Jump to content

Soul Kingdom


Watershaman

Recommended Posts

Anche in questa si comincia con un disclaimer. Come si può capire dal titolo, questa campagna prende molto da Kingdom Hearts (su cui è basata) e anche da Soul Eater. Non mancheranno spunti minori da altri universi che, come i due precedenti, non mi appartengono. Infine questa è una campagna privata a solo-player.

Soul Kingdom

È notte, circa le due. Sei da solo nel tuo letto che dormi. Sei riuscito a prendere sonno nonostante il forte temporale che imperversa fuori. BANG! Senti un fortissimo rumore proveniente da non lontano casa tua. Questo non potevi non sentirlo... Non sai bene perché ma il primo pensiero che ti passa per la mente sono Blair e Black Star. Sono in pericolo? Senti dentro di te il forte impulso di andarli a cercare per appurartene di persona. 

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 123
  • Created
  • Last Reply

"Cosa osa interrompere il mio sonno?!" Urlo irritato "La pagherà, qualunque cosa sia! Black Star!! Blair!! Venite a me miei mastini infernali, il colpevole necessita della nostra sentenza!" Mentre sbraito (da solo) mi preparo per uscire mettendomi addosso tutto quello che ho per affrontare al meglio la tempesta. In realtà la sceneggiata è solo una copertura per la reale e enorme preoccupazione per i suoi più cari amici e non resisto all'impulso di andare a verificare. Appena pronto, con tanto di spada, esco peer dirigermi verso l'abitazione più vicina dei due e nel frattempo mi guardo attorno per soppesare la situazione e cercare di capire cosa possa aver causato quel rumore.

Link to comment
Share on other sites

Ti senti più lento del solito. Non capisci perché, forse è solo una sensazione. Mentre ti prepari non senti più alcun rumore particolare. Solo l'incessante battere della pioggia fuori dalla tua casa e qualche tuono lontano. Come è possibile che nessuno si stia movimentando dopo un rumore così forte? Non senti lo scalpitare di persone che ti aspettavi. Non un rumore né fuori né dentro casa tua. Strano... Mentre pensi queste cose ti trovi finalmente davanti alla porta. Pensi un attimo a come ti senti. Hai una strana aspettativa, come se varcare quella soglia possa cambiare tutto. Uhm... Cosa c'è dentro di te? Come ti senti?

Link to comment
Share on other sites

Sono preso da molteplici sentimenti che dentro di me si agitano come le fiamme di un fuoco all'interno di un camino: Paura per i miei amici, curiosità per la situazione particolare nella quale mi trovo, angoscia di sfondo ma nonostante tutto sempre la voglia ardente di scoprire e prendere di petto qualsiasi cosa mi aspetti là fuori.

Link to comment
Share on other sites

Un po' tremante metti la mano sulla maniglia e apri la porta. Viene avvolto in una cappa di buio pesto, non riesci più a vedere niente. Però senti di cadere. È strano: cadi ma lentamente, come se ti fossi tuffato in acqua. Nonostante ciò non c'è acqua intorno a te, ne sei sicuro.

Tuffo nel cuore

Ritorni a vedere in tempo per gli ultimi secondi della tua caduta. Atterri su una piattaforma circolare. Saranno più o meno venti metri di diametro. È questa stessa a fare, inspiegabilmente, luce. Ciò ti lascia stupito visto che è evidentemente fatta di vetro colorato. Sembra formi un disegno però dovresti esaminarlo meglio, ora non riesci a vederlo bene. Introno alla piattaforma c'è solo un denso buio ma sei piuttosto sicuro che non ci sia proprio nulla. Ti rendi ache conto di non avere più in mano la tua spada, l'hai lasciata cadere? Dove sei finito? Mentre fai le tue riflessioni senti una voce provenire da dentro di te. Non capisci bene, è la stessa sensazione che si prova leggendo: non stai ascoltando, le parole le senti direttamente dentro di te. "Forza, non c'è molto tempo. Il tuo mondo è ancora integro ma non durerà molto. La porta sarà aperta. Vieni avanti e inizia a prepararti."

Link to comment
Share on other sites

Vedi che intorno a te non c'è nulla. Niente all'orizzonte, tutto è avvolto nel buio. Non ti sembra ci sia qualcosa all'esterno di questo cerchio, ci siete solo tu ed esso. Cammini indietro, verso il bordo. Con cautela cerchi di guardare oltre, nulla, nemmeno qui ci sono indizi. Non vedi niente, solo un denso nero oscuro. Inoltre ti rendi conto che la piattaforma non è un semplice cerchio nel vuoto, è una sorta di enorme cilindro che si perde in lontananza.

Link to comment
Share on other sites

Il disegno è molto colorato, i colori principali sono arancione e viola. C'è un cerchio grande, concentrico al bordo della piattaforma in cui so presenti vari simboli. Sono alternativamente zucche e gatti. Mentre al centro, disposti sempre in maniera simile a un cerchio, ci sono due grandi figure. La prima, a destra, è una donna vestita di viola con lunghe maniche e un cappello da strega seduta su una grossa zucca. È molto bella, sta guardando verso sinistra. Però c'è qualcosa di strano nella sua espressione. Sembra seria ma emana un aura di tristezza. Guarda lontano ma con malinconia, forse è rimasta al suo passato? Dall'altra parte, a sinistra, c'è un gatto nero, non sapresti dire se maschio o femmina. Questo è messo in posizione speculare della donna e indossa lo stesso cappello. Comunque, nel momento in cui raggiungi il centro della piattaforma, vieni avvolto da un bagliore di luce. Riapri gli occhi in tempo per vedere emergere tre piedistalli argentati intorno a te. "Non hai niente da temere, tu hai tutte le risposte. Ora dà forma al tuo potere... Scegli bene." Sui ciascuno dei piedistalli appare un oggetto. Alla tua sinistra vi è uno scudo rosso. Nel momento in cui lo guardi la voce ti comunica "Il potere del guardiano. La bontà di aiutare gli amici. È questo il potere che cerchi?" Dal lato opposto invece c'è uno scettro blu. "Il potere del mistico. La forze interiore. Uno scettro potente e terribile. È questo il potere che cerchi?" Infine, davanti alla tua posizione originaria, c'è una spada dall'elsa gialla. "Il potere del guerriero. Un coraggio indomabile. Una spada distruttiva. È questo il potere che cerchi?" 

Link to comment
Share on other sites

Vedendo la spada le mie labbra si increspano in un sorriso e procedo verso di lei a grandi falcate. Allungo la mano per prenderla ma quando sto per afferrarla mi fermo e serro in un pugno quella che prima era la mano distesa per afferrare la spada. Guardo verso il basso, mi giro verso lo scudo e lo vado a prendere. Mentre lo afferro, riguardo con la coda dell'occhio la spada alla quale ho rinunciato.

Link to comment
Share on other sites

Nel momento in cui tocchi lo scudo senti un'enorme energia pervaderti. Ora che lo osservi meglio ti rendi conto che ha i bordi molto affilati. È un'arma completa. Ti senti al sicuro, protetto. Sai di potere contare su questo affidabile potere. Hai deciso, sollevi lo scudo in aria. Questo scompare in un bagliore di luce, ora sai che quel potere è tuo. Senti un botto. Vedi che i piedistalli sono scomparsi e dello scettro e dello scudo non c'è più traccia... Dall'altra parte vedi che la piattaforma comincia a sparire. Prima diventa un retinato di colori e poi smette semplicemente di esistere. Devi fare in fretta a fuggire. Ma dove? Ti concentri, inizia a percepire una luce dinnanzi a te. Focalizzi tutta la tua forza di volontà su di essa. Ecco! Ora riesci a vederla. C'è una scalinata, una serie di piccole piattaforme vicine sospese nel nulla. Al contrario della tua piattaforma, queste non sono sorrette da nulla. Vedi una lunga serie di queste piattaforme. Le prime sono di un retinato viola con macchie arancioni al loro interno. A seguire il viola viene sostituito dal nero e l'arancione dall'azzurro. Sembra l'unica via.

Link to comment
Share on other sites

Piano piano la piattaforma dietro di te scompare del tutto. Mentre corri ti rendi conto che queste nuove a forma di scala scompaiono appena passi alla successiva. Come per non farti tornare indietro. Però è diverso, queste svanisco lentamente, senza passare da uno stadio intermedio. Così correndo arrivi a uno nuova piattaforma in cima a un cilindro. È uguale di dimensione ma colori e disegno sono diversi. Ancora una volta non riesci a vederlo bene però, come in un certo senso ti aspettavi, i colori predominanti sono azzurro e nero. Come la precedente, non c'è nulla sulla piattaforma. 

Link to comment
Share on other sites

La scena si ripete. Mentre procedi il disegno ti diventa sempre più chiaro. Questa volte il soggetto è molto diverso. Prima di tutto noti che i colori sono molto più vividi di quello precedente e, ora che ci pensi, forse quello là era un po' sbiadito. Al contrario, questo qui è stato realizzato in modo da far sembrare i colori un po' più scuri di quanto non siano. Nel cerchio concentrico sono raffigurati shuriken e stelle nere. Chissà perché questo cambiamento. Anche i due soggetti al centro sono molto diversi. Lo schema è lo stesso: due figure disposte in maniera circolare. Però questa volta non sono rivolte l'una verso l'altra ma in direzioni opposte. Danno l'impressione di cercare di fuggire l'una dall'altra. Quella sulla destra rappresenta un uomo dai capelli azzurri messo in una posa piuttosto elegante. Dà l'impressione di essere con i sensi in allerta forse per spiare qualcuno. Anche l'espressione è piuttosto diversa dal precedente. Questa volta ti sembra di rancore, forse rabbia repressa. E in effetti, ciò viene evidenziato dal contorno scuro che gli è stato tracciato intorno. A sinistra, invece, la figura è la stessa ma capovolta e fatta puramente col colore nero. Che sia una sorta di ombra della prima? Non è ben chiaro ma a parte queste due differenze sono uguali.
Nel momento in cui raggiungi il centro, ecco un altro bagliore di luce. Questa volta, però, sono solo due i pilastri emergenti. Sono tutte due davanti a te, uno più a sinistra e l'altro più a destra. Il primo contiene la spada e il secondo lo scettro. Per un attimo risenti forte la sensazione che hai avuto toccando lo scudo. Guardando le ami percepisci le stesse descrizioni di prima. Poco dopo ti raggiunge la voce: "Hai scelto il potere del guardiano, la via è stata tracciata. Ma a che potere rinuncerai in cambio?"

Link to comment
Share on other sites

Le parole della prima descrizione di quelle due armi mi hanno trattenuto dal sceglierle nel pilastro precedente "Distruzione" e "Terribile"... le armi sono concepite per difendere gli indifesi un'arma con potenzialità del genere è qualcosa di... temibile! Però... tutto ciò non mi va per nulla a genio. "Tsk..." innervosito urlo al vuoto che mi circonda puntando il dito al nulla "EHI, "VOCE INTERIORE"! CON TE PARLO, SISI, PROPRIO CON TE! MA NON SAI CON CHI HAI A CHE FARE? IO SONO IL GRANDE RETSU!!! NON ESISTE CHE IO RINUNCI A QUALCOSA IN QUESTO MONDO, E' CHIARO?!?! E ORA SBRIGATI A FARMI USCIRE DI QUI E, ANZI, GIA' CHE CI SEI CONSEGNAMI ANCHE GLI ALTRI DUE POTERI, IO POSSO CONTROLLARLI TUTTI!"

Link to comment
Share on other sites

"HAHAHAHAH ammutolisci difronte alla mia magnificenza, eh?! Però hai osato non darmi ascolto e donarmi ciò che è mio di diritto: TUTTO QUANTO. La pagherai per questo, sappi che ti sei fatta un nemico potente. Perirai tre le fiamme di RETSU! Per il momento farò il tuo gioco ma non ti ci abituare eh!"

Detto questo, mi dirigo verso il piedistallo con sopra lo scettro e allungo la mano per afferrarlo dicendo "Rinuncerò a questo PER IL MOMENTO ma tornerò a reclamarlo."

Link to comment
Share on other sites

Non ottieni ancora nessuna risposta fino al vero momento in cui rinunci allo scettro. Man mano che attraversaci la piattaforma sentivi un senso d malinconia attraversarti. Come quando si sta per salutare una persona che non si rivedrà più. Nonostante ciò, prosegui verso l'arma. Mentre la tocchi senti lieve il suo potere. Che sappia già di stare per essere scartata? La voce riprende a parlare, senza dare accenni di mutamento. "Quindi è questo il potere cui rinunci... Hai scelto il guardiano e hai rifiutato il mistico. Ricorda bene questa scelta. Non si torna indietro." Quest volta però lo scettro non scompare nella luce. No... Lo vedi sciogliere pian piano. Ma non è un liquido puro. È piuttosto denso e scuro. Ti ritrai d'istinto mentre scivola via dalle tue mani. Vedi dietro di te la spada scomparire lentamente mentre i due piedistalli iniziano a subire la stessa trasformazione dello scettro. Pian piano ti rendi conto che l'intera piattaforma sta venendo coperta. Hai una stranissima impressione di questa sostanza. Sembra corrompere la vera sostanza di ciò che tocca. Ti sembra anche profonda, inglobante... Non vorresti essere toccato da essa per nessun motivo al mondo. Inoltre inizia a percepire una forte presenza malvagia da essa. La vedi avanzare sempre più velocemente verso di te. 

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...