Jump to content

catalepticKraken

Members
  • Content Count

    7
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Coboldo

About catalepticKraken

  • Rank
    Apprendista
  • Birthday 12/31/1998

Profile Information

  • Location
    vigevano, PV

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. bella storia, non è molto nel mio stile ma mi piace come si è sviluppata. voglio solo dire che anche se il signore degli anelli è una storia esattamente come una partita a d&d, esse sono drammaticamente diverse: una è stata accuratamente progettata e narrata in modo da trasmettere qualcosa di preciso, l'altra è una narrativa emergente che ubbidisce (in misura variabile a seconda dello stile di gioco, quello di cui stiamo parlando qui) alla preparazione del master, ai desideri e decisioni dei giocatori, e al caso dei dadi (questo, come ho detto sopra, implicando che si stia usando un s
  2. hai ragione, è più o meno il fulcro della questione. il fatto è che una trama lineare, per quanto venga preparata, soffre sempre della difficoltà di accomodare eventuali scelte dei giocatori, e io penso che questa sia una mancanza e non una caratteristica dello stile di gioco (uno dei motivi per cui non gioco mai a campagne lunghe pubblicate, dato che in genere prevedono che si faccia tutto ciò che è stato porevisto in quell'ordine, altrimenti NESSUNO POTRÀ DIVERTIRSI). attenzione: non sto parlando necessariamente di sandbox (anche se i sandbox sono di certo parte dello stile "libero"). una ca
  3. beh, mi presento qui perché così mi è stato consigliato. da quando gioco ho la passione per i principi delle meccaniche dei gdr, per gli stili di gioco e di "mastering", sulla costruzione di ambientazioni e di campagne e per la teoria del gdr in generale. spero che ci scambieremo molte idee e consigli! tendo anche a scherzare spesso, dopotutto questo è il mio divertimento preferito. piacere di conoscerVi!
  4. perché tutti citano il sinore degli anelli quando si parla di gdr? non è un gdr. è un libro. dire che qualcosa succede nel signore degli anelli non prova nulla, dato che quando si scrive un libro c'è solo una persona seduta al tavolo. in un gdr, per come lo vedo io, il master non decide la storia, la decidono i giocatori, per tramite dei loro pg. è la loro storia. il master al massimo sceglie come inizia, ma mai come finisce. inoltre, non capisco tutta questa ossessione per i "background". sono il passato. non sono mai accaduti, in game. fate contare quello che è accaduto. ovviamente
  5. ho capito io, in genere, penso che un' ambientazione debba essere in grado di far nascere storie: inserire elementi interessanti e cose da fare per i pg, ma lasciare che poi siano loro a stabilire come procedere; il creare in anticipo una storia per i pg non mi è mai piaciuto ovviamente seve molta preparazione, ma per me da molta soddisfazione
  6. beh ciò dipende dal sistema, a dire il vero, però non hai tutti i torti andate in un ambientazione di d&d e procuratevi la la magia che serve, dato che ci sono incantesimi per curare la licantropia (almeno credo) e rigenerare il corpo (di questo sono sicuro)
  7. heyla, per curiosità volevo iniziare una discussione su un argomento che mi sta molto a cuore, probabilmente uno di quelli che ritengo più importanti in quest' hobby: quando Voi master Vi preparate a iniziare una nuova campagna, su cosa Vi concentrate? esistono due approcci principali, per come la vedo io (ovviamente questi non comprendono tutto ciò che riguarda questo argomento, ma è ciò su cui mi piacerebbe sentire il Vostro parere): il primo, preparare l'ambiente in cui esisteranno i pg, i luoghi che potrebbero visitare, le cose che potrebbero incontrare, i personaggi con cui potrebbe
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.