Jump to content

Aramyl

Ordine del Drago
  • Content Count

    31
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Coboldo

About Aramyl

  • Rank
    Virtuoso
  • Birthday 11/14/2001

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • GdR preferiti
    D&D 3.5, 5e

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Assolutamente! Prima di iniziare a progettare le eventuali avventure gliene devo parlare, però preferivo prima farmi un'idea se fosse possibile e su come gestire il tutto (per evitare figuracce e dirgli "no scusate, alla fine non si fanno quelle one shot di cui parlavo"). Comunque grazie ^^ Tutto interessantissimo, essenzialmente la risposta che cercavo. Lo scopo per cui volevo fare queste mini avventure era proprio lo sviluppare dei dettagli di trama, ma ora che mi ci fai pensare sono anche un ottimo mezzo per creare nuovi legami tra i personaggi e, perché no, staccare un p
  2. Buondì, qualche mese fa si è interrotta, al termine della prima avventura, la mia più recente campagna. Verso la fine i personaggi dei miei giocatori hanno avuto qualche screzio a causa di una questione morale, e l'avventura si è conclusa con una separazione di uno dei membri dal gruppo. Le azioni che i personaggi hanno compiuto li riporteranno tutti insieme (non sto a spiegarvi come perché andrei fuori contesto), ma mi era venuto in mente che prima che questo succeda passerà una settimanella in game. Ora, siccome il party è separato (anche i tre personaggi rimasti in buoni rapporti non ha
  3. Ottima risposta, grazie. Per quanto riguarda i critici io e il mio party li prendiamo molto seriamente, abbiamo deciso di utilizzare la regola opzionale di conferma del critico (che li rende ancora più rari) e proprio per questo, anche nella narrazione e indipendentemente da quanti pf si hanno, i colpi critici hanno un violento impatto (ossa rotte, ferite profonde o simili). Dico questo per spiegare che i colpi critici esulano un po' dalla mia domanda a causa di come li interpretiamo al tavolo, comunque grazie ancora per il resto!
  4. Uao, Lo fai sembrare come se la soluzione fosse sempre stata sotto i miei occhi! Mi piace molto questa interpretazione, grazie mille! Sì leggendo la sua risposta ho capito meglio, avevo frainteso il tuo messaggio. Grazie mille ^^
  5. Questo è vero ed è un'ottima interpretazione, però (supponendo per un momento che il lupo sia fortunatissimo e colpisca sempre) in questo modo un personaggio potrà sopravvivere a più morsi di lupo (che ne lacerino la pelle) più alto è il suo livello, e questo mi infastidisce perché lo trovo incoerente: salendo di livello un personaggio acquista sì una maggior resistenza fisica, ma principalmente mi piace pensare che i punti ferita che guadagna siano dovuti al resto (in quanto lo trovo più realistico). Forse è qui che sbaglio, cosa ne pensi? Per quanto riguarda questo meglio non
  6. Buongiorno a tutti, sono un master qualunque, abbastanza navigato in d&d 3.5 e 5e, ma c'è una cosa su cui non sono mai riuscito a formare un mio pensiero: come narrare i combattimenti. In particolare i miei dubbi nascono dalla definizione di "punti ferita" espressa nel manuale del giocatore a pagina 196: Leggendo quanto sopra reputo che venire colpiti, e quindi perdere punti ferita, non implichi necessariamente essere feriti, ma possa anche significare che si è "speso" parte della propria fortuna o che il proprio morale è stato danneggiato da un colpo nemico andato a segno. Per
  7. Ciao, nella creazione di una campagna per dnd mi sono trovato (ovviamente) a cercare di definirne la trama. Premetto che la suddetta campagna partirà dal lv1 e terminerà ad un livello molto più alto, e che fin'ora non ho mai organizzato campagne dalla durata così lunga. Mi è sorto quindi un dubbio: com'è possibile che dei personaggi di primo livello possano interessarsi ad una missione che sono destinati a compiere solo ad un livello molto più alto? O, riformulando: Quale missione, che solo un pg di alto livello riuscirebbe a risolvere, può suscitare interesse in eroi freschi freschi e alle pr
  8. quindi convieni con me che non sarebbe un problema se il mio paladino dovesse essere egoista, giusto?
  9. Nello schizzo di alcune idee per nuovi personaggi mi sono imbattuto in un dubbio: un paladino che ha compiuto un giuramento di vendetta, è possibile che sia egoista e insensibile (con tutti meno che con chi ha subito un torto dal suo stesso malfattore) o questo aspetto caratteriale entra in conflitto con la classe? Leggendo il manuale del giocatore penso di aver concluso che nessun tipo di carattere è "sbagliato" per un paladino fintanto che non entra in conflitto con gli obblighi imposti dal suo giuramento, ergo un paladino con giuramento di vendetta (di cui inserisco sotto gli obblighi) pu
  10. Ho capito, grazie a tutti per i chiarimenti e consigli. In ogni caso penso opterò per comprare il manuale della costa della spada (che dovrebbe uscire in italiano tra pochi giorni) e ambienterò lì la mia campagna.
  11. Capito, grazie. E sarebbe tanto sbagliato utilizzare il manuale della terza edizione al suo posto?
  12. Perdonate se mi faccio risentire dopo così tanto tempo, ma non volevo aprire un altro post. Tante sessioni sono passate, e con il mio gruppo abbiamo deciso che la campagna successiva a questa (che quindi arriverà tra sufficiente tempo) sarà finalmente ambientata nei FR. Ci chiedevamo però, dopo esserci informati un pochino, se esistesse un manuale di ambientazione per la 5e, siccome non lo abbiamo trovato. Nel caso non esistesse, ho poi pensato che sarebbe adeguato anche quello di una edizione più vecchia del gioco (3a o 4a edizione), anche se rinunciando ahimè alle specifiche su razze e cla
  13. L'idea mi piace... potrebbe anche fornire parecchi spunti di role. Come un incontro faccia a faccia tra membri dell'associazione e party stile "Non lasceremo che usiate l'artefatto per i vostri scopi malvagi" "semmai NOI non lasceremo che VOI lo usiate per scopi malvagi" "aspetta un attimo..." Grazie ancora ^^
  14. semplicemente il compito dei pg è riportare alla caserma l'artefatto, purtroppo per loro non hanno le competenze per stabilire che genere di oggetto magico sia; potrebbero tranquillamente pensare che sia qualcosa di incredibilmente potente e che potrebbe quindi favorire Ulmo se nelle giuste mani... in ogni caso questo spetterà ai giocatori nel momento in cui ruoleranno. Alla funzione dell'artefatto penserò ora, mi hai già aiutato abbastanza ^^ grazie
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.