Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Rivers of London GdR: Un'Intervista

Charles Dunwoody ha intervistato Lynne Hardy, una delle designer che si sta occupando del GdR ispirato a I Fiumi di Londra, la serie di romanzi urban fantasy di Ben Aaronovitch.

Read more...

Jabberwocky

Oggi Goblin Punch, nella sua rubrica di rivisitazione dei mostri classici, ci parla del Jabberwocky, una bizzarra creatura nata dalla penna di Lewis Carroll.

Read more...

Need Games: le novità di Natale 2020 e del primo semestre 2021

Riempite la letterina a Babbo Natale con le novità Need Games in uscita a Dicembre e nei primi mesi dell'anno prossimo!

Read more...

Recensione: Mythic Odysseys of Theros

Dopo Ravnica, l'altra ambientazione per i set di Magic the Gathering che è stata convertita a D&D 5E è stata Theros, con il manuale Mythic Odyssesys of Theros.

Read more...

Humble Bundle: Cyberpunk 2020

R Talsorian e Humble Bundle lanciano una nuova offerta, permettendoci di fare un salto nel 2020 delle megacorporazioni e della Matrice.

Read more...

Recommended Posts

Ho recentemente finito "Shadow of Self", il secondo libro della seconda era di Mistborn, dove sono presenti i primi riferimenti al "Cosmere". Chiedo quindi un consiglio agli altri appassionati: è sensato concludere la trilogia? Oppure sarebbe più opportuno leggere qualche altro libro di Sanderson, dato che la mia conoscenza del Cosmere si ferma a Scadrial?

Link to post
Share on other sites

  • Replies 12
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Piccolo dettaglio sarà una quadrilogia (Alloy of Law, Shadow of Self, Bands of Mourning, The Lost Metal). Per quanto mi riguarda dipende molto se dopo hai intenzione o meno di passare alle altre

Dici Edgedancer (ce l'ho in inglese non so come l'abbiano tradotto)? Sarebbe il caso di leggerlo dopo il secondo libro della Folgoluce. Per Mistborn: Secret History, potrebbe valer la pena di leg

Diciamo che una volta che uno è consapevole dell'esistenza del Cosmere leggersi Mistborn: Secret History (che alla fine è la parte corposa di Arcanum Unbounded) prima di avventurarsi nella Folgoluce c

  • Moderators - supermoderator
29 minuti fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Ho recentemente finito "Shadow of Self", il secondo libro della seconda era di Mistborn, dove sono presenti i primi riferimenti al "Cosmere". Chiedo quindi un consiglio agli altri appassionati: è sensato concludere la trilogia? Oppure sarebbe più opportuno leggere qualche altro libro di Sanderson, dato che la mia conoscenza del Cosmere si ferma a Scadrial?

Piccolo dettaglio sarà una quadrilogia (Alloy of Law, Shadow of Self, Bands of Mourning, The Lost Metal).

Per quanto mi riguarda dipende molto se dopo hai intenzione o meno di passare alle altre serie oppure no. Se vuoi farlo a mio allora ci potrebbe stare fermarsi e mettersi in pari con alcune cose. Nell'ordine leggiti Elantris, Warbreaker (in italiano Il Conciliatore) Arcanum Unbounded e i primi due libri delle Cronache della Folgoluce, poi passa a Bands of Mourning e il terzo della Folgoluce.

E se mai hai interesse di discutere di questo fandom sappi che ne sono un grande fan da tempo.

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Avevo intenzione di approfittare di questi giorni per mettermi alla pari con i romanzi di Sanderson (che è praticamente l'anti-Martin sotto questo aspetto). Grazie per il consiglio, seguirò il tuo suggerimento.

1 ora fa, Alonewolf87 ha scritto:

E se mai hai interesse di discutere di questo fandom sappi che ne sono un grande fan da tempo.

Mi farebbe piacere, anche se ne conosco molto poco.

Non ho trovato moltissimi fan di Sanderson in Italia. Ed è un vero peccato, merita veramente molto. 

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator
46 minuti fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Mi farebbe piacere, anche se ne conosco molto poco.

Non ho trovato moltissimi fan di Sanderson in Italia. Ed è un vero peccato, merita veramente molto. 

Al di là del Cosmere di per sè possiamo anche semplicemente parlare di Mistborn, mi va benissimo comunque 😄

Sì in effetti non ho trovato molto gente che lo conosca (se non magari per il fatto che ha terminato La Ruota del Tempo)

Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

Al di là del Cosmere di per sè possiamo anche semplicemente parlare di Mistborn, mi va benissimo comunque 😄

Con vero piacere, allora. Inizio subito a farti una domanda sulla prima era: anche tu hai trovato Vin molto meno interessante di qualunque altro personaggio? Mi è piaciuto moltissimo il colpo di scena sul finale (magistrale, IMHO), che ha in parte rotto la sua caratterizzazione come Mary Sue, ma mi è comunque sembrata un po' banale rispetto al resto del "cast".

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator
33 minuti fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Con vero piacere, allora. Inizio subito a farti una domanda sulla prima era: anche tu hai trovato Vin molto meno interessante di qualunque altro personaggio? Mi è piaciuto moltissimo il colpo di scena sul finale (magistrale, IMHO), che ha in parte rotto la sua caratterizzazione come Mary Sue, ma mi è comunque sembrata un po' banale rispetto al resto del "cast".

Sì Vin non è proprio scritta benissimo rispetto al resto del cast principale, ma ti posso assicurare che negli anni ha imparato a scrivere molto meglio sia i protagonisti (di qualunque sesso), che i personaggi femminili in genere. Per dire Shallan e Jasnah de Le Cronache della Folgoluce oppure Vivenna e Siri di Warbreaker sono decisamente migliori.

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

Sì Vin non è proprio scritta benissimo rispetto al resto del cast principale, ma ti posso assicurare che negli anni ha imparato a scrivere molto meglio sia i protagonisti (di qualunque sesso), che i personaggi femminili in genere. Per dire Shallan e Jasnah de Le Cronache della Folgoluce oppure Vivenna e Siri di Warbreaker sono decisamente migliori.

Vin difetta come protagonista più che come personaggio femminile (a mio parere). Tindwyl e Allrianne, che appaiono solo nel libro successivo, sono personaggi molto interessanti, per esempio. 

E ho notato come i protagonisti migliorino già con i libri della seconda era. Wax non mi fa impazzire (non mi piacciono i personaggi "tenebrosi e tormentati"), ma lo trovo molto più gradevole di Vin.

Cambiando argomento, ti chiedo di farmi un piccolissimo spoiler (che metto come contenuto nascosto).

Spoiler

Sapresti dirmi se esistano dei libri che espandano la storia e le identità "umane" di Ruin e Preservation? Mi hanno incuriosito moltissimo.

 

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator
7 minuti fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Vin difetta come protagonista più che come personaggio femminile (a mio parere). Tindwyl e Allrianne, che appaiono solo nel libro successivo, sono personaggi molto interessanti, per esempio. 

Vivenna, Kaladin, Wayne, Jasnah sono protagonisti decisamente migliori. C'è poi da dire che le Cronache della Folgoluce ha essenzialmente cinque protagonisti primari quindi diventa anche più facile mostrare varietà narrativa

Spoilerone

Spoiler

Sì e no. Non sono state mostrate direttamente, ma si sono scoperti ulteriori dettagli sulla loro origine. La serie che dovrebbe approfondire quei retroscena si chiamerà Dragonsteel e verrà pubblicata tra le terza e la quarta serie di Mistborn (sì ce ne sono quattro programmate a vari livelli di avanzamento tecnologico, la terza sarà a tecnologia dei giorni nostri, la quartà sarà stile fantascienza). Sappi comunque che hai già avuto modo di "incontrare" alcune volte un personaggio direttamente collegato al passato di Ruin e Preservation nei libri di Mistborn

 

Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Vivenna, Kaladin, Wayne, Jasnah sono protagonisti decisamente migliori. C'è poi da dire che le Cronache della Folgoluce ha essenzialmente cinque protagonisti primari quindi diventa anche più facile mostrare varietà narrativa

Spoilerone

  Rivela contenuti nascosti

Sì e no. Non sono state mostrate direttamente, ma si sono scoperti ulteriori dettagli sulla loro origine. La serie che dovrebbe approfondire quei retroscena si chiamerà Dragonsteel e verrà pubblicata tra le terza e la quarta serie di Mistborn (sì ce ne sono quattro programmate a vari livelli di avanzamento tecnologico, la terza sarà a tecnologia dei giorni nostri, la quartà sarà stile fantascienza). Sappi comunque che hai già avuto modo di "incontrare" alcune volte un personaggio direttamente collegato al passato di Ruin e Preservation nei libri di Mistborn

 

Wayne è un capolavoro. Tralasciando che credo che sia impossibile non farsi piacere quell'uomo. 

Per rispondere allo spoiler

Spoiler

Sapevo delle quattro serie, idea che adoro. Cercherò con piacere questi riferimenti, magari li comprenderò solamente quando mi sarò messo in pari con gli altri libri.

 

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Riesumo la discussione perché mano a mano che continuo a leggere i libri mi stanno sorgendo dei dubbi a livello pratico. Ho finito il Conciliatore ed Elantris e sto per iniziare Arcanum Unbounded. Mentre stavo per acquistarlo mi è caduto l'occhio sulle novelle presente, con una che viene indicata come parte delle Cronache della Folgoluce. Può essere letta tranquillamente anche senza gli altri romanzi (come se fosse un prequel, diciamo) o sarebbe meglio leggerla in un secondo momento?

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator
1 ora fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Mentre stavo per acquistarlo mi è caduto l'occhio sulle novelle presente, con una che viene indicata come parte delle Cronache della Folgoluce. Può essere letta tranquillamente anche senza gli altri romanzi (come se fosse un prequel, diciamo) o sarebbe meglio leggerla in un secondo momento?

Dici Edgedancer (ce l'ho in inglese non so come l'abbiano tradotto)? Sarebbe il caso di leggerlo dopo il secondo libro della Folgoluce.

Per Mistborn: Secret History, potrebbe valer la pena di leggersela dopo i libri di Wax & Wayne ma non è così obbligatorio (sicuramente svela molti retroscena della prima trilogia di Mistborn)

La cosa bella è che puoi prenderti Arcanum Unbounded e poi leggerti solo le novelle che non ti spoilerano cose.

Ad ogni modo molto consigliate le graphic novel di White Sand se ci metti sopra le mani, se ti interessa di più l'argomento scrivimi in PM.

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Dici Edgedancer (ce l'ho in inglese non so come l'abbiano tradotto)? Sarebbe il caso di leggerlo dopo il secondo libro della Folgoluce.

 

Esatto, il titolo è quello. Mi consigli comunque di leggere il resto di Arcanum Unbounded prima di iniziare la Folgoluce? Sempre nell'ottica di farmi un recap sul Cosmere.

11 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Ad ogni modo molto consigliate le graphic novel di White Sand se ci metti sopra le mani, se ti interessa di più l'argomento scrivimi in PM.

Farò qualche ricerca, allora! Ho letto che una piccola parte è contenuta in Arcanum, una ragione in più per acquistarlo, a questo punto. 

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator
8 ore fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Esatto, il titolo è quello. Mi consigli comunque di leggere il resto di Arcanum Unbounded prima di iniziare la Folgoluce? Sempre nell'ottica di farmi un recap sul Cosmere.

Diciamo che una volta che uno è consapevole dell'esistenza del Cosmere leggersi Mistborn: Secret History (che alla fine è la parte corposa di Arcanum Unbounded) prima di avventurarsi nella Folgoluce ci potrebbe stare. Alcune novelle come The Emperor's Soul, Sixth of the Dusk e Shadows for Silence si possono leggere in maniera estemporanea senza preoccupazioni.

Tra l'altro la parte su Allomancer Jak fa sbudellare dalle risate, leggitela appena possibile dopo i libri di Wax & Wayne.

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Codan il bardo
      No, mi spiace, non ho sbagliato sezione e né traduzione, perché quello di cui vi sto per parlare non è il famoso gioco da tavolo fantasy "Black Rose Wars", ma del suo romanzo.
      Purtroppo non posso darvi altri dettagli in merito (almeno, non ancora), ma posso invitarvi tutti ad un'intervista che chiarirà molte cose a riguardo. Non mancate!
      Clicca qui per partecipare

    • By MadLuke
      Le descrizioni dei paesaggi sono parecchio minuziose, ma la prosa non è affatto coinvolgente o emozionante, tanto che sembra più di leggere una guida turistica che un romanzo. La prosa incredibilmente pedante, ritorna anche nei combattimenti (che in un romanzo fantasy dovrebbero avere un certo rilievo), invece sono sempre resi da descrizioni brevi e ripetitive. Lo stesso paradigma è applicato poi alla battaglia che si annuncia campale, ma si risolve in pochi brevi paragrafi, come durasse mezzora. Le parti di "corteggiamento" tra i due protagonisti poi, sembrano scritte da un adolescente (ma maschio, non femmina come invece e l'autrice): "lui era bellissimo, lei era splendida, a lui batteva il cuore..." e altre melense banalità. Più in generale tutta la storia è una noiosissima sequela di scene senza spessore. Anche nella parte finale dove mi appare evidente il concitamento della scena, il libro non mi ha coinvolto. Ci sono elementi dell'ambientazione e della vita della protagonista che ho trovato parecchio interessanti, ma rimangono unicamente una promessa, in quanto l'autrice li tradisce abbondandentemente, da una parte con eccessivi sofismi, dall'altra con mancanza di espressioni concrete.
      Voto: 1/5
    • By Estraneo
      Cari amici di Dragons’ Lair,
      come qualche anno addietro passo di qui per riunire il popolo dei nerd, così che possa darmi una mano in un mio progetto.
      Qualcuno si ricorderà che nel 2016 ho pubblicato un romanzo con Bookabook, un editore milanese che richiede come primo step una campagna di crowdfunding.
      Si tratta di un romanzo fantasy, intitolato Verso le Nebbie.
      Volevo scrivere una storia con un'ambientazione classica, ma con qualche punto originale: un fantasy senza un oscuro signore o un regno del male, niente profezie e prescelti, ma una storia eroica con un'anima appena un po' gritty. Giuro che non c'è nessuna protagonista mezzelfa con i capelli blu e gli occhi drammaticamente troppo grandi!
      Insomma: l'obiettivo era una via di mezzo che potesse portare Il Signore degli Anelli in un'orbita più vicina a Martin o Abercrombie (sia chiaro: penso di aver scritto un bel romanzo, ma ne devo mangiare di cereali sottomarca prima di ritenermi al loro livello #mettolemaniavanti ).
      Il libro è stato un buon successo, chi lo ha letto è rimasto piacevolmente sorpreso e io ho avuto la mia dose di nutrimento per l'ego. Per essere un editore minuscolo, devo dire che Bookabook mi ha permesso di essere un minimo riconosciuto per il mio lavoro.
      Venerdì scorso è partita la campagna per il seguito, intitolato Oltre il Velo. L'obiettivo è di arrivare a 200 preordini, non importa se di copie digitali o cartacee. Una volta raggiunto il traguardo, il romanzo passa all'editing, viene impaginato, si realizza la copertina e viene distribuito nei canali delle librerie.
      Se volete darmi una mano, ecco il link alla campagna:
      https://bookabook.it/libri/oltre-il-velo/
      Se non avete letto il primo libro, lo trovate a meno di 1€ in formato elettronico qui:
      https://bookabook.it/libri/verso-le-nebbie/
      Oppure in formato cartaceo qui:
      https://www.amazon.it/Verso-nebbie-Lorenzo-Zampieri

      Per chi è a Milano, offro naturalmente un autografo sulla vostra copia (anche in forma di post.it da appiccicare al Kindle, nel caso)
      Se oltre a partecipare alla campagna avete dei consigli di marketing, sono tutto orecchie. Contrariamente a quanto ci si aspetta, io sono un disastro nella promozione!
       
       
    • By Aranar
      Buongiorno a tutti, nella wikipedia c'è un elenco dei romanzi ambientati nei Forgotten Realms che corrisponde a quelli in mio possesso ma temo di non essere più aggiornato. O sbaglio?
    • By ARRY
      Buongiorno, vi scrivo per un'informazione, sono un grandissimo appassionato di Tolkien e credo di aver letto praticamente tutti i suoi romanzi tradotti in italiano. Ora vorrei leggere una sua biografia ma ho visto che ne sono state pubblicate e tradotte in italiano varie edizioni e non so quale scegliere. Personalmente cerco un'opera che non sia solo il racconto di una successione di eventi ma un'opera che mi dia anche un punto di vista critico sull'opera del grande scrittore. Come esempio di una biografica "critica" molto ben riuscita personalmente citerei "Io sono vivo, voi siete morti" di Emmanuel Carrèr.   Sapreste consigliarmi qualcosa di simile sulla vita di Tolkien?  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.