Vai al contenuto

Watershaman

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    239
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    1

Watershaman ha vinto il 25 Marzo 2016

I contenuti di Watershaman hanno ricevuto più mi piace di tutti!

1 ti segue

Informazioni su Watershaman

  • Rango
    Anziano
  • Compleanno 12/06/1997

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio

Visitatori recenti del profilo

408 visualizzazioni del profilo
  1. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    La ragazza si agita un attimo mentre porta una mano verso gli occhi coperti dal cappccio. Poi abbassa il volto e inizia a parlare a voce bassa: "Io ci vedevo.Il trauma, il dolore... Ora non vedo più. Non sapevo nulla. UNA TRAPPOLA! Ci hanno teso una trappola. Voleva fare fuori tutti. "Artemisia"... E ora siamo in questa situazione. Sospettati. Uno di noi è il colpevole. Ah-ha... Ahahahahahahahaha, il colpevole. M-moriremo tutti. E rinascerà la "strega". Si sta iniziando ad agitare molto. Trema sul posto e parla con voce crescente ma ogni tanto rotta dall'emozione. Si alza di scatto, sembra pronta a fuggire. "A-alala...? La... cantante? Intende lo spettacolo finale? N-no... Basta... Ahhh! Tappo... ARGHHHHHHHHH!!!" Ha portato le mani come a reggersi la testa. Sembra proprio in crisi e sul punto di fuggire. Crisso Dopo aver sentito quell'ultimo urlo non hai dubbi. Quella ragazza è la stessa che hai incontrato a teatro, poco prima di uscire.
  2. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Al sentire le parole di Astria, la ragazza si ritira un poco su se stessa. "I-io... Sì, io ero a teatro. Scusatemi se ho cercato di nasconderlo. Non è molto sicuro andare in giro a dirlo a destra e a manca. Però poi mi sono corretta. Io ero sul palco. Sia al penultimo spettacolo in cui c'è stato una simulazione di scontro fra Anti-Mistery e Fantasy sia prima... Questo perché... Io sono una degli attori della recita."
  3. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    "Sì, vi ho notato... Eravamo piuttosto vicini sul palco. Io mi chiamo Lidja comunque... Soltanto Lidja." Così dicendo, con una mano tremolante, la ragazza si toglie il cappuccio. Riuscite finalmente a vedere il suo volto. È una ragazza molto carina dai capelli lunghi corvini. Avrà da poco raggiunto la maggiore età. Sembra piuttosto giovane. Notate che ha un neo rosa in fronte. C'è qualcosa di insolito nel suo aspetto ma che non riuscite bene a cogliere. Notate però qualcosa di strano nei suoi occhi. guardano in direzione di Bruzzack ma sembrano persi nel vuoto. Avete la conferma della sua cecità. Vedete che si affretta a rimettersi il cappuccio. "Ma chi sono i suoi amici? Come capite, non posso vedere." Bruzzack Non ti dà motivo di stare mentendo né ti sembra avere cattive intenzioni. Ti pare solo molto spaventata.
  4. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    "I-io... Il teatro... È crollato. Bisogna fuggire da qui. Ci sono i cacciatori di streghe e le... 'streghe'." L'ultima parola è stata detta con un certo scetticismo. Scetticismo che cozzava nettamente con il tono confuso con cui era stato detto il resto. Che voglia dire che il pericolo sono creature un po' più concrete delle streghe? Si ferma un attimo, poi sembra assalita da un'intuizione: "Ma, questa voce... Lei era là a teatro? È stato chiamato sul palco per uno dei giochi prima dello spettacolo finale?" Questa parte era stata detta con un tono diverso. Forse un po' più sicuro seppur nel dubbio di stare dicendo una sciocchezza. Poi sembra assaltata da un brivido. "N-no ma che dico... Non è sopravvissuto nessuno a quel crollo. Come potrebbe essere la voce di uno che era là. Così come posso fare io a sapere che chiamavano sul palco. Ha-ha-ha... Sapete, lo stress. Devo essermi confusa con un altro spettacolo. Non fate caso a ciò che dico!" Terrore. Questa era l'emozione che stava cercando di dissimulare in quel momento. Fingeva un tono imbarazzato e confuso ma senza grossi risultati. La sua paura emergeva chiara e distinta.
  5. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    La figura, sentendo parlare Bruzzack, si volta verso di lui. Vi sembra strano che il voltarsi verso le persone che le si sono avvicinate sia stata la sua ultima azione, come se fosse stato un pensiero secondario. Inizia a sorgere il dubbio che la persona davanti a voi abbia qualche problema con la vista o sia qualcuno che tenda a non affidarsi a tale senso. "N-no... Scusate, è un brutto periodo... Non prendetela sul personale." La sua voce sembra un po' più tranquilla ma è ancora all'erta. Bruzzack Approfitti del momento in cui si è voltata verso di te per cercare di vedere il suo volto. Però il cappuccio crea una sorta di cappa di oscurità che le protegge il volto. Lo noti subito perché la luce non manca. Ti viene un'idea per cui osservi meglio il cappuccio... Sì, è proprio lo stesso cappuccio che hanno dato a voi il giorno prima a teatro. Capisci quindi che non c'è modo di vedere oltre quell'oscurità che le cela il volto. Per cui passi oltre. Il mantello è uno standard da avventuriero e non ti sembra celare alcuna sorpresa in sé. Da sotto di esso vedi la sagoma di qualcosa che non riesci a identificare a pieno ma che potrebbe essere una balestra. Finisci col concentrarti sulle scarpe. Ora che le vedi meglio ti rendi conto che sono stivali. Hanno un ché di esotico e ti sembra che la suola luccichi leggermente. Hai la sensazione si possa trattare di qualcosa di più di comuni stivali. Non riesci però a identificarli. Ti chiedi se qualcuno più versato in conoscenze arcane potrebbe riconoscerli.
  6. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Fra gli scatoloni notate una figura. Sembra piuttosto minuta ma non bassa. È interamente coperta da un mantello e ha il volto coperto da un cappuccio che le oscura il volto. L'unica cosa che spunta fuori dal mantello sono un paio di scarpe piuttosto insolite. Sentendo quattro persone avvicinarsi, chiede: "C-chi c'è?" La voce è femminile e si direbbe soave in normali circostanze. Ma al momento è rotta dalla paura. Notate che non si volta a guardarvi ma mantiene lo sguardo fisso in un punto imprecisato del terreno.
  7. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    L'uomo, sempre gentilmente, risponde a Dominick: "Va bene, signor Jason, quattro persone a nome suo. Mi raccomando di essere puntuali fra una quarantina di minuti!" Crisso Guardandoti intorno non ti sembra di notare molti posti. Al momento c'è un viavai continuo di persone. In un certo senso è difficile essere notati ma questo non significa riuscire a stare lontano da sguardi indiscreti. Noti, però, che a qualche metro di distanza ci sono delle pile di scatoloni che potrebbero fare al caso vostro: non attirano l'attenzione e creano uno spazio in cui vi potreste collocare per stare lontano dall'altra gente. L'unico problema è che ti sembra di vedere parte di un mantello sbucare fuori da là dentro. Forse qualcuno ha avuto la tua stessa idea. Inoltre ti sembra di aver già visto quel mantello ma non sapresti ricordare dove.
  8. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    L'uomo sorride cordiale: "All'arrivo no, sa, con i tempi che corrono... Ma potete tranquillamente pagare quando salite per la nave. Vi devo, però, chiedere di aspettare. Oggi siamo un po' in ritardo con i preparativi e devo ammettere che non siamo ancora pronti a far salire nessuno. Purtroppo dovrete aspettare il momento della partenza. Ma se mi date un nome con cui registrarvi, potete considerare i quattro posti vostri."
  9. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Svoltate l'angolo e vi mescolate con la folla. Dietro di voi potete sentire il cacciatore sfogare la rabbia con un "Maledizione!" e un pugno contro il pavimento. Raggiungere il porto è facilissimo: eravate a due passi da esso. Crisso inizia a chiedere informazioni intorno per cercare di capire quale mezzo dovete prendere. La gente sembra un po' vaga e non troppo informata. Questo vi fa perdere del tempo a gironzolare intorno. Per fortuna, riuscite a risparmiare del tempo visto che Crisso è in grado di escludere sin da subito alcune navi troppo piccole o troppo turistiche per un viaggio come il vostro. Nel mentre, notate che c'è una certa folla al porto, nonostante questo sia immenso. Evidentemente non molta gente ha intenzione di restare a Venezia... Finalmente, riuscite ad arrivare davanti alla vostra imbarcazione. Non è molto grande ma riuscite a distinguere qualche meccanismo magico in grado di darle una certa propulsione. Per questo vi riuscite a spiegare il viaggio rapido per la vostra meta. Vedete un gruppo di marinai che si sta occupando degli ultimi controlli sulla nave. Sarà un'impressione di Crisso, ma sembrano in carenza di personale per una nave simile. Vicino alla nave vedete un gruppetto di persone che attende il momento di salire. Sembrano piuttosto agitate ma non vi sembra abbiano alcuna caratteristica particolare. In piedi davanti al ponte che collega il molo con la nave, c'è un uomo che sarà probabilmente il capitano. Vi sorride cordialmente e chiede: "Salve, interessati ad andare ad Atene? La nave parte fra tre quarti d'ora."
  10. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Il cacciatore guarda Bruzzack severo: "Non esistono scuse per sfuggire alla giustizia." Dopo di ciò, tira un sospiro, sembra convinto dal tono della sua voce che non ci sia niente di male a spiegare: "Un ragazzo magrolino. Dubito si possa trattare di un guerriero. Sembra più propenso al campo della magia ma non saprei... Quella tartaruga era proprio strana. Capelli e occhi castani. Sembrava molto fragile a dire il vero, di quelli che non durano molto là fuori. Non mi stupisce averlo trovato svenuto là fra le macerie."
  11. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    "Allora non avete capito..." Il cacciatore chiude gli occhi e respira. Si muove come per alzarsi. Aspettate che, come prima, compaiano i fili rossi ma non succede nulla. Riesce tranquillamente ad alzarsi in piedi. "Non si gioca con la verità rossa. Le regole sono semplici ma precise. Auto-difendermi non fa parte di ciò che non mi è concesso fare. Mi basta fare in modo che usciate da Venezia." Mentre dice così, alza lo spadone è lo punta in alto. Dominick
  12. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Lo vedete arrossire un attimo. Non è ben chiaro se sia dovuto alle parole di Astria o alla situazione in generale. Subito dopo si riprende e parla risoluto. "Oh, poterci. Pensate sia l'unico cacciatore di streghe in città? Ma non cercate di modificare le regole, criminali. Non posso impedirvi di lasciare la città ma non pensatemi alla vostra mercé! Non sono costretto a rivelarvi nulla su di me." Evidentemente deve essere cambiato qualcosa nel suo flusso di pensieri. Il suo sguardo sembra più convinto.
  13. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Le parole di Dominick hanno un certo effetto sul cacciatore di streghe. Infatti un brivido gli passa per la schiena. Passa un attimo a pensare. Dopo, sembra aver riacquistato la calma mentre dice: " Non ho nulla da nascondere, io... Durante l'investigazione di ieri nel luogo del delitto, la squadra del luogo ha trovato un superstite. Emana stregoneria da ogni poro. Ancora più di voi. Ovviamente è stato affidato alla custodia di uno dei miei superiori. Non so altro, non essendo di alto grado. Dubito però sia il colpevole. Un ragazzo così giovane e fragile..."
  14. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Vedi nello sguardo del cacciatore della rabbia contenuta. Dentro di sé, si rende conto di avere fatto una mossa avventata. "Andate via, avete vinto. Io sono costretto ad aspettare la vostra dipartita, come per le regole imposte. Scappate da Venezia e rifuggite alla giustizia, criminali. Facilitate il ritorno di Artemisia. Ma sappiate questo: non si scappa dai cacciatori di streghe. La lama della giustizia si abbatterà sul colpevole. Già un'altra delle nostre squadre ha trovato il ragazzo con la tartaruga. Non ci vorrà molto per prendere voi quindici restanti." Notate come quelle parole siano state dette con tono contenuto ma tagliente. Mentre parla, lo vedete muoversi leggermente. Ma ogni movimento viene costretto da un'intricata maglia di fili rossi appena visibili. Sembra impossibile che ne riesca a uscire prima di qualche ora.
  15. DnD 3e Quattro gabbiani in cerca di Atlantide

    Le due frecce partono in direzione del cacciatore. La prima lo manca colpendo un punto alla sua destra mentre la seconda va a segno. Il colpo deve essere stato sufficiente a finirlo: lo vedete cadere pesantemente all'indietro. Intanto, tutto intorno a voi sembra frantumarsi. I pezzi si staccano gli uni dagli altri e crollano al suolo. In un tempo più veloce di quanto vi poteste aspettare vi ritrovate dove eravate prima. Di nuovo a Venezia. Vi sentite più in forze e siete nelle stesse posizioni in cui eravate disposti prima. Solo che il cacciatore di streghe si trova steso a terra ora. Nonostante ciò, sta bene. Non ha nessuna ferita né freccia addosso. Lo sentite parlare con voce calma ma con un tono amaro: "Avete vinto. Come prestabilito, siete liberi di proseguire."
×