Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...

Fuga dall'Abisso è uscito in lingua italiana

A partire da ieri, 30 Luglio 2020, l'Avventura Fuga dall'Abisso per D&D 5e è finalmente uscita in lingua italiana. Pensata per PG di livello 1-15, quest'avventura è ambientata nel Sottosuolo dei Forgotten Realms ed è caratterizzata dalla presenza dei mostruosi Signori dei Demoni.
Qui di seguito potrete trovare la descrizione ufficiale dell'Avventura, la copertina del manuale e la recensione da noi pubblicata su DL'.
Fuga dall'Abisso
Dungeons & Dragons è un gioco per veri eroi che amano vivere intense e adrenaliniche avventure, e Fuga dall’Abisso è il manuale giusto per chi sente il bisogno di passare la serata a salvare il mondo!
A causa di un piccolo errore di calcolo, l'arcimago drow Gromph Baenre, di Menzoberranzan, si pente di aver iniziato la sua carriera arcana…
Che cosa succede quando i cancelli dell’Underdark si aprono per far entrare i demoni dell’Abisso? Una quantità di orrori inimmaginabile si riversa nel sottosuolo, creature d’ombra che rendono ancora più claustrofobici i cunicoli di pietra…i personaggi saranno in grado di sopravvivere alla follia?
Dedicata agli amanti dei dungeons labirintici, Fuga dall’Abisso è un’avventura adatta a personaggi dal livello dal 1° al 15°, che dovranno riuscire a sopravvivere e a tornare in superficie prima di abbandonarsi alla disperazione, ma non solo: dovranno fermare una catastrofe imminente, che potrebbe distruggere non solo le antiche città naniche, duergar e drow, ma raggiungere persino i Reami Dimenticati!
Avranno molte scelte importanti da compiere, e la possibilità di unirsi a molti compagni di viaggio. Un’esperienza di gioco tra le più appassionanti e tra le più riuscite della saga di “Furia dei Demoni”.
Lingua: italiano
Formato: Copertina rigida
Prezzo: 49,99 euro
Articoli di Dragons' Lair:
❚ Recensione di Fuori dall'Abisso

Link alla pagina ufficiale del sito Asmodee Italia: https://www.asmodee.it/news.php?id=722
Read more...
By senhull

Intervista a Keith Baker riguardo Exploring Eberron

Questo è il link all’evento andato in onda ieri.
Qui sotto trovate una breve sintesi per chi non avesse voglia/tempo di guardarsi tutta la registrazione.
Exploring Eberron
Il libro sarà pubblicato su DMs Guild sia come PDF sia in un'edizione cartacea su copertina rigida (ad oggi ancora senza data ufficiale), ma Keith ha detto più volte in tutto lo stream che ciò potrebbe avvenire in qualsiasi momento. Stanno aspettando che le copie stampate ottengano il via libera poiché credo che il precedente processo di stampa fosse disallineato/con errori. Quindi dita incrociate per questo fine settimana e Keith ha ribadito che è ciò che spera. Il prezzo del libro non è stato menzionato nello stream. Si tratta di 248 pagine e ci saranno più parole che in Rising from the Last War.
Il libro mira a coprire temi che sono stati ignorati o solo brevemente menzionati nei precedenti libri canonici, tra i quali la cosmologia planare, gli oceani e i regni dei mostri (goblinoidi in primis).
C'è un intero capitolo dedicato alla cosmologia planare, che include una mappa splendidamente illustrata dei piani e ogni piano avrà tra 4-6 pagine che descrivono in dettaglio i concetti (per esempio come funziona Fernia, e quindi far passare il messaggio che non è solo il piano di fuoco). L’obiettivo è quello di permettere ai DM di predisporre con serenità e completezza tutto quel che necessario per sviluppare un'avventura planare, nonché definire come i piani potrebbero influenzare un'avventura anche se di viaggi planari non ne vuoi sentir parlare: praticamente come funzionano le zone di manifestazione. C'è anche una grande sezione dedicata ai goblinoidi Dhakaan in cui probabilmente verranno dati molti dettagli sulla storia del loro impero e di ciò che ci si deve aspettare esplorando le loro rovine.
Sottoclassi
Ci sono sei nuove sottoclassi. Due di loro sono "solo" per personaggi di razza goblinoide, anche se non è detto che siano vincoli razziali, ma trattandosi di Dhakaan…
Adepto della Forgia (Artefice) (Goblinoide)
Keith descrive questa classe come la tradizione di artefice Dhakaan (OT: su questo potrei aprire una bella discussione…), ed è una sorta di spin-off della sottoclasse del Battle Smith da Rising from the Last War. Laddove il Battle Smith si concentra sul costrutto/famiglio, l’Adepto della Forgia cercherà di creare un'arma perfetta e quindi migliorarla. Usa l'idea che i Dhakaani siano, per tradizione marziale, principalmente dediti alla forgiatura di armi e armature, quindi l’Adepto della Forgia è un esperto nella creazione di armi e armature e cerca di creare "l'arma perfetta". Questa è un'altra sottoclasse di artefici melee. Ovviamente l’arma perfetta ha anche un nome specifico in goblin che non vedo l’ora di leggere!
Collegio dei Cantori Funebri (Bardo) (Goblinoide)
Basandosi sul fatto che i Dhakaani tendenzialmente non amano la magia arcana e divina, molti dei loro leader spirituali erano Bardi (clan Kech Volaar, in primis). Lo descriverei come una sorta di comandante del campo di battaglia che ispira costantemente le truppe. Keith lo descrive dicendo "sto interpretando il mio ruolo attraverso i miei compagni, non ho bisogno di combattere; sto guidando gli altri". Sembra una sorta di sottoclasse.
Maverick (Artefice)
Questa sottoclasse si rifà all'infusione dell’artefice della 3.5 " Spell Storing Item” (Accumulatore di incantesimi). Keith la spiega così: "Farò la cosa di cui abbiamo bisogno, datemi un minuto". L'artefice è in grado di immagazzinare incantesimi negli oggetti (cura ferite portatili? Torrette fulminanti? Mine fireball?). Il Maverick è in grado di scegliere incantesimi destinati ad altre classi anche se in misura limitata, e con il consueto incremento man mano che si sale di livello. Sono anche in grado di cambiare i cantrip con un breve riposo.
Via dell’Arma Vivente (Monaco)
Questo attinge ad alcune classi di prestigio descritte nei manuali Eberron 3.5 come il Quori Nightmare e il Were-touch Master, e si concentra sul trasformare il tuo corpo in un'arma. Sebbene non siano bloccati dal punto di vista razziale, esistono apparentemente "percorsi" diversi che si amalgamano bene con razze come Forgiati, Morfici o Cangianti.
Circolo della Forgia (Druido) (Questo potrebbe essere razzialmente vincolato ai forgiati)
Parte di questa classe è in realtà frutto di una discussione che chi ha giocato ad Eberron un druido forgiato (in qualsiasi edizione) si sarà PER FORZA posto: "Ma un forgiato si trasforma in un animale in carne e ossa o in un Animale forgiato/costrutto? ". La risposta ufficiale è sempre stata quella di trasformarsi in un animale in carne e ossa. Questa sottoclasse ora ti consente di trasformarti in un animale forgiato (OT: ma quanto bella è questa idea…???). Apparentemente è simile al Cerchio della Luna in quanto è un druido guidato da una forma selvaggia, ma si concentra maggiormente sull'essere un costrutto. Todd ha anche menzionato cose come "Adamantine Hide", "Skin of Steel", "Elemental Fury", ma queste non sono state ampliate durante i discorsi, accendendo in me un interesse ancora più forte…
Dominio della Mente (Chierico)
Questa sembra essere la cosa più vicina ai poteri psionici, direi che è assolutamente perfetto per i Kalashtar visto che sfrutta per bene i poteri psionici, ma che devono essere per forza di allineamento buono. Si ottengono quindi incantesimi come Comando, Confusione, Dominare Persone e Telecinesi. Quando lanci un incantesimo che infligge danno radiante, puoi invece fargli infliggere danno psichico, quindi cose come la fiamma sacra ora possono avere il flavour di un'esplosione mentale.
Sottorazze
Rune Bound / Rune Born / Ruin Blood (?)
C'è una sottorazza (accennata, ma potrei aver inteso male) che il libro aggiunge, questa è la sottorazza di Rune Bound per il Nano e si rivolge ai Nani delle Rocche di Mror e più specificamente a coloro che giocano lo stregone. Mentre i nani “standard” combattono senza sosta contro i Daelkyr, il Rune Bound Dwarf nasce con un simbionte dentro di sé e con la capacità di usarlo. Il nano (figherrimo) sulla copertina di Exploring Eberron è uno di questi.
Marchi del Drago
Gli oggetti Focus dei Marchi del Drago hanno una nuova sezione, con molte più opzioni da esplorare.
I marchi del drago sono stati ampliati per includere ora i Marchi Siberys (finalmente!!!). Questa non è un talento, né un'aggiunta di sottorazza, un Marchio Siberys può essere acquisito solo tramite il DM che permette ad un giocatore di ottenerne uno, e dovrebbe richiedere una grande ragione narrativa dietro a tale concessione. Keith li definisce Doni Soprannaturali.
La classificazione è: se hai un marchio del drago (talento di Rising from the Last War) potete migliorarlo a Marchio Superiore. Se non avete un marchio e lo ottieni, ora avete un Marchio Siberys. Questo è stato fatto per provare a combinare i le due opzioni, semplificando. In definitiva, se non si desidera utilizzare i marchi Siberys, dipende dal DM.
Oggetti magici
C'è un bel pacchetto di nuovi oggetti magici.
Oggetti simbiotici come
Crawling Gauntlet (Guanto strisciante?) Hungry Weapon (Arma Affamata) Coat of Many Eyes (Manto dei molti occhi) Tongue Worm (Verme lingua?) Wandering Eye (occhio errante) Sono stati inseriti oggetti focus dei Marchi del Drago, per risolvere il problema di chi possiede il marchio ma non è un incantatore e quindi avrebbe delle difficoltà oggettive a lanciare il proprio incantesimo. Questi elementi dovrebbero risolverlo.
Varie ed Eventuali
Si parla poi di:
Oggetti magici Dhakaani Armi magiche d’assedio Altre cose C'è un capitolo chiamato Friends & Foes (Amici e Nemici), che dovrebbe contenere blocchi di statistiche sia per gli amici che per i nemici. Parte di questo capitolo parla di Valaara, la Regina Strisciante, una delle Sei Piaghe Daelkyr (fra l’altro tra gli spoiler che trovate sul blog di Keith). Un altro Quori e poi altre informazioni sulle razze acquatiche.
Non ci sono nuove informazioni sul Marchio della Morte, ma viene trattata la storia di Erandis, nonché una sezione sul Sangue di Vol e le altre fedi. Keith chiarisce alcune informazioni contrastanti di diversi autori, e ha specificato che tutte le informazioni nel libro rappresentano la SUA visione e di come aveva originariamente creato Eberron.
Si discute poi sul flavour dei personaggi psionici.
Ci sono alcuni nuovi talenti.
C'è una sezione sull'Ultima Guerra, su come è stata effettivamente combattuta e sui metodi usati, questo probabilmente includerà le armi magiche d'assedio.
Read more...

Curse of Strahd: è in arrivo la Revamped Edition

La Wizards of the Coast ha annunciato l'uscita per il 20 Ottobre 2020 di Curse of Strahd Revamped, una boxed edition della già pubblicata Avventura per D&D 5e Curse of Strahd (di cui potete trovare qua la recensione pubblicata su DL') ambientata nel tenebroso semipiano di Ravenloft. Questa Boxed Set, in arrivo al prezzo di 99,99 dollari, conterrà all'interno di una scatola a forma di bara:
Una versione aggiornata dell'Avventura, che integrerà gli Errata e molto probabilmente una revisione delle sezioni dedicate ai Vistani (come già preannunciato qualche tempo fa). Un breve manuale dei mostri chiamato Creatures of Horror (Creature dell'Orrore). Un poster contenente su un lato la mappa di Barovia e sull'altro quella di Castle Ravenloft. Un mazzo dei tarocchi e un opuscolo di 8 pagine. Una dozzina di "cartoline" da Barovia. Uno Schermo del DM IL sito IGN ha pubblicato un video in cui, insieme a Chris Perkins, viene mostrato il contenuto di questa boxed edtion:

Fonte: https://www.enworld.org/threads/curse-of-strahd-revamped-boxed-collectors-edition.673545/

Link alla pagina ufficiale del prodotto: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/curse-strahd-revamped
Read more...
The Scarecrow

Microfiction: Attentato al Potere

Recommended Posts


Cominciamo a impostare l'episodio!

Siccome gli episodi sono brevi, devono partire con una situazione già parecchio complicata.

@The Scarecrow, tu sei il Protagonista e hai scelto il Fulcro "Intrigo". Rispondi a queste domande:

  1. Ti sei appena cacciato nel guaio peggiore della tua vita. Chi sei? Come ti chiami? Cosa fai nella vita? Qual è il tuo aspetto fisico? Cos'hai fatto? Perché sei nei guai?
  2. Come se non bastasse, hai un segreto che vuoi proteggere a tutti i costi. Di cosa si tratta? Chi non deve saperlo? Perché?
  3. Dove ti trovi? Chi c'è in scena oltre a te?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Luca Bonisoli ha scritto:
  1. Ti sei appena cacciato nel guaio peggiore della tua vita. Chi sei? Come ti chiami? Cosa fai nella vita? Qual è il tuo aspetto fisico? Cos'hai fatto? Perché sei nei guai?
  2. Come se non bastasse, hai un segreto che vuoi proteggere a tutti i costi. Di cosa si tratta? Chi non deve saperlo? Perché?
  3. Dove ti trovi? Chi c'è in scena oltre a te?

1. Giacomo Rossi, capitano dell'AISI di stanza a Forte Braschi (Roma). Statura nella media, fisico asciutto e nervoso, sempre col suo fidato giubbottino in pelle e jeans, scarpe da ginnastica. Attraverso una fitta rete di appostamenti e segnalazioni, ho raggiunto il covo della cellula terroristica "Nuova Era", che sta progettando un attentato ad una importante (ma ancora non nota) figura politica del mio Governo. Sono nei guai perchè i rinforzi che attendevo per il blitz non sono arrivati... e non so il motivo!

2. Non devono sapere che sono un agente segreto del Governo altrimenti mi farebbero fuori all'istante (o peggio...) ma, soprattutto, il complotto non cadrebbe ma prenderebbe direzioni diverse e imprevedibili... Qualcuno dei "Piani Alti" forse sta proteggendo i terroristi: non devono sapere che io so; forse così riuscirò a prendere due piccioni con una fava e a capire chi è il vero burattinaio di tutta l'operazione.

3. Periferia di Padova, zona industriale, fabbrica abbandonata. Sono nascosto e sto osservando la riunione di cinque terroristi che discutono animatamente fra loro mentre sono collegati online con una figura misteriosa che non posso distinguere data la mia distanza. Vedo diverse apparecchiature collegate al pc portatile: forse servono a criptare la trasimissione. E c'è un furgone... Sono solo, maledizione: attendoveo rinforzi ma mi sa che qualcuno mi ha ritenuto... sacrificabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benissimo.

Ora che abbiamo impostato la situazione iniziale, devi decidere una Domanda dell'Episodio, a cui risponderemo alla fine dell'episodio. Devi formulare la domanda in uno di questi due modi:

  • "Riuscirà [il Protagonista] a [fare qualcosa di particolare]?" (es. "Riuscirà Giacomo a scoprire l'obiettivo dei terroristi?")
  • "Riuscirà [Il Protagonista] a [fare qualcosa di particolare in un certo modo]?" (es. "Riuscirà Giacomo a infiltrarsi tra i terroristi senza farsi riconoscere?"

Tieni conto che un episodio è l'equivalente di un video di Youtube da 5 minuti, quindi scegli una domanda di corto respiro (qualcosa che vorresti far scoprire agli ipotetici spettatori nel giro di 5 minuti). Ricorda anche che hai scelto il Fulcro "Intrigo", quindi nel definire la domanda devi lasciarti la possibilità di risolvere la situazione principalmente a parole (altrimenti significa che in realtà non vuoi giocare Intrigo, ma un altro Fulcro. Che va benissimo, bisogna solo rendersene conto prima di iniziare l'episodio vero e proprio :)).

Spero di essermi spiegato. Se hai dubbi chiedi pure! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Riuscirà Giacomo a scoprire l'obiettivo dei terroristi?"

Domanda: ma come faccio a scorpire questo obiettivo a parole? Voglio dire, se mi scopro, quelli lì mi fanno la pellaccia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo un breve consulto, abbiamo optato per il Fulcro Furtività.

Le domande iniziali sono leggermente diverse da quelle dell'Intrigo. Direi di mantenere valido tutto quello che abbiamo già stabilito, e aggiungere solo quello che manca. Lo scrivo qui sotto:

  • Sei impegnato in una corsa contro il tempo. Se non riesci a scoprire chi è l'obiettivo dei terroristi entro un limite di tempo, succederà qualcosa di brutto. Qual è il limite di tempo? Cosa succederà di brutto? Perché?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Sei impegnato in una corsa contro il tempo. Se non riesci a scoprire chi è l'obiettivo dei terroristi entro un limite di tempo, succederà qualcosa di brutto. Qual è il limite di tempo?

Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza ha emesso un comunicato interno per allertare le forze armate sul territorio: entro 8 ore a partire da ora è previsto un attentato in una località pubblica di una città italiana maggiore... ahinoi per noi non specificata. E ora sono le 4 del mattino!

56 minuti fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Cosa succederà di brutto?

Sospettiamo un attacco-bomba.

56 minuti fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Perché?

Nuova Era vuole destabilizzare il quadro politico per eliminare il concetto di "Casta" e restituire l'Italia al suo antico passato, fatto di ordine, disciplina e pulizia morale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimo! :)

Qualche altra domanda per capire bene la situazione iniziale: Dove sei nascosto? Sei all'interno della fabbrica abbandonata o all'esterno? Si tratta di un capannone vuoto, oppure ci sono scaffali, macchinari, ecc.? I terroristi sono in un'ufficio interno, oppure in mezzo al capannone? Come hai fatto a scoprire che erano lì? Hai un informatore?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Dove sei nascosto? Sei all'interno della fabbrica abbandonata o all'esterno?

All'interno della fabbrica abbandonata. Ci sono più livelli, è un capannone e c'è una passerella che gira tutta attorno. Io sono in alto, nascosto dietro una colonna montante metallica.

L'ambiente (esterno) me lo immagino così:

1 ora fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Si tratta di un capannone vuoto, oppure ci sono scaffali, macchinari, ecc.?

Sì, forniture arrugginite o mai spostate da lì dopo chissà quale trasloco. Non c'è corrente elettrica per cui i terroristi hanno collegato il pc portatile e le apparecchiature di criptazione alla batteria del furgone. Scaffali, sì. Ciarpame e rifiuti industriali un po' ovunque in forma di vecchi pezzi di macchinari, blocchi spezzati di masserizie, sterco di piccioni e altra roba anche più schifosa segno di precedenti atti vandalici o passaggio prolungato di senzatetto.

1 ora fa, Luca Bonisoli ha scritto:

I terroristi sono in un'ufficio interno, oppure in mezzo al capannone?

In mezzo al capannone ma sono protetti da un sacco di rifiuti ingombranti (vedi sopra).

1 ora fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Come hai fatto a scoprire che erano lì?

Intercettazioni di sospetti segnalati all'AISI e ai Carabinieri.

1 ora fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Hai un informatore?

No.

Edited by The Scarecrow

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perfetto, allora iniziamo! :)

La passerella su cui ti trovi è vecchia e danneggiata. Sotto il tuo peso un bullone cede e la passerella scivola verso il basso di qualche centimetro, con un sonoro cigolio che rimbomba nel capannone.

Uno dei terroristi si allontana dagli altri per controllare, impugnando la pistola. E' un giovane che non arriva a 30 anni, alto, palestrato, con capelli cortissimi e molto tatuato. A giudicare dall'accento con cui parla agli altri, è sicuramente italiano.

Cosa fai?

 

Edited by Luca Bonisoli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi guardo rapidamente intorno: sono le 4 del mattino, se ci sono piccioni qui dentro, staranno sicuramente dormendo. Afferro la prima pietra o pezzo di ferro che trovo, individuo il o i piccioni appollaiati su una delle travi poste al mio piano e cerco un riparo d'urgenza. La speranza è che, quando il terrorista arriverà a portata, lancerò un sasso facendo volare i piccioni spaventati e far credere al mio avversario che erano loro ad aver causato il rumore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dimmi tu quello che preferisci.

Qual è il tuo obiettivo?

Visto che questo innesca un conflitto, ne approfitto per preparare i dadi. Mi servono 6d6, che userò uno alla volta durante l'episodio nei conflitti. Esistono più modi per lanciarli, in questo caso userò quello intermedio: tre risultati fissi (1,3,5) e 3 dadi lanciati (ho ottenuto 2,2,3). Quindi i miei dadi sono in tutto 1,2,2,3,3,5.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, uso anch'io il metodo intermedio nelle mie partite: è il migliore :clapclap:

"Faccio ricadere la colpa sui piccioni": scelgo il 3 e aggiungo 1 Karma per farlo diventare 4 ("Fallimento parziale").

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fermo lì!

Il dado lo sceglie il Mondo (che sono io), non il Protagonista (che sei tu)! :grimace:

Per chi ci legge e non conosce Microfiction, i Conflitti funzionano così:

  • Il Mondo ha 6 dadi. Ogni dado ha un valore, che corrisponde a un esito, secondo questa tabella: https://www.dreamlordpress.it/acquista/negozio/product/download/file_id-396
  • Quando il Protagonista decide un obiettivo, il Mondo sceglie un dado e glielo propone. In questo caso i miei dadi sono 1,2,2,3,3,5 e io scelgo il 5, che corrisponde ad un fallimento parziale.
  • Poi il Protagonista sceglie se accettare il dado oppure migliorarlo. Ecco come:
  • Il Protagonista ha due punteggi numerici: Karma e Impeto. Il Karma è come una specie di valuta: si guadagna quando si accetta l'esito proposto dal Mondo oppure si può spendere quando si vuole alzare il dado proposto dal Mondo. L'Impeto invece serve alla fine dell'episodio ed è simile alla rincorsa prima di spiccare un salto. Più l'Impeto è alto, più è facile che il Protagonista ottenga una risposta positiva alla domanda dell'episodio. In sintesi, il Protagonista vuole arrivare alla fine dell'episodio con l'Impeto più alto possibile, ed eventualmente con 1 o 2 punti di Karma residui (spiegherò poi il perché).
  • All'inizio dell'episodio Karma e Impeto sono uguali a 1. In questo caso significa che @The Scarecrow se vuole può spendere il suo Karma (1 punto) per aumentare il dado di 1 (il 5 diventa 6). In questo modo il fallimento parziale diventerebbe un successo parziale. Di conseguenza ora @The Scarecrow ha due scelte:
    • Accetta il 5 che gli ho proposto (fallimento parziale). In questo caso guadagna 2 Karma e l'Impeto rimane invariato.
    • Spende 1 Karma per aumentare il 5 e portarlo a 6 (successo parziale). In questo caso non guadagna Karma (perché lo ha speso), però guadagna 1 Impeto.
@The Scarecrow cosa scegli?
Edited by Luca Bonisoli

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Luca Bonisoli ha scritto:

Fermo lì!

Il dado lo sceglie il Mondo (che sono io), non il Protagonista (che sei tu)! :grimace:

Giusto, è vero :confounded: Il Mondo propone il dado e il Protagonista può accettarlo o meno.

2 minuti fa, Luca Bonisoli ha scritto:

@The Scarecrow cosa scegli?

Scelgo 5.

Edited by The Scarecrow

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nuova situazione:

  • Karma: 3
  • Impeto: 1
  • Dadi rimasti: 1,2,2,3,3

Tocca a me descrivere come fallisci il tentativo, poi tu aggiungi qualcosa di positivo che compensa parzialmente il fallimento. Naturalmente la compensazione non può trasformare il fallimento in un successo.

--

Molto semplicemente, da quella parte del capannone non ci sono piccioni. Quando lanci il pezzo di intonaco che hai raccolto (che ovviamente fa rumore), nessun volatile si alza. Il tizio tatuato si fa scappare un "Ma che ca...", poi accelera verso la scala di accesso alla passerella.

Fortunatamente... (a te la parola per la compensazione. Ti ricordo che hai scelto il fulcro Furtività, quindi per definizione non sei in grado di affrontare la minaccia costituita dai terroristi. Devi cercare di evitarli in qualche modo).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunatamente la rampa si interrompe parzialmente: gli scalini metallici appaiono molto instabili e metterci un piede sopra rischierebbe di far crollare l'intera rampa. Non me ne ero accorto nemmeno io. Poco male, sono in alto: posso saltare sulla rampa sottostante perchè sono in posizione di vantaggio ma ora come ora farei troppo rumore. Lui, invece, è in posizione svantaggiosa, se decide di saltare. Non saltare, lascia perdere, torna dai tuoi compari: era solo un calcinaccio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Similar Content

    • By nabdonosor
      Ciao! Dopo molti anni di giochi di ruolo ho solo recentemente scoperto Gurps e sarei molto curioso di provare. Mi va benissimo qualsiasi setting, per cui se avete qualche idea da provare fatevi avanti!
      Accorrete!
    • By Ipergigio
      Qui potrete assistere alle sessioni di alcune cronache del Mondo di Tenebra e delle Cronache di Tenebra in italiano!
      Giochi di Tenebra
      Iscrivetevi in tanti and enjoy it!
    • By Garyx
      Cerco un massimo di 6 investigatori per lo scenario Reign of Terror: 
      -i personaggi sono già pronti;
      -ambientato all'inizio della Rivoluzione Francese 1789 e con una seconda parte nel Regime del Terrore 1794. 
      Vorrei tenere un ritmo di almeno un post ogni due giorni, se avete domande o altro chiedete pure 😉 
    • By Elin
      Ciao a tutti,
      mi sono imbattuto per caso in questo gdr, di cui se non ho capito male è uscito ora un quickstart. Vi lascio il link al gioco e al quickstart: https://edizioniepoke.it/prodotto/il-tempo-della-spada/
      Ora la domanda: la descrizione sul sito dice che è basato sul sistema di gioco SwORD, a quanto pare un sistema generico. Ho cercato un po' in rete ma non ho trovato nulla .Qualcuno lo conosce? Avete qualche link dove posso reperire materiale o informarmi un po'?
      Grazie!
    • By Casa
      Ieri, grazie RPJ di Comicon, ho provato Not The End
      nel link si parla del  kickstarter ma io parlerò della mia esperienza; non sarà una analisi rigorosa del gioco di cui non dispongo il manuale.
      Questo è il primo punto: mi sono presentato alla sezione senza sapere praticamente nulla del gioco; solo la breve introduzione (necessaria per inquadrare l'ambientazione dato che non ce n'è una specifica del gioco) della oneshot fatta dal narratore (il  master) con una paginetta di riassunto regole e le schede personaggio.
      Nessun problema ad entrare subito nel vivo del gioco, anche perché si trattata di una sessione di stampo narrativo (non sono in grado di valutare se con tale regolamento si può scendere di più sul tattico di quanto abbiamo fatto in gioco)
      Infatti la meccanica è questa: si dichiara cosa si vuole fare e quali proprie “caratteristiche e abilità”  possono supportare la nostra zione (più se ne riescono a narrare/giustificare meglio è), si valuta la riuscita dell’evento (fase randomica del gioco) e si narra l’esito dell’azione.
      Per determinare l’esito dell’azione non si tirano i dadi!
      Il sistema è chiamato HexSys e consiste nel pescare da un sacchetto dei token che danno influenze  favorevoli (bianchi) o sfavorevoli (neri) all’azione (bianchi); quanti token bianchi ci sono nel sacchetto  dipendono da quante tue capacità sei riuscito ad inserire nella tua narrazione e dall’aiuto che ti possono dare i compagni, quelli neri li stabilisce il master in base alle difficoltà dell’azione, dalle circostanze, da che “strada” hai preso con la narrazione, ecc
      Quindi più bianchi si pescano più la tua azione non solo riesce ma si arricchisce di fattori positivi, più neri allora magari l’azione riesce (perché hai il positivo) ma ci saranno risvolti negativi che poi entreranno nella narrazione.
      Questa meccanica (banalmente citata da me, in realtà ci sono diverse sfaccettature da approfondire col manuale) mi è veramente piaciuta; innanzitutto per la diversità dal solito tiro di dadi, infatti pescare dal sacchetto da una sensazione “adrenalinica” altrettanto valida che il tiro di dado, inoltre c’è la variabilità (scelta tattica?) di poter scegliere quanti token estrarre.
      Stimolante anche non solo il fatto di raccontare gli eventi per inserire nel sacchetto più i token bianchi possibili ma anche di narrare evitando di inserire tratti negativi dati dalle” sventure”(è una meccanica di gioco) avute dai token neri dell’estrazione precedente. (esempio: devi incitare la folla ma hai come sventura la voce roca, quindi quello che ti veniva farlo naturale con un discorso ora sei stimolato a farlo per altra via)
      Non sono ben riuscito a capire quanta libertà di narrazione ha il giocatore. L’impressione è che sia molto ampia ma io, ancorato a DnD, chiedevo spesso al narratore la descrizione del luogo o cose riguardo le conoscenze del mio pg.
      L’impressione generale di questa oneshot è stata ampiamente positiva, da rifare assolutamente!
      Vuoi per una mia “svolta interiore”, vuoi che fare il dm su roll20 è più oneroso in termini di tempo (preparare mappe, token, schede oggetto, ecc), sto volgendo lo sguardo verso gdr più narrativi rispetto a DnD e il manuale di Not The End lo comprerei immediatamente.
      L’unico limite è il mio gruppo di gioco a cui già non sono riuscito a far digerire dungeon world figuriamoci se tiro via loro i dadi!
      Ma un giorno ci riuscirò!!!!
       
      Ps
      questa non è una recensione (non ho il manuale) ma veloci sensazioni date da una one shot giocata di persona.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.