Vai al contenuto

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio di Settembre - Eladrin e Gith

La WotC ha appena rilasciato un nuovo Sondaggio, nel quale ci viene richiesto di dare la nostra opinione sull'ultimo Arcani Rivelati, dedicato alle razze Eladrin e Gith.
Se non avete ancora letto l'Arcani Rivelati, potete trovarlo al seguente link.
Qui di seguito, invece, troverete il collegamento al nuovo sondaggio:
sondaggio: eladrin e gith  
Leggi tutto...

E' uscito Tomb of Annihilation

Da oggi, 19 Settembre 2017, è ufficialmente uscita in tutti i negozi la nuova Storyline di D&D, Tomb of Annihilation. Ambientata nella misteriosa e selvaggia penisola di Chult, abitata da donasauri e da altre straordinarie creature, quest'avventura metterà i PG a confronto con una terribile maledizione, capace di far tornare in vita i morti.  Maggiori informazioni su Tomb of Annihilation le potrete trovare nell'articolo che abbiamo scritto il Giugno scorso.
Livelli: Avventura per livelli 1-11.
Prezzo: $49.95.
 
Leggi tutto...

Adesso su Kickstarter #7: Shadow of the Demon Lord, Edizione Italiana

Shadow of the Demon Lord è un gioco di ruolo dark fantasy creato nel 2015 da Robert J. Schwalb. La Wyrd Edizioni ha appena lanciato una campagna Kickstarter per finanziare la creazione di un Boxed Set in italiano.
Shadow of the Demon Lord ha riscosso un notevole successo internazionale. Il gioco è ambientato in un mondo fantasy giunto ai suoi ultimi giorni. Gli eventi che stanno facendo precipitare il mondo verso l’apocalisse sono causati dal Signore dei Demoni (il "Demon Lord" del titolo) - un essere semidivino che attraverso la sua influenza sta corrompendo il mondo. Il tempo e lo spazio si stanno sgretolando, disastri e calamità minacciano la civiltà, e demoni e mostri infestano la terra. Le influenze di Warhammer sono evidenti nelle tinte decisamente fosche dell’ambientazione: si sconfina spesso nell’horror (pensate al Book of Vile Darkness per D&D 3.0), e il gioco tocca anche temi “per adulti”.
A livello di meccaniche, SotDL è un gioco di impostazione tradizionale, non molto innovativo e non eccessivamente complesso in termini di regole: uno degli obiettivi di Schwalb era quello di creare un gioco facile da imparare. La meccanica di base è piuttosto semplice e familiare: tiro di 1d20 a cui si aggiunge un modificatore, cercando di superare un numero target. La presenza di fattori vantaggiosi e svantaggiosi viene espressa da banes e boons, una meccanica che ricorda per certi versi il Vantaggio/Svantaggio di D&D 5e in quanto a eleganza e versatilità. In pratica, per ogni circostanza che impone uno svantaggio si tira 1d6; il singolo risultato più alto si sottrae al tiro del d20. Allo stesso modo, ogni circostanza che impone un vantaggio porta al tiro di 1d6 extra; il singolo risultato più alto tra tutti i d6 tirati si somma al tiro del d20.
Il gioco offre numerose possibilità per quanto riguarda la creazione del personaggio. I personaggi appartengono a una delle diverse razze disponibili (stirpi): umani, nani, goblin, orchi, changeling e una razza di esseri meccanici (clockwork). Ogni razza ha un ampio set di tabelle contenenti spunti per il background, la personalità o l’aspetto del personaggio.
I personaggi iniziano al livello 0, con una “professione” che non fornisce bonus meccanici; se sopravvivono e raggiungono il livello 1, si guadagnano l’accesso ad uno dei “novice paths”, paragonabili alle quattro classi canoniche di D&D (Warrior, Rogue, Magician, Priest). Salendo di livello, i personaggi ottengono l’accesso ad altri paths (expert e master) che conferiscono diversi set di poteri o specializzazioni. Nel complesso, le opzioni per la creazione dei personaggi sono davvero molte.
Il combattimento si svolge a turni; nel complesso è simile a D&D, ma con alcune interessanti variazioni - per esempio, i personaggi possono scegliere tra giocare un “turno veloce” o un “turno lento. I primi permettono ai personaggi di agire rapidamente, potendo però effettuare solo una azione oppure un movimento, ma non entrambi; i turni lenti permettono ai personaggi di agire e muoversi, ma al costo di agire dopo i personaggi che hanno scelto un turno veloce.
Ulteriori informazioni sul sistema di gioco si trovano qui.
Mr Schwalb è ben noto nel mondo dei giochi di ruolo. Ha lavorato a lungo con la Green Ronin, partecipando alla scrittura di diversi prodotti per il d20 system; è stato uno degli autori di Warhammer Fantasy Roleplay, e il principale designer per A Song of Ice and Fire Roleplaying Game. Ha inoltre alle spalle una collaborazione di lunga data con la Wizards of the Coast, nel corso della quale ha partecipato alla scrittura di diversi manuali per la terza edizione di D&D. Più recentemente, ha fatto parte del design team che ha dato alla luce D&D 5e.
La Wyrd Edizioni è invece una casa editrice italiana nata nel 2003, che ha curato la traduzione italiana di giochi di ruolo piuttosto noti a livello internazionale (Numenera, The Strange, Mouse Guard, 13th Age, Dragonero GdR) - è molto nota per i Boxed Set di ottima qualità e ricchi di materiali di gioco.
Il Kickstarter ha un target di €4,000. L'edizione italiana di SotDL verrà comunque pubblicata, indipendentemente dall'esito del Kickstarter - l’obiettivo della campagna è quello di finanziare la creazione di un Boxed Set, che verrà creato in 3 versioni, due delle quali saranno edizioni limitate e non disponibili dopo la conclusione del Kickstarter, contenenti materiale aggiuntivo. Il pledge minimo per l’edizione Base è di €50 (il prezzo per il pubblico sarà probabilmente 59,99), che dovrebbe essere disponibile già a Novembre, in occasione del Lucca Comics. Con questo pledge ci si aggiudica il Boxed Set oltre che i PDF di tutti i manuali. Per le edizioni limitate, che partono dai 90 euro, la consegna è stimata per Dicembre.
Link:
La campagna Kickstarter
Schwalb Entertainment
Wyrd Edizioni

 
Leggi tutto...
Accedi per seguirlo  
  • inserzioni
    13
  • commenti
    52
  • visualizzati
    410

Divertirsi con poco.

Accedi per seguirlo  
Selvaggio Saky

183 visualizzazioni

Ieri sono stato allo ZOO di Londra ed ora sto rimuginando su un fatto che spesso si ripresenta e che tutti mi fanno notare (ovviamente io ne sono consapevole).

Ero nel Gift Shop dello zoo, unico posto dove c’è anche un bancomat funzionante, e giravo fra i souvenir cercando l’ispirazione per un ricordo della giornata.

Vedo dei pupazzi (rappresentanti busti di animali) che si possono utilizzare come marionette, rimango una frazione di secondo a pensare ed ecco infilare la mia mano sinistra nel collo di una giraffa che raggiungeva il gomito e cercare con le dita la posizione per poter muoverne la bocca.

Io ero già contento, bambini d’ogni età mi giravano attorno, con genitori, nonni e annessi.

Dopo un altra frazione di secondo stavo parlando ai bambini usando la giraffa (no, non so fare ventriloquio), loro ridevano ed io ridevo, i genitori ed i nonni pure, il mio amico si vergognava, diceva che un po’ si sentiva in imbarazzo.

L’apoteosi è successa quando, avvicinandomi al bancomat, trovo una coppia abbastanza giovane, con un bambino di tre/quattro anni che stanno esaminando dei “preziosissimi” piatti dipinti a mano raffiguranti tigri in ogni posizione (proprio OGNI posizione eheheheh).

Mi abbasso dietro ad uno scaffale, espongo la mia giraffa parlante al di sopra di una serie di portachiavi ed il mio amico se ne và.

Solo perché ho chiesto alla coppia

“May I use the Cash Machine Please”(posso usare il bancomat, per favore) usando la giraffa.

Sulla metro al ritorno a casa ho chiesto al tipo che problema c’era e lui: “Certo che te ti diverti con poco” quasi irritato.

Si, hai ragione.....e onestamente, non sai cosa ti perdi.

Voi riuscite a divertirvi con poco?

Accedi per seguirlo  


8 Commenti


Commento consigliato

Avrei fatto esattamente lo stesso! Voglio dire, se non impari a divertirti con poco corri il rischio di avvilirti in fretta, e non è una bella cosa: meglio un paio di occhiatacce dai musoni che nessuna risata da tutti gli altri, credo.

Condividi questo commento


Link al commento

Grande Saky! Ho sempre apprezzato le persone che sanno far ridere la gente, divertendo anche se stessi.

Saper poi ridere di se stessi è una virtù eccezionale per un essere umano.

Condividi questo commento


Link al commento

Se mi diverto con poco? Basta vedermi in piedi su una sedia in mezzo ad un ristorante ad urlare "DL!!! WHAT IS YOUR PROFESSION?" :-D

Come Piri, avrei volute esserci anche io! Credo avrei preso la marionetta del lombrico da mettere sul pis... no, aspetta, siamo su DL, non si può!!! :-D

Condividi questo commento


Link al commento

Cosa c'è di meglio di divertirsi con poco?

Ed a ben vedere... non è forse vero che a noi basta un foglio una matita e qualche dado per divertirci?

:mrgreen:

Condividi questo commento


Link al commento

Non riesco manco ad immaginarmi le risate...che spettacolo...un vero peccato non aver assistito alla scena....ehi...perchè non chiedi il duplicato delle videocamere di sorveglianza?...sai le risate su YouTube...

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×