Jump to content

Le Cronache di Narnia: il Principe Caspian


Capitano!

Recommended Posts


  • 3 weeks later...

a me è piaciuto!!! la trama non era male, i combattimenti "adeguati" (cioé, ne ho visti di migliori, ma per questo genere di film andavano bene), un po' di risatine che non guastano mai

Spoiler:  
mi riferisco al topo spadaccino!!!:-D:-D

e alla fine mi ha abbastanza coinvolto!!!

L'ho preferito al primo.

voto: 7+

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

Visto ieri e m'è sembrato proprio brutto, ma brutto brutto! del tipo "mandiamo avanti che è meglio"!

Almeno il primo era epico, questo m'è sembrato un'accozzaglia di avvenimenti insensati forzati insieme senza un vero filo conduttore... E quante stupidaggini (il piano di attacco al castello? perfetto direi!!! quell'inutile leone [per cui i bracconieri dovrebbero avere via libera] che gioca a nascondino nel bosco... my lord!)

Comunque sono andato a vedere su wikipedia com'è il ciclo e ho letto le trame degli altri romanzi, e m'è venuto il dubbio: è il film che è stato fatto male o è proprio "la fonte" ad essere una fetecchia? perchè a leggere le trame dei libri successivi ti viene voglia di recitare il silmarillion 100 volte per togliersi dagli occhi quella schifezza! storie sconclusionate, una mitologia/storia di narnia molto raffazzonate, personaggi insulsi... Qualcuno ha letto questi libri? sarei curioso di sapere se i riassunti sono semplicemente fatti male, se in realtà wikipedia ha ragione e l'intero ciclo è una specie di catechismo cristiano in simboli o se semplicemente sono dei pessimi romanzi :lol:

Link to comment
Share on other sites

beh fai conto che è stato fatto dalla disney pensando ad un pubblico di bambini/adolescenti/marmocchi vari, quindi non ti dovevi aspettare sbudellamenti alla Braveheart o punte di eroismo e cameratismo alla 300. e nemmeno piani machiavellici.

Io l'ho trovato sufficiente(di certo non un capolavoro), ma visto anche gli il buon numero di assalti/combattimenti un po' di sbudellamenti e sangue versato in più non avrebbero guastato:lol::lol::lol:

Link to comment
Share on other sites

Mah, non è stato nemmeno un fatto di mancanza di 'gore', è solo che mi è sembrato tutto un nonsense: la politica del castello, la riunione dei tizi di narnia, l'attacco al castello... tutti avvenimenti senza una logica, messi lì tanto per dare il là a qualcos'altro,e con sullo sfondo la pseudo divinità che aspetta che vengan fatti macelli per poi svegliare le piante (mabbè....)...

E' per questo che chiedevo se son proprio i libri che o fan schifo o son talmente imbevuti di tematiche cristiane che uno deve vedere il film con gli occhi della fede.

Link to comment
Share on other sites

E' per questo che chiedevo se son proprio i libri che o fan schifo o son talmente imbevuti di tematiche cristiane che uno deve vedere il film con gli occhi della fede.

io non ho letto i libri, ma gente che lo fece mi disse che in effetti si percepisce cristianesimo latente in tutta l'opera.

Edit: a tal proposito

http://it.wikipedia.org/wiki/Le_cronache_di_Narnia

e in inglese(mi sembra un po' più completo)

http://en.wikipedia.org/wiki/Narnia

Link to comment
Share on other sites

Sarà come dite voi,però ho letto i Libri,ho visto il Film e da Cattolico(sia pure non praticante)non ho notato nulla di ciò che dite;forse se io "volessi a tutti i costi" vederci qualcosa,troverei pure riferimenti buddisti,o ebraici,o...

Se ci limitassimo a godere di un Libro o di un Film senza voler "sempre" fare dietrologia,come sarebbe bello il mondo...:lol:

Tutto IMHO,naturalmente,ciao. Enry. :bye:

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Niente di che questo film, meglio il primo, son d'accordo con le vostre critiche.

Spoiler:  
Il topo spadaccino mi sembra come il gatto con gli stivali in Shrek

Unica nota "positiva": il doppiaggio del leone mooooooolto meglio del primo ( in cui sembrava l'ammiraglio Akbar di guerre stellari)

Link to comment
Share on other sites

Sarà come dite voi,però ho letto i Libri,ho visto il Film e da Cattolico(sia pure non praticante)non ho notato nulla di ciò che dite;forse se io "volessi a tutti i costi" vederci qualcosa,troverei pure riferimenti buddisti,o ebraici,o...

Se ci limitassimo a godere di un Libro o di un Film senza voler "sempre" fare dietrologia,come sarebbe bello il mondo...:lol:

Tutto IMHO,naturalmente,ciao. Enry. :bye:

una precisazione: ce lo stavamo chiedendo e io ho linkato alcune pagine di wikipedia che ne parlavano. In line adi massima sono perfettamente d'accordo conte sulla dietrologia

Link to comment
Share on other sites

io non l'ho visto ma non è quello dove ci sono Favino e Castellitto che fa il cattivo? Li avete riconosciuti? Li avete apprezzati?

troppo poco cattivi per i miei gusti. Mancava ai loro personaggi quel tocco di bastardaggine in più e un po' di malizia secondo me. Però in quel caso avrebbero dovuto cambiare il finale.

Link to comment
Share on other sites

Ma la mia non era una critica, era una domanda per sapere se era il film che aveva una trama orrenda o se la stessa deriva dai romanzi da cui la pellicola è tratta.

Si sa che Lewis scrisse i libri anche con lo scopo di "spiegare" il cristianesimo ai più piccoli, e i riferimenti ci sono tutti e sono visibili (la resurrezione di Aslan, tanto per dirne uno).

Quello che mi chiedevo io è proprio questo: cose assolutamente inspiegabili per una qualunque sceneggiatura fatta non con i piedi sono causate da incompetenza professionale o derivan dal libro? Ad esempio il fatto che il leone non si faccia mai vedere ma che magicamente metta una pezza alla fine è un palese riferimento al fatto che gli uomini debbano "fare da sè" e non sperare nell'aiuto divino (insomma, tutta la storia sul libero arbitrio che c'han sempre raccontato i preti quando chiedevamo "ma perchè ci sono le guerre?" :rolleyes:). Però se il libro non fosse così, vorrebbe dire che han fatto il film da cani perchè la cosa risulta totalmente illogica (un pò come negli horror in cui il solito tizio inseguito dal killer dà una bottarella in testa all'inseguitore e poi gli dà le spalle per una mezz'ora buona lasciandogli il tempo di rialzarsi, stirare due camicie e poi farlo a pezzi... ). Volevo appunto un parere da chi il libro lo aveva letto :eek:

Per quel che riguarda castellitto devo dire che nel film fa la sua figura (ma fanno molto anche costumi e scenografia): io come attore l'ho sempre detestato ma il suo è un bel cattivo!

Favino invece fa gran poco, se non approfittare del classismo di quel maledetto leone...

Spoiler:  
Quando Aslan chiede chi vuol tornare sulla terra, Favino dice di sì per primo, seguito poi dalla moglie di castellitto e da uno dei vari lord. E a quel punto il leone fa "voi che avete parlato per primi, avrete una vita felice nel vostro nuovo mondo"... annamo bene, i contadini cornuti e mazziati mentre il capitano delle guardie, un nobile random e la castellana han fatto la vita da nababbi qui e la faranno pure altrove! tanto per dire, i ricchi sono sempre andati in paradiso :rolleyes:
Link to comment
Share on other sites

putroppo ( o per fortuna a seconda dei punti di vista) non ho visto il secondo capitolo ma ho letto tutta la saga di lewis e in effetti dopo i primo due capitoli la saga perde un pò di senso per i maggiori di 13 anni,anche se sorvolando su certe illogicità tipiche delle favole la lettura rimane godibile,si deve inoltre tenere presente che al cinema sono stati presentati due racconti mentre ne manca uno all'inizio e uno prima de "il principe Caspian", percui queste due cose possono aver inlfluito sulla qualità del film.

Per quanto riguarda i riferimenti al cristianesimo sono cosi evidenti ( in particolare i riferimenti, se così si possono chiamere scene a volte calcate, alla bibbia ) che non cè bisongo di parlare di dietrismo lo stesso libro segue un filo conduttore del tutto simile alla bibbia ed è evidente l'intenzione di lewis di illustrare i passi salienti della bibbia ai ragazzi, non ha assolutamente cercato di nasconderlo.

Spoiler:  
alla fine della saga, tanto per fare un esempio, si ha una vera e propria apocalisse con tanto di divisione inferno paradiso per buoni e cattivi da parte di Aslan e proprio alla fine il leone si rivela per quello che è cioè cristo (chi ha letto la strega e l'armadio ricorderà che aslan è il figlio di un grande re o signore non meglio specificato, chi sarà mai?)
Link to comment
Share on other sites

putroppo ( o per fortuna a seconda dei punti di vista) non ho visto il secondo capitolo ma ho letto tutta la saga di lewis e in effetti dopo i primo due capitoli la saga perde un pò di senso per i maggiori di 13 anni,anche se sorvolando su certe illogicità tipiche delle favole la lettura rimane godibile,si deve inoltre tenere presente che al cinema sono stati presentati due racconti mentre ne manca uno all'inizio e uno prima de "il principe Caspian", percui queste due cose possono aver inlfluito sulla qualità del film.

Per quanto riguarda i riferimenti al cristianesimo sono cosi evidenti ( in particolare i riferimenti, se così si possono chiamere scene a volte calcate, alla bibbia ) che non cè bisongo di parlare di dietrismo lo stesso libro segue un filo conduttore del tutto simile alla bibbia ed è evidente l'intenzione di lewis di illustrare i passi salienti della bibbia ai ragazzi, non ha assolutamente cercato di nasconderlo.

Spoiler:  
alla fine della saga, tanto per fare un esempio, si ha una vera e propria apocalisse con tanto di divisione inferno paradiso per buoni e cattivi da parte di Aslan e proprio alla fine il leone si rivela per quello che è cioè cristo (chi ha letto la strega e l'armadio ricorderà che aslan è il figlio di un grande re o signore non meglio specificato, chi sarà mai?)

Se posso fare il pignoso, direi che ti mancano un po' di maiuscole e virgole, per non parlare del dietrismo (che roba è?)...:lol:

Scherzi a parte, senza assolutamente voler iniziare un ping pong, dico solo che ultimamente si fa caso solo all'aspetto religioso di qualsiasi cosa,in molti Topic (sempre in negativo),come se la colpa di ogni cosa che accade o che accadrà fosse del Papa...:confused:

Per quello ho parlato di dietrologia,è possibile che dei libri di Lewis quello religioso sia l'unico aspetto su cui dibattere???

Ultima cosa,le analogie di cui parli credo si trovino anche nell'Islamismo,in una certa parte;ripeto che se volessi,troverei analogie con Manitù e il Dio Ra...

Scava scava,si torna sempre li.

Ciao. Enry. :bye:

Link to comment
Share on other sites

ico solo che ultimamente si fa caso solo all'aspetto religioso di qualsiasi cosa,in molti Topic (sempre in negativo),come se la colpa di ogni cosa che accade o che accadrà fosse del Papa...

A parte che ogni tanto la colpa è pure dei vescovi :lol::lol::lol: però il mio post "in negativo" sui riferimenti religiosi del film era, appunto, in negativo non perchè si tiri in ballo la fede o si parli di Gesù (cosa che personalmente trovo positiva sotto ogni aspetto, non vedo per quale motivo un'opera letteraria non possa essere basata su valori cristiani, anzi, trovo interessante il lavoro che Lewis ha fatto per creare una sorta di 'Bibbia per i piccoli') ma perchè se un avvenimento in un'opera letteraria è un pò "insulso", di solito ci sono 500 pagine per rimediare; se invece una parte di un film non ha senso ti resta solo stampato nel cervello "ma perchè? chi avrebbe fatto questo? ma lo sceneggatore si faceva di crack?".

Ora, il deus ex machina che si nasconde nella foresta, aspetta che avvengano massacri inenarrabili e salta fuori a 5 minuti dalla fine del film E' un riferimento all'aiuto divino. Solo che non ci sono l'atmosfera e il pathos di un libro alle spalle di tale fatto, ma ci sono 1 ora e 40 di pellicola (bruttina) e ci si trova di fatto davanti ad una "pezza" messa dagli sceneggiatori per finire il film.

Per quel che riguarda la negatività del mio commento sulla "fortuna" di Savino e nobili vari, quella invece la rivendico tutta: sappiamo fin troppo bene come una grossa parte delle istituzioni religiose abbiano sempre riservato un trattamento speciale a chi aveva una certa posizione sociale. Ma non c'è nulladi male in tutto questo, Lewis ha scritto i libri negli anni '50, non è che mi aspetti messaggi no global da lui :-o

Link to comment
Share on other sites

Se posso fare il pignoso, direi che ti mancano un po' di maiuscole e virgole, per non parlare del dietrismo (che roba è?)...:lol:

Scherzi a parte, senza assolutamente voler iniziare un ping pong, dico solo che ultimamente si fa caso solo all'aspetto religioso di qualsiasi cosa,in molti Topic (sempre in negativo),come se la colpa di ogni cosa che accade o che accadrà fosse del Papa...:confused:

Per quello ho parlato di dietrologia,è possibile che dei libri di Lewis quello religioso sia l'unico aspetto su cui dibattere???

Ultima cosa,le analogie di cui parli credo si trovino anche nell'Islamismo,in una certa parte;ripeto che se volessi,troverei analogie con Manitù e il Dio Ra...

Scava scava,si torna sempre li.

Ciao. Enry. :bye:

per quanto riguarda l'ortografia........colpevole!!:redface:

comunque hai ragione, almeno io tendo a diventare un pò critico su questo, nonostante a mio parere la religione sia un importante aspetto della società e della persona, a volte il mio lato polemico prende il sopravvento

Perqui quoto e spero di aver scritto con una punteggiatura migliore. :lol:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...