Jump to content

Ancestry - Mille e non più mille (2^ ed.)


Jack Ryan
 Share

Recommended Posts


Ciao,

Premetto che ci ho fatto una o due partite qualche anni fa e non ne sono rimasto troppo entusiasta.

Ho conosciuto l'autore, Roberto Fabbri, una persona deliziona, con cui ho discusso e dal vivo all'ultima Vercon - in senso assoluto ultima -, e su internet.

Il gioco è un GDR classico carino, gli sforzi dell'autore sono stati volti ad un motore di gioco che riesca a riprodurre personaggi del periodo dell' Alto medioevo, inserendoci però l'uso della magia, una specie di Ars Magica nostrano per capirci.

In questo riesce anche abbastanza bene, molto curato il sottosistema del combattimento - dove sono previste parecchie tipologie di manovre -, ricorda molto i concorrenti sopra citati il sistema della magia a cui aggiunge un meccanismo ad esaurimento punti : si ha una scorta ed ogni incantesimo ne consuma un tot .

Il sistema di avanzamento dei personaggi è un misto fra la spesa di punti, e le carriere di WHfantasy, si possono spendere punti esperienza per acuisire nuove abilità o abilità collegate, ma si possono anche utilizzare per passare di livello ed avere dei vantaggi.

Il sistema di gioco usa il

d20 + bonus - malus > difficoltà

La difficoltà è ovviamente decisa dal master, che decide in base ad una tabella con ben 11 valori di scala, da automatico a impossibile.

Stabilita la difficoltà si deve tirare sopra.

Il gioco soffre di due problemi abbastanza importanti.

Il primo - come ho segnalato a Roberto - è la mancanza di un ambientazione a cui legare il gioco, cioé, ti ritrovi con in tutto 4 pagine, dico 4 dove c'è sviluppata una proto descrizione dell'ambientazione che, rispetto a concorrenti come Ars Magica [Ho la 5a edizione e la versione in Italiano, credo sia la terza o la seconda] o Mage: The Sorcerers Crusade, diventa un fardello pensante da portare. Infatti uno dei primi suggerimenti per direzionare il gioco e per dare una mano che avevo dato a Roberto era quello di creare, seguendo appunto le orme di Mage e di Ars Magica, una serie di conclavi, coterie, sette, insomma che avessero interessi comuni e contrastanti. Avevo anche inviato un esempio con del materiale per i Rosacroce.

Il secodno problema è legato alla quasi totale mancanza di esempi di gioco nel manuale, ad esempio, poco fa, quando ho riletto la parte relativa alle abilità, mi sono trovato nella situazione di non capire esattamente come funzionasse il meccanismo... cosa che non è propriamente l'ideale.

Per farti un idea indirtetta del gioco qui c'è un pbf, sempre meglio di nulla.

Spero di esserti stato utile.

Aloa!

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ma non è meglio il mitico "I cavalieri del Tempio?".

Ambientazione bellissima e manuale disponibile ^^

Non discuto su questo ;-)

Solo che uno dei miei giocatori mi diceva di voler prendere Ancestry: poi per traversie varie non l'ho più visto: e ora mi diceva di volerci giocare un'avventura. Io non sapevo che dirgli, non conoscendo il gioco. Non ci rivedremo ancora per un paio di mesi: ma nel frattempo io ero curioso :-p

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.