Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

L'arte del pacing – Parte 3: Riempire la cornice

In questo terzo articolo sul pacing, ovvero lo svolgimento degli eventi nella vostra campagna, analizzeremo gli elementi della scena e come utilizzarli per riempirla.

Read more...

Need Games: le uscite di Marzo, Aprile e Maggio, oltre a Nuovi Annunci

Need Games ci offre tre mesi ricchi di manuali a lungo attesi e di grosse novità, oltre ad annunciare altre uscite per il futuro.

Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Cyrstalpunk, Temples and Tombs, Twisted Taverns

Andiamo a scoprire assieme i Kickstarter in ambito GdR attivi in questo periodo

Read more...

La Hasbro si ristruttura per dare più spazio alla WotC e a D&D

La Hasbro ha deciso di ristrutturarsi internamente, creando in particolare una divisione incentrata sulla WotC e i suoi brand.

Read more...

Fabula Ultima: Bravely Default II

Need Games + Nintendo Italia + InnTale = Bravely Default II x Fabula Ultima

Read more...

Materiale per "La Guerra dei Giganti"


Ian Morgenvelt

1.7k views

Per comodità dei giocatori, raccolgo in questa inserzione tutto il materiale creato per la one-shot "Giants' Playtesting", volta a playtestare queste nuove opzioni per il sistema di Pathfinder in vista di una campagna futura (molto futura, non chiedetemi di tenervi il posto che me ne dimenticherò di certo :D).

Regole di base

  • Razze: Le razze concesse sono tutte quelle ufficiali, compresi gli Androidi. Aasimar e tiefling hanno una piccola particolarità: dato l'inspiegabile odio tra Giganti e Dei, gli emissari divini si legano raramente con i mortali. Ci sono però due piccole eccezioni:
  1. Gli Aviani, discendente dei mortali toccati dagli emissari divini quando le divinità si sono manifestate, sono i corrispettivi di Aasimar Plumekith, Emberkin e Angelkin. Vivono sulle alte montagne di Atlatis, per essere più vicini ai loro antichi progenitori. Nonostante siano molto legati alle tradizioni, rimangono i migliori ingegneri del mondo. Non di rado i giovani Aviani si trasferiscono in città, attirati dal progresso irrefrenabile. Hanno il normale aspetto dei loro corrispettivi, ma possiedono delle ali di piume (come quelle degli angeli della tradizione cristiano-giudaica, per capirci), troppo deboli per reggerli in volo, ma adatte a planare. Meccanicamente hanno una modifica: al posto delle SLA ottengono la capacità di Planare, che gli permette di atterrare sempre in piedi, ridurre la distanza di caduta di 6 m per i danni e gli conferisce un +2 a Volare.
  2. I Figli della Lava, le creature più legate ai tre giganti, sono i corrispettivi dei Tiefling Hellspawn e Pit-born, nati dalle creature di pietra originali che vennero a contatto con i vulcani di Atlatis. Si sono ora stabiliti in tutto il mondo, in variegate comunità. Sono odiati dai seguaci degli Dei e dagli Aviani più chiusi per il loro retaggio. Hanno l'aspetto di un normale umano, ma con tratti collegati alla lava e ai vulcani, come braccia rosse pulsanti, gambe ricoperte di placche di roccia vulcanica, unghie e denti di ossidiana,.... Meccanicamente sostituirò le SLA e le resistenze con delle abilità tematiche, ancora da decidere, e diventeranno Umanoidi (figli dei giganti), sottotipo condiviso da altre creature, non giocabili, però.
  • Ogni razza proviene da un gigante specifico: su Atlatis son diffusi Umani, Aviani, Androidi e Nani in prevalenza, con qualche minoranza elfica e mezzorca; su Biotis son presenti in prevalenza Elfi, Orchi, Mezzorchi, Umani e tutti gli "animali antropomorfi" (Kitsune, Tengu, Catfolk,...) e su Ositis Elfi, Samsaran e Umani. I Figli della Lava si trovano in ognuno dei tre continenti.
  • Classi: tutte quelle offerte dal sistema di Pathfinder, compreso l'Omdura e il Vampire Hunter. Non sono concesse le versioni base di Barbaro, Convocatore, Ladro e Monaco, che verranno sostituite dalla loro versione Unchained.
  1. Varianti: Il Paladino aggiunge alla sua lista Parlare con i Morti come incantesimo di 2° livello.
  • Abilità: A quelle standard, viene aggiunta Tecnologia (Int), abilità che viene utilizzata per attivare gli oggetti tecnologici, per riconoscerli e per crearli. Può inoltre essere usata per modificare i progetti e le armi (vedi "Talenti" per specifiche in merito).
  • Livello: 7
  • Point Buy 25
  • Tratti: 2 di base, uno extra se viene preso un difetto
  • Oro: Oro per livello+5000 mo
  • Non è permesso Autorità

Nuove regole

Ambientazione

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Modifiche

31/08/2019

  • Modificata la struttura e riorganizzato l'articolo

31/10/2020

  • Aggiunta incantesimo Paladino

Edited by Ian Morgenvelt

5 Comments


Recommended Comments

1 ora fa, Mezzanotte ha scritto:

Ciao Morg!

Cosa hai usato per la mappa?

Ho usato Inkarnate, un sito molto intuitivo. Esiste sia in versione gratuita che a pagamento, la prima è sufficiente a creare mappe veramente ottime (io ho usato quella, infatti).

  • Thanks 1
Link to comment

@Mezzanotte Inkarnate

Spoiler

 

Ti metto in spoiler che è lungo.

Inkarnate è praticissimo, io all'epoca ci feci questa Grecia Antica, Assiri, Ebrei, Umayyad, Egitto-Persia e Battria

rrj86tqfy8c2c0tzvj7bpuxq0wp3.thumb.png.86105a7def4e9d9be3fb7a5a0b4b6bb3.png

Poi il dettaglio degli Assiri, in basso al centro

o0eb8771oebxn1h2xfx2hx3vk50y.thumb.png.522e2c18003cc5bfd9c653d9fc0cb6fc.png

Con la versione base. Gli oggetti da posizionare sono tra il tristemente passabile e l'obriobrioso e la tavolozza dei colori è a metà tra pergamena figa e angoscia pura, però il sistema per tracciare le coste è veramente il meglio in circolazione: tu scavi la terra, di fatto mimando gli effetti idrogeologici, e poi puoi ributtarci la terra. Esempi di cose che puoi fare (vado a memoria su roba fatta 5 anni fa)

- se scavi nella terra una U di mare con dimensione pennello grande, poi diminuisci la dimensione del pennello e butti terra seguendo l'interno della U ma frastagliando, poi diminuisci ancora la dimensione del pennello e scavi del mare frastagliando ancora seguendo l'interno della U, ti viene un effetto fighissimo. 

- se hai una striscia di terra allungata, diciamo una penisola a forma di I, imposti la dimensione del pennello piccolo e inizi a scavare scarabocchiando del mare sulla penisola, ti viene un effetto di striscia di isole. Se la striscia di terra congiunge due coste, ti viene un effetto di "isole che proteggono" i due lati del mare

- se hai una costa, imposti il pennello a dimensione medio piccola, e ci scavi del mare seguendo la costa creando una specie di lago oblungo che si affaccia sulla costa; poi diminuisci la dimensione del pennello e inizi a scarabocchiare/frastagliare il lembo di terra tra il lago oblungo e la costa, crei un arcipelago di isole che seguono e "proteggono" la costa

E un bilione di altre tecniche personali che ti puoi trovare da solo. 

Il valore aggiunto rispetto al disegno con un pennello a una dimensione e non a due dimensioni con questo metodo aggiunta/rimozione di blocchi allungati è che tu a una dimensione (matita, penna, etc) ogni volta che disegni una linea, poi, devi disegnare quella "opposta" (o cancellarla se aggiungi terra, quella che la chiude), invece in due dimensioni hai immediatamente una visione della linea opposta, quindi puoi pensare immediatamente all'aggiustamento. E poi l'aggiustamento è immediato, anche pensando di disegnarlo su un i-Pad, in cui cancelli subito e quante volte, vuoi non sarà mai così pratico. Mo, è difficile da spiegare, se lo usi e inizi ad aggiungere e rimuovere terra capisci che voglio dire. 

 

Morg, ti scrivo qui. Che figo il nome "Madre delle Anime"!! È poetico, se mi capita te lo rubo 🤗. Ma soprattutto mi è piaciuto "Predatore di emozioni". Mi ha fatto pensare. Cioè, è bello perché è una articolazione concettuale moderna, però è l'unico nome che rimanda a concetti moderni. Mi ricordo che lessi un articolo di che diceva che la maggior parte delle lingue "primitive" non ha una parola per dire "emozione", che è una sorta di metacognizione abbastanza sofisticata. "Predatore di emozioni" dà vagamente di psicoanalisi o di psichiatria o di libri di auto aiuto per le donne (trivia: che sono esplosi negli anni '80 quando entrarono un casino di donne nel mercato del lavoro, lì esplose il mito dell' "equilibrio tra vita e lavoro - perché le donne in carriera erano ancora legate alla famiglia - recentemente c'è una attenzione "contro i narcisisti", intendevo quello) e queste contaminazioni moderne sono solo un tocco di freschezza nel fantasy. Quindi tanta roba! Però secondo me le contaminazioni vanno riprese, o alternativamente vanno messe altre dello stesso tipo (ad esempio riprendere con altri topos della psicologia), quella mi sembra troppo isolata. Però ripeto bella!

  • Thanks 1
Link to comment

L'ambientazione ha altre contaminazioni moderne in campo scientifico, diciamo: ho inserito alcune scoperte della fisica e della chimica dell'800/primo 900 come conoscenze assodate, che intendo citare in maniera più frequente appena avrò tempo di andare avanti con la scrittura delle regole relative alla tecnologia e ulteriori dettagli su Atlatis.

Non credo di inoltrarmi oltre nel campo psicologico: non lo conosco abbastanza bene per parlarne, rischierebbero di essere nomi buttati lì senza particolare utilizzo. Il Predatore, infatti, nasce soprattutto dalle varie figure mitologiche che sembrano quasi "nutrirsi" delle emozioni altrui, soprattutto quando si parla di istinti basilari (le figure femminili che corrompono gli eroi nei poemi cavallereschi, molti sidhe della mitologia celtica o certi kami giapponesi, per esempio). 

  • Like 1
Link to comment
23 ore fa, Dyeus ha scritto:

@Mezzanotte Inkarnate

  Contenuti nascosti

 

Ti metto in spoiler che è lungo.

Inkarnate è praticissimo, io all'epoca ci feci questa Grecia Antica, Assiri, Ebrei, Umayyad, Egitto-Persia e Battria

rrj86tqfy8c2c0tzvj7bpuxq0wp3.thumb.png.86105a7def4e9d9be3fb7a5a0b4b6bb3.png

Poi il dettaglio degli Assiri, in basso al centro

o0eb8771oebxn1h2xfx2hx3vk50y.thumb.png.522e2c18003cc5bfd9c653d9fc0cb6fc.png

Con la versione base. Gli oggetti da posizionare sono tra il tristemente passabile e l'obriobrioso e la tavolozza dei colori è a metà tra pergamena figa e angoscia pura, però il sistema per tracciare le coste è veramente il meglio in circolazione: tu scavi la terra, di fatto mimando gli effetti idrogeologici, e poi puoi ributtarci la terra. Esempi di cose che puoi fare (vado a memoria su roba fatta 5 anni fa)

- se scavi nella terra una U di mare con dimensione pennello grande, poi diminuisci la dimensione del pennello e butti terra seguendo l'interno della U ma frastagliando, poi diminuisci ancora la dimensione del pennello e scavi del mare frastagliando ancora seguendo l'interno della U, ti viene un effetto fighissimo. 

- se hai una striscia di terra allungata, diciamo una penisola a forma di I, imposti la dimensione del pennello piccolo e inizi a scavare scarabocchiando del mare sulla penisola, ti viene un effetto di striscia di isole. Se la striscia di terra congiunge due coste, ti viene un effetto di "isole che proteggono" i due lati del mare

- se hai una costa, imposti il pennello a dimensione medio piccola, e ci scavi del mare seguendo la costa creando una specie di lago oblungo che si affaccia sulla costa; poi diminuisci la dimensione del pennello e inizi a scarabocchiare/frastagliare il lembo di terra tra il lago oblungo e la costa, crei un arcipelago di isole che seguono e "proteggono" la costa

E un bilione di altre tecniche personali che ti puoi trovare da solo. 

Il valore aggiunto rispetto al disegno con un pennello a una dimensione e non a due dimensioni con questo metodo aggiunta/rimozione di blocchi allungati è che tu a una dimensione (matita, penna, etc) ogni volta che disegni una linea, poi, devi disegnare quella "opposta" (o cancellarla se aggiungi terra, quella che la chiude), invece in due dimensioni hai immediatamente una visione della linea opposta, quindi puoi pensare immediatamente all'aggiustamento. E poi l'aggiustamento è immediato, anche pensando di disegnarlo su un i-Pad, in cui cancelli subito e quante volte, vuoi non sarà mai così pratico. Mo, è difficile da spiegare, se lo usi e inizi ad aggiungere e rimuovere terra capisci che voglio dire. 

 

 

In effetti non sembra affatto male.

Io avevo scoperto un servizio -ora non trovo più il link- che generava mappe politiche molto belle. Il suo unico grosso problema era che la personalizzazione era limitata 😕

  • Like 1
Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.