda la vita nella zona del porto è già viva come al solito. In lontananza, vedi che alcune imbarcazioni si sono avvicinate alla Bruma e anche se non ne sei certa non è difficile immaginare che lo facciano per commerciare. Al di la di questo, non ti pare che nulla sia diverso da una normale mattinata. Impieghi alcuni minuti ad arrivare davanti alla tenuta di Uthlain, nel quartiere nobiliare. Un sontuoso giardino è circondato da alcuni centimetri di muro in pietra grigio scuro che prosegue in un'alta inferriata i cui elementi sono elaborati e formano, a distanze regolari, sagome della poppa di un galeone, simbolo della famiglia. Accanto al grosso cancello in metallo dipinto di nero stanno immobili quattro uomini con mezze armature, palesemente a guardia. Al di la della recinzione il giardino è ben curato e alla fine di esso, su una lieve collina, sorge una costruzione imponente in marmo bianco, bassa ma piuttosto estesa. Da questo punto non si vede però il sontuoso cimitero di famiglia, che sorge dietro il palazzo. Non è certo la prima volta che guardi con attenzione questo luogo, ma non sei mai andata oltre la recinzione.
  12. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: Lo sguardo della genasi si fa più sereno e si riappoggia allo schienale della sedia. "Lo spero." dice semplicemente, prima di dare una nuova occhiata alla lettera che le hai dato. "La situazione è piuttosto tesa e non abbiamo tempo per fare errori adesso. Non sarai da solo a cercare di risolvere questa situazione, ci sarà una persona di cui mi fido, ha lavorato per me altre volte. Si chiama Noel. E forse ci sarà un'altra persona. Ma dimmi di te, sei l'unico che non conosco. E poi parleremo di prezzo."
  13. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: La donna aggrotta la fronte alle tue parole: "Non credo di capire cosa vuoi dire. Ho i miei motivi se ho fatto chiamare un cacciatore e se mio fratello ha mandato te avrà le sua ragioni. Se non credi di essere all'altezza, dillo subito, non tempo da perdere." Per Hector: Spoiler: Si, conosci Evereska che è una cittadina elfica nell'Ovest, nota in particolare per le creazioni di vario genere ed in particolare di armature ed armi, che sono create spesso con l'ausilio della magia runica elfica ed anche nanica. Non se ne vedono molte in giro, soprattutto di questo periodo e sono oggetti piuttosto rari e dei quali non c'è grande produzione.
  14. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Hector: Spoiler: "C'è sempre un buon affare da festeggiare, piccoletto!" dice uno dei mercanti, "Ma un carico di armi di Evereska non si batte!" gli fa eco un secondo uomo, brindando col primo. Per Meldon: Spoiler: La genasi ascolta le tue parole, annuendo. "Il padre di Uthlain è stato assassinato qualche tempo fa e già quello era un problema: il figlio si è trovato a gestire un impero di ricchezze e non credo che sia ancora pronto a farlo. E in più questo. E non credo che Uthlain dica la verità su ciò che è stato sottratto dalla sua casa."
  15. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: La genasi prende la lettera e la poggia sul tavolo, prendendo una candela e una piccola lente per guardarla nel dettaglio. Passano alcuni minuti prima che il suo sguardo si sposti dalla carta e si risollevi sul tuo volto con espressione immutata. "Cosa conosci di ciò che è successo?" chiede semplicemente, indicandoti una sedia e spostando verso la tua direzione un grosso calice bombato ed una bottiglia che dev'essere di fattura elfica. Per Noel: Spoiler: In fretta, ripercorri la strada che porta alla tua locanda. Passando per la piazza guardi velocemente che non ci siano dettagli che ti sono sfuggiti prima, ma oltre agli evidenti segni della battaglia non ti pare di vedere nulla che possa esser degno di nota. Le sole cose che ti saltano ora all'occhio sono le numerose ed evidenti tracce di marcia certamente fatte dalle guardie,che confondono ancor di più i segni. Le strade sono oramai completamente deserte e in lontananza senti i rumori dei braccianti che spostano le casse al porto, distinto segno che preannuncia l'alba. Impieghi pochi minuti ad arrivare alla locanda e, come il resto della città, anch'essa appare vuota.
  16. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Hector: Spoiler: "Oh no, nessun problema..." dice con un sorriso di rimando la cameriera mentre anche la ragazza sul palco ti rivolge un sorriso e un cenno di approvazione col capo. Solo alcuni dei commercianti al tavolo ti rivolgono lo sguardo, ma niente di più che le loro espressioni di disapprovazione nei tuoi confronti. Solo una delle persone sedute, quello che sembra essere uno degli ufficiali della nave, ti rivolge invece un sorriso d'intesa, divertito dal tuo comportamento, poco prima di alzarsi. "Scusate signori, ci vedremo a bordo: le mie gambe hanno bisogno di sgranchirsi per qualche minuto prima che io vada a tracciare la rotta." Alzatosi, l'uomo fa un cenno di commiato col capo prima di voltarsi e dirigersi verso la porta. Uomo di notevole stazza, indossa un'armatura in cuoio leggero con alcuni rinforzi in acciaio smaltato di rosso, anche se un lungo mantello lo copre quasi per intero, nascondendo la gran parte dei particolari del suo abbigliamento. Il suo volto, curato nel dettaglio, appare gioviale e sorridente, sebbene una folta barba rossa e i lunghi capelli del medesimo colore facciano apparire il suo volto più serio. "Cameriera, offrite da bere al piccoletto da parte nostra: è festa anche per lui oggi." dice uno dei commercianti, indicandoti, anche se dal tono che ha utilizzato ti pare che sia più un gesto di magnanimità che altro. Per Meldon: Spoiler: La figura che ti si presenta davanti, ora più nitida grazie alla luce delle candele, è quella di una genasi. I lineamenti sono femminili e piuttosto piacevoli alla vista, anche se gli occhi di un rosso acceso e leggermente luminoso e i capelli del cangiante colore delle fiamme ne rivelano la razza. Al di sotto della pesante pelliccia che indossa sulle spalle, la corporatura sembra poderosa e le mani, benchè sottili, rivelano di certo un'abitudine a maneggiare la spada. Il suo sguardo si fissa nei tuoi occhi per alcuni istanti, prima che la figura si alzi in piedi superandoti in altezza di venti centimetri e tendendoti la mano. "Sei arrivato in fretta, Meldon. Ti aspettavamo." Per Noel: Spoiler: "A domani." replica il ragazzo, prendendo la sua strada. Le vie sono ora deserte e il silenzio ti concede di sentire in anticipo i passi di una persona che arriva dalla via perpendicolare a quella che stai percorrendo. "C'era uno gnomo, o un halfling che pareva interessato alle attività dei commercianti di quella nave alla Bella Notte. E'abile. Ti farò sapere." dice la persona, incrociando la tua strada senza fermarsi neanche per una risposta e parlando in un elfico così lieve da essere difficile da udire. Prosegui per la tua strada fino ad arrivare alla piazza, mentre una fitta nebbia inizia a scendere e con lei un fresco atipico per questa stagione che pare non voler arrivare. A parte te, sei certa che nessuno sia nelle vicinanze.
  17. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: "Avanti." La voce che ti risponde è certamente femminile, ma leggermente diversa da una voce umana: un tono più deciso. La porta si apre con una lieve spinta, rivelando una stanza buia poco meno del corridoio, nella quale alcune grosse candele su una robusta scrivania in legno e un bracere in ottone lavorato creano la poca illuminazione donando però al luogo un piacevole aroma profumato di legni aromatizzati. La scrivania, in pesante legno scuro e con complicate scritte intagliate in un linguaggio che non conosci, è per metà coperta da carte e libri e dietro di essa, celata dall'oscurità una figura della quale non intravedi, per il momento, neanche ilviso. Sulle pareti numerose mensole sono casa di libri e pergamene arrotolate e sono intervallate da piccole rastrelliere che sorreggono varie armi. Subito dietro la scrivania intravedi un manichino con un'armatura poggiata sopra e accanto ad essa un martello, anche se non distingui i dettagli nè dell'una nè dell'altro dalla soglia. Per Noel: Spoiler: Keril aggrotta leggermente la fronte alle tue parole, senza però commentare. "Qualunque tipo di sopralluogo tu debba fare," dice poi, fermandosi vicino ad un bivio prima della piazza, "non credo che potrò esserti d'aiuto. Creo che sarebbe meglio che con permesso io andassi a riposarmi e schiarirmi le idee." Dice accennando un sorriso e tendendoti la mano.
  18. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: Il nano ti tende una mano stringendo la tua e scuote la testa in risposta alla tua domanda, prima di allontanarsi a passo svelto verso l'esterno. Segui le sue istruzioni attraversando delle scale e poi un corridoio buio quanto la sala principale, se non di più, tanto che fai quasi fatica a procedere. Arrivi infine davanti ad una grossa porta, alta all'incirca 3 metri con dei pesanti fregi in metallo smaltato di rosso e recante una targa con il nome "Enda Quellighanter" di un acceso rosso fuoco. Dall'altra parte della porta senti un leggero crepitìo di fuoco e un aroma di vino caldo, mentre l'inconfondibile suono di una penna che scorre lenta su una pergamena ti giunge alle orecchie. Per Noel: Spoiler: Ripercorri la strada a ritroso e dietro di te Keril fa lo stesso. "Che pezzo di *****." Il sussurro è così basso che quasi fai fatica a sentirlo. "Di certo non è un uomo degno del proprio titolo, Uthlain. Non per quanto ha dato a vedere questa sera, almeno." dice il ragazzo, probabilmente ignaro che tu abbia sentito la sua frase precedente. "Immagino sia uno dei personaggi maggiormente facoltosi in città. Cosa pensi che gli abbiano sottratto questa notte?"
  19. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: Attendi non più di qualche minuto nel silenzio della sala, illuminata solo da poche torce fioche, prima di sentire la porta aprirsi nuovamente e uscirne il nano, il volto lievemente cupo. "Mi è stato detto di farvi salire, scusate l'attesa." dice il nano con tono un poco più sommesso. "Salite le scale fino ad arrivare al terzo piano, prendete il corridoio sulla sinistra e proseguite fino all'ultima porta. C'è una targa che porta inciso il cognome del capitano." Detto questo il militare si fa da parte, mostrandoti la porta con un gesto della mano. Per Noel: Spoiler: "Chiama direttamente me, non dormirò certo molto questa notte." il tono di lord Uthlain non si è certo calmato dall'inizio della riunione, anzi. "Scusate, signori" interviene Keril, prima che i due abbandonino definitivamente la stanza; "Per quanto sarebbe un mio piacere potermi fermare ad aiutarvi in questa ricerca, non credo che mi sarà concesso dalle persone per cui lavoro di restare qui a lungo, a meno che loro non abbiano già in mente di trattenersi. Inoltre, non so quanto le mie abilità potrebbero aiutarvi a risolvere..." la frase del giovane è interrotta da un forzato colpo di tosse di Uthlain, che prende la parola con tono ancor più scocciato: "I tuoi padroni saranno d'accordo con me nel dire che in città ci sono molte cose con cui si possono fare affari." "Al di là del fatto che le persone per cui servo restano ben lungi dall'essere miei padroni," replica il ragazzo con un sorriso sarcastico, "Non è mio compito ora, nè lo sarà nell'immediato futuro consigliarli sugli affari cui prestare attenzione. Dunque," conclude poi in tono più secco, "se ritenete che il mio aiuto possa servire allo scopo, sarete voi a doverli convincere a restare...e a convincere me a lavorare per voi." A queste parole il volto dell'uomo diventa per un attimo una smorfia di disapprovazione mentre al contrario le parole di Keril sembrano divertire Enda. "Un mercenario è sempre facile da convincere, del tuo prezzo parleremo domani, dopo che avrò visto i mercanti." Detto questo, Uthlain si volta barcollando leggermente ed imbocca il corridoio verso l'esterno.
  20. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: Il nano ti guarda con attenzione, voltandosi a guardare la costruzione che ha alle spalle, come a cercare qualcosa. "Sarà a tuo rischio, ragazzo." dice facendoti cenno di seguirlo, per poi dirigersi all'interno della costruzione. Vista da vicino, alla luce fioca di lampade ad olio tutt'intorno, la costruzione sembra piuttosto solida, certamente ben fatta; semi interrate noti delle grate che danno in quelle che probabilmente sono celle, anche se non vedi al loro interno. Il portone, in solido ferro rinforzato, non ha particolari abbellimenti, se non alcuni fregi di ferro battuto vicino gli stipiti. Al vostro passare le guardie di ronda si spostano, facendo un saluto al nano che ti precede e riservando per te occhiate incuriosite. L'interno della sala principale di questa costruzione è alquanto spoglia: una grossa scrivania sta in fondo ad essa con sopra quello che sembra essere un registro e una grossa sedia imbottita in velluto scuro sulla quale al momento non è seduto nessuno. Ai lati vi sono diverse porte che conducono alle altre ale della struttura, mentre in fondo una porta lasciata aperta fa intravedere una scala che va verso il basso. "Aspetta qua." si limita a dire il nano, aprendo la porta accanto a quella che da sulle scale e richiudendola alle sue spalle. Per Noel: Spoiler: "Il prigioniero verrà interrogato questa notte, chiederò l'aiuto di un ammaliatore. Per quanto riguarda il sopralluogo, vedete voi quando è meglio procedere; l'importante è far trapelare meno notizie possibile. Quando avrete fatto, venite a fare rapporto a me; dopo di che vi chiedo di attendere nuove notizie; chiederemo un aiuto esterno." Detto questo la genasi si alza in piedi e con lei Uthlain. "Se non ci sono altre domande, per il momento abbiamo finito," conclude poi guardandovi.
  21. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: Il nano ti osserva con lo sguardo severo tipico della sua specie. Per alcuni secondi i suoi occhi scuri ti fissano, non con astio ma con uno sguardo certamente critico, come se stesse cercando di analizzarti. "Certamente non senza che tu ti presenti, ragazzo." risponde dopo alcuni secondi di silenzio. "Non si vedono di recente cacciatori in città, il caos vi fa male alla testa." dice poi con un sorriso, muovendo alcuni passi verso di te e tendendoti la mano: "Io sono il tenente Heghler, ragazzo. Potrai parlare con il capitano domani, se non sarà impegnato con gli addestramenti degli ufficiali. Ti consiglio di darti una sistemata prima di incontrarla." dice infine, tornando tra i ranghi. Per Noel: Spoiler: I partecipanti ti guardano con attenzione mentre parli, mentre Enda segna alcune cose su un foglio. "Fai pure tutti i sopralluoghi che vuoi." dice lord Uthlain senza delicatezza e quasi prosciugando il proprio bicchiere con un sorso solo. "E se per caso di quel codardo che è scappato con i miei li..." prosegue guardando Keril, ma fermando la frase a metà "...di chi è entrato in casa mia trovate solo la testa, tanto meglio. Per il prezzo, dite la vostra." conclude, riempiendo nuovamente la tazza. "Smettete di far parlare la bottiglia!" la voce di Enda scuote per un istante l'uomo, che preso di sorpresa sobbalza leggermente, senza poi trovare le parole per ribattere. "Ovviamente," continua la genasi sottolineando la parola con un tono di voce perentorio, "qualunque azione per catturare i ladri sarà fatta in pieno rispetto delle leggi di questa città. Di certo, se la signorina Noel e il capitano vorranno aiutarci, verranno ricompensati in base a quanto verrà deciso dal consiglio cittadino." Il tono della donna non ammette repliche, ma nonostante questo lo sguardo di Utlain non sembra affatto di opinione contraria rispetto alle sue parole precedenti. "Con vostro permesso, capitano Quellighanter, ci vorremmo occupare dell'halfling catturato." dice poi uno dei tre membri del consiglio, alzandosi in piedi con un piccolo cenno di saluto.
  22. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: Procedi in fretta tra il buio delle strade verso la direzione indicata dall'uomo. La città non è grande, ma per la maggiore ben tenuta, quantomeno per quanto riguarda i quartieri che attraversi tu. Nell'oscurità non riesci a vedere granchè dell'architettura delle costruzioni, tranne quando arrivi a quella che intuisci essere la caserma: una grossa costruzione su quattro piani, completamente edificata con solida pietra grigia e bianca striata di sottili strisce nere e lucenti. Le luci all'interno sembrano completamente spente e davanti al grosso portone d'ingresso un drappello di uomini capeggiati da un possente nano che indossa una mezza armatura nera laccata fa una piccola ronda, scambiandosi con altri gruppi di militari che sembrano essere distribuiti lungo tutto il perimetro della costruzione. Per Noel: Spoiler: "Parleremo dell'halfling più tardi, Noel." dice con calma Enda, guardando poi il capitano della Bruma e porgendo ad entrambi un bicchiere colmo di ciò che sembra brandy. "Vorremmo sapere cosa avete da dire.." L'uomo prende il bicchiere ringraziando con un gesto del capo e sorseggia prima di rispondere: "Neanche io ho in verità molto da spiegare: sono stato tutta la sera a cena con le persone per cui lavoro. Non riesco ad immaginare un termine di paragone che sia sufficiente a farvi intuire la noia derivante da tale cena, motivo per il quale decisi di recarmi a visitare almeno una parte di città. Dopo una decina di minuti, o forse meno, ho visto un halfling che attraversava la strada; vicino a quella piazza. Io non gli avevo prestato particolare attenzione, tuttavia avevo notato il sacco di pelle nera sulla sua spalla. Quando mi ha visto, ha detto qualcosa nella loro lingua e gli altri sono sbucati fuori dalle ombre per attaccarmi, mentre lui si allontanava. Ho notato però una cosa: credo fosse solo mascherato da halfling, perchè i suoi movimenti erano diversi dagli altri. Il resto è di semplice intuizione." conclude, prendendo un altro sorso. Qualche istante di pausa, poi Enda si rivolge nuovamente a voi: "E nient'altro? Un dettaglio, qualunque cosa... Tintel non è così stupido da entrare così in quella casa, sa bene che andrei a cercare lui." dice, ancora pensierosa.
  23. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: Nonostante l'ora sia tarda, la città sembra piuttosto viva: nelle larghe strade ciottolate, palesemente adatte al trasporto di grosse quantità di merci, un grosso viavai di gente ti coglie un pò impreparato, dopo le settimane passate nel silenzio della natura incontaminata. Fermi un uomo che passa poco distante da te e nel suo alito senti un misto di alici marinate ed alcool, probabilmente un membro di una delle numerose navi alla fonda qui. "La caserma? E' un pò tardi adesso per andarci, ma è in quella direzione, verso il quartiere nobiliare! Per quanto riguarda la locanda: scegline una! Si beve bene in tutte!" conclude con una risata fragorosa, proseguendo poi per la sua strada. Le costruzioni sono tutte piuttosto ben curate, in legno e pietra per la maggior parte, quantomeno in questo quartiere, che sembra essere più che altro votato al commercio. Per Noel: Spoiler: "Un'idea più chiara? Qualcuno è entrato in casa mia ed ha rubato oggetti estremamente preziosi!" dice lord Uthlain, con la lingua legata dall'alcol e tono piuttosto irato, per voltarsi poi verso il tuo accompagnatore prima di proseguire la frase: "e quello li è riuscito a prendere gli unici che non avevano nulla di mio in tasca!" All'accusa dell'uomo, nello sguardo del capitano si dipinge per un istante un'espressione d'ira tanto rapida che persino tu fai fatica a riconoscerla, ma immediatamente dopo il suo volto torna sereno, esattamente come prima. Fa per prendere la parola, quando Enda si alza e vi indica i due posti liberi al tavolo: "Sedete, prego. E' evidente ciò che è successo, anche se la spiegazione non è stata delle più esaudienti, ma prima di procedere vorremmo sapere la vostra versione di ciò che è accaduto." dice, voltandosi prima verso Noel.
  24. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: "Oh non volevo offenderti, dicevo per te!" ribatte l'uomo, mentre gli passi accanto. "E' solo che il capitano è molto occupato questi giorni, quindi non so quanto accetterà una nuova visita, ma se credi domani torna qua e vedremo come fare." conclude, questa volta più serio.
  25. [Forgotten Realms] - Le vie di Val-Murthag

    Per Meldon: Spoiler: A giudicare dai gradi sulle loro armature di cuoio borchiato, il piccolo drappello di guardie pare essere costituito da individui del medesimo rango. Nonostante il loro atteggiamento non sia strettamente legato al modello militare, le loro armature e le loro armi sembrano più che ben fatte. Alla tua domanda, i primi della truppa si guardano a vicenda divertiti, facendosi sfuggire qualche risata malcelata. "Non credo che farei questa domanda se fossi in te, conoscendo il capitano Quenlighanter" dice uno degli uomini, con uno leggero sorriso di scherno, "Cosa ti porta in città? E perchè dovrei portarti alla caserma?"
×