Jump to content

raemar

Circolo degli Antichi
  • Posts

    724
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Everything posted by raemar

  1. Intensa? Magari! Letti _solo_ i primi 4 capitoli più il prologo. Nello spoiler i POV. Spoiler: Tyrion, Daenerys, Jon, Bran. Il prologo è ambientato a Nord della Barriera. Per ora, dico solo che è un vero piacere fisico e una liberazione spirituale tornare a leggere dei Sette Regni con materiale finalmente inedito! Lo stile è sempre lo stesso, il metodo pure. Non dirò nulla fino alla fine del libro, per cui per ora ... [mode René Ferretti on] Dai, dai, dai! [mode René Ferretti off]
  2. 13 nomination agli Emmy per Game of Thrones. Ecco il dettaglio. Best Drama Series: Game of Thrones Supporting Actor in a Drama Series: Peter Dinklage as Tyrion Lannister Writing in a Drama Series: David Benioff and Dan Weiss for “Baelor” Directing in a Drama Series: Timothy van Patten for “Winter is Coming” Casting in a Drama Series: Nina Gold and Robert Sterne Costumes for a Drama Series: Michelle Clapton and Rachael Webb-Crozier for “The Pointy End” Hairstyling in a Single-Camera Series: Kevin Alexander and Candice Banks for “A Golden Crown” Main Title Design: Angus Wall, Robert Feng, Kirk H. Shintani, and Hameed Shaukat Non-prosthetic Makeup in a Single-Camera Series: Paul Engelen and Melissa Lackersteen for “Winter is Coming” Prosethtic Makeup in a Series: Paul Engelen and Conor O’Sullivan for “A Golden Crown” Sound Editing for a Series: Stefan Hendrix, Tim Hands, Michelle McCormack, Steve Fanagan, Andy Kennedy, Jon Stevenson, Robin Whittaker, Caoimhe Doyle, and Eoghan McDonnell Special Visual effects for a Series: Adam McInnes, Angela Barson, Lucy Ainsworth-Taylor, Raf Morant, Henry Badgett, Damien Mace, Stuart Brisdon, and Graham Hills Stunt Coordination: Paul Jennings Le scelte: il 10 settembre per i premi "tecnici", il 18 per gli altri. In bocca la (meta)lupo.
  3. Cioè, nella tua visione, quando uno diventa adulto deve necessariamente disinteressarsi alla letteratura per bambini? Per inciso, non ritengo HP destinato a uso esclusivo di marmocchi o adolescenti e ho trovato grande piacere nel leggere i sette libri. Per quanto riguarda i film, li ho trovati piacevoli e (quasi tutti) ben fatti, pertanto non vedo l'ora di sedermi al cinema per l'ultimo episodio.
  4. Ormai le speculazioni sul cast della seconda stagione sono tante. Per il ruolo di Stannis si sono fatti i nomi di Gerard Butler e di Christopher Ecclestone, per il ruolo di Melisandre si è parlato addirittura di Eva Green (complice il fatto che Camelot è stato cassato). La mia impressione è che sia un bene che ci siano tante chiacchiere, perché vuol dire che c'è interesse! Due voci che sembrano abbastanza vicino alla verità, invece, sono quelle che vedono James Purefoy (Solomon Kane) in trattativa per un ruolo (anche se non si sa quale), e Jemma Whelan in trattativa avanzata per essere Asha Greyjoy (rinominata nel telefim Yara Greyjoy per evitare l'assonanza con Osha). Per quanto riguarda l'attrice che sarà Brienne, vista la difficoltà del casting, secondo me quella scelta ha un ottimo potenziale. Basta guardare altre sue foto (tipo questa o questa) per capire quanto possa diventare sgraziata e poco femminile nel ruolo di Brienne. A ogni modo, giovedì 21 luglio al Comic-Con, durante il panel di presentazione di Game of Thrones, è stato promesso un annuncio importante, non è escluso che presentino il cast completo della seconda stagione.
  5. Lol, quando leggo queste cose mi viene veramente da ridere. The Witcher 2 aveva i DRM, come molti se non tutti i giochi attuali, e i "simpatici ragazzi" della CDP hanno dovuto toglierli perché costituivano un grosso problema di performance (e non solo) per il gioco. Per cui, dopo una decina di giorni in cui chi aveva comprato il gioco legalmente aveva problemi, mentre chi lo aveva scaricato non aveva problemi, hanno ben pensato di fare la figura degli eroi della patria e togliere i DRM. Per dire, queste sono le parole del Development Director: Ma non finisce qui ... In pratica, abbiamo usato i DRM perché volevamo che la gente comprasse il gioco. Ora che l'hanno comprato, togliamo i DRM perché incide pesantemente sulle prestazioni. Veramente, SuperMegaLOL. Una cosa è vera. CDP è la prima software house che ha problemi tali con i DRM che è costretta a rimuoverli. Ed è la prima software house che ha problemi tali con i DLC che li ha dovuti rendere disponibili a tutti e gratuitamente. Temo comunque che il mio rapporto con questo gioco sia irrimediabilmente compromesso dalla pessima esperienza iniziale. Dopo aver iniziato a giocare, dico senza problemi che il gioco è bello, ma siamo ben lontani dal capolavoro: i controlli sono macchinosi (con un pad si migliora, ma non si risolve), i combattimenti altrettanto macchinosi e in aggiunta ripetitivi (a contrario del primo, dove almeno le combo garantivano un ritmo nel gioco e una attività del giocatore che veramente non capisco perché siano state abbandonate), molti dettagli sono sommariamente pensati e ragionati (esempio: parte la cut scene per il coup-de-grace durante il combattimento e quando il giocatore torna attivo dà le spalle ai nemici; o ancora, estraggo l'arma, parte una cut scene, quando torno attivo l'arma è rinfoderata), il bilanciamento negli incontri sta di casa altrove, la gestione dell'inventario è per molti versi assurda, il tracking delle quest è ballerino, così come gli aggiornamenti a video delle quest stesse. Temo che molte delle cose positive nel gioco restino nell'ambito dell'ambientazione, della storia (che devo ancora valutare), del protagonista. Aspetti con cui CDP ha poco a che fare e che, soprattutto, potrebbero essere sufficienti per un buon romanzo, ma non per un CRPG. Vediamo se riesco a finirlo.
  6. Ovviamente è già in pre-order anche quello: http://www.amazon.com/Game-Thrones-Complete-Season-Blu-ray/dp/B003Y5HWMW/ref=sr_1_2?s=dvd&ie=UTF8&qid=1308856233&sr=1-2
  7. Lol, è già in pre-ordine il cofanetto della prima stagione su Amazon.com! http://www.amazon.com/Game-Thrones-Complete-First-Season/dp/B002IFT1ZA/ref=sr_1_1?s=dvd&ie=UTF8&qid=1308855804&sr=1-1 Inoltre, primo annuncio ufficiale del cast per la seconda stagione. A voi, Margaery Tyrell (qui l'annuncio da Entertainment Weekly ... attenzione, nell'articolo c'è uno SPOILER su secondo libro e seconda stagione, quindi chi non sa e non vuole, eviti!): Spoiler:
  8. Ovviamente sì, la HBO punta molto su queste cose. Solitamente la politica dell'emittente è fare uscire il DVD di una stagione 2-3 mesi prima dell'inizio della successiva, quindi si dovrebbe avere il cofanetto della prima stagione a inizio 2012. Altra notizia molto positiva. L'ultimo episodio ha fatto il record di ascolti per quanto riguarda la stagione 1, superando i 3 milioni di spettatori per la prémière. Un ottimo risultato, se si considera che a differenza di altre serie Game of Thrones ha avuto un andamento di (quasi) costante crescita negli ascolti dal primo all'ultimo episodio. Ottimo lavoro. Vi linko qui i dati dell'intera prima stagione, comparati a quelli di un altra serie di punta della HBO, Boardwalk Empire. Per vari motivi i dati delle due serie non sono direttamente paragonabili, ma Boardwalk è un buon metro di confronto.
  9. Come già ti ha anticipato Dusdan, la seconda stagione è stata confermata il giorno dopo la messa in onda del primo episodio negli Stati Uniti. Le riprese inizieranno sempre in Nord Irlanda attorno al 25 di luglio e, visti i tempi del tutto simili alla prima stagione, si prevede una premiere negli USA per la primavera del 2012. Non ci sono sinora grandi notizie sul cast, se non che tutto quello della prima stagione è confermato (o dovrebbe esserlo.. no news, good news) e che già buona parte dei nuovi ruoli che appariranno sono in fase di trattativa HBO-agenti. L'unico accenno di anticipazione che è stato dato riguarda l'attrice che interpreterà Brienne: a detta di Martin, non deluderà i fan in quanto è stata mantenuta il più possibile fedele alla descrizione che ne viene data del libro. Sempre 10 episodi (anche se si diceva che i produttori stessero cercando di aumentarli a 12, ma non ci conterei), sempre 1 dei 10 episodi scritto da Martin (per la precisione il nono, dal titolo "Blackwater".. chi vuole intendere ...). Vista oggi la decima. Ottima. Parlando a livello di stagione 1, pienamente soddisfatto. Non so se sia capitato a qualcun altro, ma nel guardare ogni singolo episodio mi è successo piuttosto spesso di pensare a come questa serie avrebbe potuto essere una grande delusione se fosse stata trattata diversamente: con meno cura, con meno fedeltà, con meno interesse per l'originale.. insomma, per dirla in un modo unico, "in maniera più televisiva". Questo non è stato, e non posso far altro, in tutta onestà, che dirmi pienamente soddisfatto. Secondo me, come serie, spicca a livello globale. Da quello che si legge e si sente in giro l'accoglienza di pubblico e critica è stata trionfale, _anche_ per queste due ultime puntate che devono necessariamente fare da aggancio per la seconda stagione. Se la HBO saprà (e non ho dubbi in merito) tenere alto l'interesse in questo anno di produzione, si prevede a mio parere una stagione due da record. Non mi soffermo sui singoli aspetti, un po' perché non mi piace particolarmente, un po' perché richiederebbe molto tempo e molto spazio. Per quello che mi riguarda (si era già capito), la prima stagione ha toccato le corde giuste ed è riuscita a portare su schermo una delle storie che da lettore ho amato di più. Potevo desiderare altro?
  10. Personalmente, non mi trovi d'accordo. Il mondo creato per questa serie TV è un mondo vivo e molto credibile, credo che buona parte degli investimenti siano andati in questo senso. Guardando anche alcuni dei video rilasciati dalla produzione (gli "Artisans video"), si può vedere la cura che è stata riposta nei particolari e nei dettagli, al fine di dare appunto a Westeros realismo. Io credo che in una serie TV, e ancora di più in una serie TV come A Game of Thrones, questo sia molto più importante di effetti speciali, scene di massa o scelte registiche ardite. Poi ... Spoiler: ovvio che mi auguro per la seconda stagione draghi, direwolves e battaglie.
  11. Diciamo che prendo il tuo commento come un 'la serie non mi è piaciuta', il che è più che legittimo. Per il resto, hai scritto un intervento lungo non so quante righe per dire nulla. Non c'è una argomentazione in quello che dici, non un esempio di ciò che reputi 'noioso' e di ciò che reputi 'interessante'. Non dici nemmeno se hai letto i libri (ma mi pare di capire che non li hai letti). Cosa ti aspettavi? Cosa volevi? Cosa credevi? Non sai di cosa parli. Il budget per la prima stagione è stimato in 60 milioni di dollari. E direi che si vede abbastanza bene. Qual è l'argomento trattato? Questi sono i due buoni motivi? Senza offesa. Il tuo commento non è bruttissimo. Ma inutile. A presto!
  12. Riguardo all'età dei personaggi, venne detto sin da subito, ancor prima che venissero scritti i singoli episodi, che sarebbero state spostate di alcuni anni in avanti per venire incontro alle esigenze del pubblico televisivo. A ogni modo, episodio 9 molto convincente e solido secondo me. Spoiler: Anche io ho notato l'assenza delle due battaglie, o meglio di quella che vede coinvolto Tyrion, ma come mi ha fatto notare Paola andremo verso una seconda stagione in cui la guerra sarà un po' ovunque e probabilmente gli sceneggiatori non hanno voluto tirar via a fine stagione un aspetto così delicato della saga. Tutto sommato, ci può stare. Robb inizia a spiccare. Come sempre, momenti molto belli in scene giustamente lente che riescono a prendersi i dovuti tempi: Maestro Aemon, Tyrion che racconta di Tysha (uno dei brani che preferisco del libro), il dialogo tra Lord Frey e Cat. Nonostante lo sapessi, mi ha colpito non poco la scena della decapitazione di Ned. Ben girata, coi giusti tempi, con le giuste scelte sonore. Un ottimo finale di puntata. Pronto e carico per il season finale! Ovviamente, dopo questo episodio, le reazioni dei Tv-viewers sono state prevedibili. Spoiler: Questo è sempre stato un punto cruciale e sarà il vero scoglio che secondo me dovrà affrontare questa serie. Molti di coloro che si sono avvicinati alle Cronache con la serie tv minacciano di non guardare più una puntata dopo la morte di Ned, ma tutti noi ci siamo passati con l'uno o con l'altro personaggio nelle pagine dei libri. Resta comunque un aspetto cui probabilmente il pubblico televisivo non è abituato. Segnalo la reazione di questo blogger. Ehi, fratello, ci siamo passati tutti!
  13. Annunciata oggi la versione per XBOX360
  14. Ma mi citi un videogioco uscito prevalentemente per le console??? No, dai, seriamente, il sistema di controllo non mi sfagiola per niente. Il fatto che ogni volta che muovi il mouse ti si muova la visuale, rendendo praticamente impossibile il puntamento nei combattimenti e molto fastidiosa (proprio a livello fisico) l'esplorazione, secondo me è un punto non da PC-game. Quando sei nelle stanze piccole, poi, è davvero problematica la gestione di Geralt. A questo aggiungo il fatto che la calibrazione per il mouse è ampiamente imperfetta, che non vi è alcuna possibilità di modificare la visuale, né di allontanare la camera (cosa abbastanza banale e fattibile in un crpg), che la mappatura dei pulsanti è molto limitata. Per quanto fosse a volte macchinoso e snervante, il sistema del primo Witcher, basato su combo azionate tramite click ripetuti e cadenzati sugli avversari, era molto preferibile dal mio punto di vista. Ho provato a giocarlo con il pad della xbox ed è decisamente tutta un'altra cosa. La mia opinione è che a breve annunceranno la versione console, piuttosto scontato secondo me (vedi anche i vari mini-game o le azioni extra-combattimento, come caricare la ballista o evitare l'attacco del drago.. del genere "premi, premi, premi, premi, premi, premi"....).
  15. Quelli della CDProject han fatto un bel casino al lancio, tanto che già è uscita una patch e ne prevedono una seconda per il fine settimana o settimana prossima. Io sono stato penalizzato dal casino, ma alla fine stasera sono riuscito a iniziarlo. Mah.. solo a me sembra che il sistema di controlli sia totalmente insensato? Il mouse mi fa girare la testa, il puntamento è quanto di più difficile mi sia capitato di vedere in diverso tempo. Tutto questo è portato all'estremo soprattutto nei combattimenti, per lo più un casino. Io ho la fortissima impressione che sia un gioco già pensato per passare su console. Tant'è vero che ho una mezza idea di provare a giocarlo con un pad.
  16. Forse se ne era già parlato in luoghi sparsi, ma adesso che iniziano ad arrivare notizie più precise credo sia il caso di aprire un topic a se stante. Cyanide Studio ha acquistato i diritti del marchio per il mercato videoludico e sta preparando non uno, ma ben due videogiochi ambientati a Westeros. A Game of Thrones: Genesis Il primo, dato in uscita addirittura nell'estate del 2011 (praticamente dopodomani), è un RTS che certamente prevederà una campagna single player che raccoglierà gli eventi accaduti nei 700-1000 anni precedenti ai libri di Martin. Pare che la campagna sia stata scritta direttamente sotto la supervisione del nostro. Nella presentazione viene detto che sarà rispettato il criterio già presente nel libro per cui non necessariamente le guerre si vincono con la forza bruta, quindi dovrebbero essere presenti buone componenti di diplomazia ed economia. Personalmente, lo scetticismo è alto: del gioco si sa ancora veramente poco, non si è visto niente se non alcuni screenshot (che trovate qua), niente gameplay, poco rumore. Non è necessariamente un male, ma un po' mi puzza da "dai, adesso Game of Thrones tira un sacco, buttiamoci nella mischia anche noi", per cui prima di giocarlo vorrei capirci qualcosa di più. [edit] - Mi ero perso il sito ufficiale: http://www.agot-genesis.com/ A Game of Thrones - rpg Allo stato attuale, questo secondo è solo un progetto di Cyanide, con un paio di screenshot (che trovate qua), non particolarmente emozionanti devo dire. Staremo a vedere.
  17. C'è un topic nella sezione "Libri" per parlare dei libri: http://www.dragonslair.it/forum/threads/157-Le-Cronache-del-Ghiaccio-e-del-Fuoco
  18. Ho aggiunto ieri alla mia collezione la Collector's Edition, veramente ben curata e ottima da un punto di vista dei contenuti. Direte: "Eh, bé, con quello che costa ...!". Vero, fino a un certo punto. Attendo probabilmente il weekend per lanciarmi nel gioco. Sicuramente uno dei più attesi dell'anno da parte del sottoscritto.
  19. Capito il discorso sul montaggio, non sono molto d'accordo, ma credo sia più questione di gusti personali. È lo stesso motivo, immagino, che fa adorare a me Miami Vice di Mann e lo fa odiare a te. Spoiler: A mio parere, questo dialogo non cambia gli aspetti delineati dei due. Ti cito l'articolo che linkavo per far capire cosa intendessero fare gli autori. Quando stai con una persona che non ami da 17 anni, ti capiterà comunque di dover avere a che fare con lei, di andarla magari anche a cercare per provare a capire determinate cose. E in quel "No" di Robert alla domanda di Cersei "Abbiamo mai avuto una possibilità?", io personalmente ci vedo molte delle motivazioni delle successive azioni di Cersei. Ancora, questione di gusti, su questo non discuto. Personalmente non mi fa apprezzare meno un prodotto il pensiero che chi l'ha creato lo abbia fatto consapevole del target a cui quel prodotto era indirizzato. Se poi il prodotto esce bene, e si distingue dalla massa dei prodotti cui siamo abituati (per me, è così), hurrà!
  20. Ma, in merito a quanto citato nello spoiler, non eri tu che ti lamentavi del fatto che il montaggio fosse troppo frammentario, con scene brevi e troppi personaggi? Aggiungere dei flash back non farebbe altro che aumentare la frammentarietà. Senza considerare che un flash back, che magari potrebbe anche essere azzeccato per chi ha il background per interpretarlo, non farebbe che gettare un mucchio di fumo negli occhi allo spettatore televisivo che non conosce il libro. No, secondo me le scelte fatte finora sono veramente ben ponderate e più che sensate. Anche quella che tu chiami una forzatura Spoiler: la relazione così palese tra Renly e Loras, per intenderci , è secondo me inevitabile gestirla così, perché il mezzo televisivo è ben diverso da un libro in cui hai tutto il tempo del mondo per sottendere e accennare. Spoiler: Per dire, se si fossero limitati ad accenni, occhiatine e sorrisi, per una stagione e mezzo, per poi far morire Renly, cosa avrebbe portato in più questa sottotrama accennata al telefilm? Dal mio punto di vista, nulla. Invece, rendendola subito chiara in questo modo, si sono creati i presupposti per tutta una serie di vicende che accadranno nella seconda stagione e che avranno così un solido background (all'interno della serie) per essere motivate. Io, paradossalmente, da amante dei libri, mi sto sempre maggiormente appassionando alla serie come qualcosa di coincidente ma anche parallelo (esterno) ai libri. In questo gli autori sono stati a mio parere bravissimi, perché hanno raccolto il mood dell'opera, l'ambientazione, e l'hanno fatta loro, facendola vivere di vita (quasi) propria. Vi segnalo, in merito, questa intervista a Benioff e Weiss: http://insidetv.ew.com/2011/05/15/game-of-thrones-interview/ Spoiler: Io ho adorato i due dialoghi tra Varys e Ditocorto e tra Cersei e Robert, secondo me uno dei momenti più belli sinora. Non sono nel libro, non sono necessariamente strettamente pertinenti allo svolgersi degli eventi, ma quanto dicono dei singoli personaggi? Quanto fanno in termini di caratterizzazione? Altra occhiata agli ascolti, che negli ultimi tre episodi sono sempre stati in crescita. Questo ultimo alla premiere ha fatto 2.6 milioni, record di stagione. Spoiler: Non c'entra molto, ma ci credete che uno dei motivi principali di discontento tra il pubblico televisivo americano è stata l'uccisione di Lady? Ogni episodio, finora è stato visto da una media di 8.1 milioni di spettatori in tutte le piattaforme su cui è stato proposto dalla HBO negli Stati Uniti. Curiosità: la prossima settimana, l'HBO farà un esperimento commerciale forse interessante (non per noi qui in Italia, ahimé). Dopo l'episodio 6, sarà immediatamente disponibile su HBO Go (servizio online a pagamento della HBO) l'episodio successivo. Pare abbiano scelto questi due episodi come esperimento perché il sesto, a detta loro, chiude con uno stratosferico cliffhanger. Vedremo.
  21. Finito il gioco (trama principale più quasi tutte le side quest). Circa 50 ore di gioco complessive. Decisamente troppe per un gioco del genere. Resto fondamentalmente della mia opinione. DA2 è un buon action, uno scarsissimo crpg, godibile nelle prime 20-25 ore di gioco, poi ripetitivo fino all'inverosimile (stessi ambienti, stessi pattern di avversari, Spoiler: addirittura stessi avversari che tornano dalla tomba non si capisce bene perché o percome. La trama è stringatissima e quasi esclusivamente finalizzata ai combattimenti, che non vi è modo di evitare MAI (almeno per quanto ho avuto la possibilità di vedere io). Spoiler: La trama principale si conclude in modo del tutto atteso, senza alcun colpo di scena, a meno che non si voglia considerare un colpo di scena il fatto che Orsino si trasformi in un mostruoso essere dopo aver ceduto alla magia del sangue (perché poi? *****, stiamo vincendo!) o il fatto che Meredith sia posseduta dall'idolo trovato da Bertrand nelle vie profonde (sti *****!). Non ho trovato un modo per aggirare la sfida aperta, non ho trovato un modo per far "vincere" l'una o l'altra fazione, non ho trovato un modo sereno per schierarmi con l'una o l'altra fazione. Alla fine, scelgo di stare con i maghi e, ovviamente, mi ritrovo a combattere Dio solo sa perché anche contro i maghi.. bah.. Due brevi parole per le "storie d'amore", le cui possibilità sono inserite praticamente in ogni dialogo coi compagni di party, senza alcun senso la maggior parte delle volte. Ho scelto di legare il mio personaggio a Merrill. Inizio con lei una relazione "seria", le chiedo di trasferirsi da me, lei non si sente a suo agio perché è una daelish, eccheccavolo, si trova rinchiusa in una casa nella città superiore, lei vuole la libertà delle foreste! Ok, ci sta. In tre anni, dico tre anni della trama in cui sto con lei non ho una possibilità di fare due chiacchiere con Merrill (se sento un'altra volta "credo che Sandal stia iniziando a spiarmi" giuro che vado in berserk) e di risolvere questo suo disagio. Alla fine mi chiama "amore" e non si capisce nemmeno perché, visto che la nostra "relazione" è ferma a tre anni prima. Questo per dire quanto sia approfondito l'aspetto ruolistico di questo gioco. Noiosi i combattimenti alla lunga. Spoiler: Prima ondata, seconda ondata, terza ondata. Boss enormi di fronte a cui basta non stare immobile davanti. Bilanciamento ridicolo tra i vari livelli di difficoltà. Bilanciamento ridicolo all'interno degli stessi livelli di difficoltà. Personalmente, una delusione. Gli dò un voto appena sotto il 7 complessivamente parlando, perché comunque l'ambientazione è molto bella, graficamente è (spesso) un piacere per gli occhi e anche un po' per una sorta di credito che i realizzatori si sono guadagnati con DA:O presso la mia personale banca della stima. Il terzo dovrà essere di ben altra pasta.
  22. Andrò controcorrente, ma a me il terzo episodio è proprio piaciuto. Segue bene quanto imbastito nei primi due episodi e, poco a poco, allarga il tiro (vedi Approdo del Re, Daenerys la khaleesi, nuovi personaggi). Peraltro è ricco di scene esterne al libro e funzionali alla narrazione e alla caratterizzazione, egregiamente scritte (a mio parere, ci sono già ora dialoghi che meriterebbero premi alla sceneggiatura) e che mi fanno sperare che (anche grazie a Martin come solida base di partenza) alla HBO riescano a rendere Game of Thrones per il genere fantasy ciò che The Wire è stato ed è per il genere poliziesco. L'unica vera e profonda pecca che trovo finora è la totale assenza (quasi dimenticanza) di Spettro, ma voglio essere fiducioso (anche se dovranno inserirlo bene bene per convincermi del fatto che la sua tardiva entrata in scena sia stata una buona scelta). Intanto, dopo la conferma della stagione 2, iniziano ad arrivare i primi dati di ascolto, che sono piuttosto confortanti (anche se la HBO non fa dei dati di ascolto una Bibbia come tante altre reti). Negli USA i primi 2 episodi sono stati visti da 2.2 milioni di spettatori (in prima trasmissione), il terzo da 2.4 milioni di spettatori. Il primo episodio ha avuto una visione complessiva di 8.7 milioni di spettatori (tra repliche, pay-per-view, ecc. ecc.), che è davvero un ottimo risultato stando a quanto si legge nei blog e nei forum di settore. Staremo a vedere.
  23. Visto anch'io ieri sera, pienamente soddisfatto e faccio parte del clan "pro sigla di apertura". Per questo primo episodio ho trovato scelte giuste, tempi giusti, personaggi giusti, insomma veramente difficile scovare qualche dettaglio insoddisfacente. Bellissima a mio parere la caratterizzazione dei personaggi: anche in sole poche battute viene delineato perfettamente il modo di essere di ognuno. Scelte di cast spettacolari, su cui spiccano per quanto mi riguarda Harry Lloyd (un Viserys dalla presenza straordinaria) e Lena Headey (che ha colto alla meraviglia l'aria snob di Cersei, con un sorriso che non è mai un vero sorriso). Le uniche cose che mi sono venute in mente mentre lo vedevo, che potrebbero essere vagamente negative, ma che in realtà non lo sono, perché non va dimenticato che la serie non è solo per i lettori della saga, sono il didascalismo di alcune situazioni e la compressione temporale. Ah, approfitto del mio post per comunicare a tutti che ieri la HBO ha dato il via libera ufficiale alla stagione 2, come in parte era già stato previsto e preannunciato.
  24. Lol, sei un esponente di EA/Bioware? Scherzi a parte, non è che devi rispondere, qui ognuno dice la sua opinione sul gioco, nessuno cerca di convincere nessuno, credo. Dal mio punto di vista, un gioco deve essere ugualmente impegnativo indipendentemente dal livello a cui lo si gioca. Io l'ho iniziato a livello "difficile", poi mi sono reso conto che in molti scontri è semplicemente frustrante: draghi che non ti danno nemmeno la possibilità di attaccare, maghi del sangue che ti uccidono con un unico colpo e hanno vita 20.000, briganti che spawnano un po' da dove capita a frotte e con la loro capacità di "sparire e colpire alle spalle" possono seguirti anche nelle stanze adiacenti (in pratica, you can't run, you can't hide!). Sono certo che per ognuna di queste cose c'è un modo molto "tattico" per risolvere il combattimento, ma per me questa non è "tattica", è frustrazione per un bilanciamento che, nel progredire del gioco, ci si rende sempre più conto di quanto sia fatto coi piedi. Guarda, non credo vi sia bisogno di finire il gioco per capire che la trama è rigida come un pezzo di legno e assolutamente a senso unico. Ad esempio, Spoiler: Mi trovo di fronte all'arishok, si avvicina a me per mettermi alla prova, uccido le sue guardie, mi chiede come risolviamo la situazione e qualunque, ripeto qualunque (le ho provate tutte) risposta io dia si va sempre a finire che ci si uccide. Questo è totalmente lontano da DA:O. Ripeto, l'ambientazione resta fatta bene secondo me, ma bisogna prendere atto del fatto che DA2 non è un crpg, tutt'al più un buon action game. Il problema è che diventando un action game, 50-60 ore di gioco sono sprecate. Alla fine, se lo vuoi finire facendo più o meno tutto, o hai un cuore di un altro mondo, o fai come me che dopo 35 ore giocate a livello "difficile", sono passato a "facile" perché semplicemente voglio vedere come va a finire. Parafrasando Leo, passare 4 ore su un combattimento per portare il cane di un poveraccio fereldiano a pisciare, sinceramente, anche no. Ovviamente, IMHO.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.