Jump to content

Come organizzare una crisi dinastica?


Arcanista
 Share

Recommended Posts

A parte uccidere tutti i possibili eredi con una rivoluzione France's style s'intende...

Cammeo storico a parte, ho un piccolo problema con la quest che sto scrivendo attualmente.

L'ambientazione dovrebbe essere mia, ma se qualcuno ha idee su come inserirla in Forgotten realms, dica pure... Allora, in pratica vorrei creare una sorta di guerra delle due rose, solo molto più breve (non posso far durare una quest degli anni :P ) con tre casate che si contendono il trono del regno, ognuna vantando diritti ereditari più forti sulle altre. le tre casate poi formerebbero due schieramenti (una delle due è divisa fra gli interessi delle altre) ognuno guidato da diversi obiettivi:

La casata A ( vi risparmio i nomi per comodità) è quella attualmente al potere, ha il comando su un ordine di cavalieri antichissimo (anche se pian piano sta andando in declino) e alcuni dei sui esponenti hanno formato una scuola di magia, Ars Arcana. L'obiettivo di tale casata è espandere i confini del regno, invadendo il limitrofo e acquisendo i giacimenti minerari (o comunque qualcosa di similmente importante al livello economico). Per fare questo aumenta le tasse in maniera vertiginosa provocando malcontento nella popolazione. Il vero motivo di tale invasione è che Ars Arcana ha fatto pressioni per poter recuperare un potente artefatto, dai poteri straordinari. Chi ha organizzato ciò sa che è in grado di creare zone di magia morta, ma la magia funziona ancora per il possessore (in pratica la prosciuga)

Casata B non ha particolari ambizioni, ma molti degli esponenti vedono di mal occhio la politica espansionistica attuata dagli A, quindi risulta divisa: alcuni appoggiano gli A altri più o meno segretamente C

Casata C i cattivi della situazione, organizzano l'omicidio di molti degli esponenti della casata A anche perché sono a conoscenza dei loro veri piani.

Quello che volevo creare era una sorta di guerra interna fra le case, in cui i PG dovranno scegliere da che parte stare, anche se il legittimo erede alla fine non dovrà far parte di nessuna delle tre, ma essere tipo parte di una casa minore che però ha il legame più forte con il fondatore del regno.

Quindi, ripeto la domanda... come posso creare una crisi dinastica? Per la scelta del vero erede avevo già pensato ad un espediente classico ma interessante: un artefatto (una spada) che in realtà racchiude l'essenza di uno spirito protettore del regno (Incarnazione elementale del fuoco: l'Estate , una sorta di leone dalla criniera di fuoco che si trasforma in spada)

che ne pensate?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 6
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Da quello che leggo, hai già creato la tua bella crisi dinastica: tre famiglie che si contendono il diritto al trono... Manca solo un dettaglio, ovvero un qualcosa che metta tutte e tre le famiglie sullo stesso piano, e al momento mi vengono in mente solo due possibili vie...

La prima è tipo quella che vide a suo tempo l'ascesa dei normanni in inghilterra, in cui il re Edoardo morì senza eredi e i suoi parenti più prossimi in vita, il duca Guglielmo di Normandia, il re di Norvegia Harald Hardraada e i due fratelli Godwinson, Aroldo e Tostig, il primo dei quali riuscì a farsi incoronare e si preparò a respingere gli altri... Ci riuscì con suo fratello Tostig e il re Harald, ma fu sconfitto e ucciso in battaglia contro Guglielmo, che vinse così la successione al trono di Inghilterra, paradossalmente creando il paradosso dinastico che condusse alla guerra dei cent'anni... Si tratta in sostanza di una lotta tra parenti alla lontana di un defunto re senza una chiara parentela stretta...

La seconda è un altro classico, con uno o più figli illegittimi (o i loro eredi diretti) coinvolti nella lotta per il trono... Esempi di tali contese sono la leggenda di Artù (figlio illegittimo di un re e della moglie di un altro) o lo stesso Guglielmo il Conquistatore, figlio illegittimo del precedente duca di Normandia, che si impose dopo essersi sbarazzato dei vari nobili minori che se lo contendevano per diventare reggenti del ducato e magari poi sostituirsi a lui... Qui potrebbe anche non essere una lotta tra parenti, ma tra "consiglieri" ambiziosi che mirerebbero a plagiare il vero erede o una vera e propria caccia all'erede perduto, con una corsa a chi per primo riuscirà a presentare un successore "valido"...

Link to comment
Share on other sites

Dipende molto da cosa vuoi far fare ai PG nella campagna... Quello che sconsiglio pesantemente è mettere i PG su fronti opposti: i PG non dovranno essere gli eredi in lotta e non dovranno essere parenti o sostenitori di eredi in lotta differenti... Come gruppo, dovranno lavorare insieme e non essere divisi da obiettivi divergenti...

Ci sono molti ruoli che i PG possono ricoprire in uno scenario del genere, come sostenitori di uno dei candidati, incaricati di trovare un vero erede per scongiurare una guerra tra famiglie o l'invasione da parte di regni confinanti, eroi popolari che proteggono i comuni cittadini dagli eccessi delle truppe delle fazioni in lotta, rivoluzionari che vogliono eliminare tutti gli eredi per stabilire una repubblica, inviati di altri regni per monitorare la situazione o partecipare ad una guerra di spie, eccetera...

Il ruolo dei PG è la chiave di tutto e sarebbe la prima cosa che dovresti stabilire... L'eventuale albero genealogico viene dopo ed è probabilmente solo un dettaglio della scenografia quasi ininfluente...

Link to comment
Share on other sites

Era già stabilito dall'inizio che nella crisi dinastica non sarebbero MAI entrati direttamente. Non riescono a gestire il loro personaggi, figuriamoci se possono gestire un regno nello sciagurato caso vadano al trono -_-"

Il problema è che non so cosa vorrebbero fare: non volevo forzarli sotto questo punto di vista, insomma, si certo dovranno

A) scegliere da quale parte stare se dalla casata A o C, in base alle informazioni che acquisiranno

B) Portare al potere la fazione da loro scelta... almeno credo...

Quella parte è molto vaga purtroppo :( ho in mente delle scene, ma manca sempre l'incipit...

Cosa mi consigli?

Link to comment
Share on other sites

L'incipit ovviamente è la morte del vecchio regnante... Magari un araldo ne dà l'annuncio sulla pubblica piazza e subito la gente comincia a fare domande su chi sarà il successore, a cui l'araldo non sa come rispondere, con palese imbarazzo...

In seguito, tra un'avventura e l'altra ai bassi livelli, i PG potrebbero sentire discussioni in taverna o al mercato riguardanti la situazione politica... Voci riguardanti il/i reggente/i, i candidati alla successione, le mosse dei paesi vicini, la paura di una guerra, eventuali disordini in questa o quella località, eccetera... Insomma, dovresti introdurre la vicenda di soppiatto, come eventi sullo sfondo, senza rovesciarglielo addosso direttamente... In questo modo potresti anche riuscire a capire cosa vogliono fare i PG, ovvero se le vicende della successione li interessano o no... Ad esempio, se alle prime voci di guerra i PG decidessero di emigrare verso terre meno ostili, capiresti che non gli importa nulla del successore e non varrebbe la pena stare ad imbastire una trama più profonda...

In pratica, devi cominciare in sordina, senza preparare più di qualche notizia e qualche linea generale in caso i PG chiedessero in giro, ma il grosso del lavoro dovresti farlo solo quando sarai sicuro che ne valga la pena... Prima di allora potrebbe essere una fatica sprecata...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.