Jump to content

Lelouch0

Circolo degli Antichi
  • Posts

    306
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Lelouch0

  1. L'ultima parola ce l'ha @Daimadoshi85 ovviamente. Per me il cavallo, che galoppi o traini un carretto, si stanca sempre allo stesso modo (tutto considerato, anche velocità etc), magari se traina il carretto si stanca di più -> va a una velocità più lenta per non stancarsi troppo -> nel giorno usiamo più ore per arrivare dove dovevamo arrivare ma nel computo totale del giorno non fa differenza Vero, possiamo anche tirarlo un po' di più, fino ad arrivare a conyberry, e se vediamo che è allo stremo lasciamo lì il carretto e proseguiamo il viaggio a piedi portandoci dietro il cavallo finchè non si riprende
  2. Non sono sicuro sulla 5e, prendo però come riferimento la 3.5e che tanto dovrebbe essere uguale da questo punto. Viaggiare è considerato stancante, per te se sei a piedi o per il cavallo. E' quindi considerato che viaggi 4 ore, ti riposi e mangi, e viaggi altre 4 ore, fino ad arrivare a sera che sei stanco e hai bisogno di riposo e poi di dormire, a grandi linee. Ovviamente anche considerata l'andatura, dato che se galoppi il cavallo si stanca prima. Non è impossibile viaggiare di più ma tutto quello che è oltre le 8 ore è considerato uno sforzo grosso (nella 3.5 erano dei tiri su costituzione per non essere stremato mi sembra) Non è così assurdo, se conti che in passato le staffette che consegnavano messaggi avevano una base ogni tot chilometri per poter smontare e cambiare cavallo proprio per poter continuare il tragitto a diritto.
  3. In realtà 1 giorno equivale a 8 ore di viaggio. 12,3 significa 1 giorno e mezzo
  4. Contate anche che incontreremo "imprevisti". Io già metto in conto di andare al pozzo, tornar in città per rimetterci in sesto, andare a Tor Viverna, tornare in città per rimetterci in sesto e poi partire per phandalin.
  5. @Enaluxeme dipende come è il terreno, avendo un carro non è facile andare su per i monti (tra i boschi e i prati in fiore, portando con amore, la nostra qualità) se la strada è dissestata o rocciosa etc. E non è detto che la strada più corta sia la più veloce, proprio perchè portando il carro rischiamo di andare più lenti se non c'è una strada o anche banalmente perchè non avendo punti di riferimento rischiamo di perderci e dobbiamo tutte le volte controllare di non sbagliare strada. Per questo io contavo di arrivare prima a conyberry: ci sono meno imprevisti, andiamo spediti, possiamo riposarci laggiù in caso il viaggio abbia visto pericoli, e abbiamo un punto di riferimento sicuro. Come contro è vero che può essere più lunga, e una strada battuta è facile preda di briganti. Magari se qualcuno conosce i dintorni o ha sopravvivenza potremmo fare la strada che hai indicato con più tranquillità e quindi risparmiare tempo. O anche una via di mezzo, tipo seguire la strada principale fino ad avere un percorso semibattuto verso tor viverna e da lì prendere questo sentiero.
  6. Ilianaro Io invece non sono concorde con questa proposta. E' indubbio che guadagneremo del tempo, ma nel caso ci fossero problemi che faremo? Saremmo troppo lontani da Phandalin e se provassimo a raggiungere Conyberry rischieremmo di imbatterci nei non morti. Ritengo più saggio raggiungere prima Conyberry e trovare un luogo sicuro dove tornare. Forse mi preoccupo troppo? Non conosco bene questa zona.
  7. Ilianaro quando vedo arrivare gli altri con il carretto saluto e salgo sul carro. Aspetto anche io a parlare di cose delicate quando siamo in viaggio Conferma i nostri sospetti, potremmo al nostro ritorno utilizzare questa informazione per tendergli una trappola, o entrare anche noi non visti. Io, invece, ho potuto parlare col borgomastro. Posso confermavi che è stata offerta una ricompensa a chiunque dirima la questione Marchi Rossi, niente di rilevante ovviamente, solo una modesta quantità di vil denaro, ma utile per rendere ufficiale la nostra impresa. Anche sugli Orchi è presente una taglia simile, sembrerebbero in fermento e attualmente sono ubicati poco più a sud del pozzo del gufo, a Tor della Viverna, forse è il caso di indagare anche su di loro. Infine disquisendo con Sildar, ci ha raccomandato di far attenzione per strada e mi ha parlato di una storia, sulla Caverna Tonante o qualcosa di simile, ma ha detto che voi avreste potuto raccontarmela più nel dettaglio. A quanto ho capito è in relazione con il Castello Dentiaguzzi. @Daimadoshi85
  8. Yvrene Durante tutto questo tempo rimango in silenzio e senza agire, meravigliata e preoccupata della situazione. Mi risveglio da questo torpore quando Matrim riesce ad abbattere il Mind Flayer. Ma tu guarda in che situazione ci siamo cacciati... E stringendo forte le chiappe, sperando nell'effetto sorpresa, raccolgo tutte le mie forze mentali e magiche ed uso un incantesimo contro il drago @Hicks
  9. Io attendo dove dobbiamo incontrarci. Al massimo racconto a @Enaluxeme cosa ho fatto. Ovviamente se passano ore mi preoccupo.
  10. Ilianaro valuto attentamente le ultime parole di Eaco, riflettendo sul modo migliore di agire. Esistono molti modi per indurre alla confessione una persona, la mente delle persone sembrerebbe creata con lo scopo di crearne sempre di nuovi. Concordo però che molti di questi metodi siano, come dire... poco etici, e non si confanno alla mia persona, non dobbiamo ridurci al loro livello. Se pensate che le nostre azioni possano causare reazioni contro la popolazione da parte di quei balordi allora ho un suggerimento. Potremmo recarci a Conyberry, e quindi andare a perlustrare il pozzo del Gufo. Sono sicuro che se i Marchi Rossi sono una presenza costante in questa città allora dovranno avere interessi anche nelle zone qua attorno, potrebbe essere un'opportunità per allontanare l'attenzione da Phandalin, concentrandola esclusivamente su di noi, e per scoprire qualcosa di più su questa banda. Una volta scoperto di più io andrò dalla banshee, e Tiabrar se vuole, e voi potrete tornare a Phandalin. Faccio quindi una pausa per vedere dai visi di tutti se concordano con la mia idea. In ogni caso non ritengo saggio separarci adesso e lasciare Eaco da solo, ad andare in giro a porre domande scomode. Non potremmo aiutarlo se i Marchi decidessero di assalirlo qui a Phandalin.
  11. Yvrene L'unico che potrebbe rimanere è Darlid, perchè è abbastanza abile a controllarla. Ma le sue conoscenze ci tornerebbero utili all'interno della prigione, direi intanto di andare in avanscoperta e vedere come è la situazione all'interno di quella bocca, e poi di entrare tutti insieme.
  12. scusate, oggi è stata un giornata molto molto difficile. E' iniziata alle 9 con il vetro della mia macchina spaccata dai ladri -.- appena ho del tempo per scrivere decentemente posto
  13. Per quanto riguarda Ilianaro invece la sua preferenza è occuparsi dei Marchi Rossi. Nell'ordine, quindi: - Andare direttamente alla loro taverna prenderli per la collottola e interrogarli. - Se preferite prima avere maggiori informazioni, non insisto al riguardo, e vorrei andare a conyberry, per andare prima al pozzo del vecchio gufo e poi da agatha, non vorrei invece perdere tempo a phendalin. Ho però un problema, non ritengo sia il caso di lasciare eaco da solo, al pozzo del vecchio gufo vorrei andarci al completo per sicurezza, e non voglio fare il viaggio da phendalin a conyberry da solo. Se Eaco insiste, suggerisco di andare insieme a conyberry e poi al pozzo, poi io e Tiabrar andiamo da agatha e lui e "il sergente" possono tornare a phendalin per chiedere info ai minatori, e noi gli raggiungeremo dopo. Se insiste ancora mi rassegno e lo accompagno. @Daimadoshi85 forse me lo sono perso, quando è distante conyberry?
  14. Ilianaro Come stavo provando a spiegare, prima del flebile fraintendimento, è che questa serie di stranezze può avere un filo comune. Anche l'interesse del vostro amico mago scomparso, Iarno, per il maniero Tresendar ha suscitato il mio interesse e meriterebbe una attenta indagine. Ma ho già espresso la mia opinione su cosa dovrebbe essere la nostra priorità adesso, i Marchi Rossi. Parlare con Agatha è un compito che posso svolgere anche da solo, o se desidera accompagnarmi Tiabrar, e come già detto da quest'ultimo possiamo farlo una volta raggiunto Conyberry e potrete riposarvi e attenderci lì. Non è il caso di crucciarsi. Non provo realmente empatia nei confronti dei membri delle altre razze, o almeno non sono in gradi di capire qual'è il comportamento sociale adeguato per loro, ma vorrei dimostrarmi comprensivo. Avevo letto di un'usanza degli umani utile in questi casi, com'era?.... Ah sì. Mi avvicino ad Eaco e provo ad appoggiargli la mia mano sulla sua spalla, in un gesto molto meccanico. la lascio lì per 6 secondi 1...2...3...4...5...6... e poi continuo, soddisfatto del mio gesto. @Daimadoshi85 Non ho incontrato nessun manigoldo Tiabrar, mi sono semplicemente recato al santuario questa mattina. Se mi è concesso esprimere la mia opinione, suggerirei di trovare un gruppetto di 2 o 3 briganti, insegnare loro il rispetto e la disciplina e porgere loro gentilmente alcune domande. Mi è parso di capire che voi conosciate un luogo che frequentano abitualmente, una locanda.
  15. purtroppo non ho ne invisibilità ne spostamento planare, quindi ho la possibilità di far entrare tutti furtivamente o di scappare in qualsiasi momento. A questo punto concordo anche io che a questo punto converrebbe lasciare la nave, dato che è l'unico modo per tornare sul nostro piano. In questo caso perderemo l'eventuale fattore sorpresa ma potrei utilizzare teletrasporto per tornare alla nave e fuggire anche in situazioni complicate. Ora però sorge la domanda, ci avviciniamo e controlliamo la situazione? Senza nave siamo più difficili da individuare. Oppure ci presentiamo direttamente? Potrei, con qualche bella esplosione, generare un po' di confusione e magari approfittare del marasma generale per entrare, prendere il prigioniero e scappare.
  16. Non saprei, sono disponibile a provare anche il sistema dei tarocchi o altro, ma non ho una vera opinione al riguardo. Mi va bene tutto.
  17. @Hicks può spiegare meglio o correggermi se dico cavolate, ma da come ho capito: Siamo sul piano astrale e lì rimaniamo perché anche la prigione è su questo piano. Siamo abbastanza distanti dalla fortezza ma possiamo vederla (ipotezzo da un'apertura della nave tipo oblo), non sono certo che anche dalla prigione non possano vederci. Probabile che si possa lasciare la nave dove siamo (ancorandola forse, o magari resta ferma), e proseguire volando. Sono abbastanza certo che se circumnavighiamo la prigione rischiamo di attirare l'attenzione. Per dirlo terra terra io mi sono immaginato una scena simile a quella del primo star wars (episodio IV: a new hope), dove arrivano con il millennium falcon davanti alla morte nera.
  18. Ilianaro Umani, impulsivi e ignoranti...bisogna spiegarli tutto come con i bambini. I pochi istanti che gli sono stati concessi non saranno mai sufficienti affinché apprendano davvero qualcosa su questo mondo. Ascolto attentamente anche le parole del nano, ma quando termina inizio a spazientirmi E' chiaro che ho commesso degli errori e non sono stato in grado di esplicare la questione. Permettetemi quindi di correggere e chiarire quanto detto. Quello che avete chiamato Empio spirito pongo particolarmente l'accento su Empio è in realtà quanto resta di un'anima in pena, quella che un tempo era una delle più belle femmine della mia razza, caduta nell'inganno della vanità, e a cui è stato negata la possibilità di lasciare questo mondo e raggiungere le magnifiche terre dell'Arvandor. La maledizione, che voi chiamate Banshee, di fatto corrode l'intera nostra esistenza, estirpando ogni singola goccia di gioia e felicità e provocando solo dolore e sofferenza interiore financo a trasformare persino la carne fino alla morte. Lo spirito così corrotto è costretto a rimanere su questa terra in eterno, vincolato al luogo dove il suo corpo giace. concludo quest'utima parte con la voce rotta, quasi sofferente o commossa Capisco che per voi sia ardua comprendere fino in fondo le infinite sofferenze che è costretto a subire il nostro popolo, ma vi prego di fare uno sforzo in tal senso. In questo caso Agatha dimora nel folto del bosco di Neverwinter, e forse è per quello che non è causa di tribolazioni per chi abita quei luoghi, nessuno rischia di avvicinarsi. Ho dato la mia parola a Sorella Garaele, di chiedere a questo spirito di indicarmi l'ubicazione di un importante tomo di magia appartenente leggendario mago, e ho intenzione di mantenerla e di alleviare per quanto mi è possibile le sofferenze di quella poveretta e di liberarla da questo mondo. Avrei bisogno del vostro aiuto nel caso qualcosa non vada nel verso previsto o se non è ancora pronta ad abbandonare questi luoghi, ma vi avverto considererò come un aperto atto di ostilità nei miei confronti qualsiasi comportamento inappropriato o interferenza prima ancora che mi sia concessa la possibilità di pregare per lei, per la Vera Morte che l'attende, e sarò costretto a comportarmi di conseguenza. Per quanto la maledizione la possa aver corrotta, il peccato di vanità non può essere estirpato ed è quindi necessario, per sperare in una risposta, presentarsi davanti Agatha portando il dovuto rispetto, come lo avreste fatto se lei fosse stata ancora in vita. Vi chiedo, cortesemente, in ultimo di non recare imbarazzo ulteriore alla mia persona andando a disturbare ancora Sorella Garaele con questa storia.
  19. Ilianaro Dato che sono concentrato nell'individuare auree sospette non rispondo alla domanda di Eaco, e sono ben lieto che lo faccia l'elfo. Terminata la ricerca e non avendo trovato niente proseguo il racconto di Tiabrar Perdonatemi sir Eaco, ho ritenuto ovvia la conoscenza del rituale che stavo compiendo, non ho quindi pensato alla ovvia difficoltà che deve incontrare uno della vostra razza. La mia comunque era semplice prudenza, difficile essere riusciti ad attirare attenzione in così poco tempo. Dal canto suo la splendida adoratrice della Buona Sorte, Sorella Garaele, ha espresso il desiderio di aiutarci nelle nostre imprese. Avrebbe voluto cacciare ella stessa questa banda di canaglie ma non ne ha le capacità, e non può abbandonare il ruolo che ricopre. Inoltre ha in questo momento ulteriori preoccupazioni, a quanto pare uno spirito inquieto vaga nelle terre vicine, una banshee di nome Agatha, non reca problemi agli abitanti dei luoghi ma è a conoscenza di informazioni utili alla causa della Signora Sorridente, le ho offerto il mio aiuto e in cambio ci fornirà quelle poche pozioni di cura che è riuscita a preparare. Sono sicuro inoltre che in caso di necessità potremmo affidarci a lei per ulteriori medicazioni. Spiego quindi a tutti cos'è e dove si trova la banshee, e che per avvicinarmi a lei e chiedergli cosa sa devo offrirgli un pettine che mi ha dato l'elfa. Molti accadimenti strani stanno avvenendo in queste zone, non è un caso che il signore della conoscenza mi abbia portato qui. Se convenite con me, direi che attualmente la principale preoccupazione sono i briganti, a quanto ho capito stazionano tutt'ora in città.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.