Stregonazzo

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    383
  • Registrato

  • Ultima attività

Informazioni su Stregonazzo

  • Rango
    Profeta
  • Compleanno 18 Luglio

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio

Visitatori recenti del profilo

378 visualizzazioni del profilo
  1. Altro GdR

    Avanzate lentamente. L'uomo al falò rimane fermo e impassibile. Attorno a voi silenzio, solo silenzio. Jonathan TNT Mappa:
  2. Sulla vostra destra. Questa è la mappa "completa":
  3. Altro GdR

    Ore 11.45 «Okay, però ricordatevi del video» dice seria Guadalupe Jonathan inserisce le coordinate per il rifugio di Bashir e fa decollare l'areodyne. «ETA: dodici minuti» dice Stella «Rilevato incendio nei pressi della destinazione» Sullo schermo compaiono diverse immagini satellitari, Daniel e Jonathan possono riconoscere la baracca - bunker di Bashir dall'alto. A pochi metri dalla sua entrata ci sono due mucchi di vecchi pneumatici che sono stati dati alle fiamme. Sembra non esserci nessun essere umano «Guadalupe poteva darci i dati su questi killer a costo di perdere temporaneamente il suo aiuto; ma forse è meglio contare ancora sul suo aiuto.» commenta Daniel aggiungendo «Certamente ci sarà anche una squadra di netrunner in mezzo, però le telecamere nell'appartamento erano state fatte saltare a suon di proiettili. Perché coinvolgere un cowboy, quando poi fai saltare le telecamere?» L'aerodyne atterra in un piccolo spiazzale circondato da diverse baracche formate da lamiere ossidate e a prima vista vuote. «Destinazione raggiunta. Attivati tutti i sistemi difensivi.» Scendete dal mezzo, vi preparate e iniziate a dirigervi verso il rifugio di Bashir. Per dieci minuti percorrette un dedalo di baracche ammassate una sull'altra, qualche struttura in muratura e molti scheletri arrugginiti di diversi autoveicoli, poco cemento e tanta sabbia. Attorno a voi uomini e donne vestiti di stracci, magrissimi e con la tipica espressione di coloro che soffrono per stenti o per dipendenza dalle droghe; qualche volta intravedete qualche punk dalla cresta colorata e dal giubbotto di pelle, che mastica una gomma da masticare seduto su un sediolino in pelle (bruciata dal sole) ricavato da qualche sfortunato veicolo; alcune volte intravedete dei piccoli ragazzini vestiti di stracci impolverati che scavano tra i rifiuti e mettono in delle buste di plastica diversi rottami che possono sembrare utili e che finiranno in qualche bancarella nella zona verde. Due nubi di fumo nero sulla vostra destra e una brutta puzza di pneumatico bruciato. Fortunatamente (o sfortunatamente) in questi dieci minuti di cammino non trovate nessun malintenzionato, nessun membro di una qualsiasi banda di punk che siano le sei maggiori o qualche poser minore; nessun membro della guardia monarchica e nessun assassino in tutina attillata. Siete a una cinquantina di metri dal rifugio di Bashir. Dinnanzi a voi le solite baracche e un falò, accanto seduto c'è un uomo barbuto dal viso invecchiato e rugo, che incurante del caldo indossa un lungo impermeabile color cachi e un vecchio fucile arrugginito a tracolla. L'uomo vi osserva con la coda dell'occhio per poi tornare a concentrarsi sul falò. Jonathan Tiri di dado - Jonathan TNT TNT - Tiri di dado: Mappa Note:
  4. Altro GdR

    Stella prende la parola e la sua voce digitale: «Assenza di parcheggi nel raggio di un chilometro. Necessario parcheggiare in zona incustodita. Consiglio di settare al massimo i sistemi di sicurezza.» Sullo schermo compaiono le immagini satellitari della prossima destinazione: una bidonville nello sprawl composta da piccole baracche formate da lamiere arruginite, insegne rotte, carcasse di autoveicoli e pneumatici sporchi. Un dedalo di piccoli vicoletti, dove le baracche si ammassano uno sopra l'altra formando un dedalo di corridoi e di vicoli ciechi; dove la guardia non mette piede e dove si rifugiano gli ultimi della città alla ricerca di un tozzo di pane, un po' d'acqua (non potabile) e qualche droga sintetica di qualità pessima. Daniel si rivolge verso TNT: «Partiamo? O hai qualche altra destinazione da suggerire? Bashir non è male, ha il cervello mezzo bruciato per la dipendenza alla rete. Credi che tutti i netrunner sono come la nostra Guadalupe?» sorride «I Bashir sono la norma, le Guadalupe l'eccezione.»
  5. Altro GdR

    TNT maneggia con l'auricolare e riesce a silenziare il microfono. Daniel fa una smorfia poco felice: «Siamo stati fortunati da Aravat. Meglio evitare di dividere una seconda volta la squadra.» osserva il telefonino per poi tornare verso Jonathan: «Bashir ha i dati. Fatima deve aspettare.» si volta verso TNT «Bashir è un cowboy esterno a cui abbiamo affidato dei dati da decriptare; Fatima è la giovane nipote di un fixer, amico di un amico di Jonathan a cui abbiamo venduto certa roba. Come credi che Jonathan si sia fatto questo ben di Dio di armi? Con il nostro magro stipendio da guardie private che fingono di essere dei tizi tosti dell'Interpol?» ride leggermente sfiduciato «Jonathan casomai ti racconterà i dettagli.» Dopo pochi secondi Daniel riprende la parola: «Allora... Con le Rosa che facciamo? Io semplicemente distruggerei questo microfono e andrei via da qui.»
  6. Altro GdR

    Jonathan
  7. Altro GdR

    Daniel annuisce leggermente e torna a parlottare al telefono, dopo un minuto e trenta secondi conclude la telefonata, chiude il telefonino e si rivolge a Jonathan: «Strano cambio di registro. Ottima idea andare ora a fargli una vistina; tuttavia anche Fatima mi ha chiesto di andare alla sua officina. Mi sembrava molto agitata, quasi spaventata, diceva che doveva andare via per alcuni giorni e voleva consegnarci subito il colbacco; inoltre ha ripetuto più volte che dobbiamo passare per il retro dell'officina e non per l'entrata principale. Potrebbe essere in pericolo e vorrei passare prima da lei, però...» rimane silente per alcuni secondi «il pazzo ha i dati.» Nel frattempo TNT ha preso dal suo borsone il suo computer portatile per poi lavorare sull'auricolare e infine passarvelo. Sentite un ronzio, un bisbiglio, avvicinate l'orecchio all'auricolare per sentire una voce femminile: «Rachel? Rispondi! Rispondi! M****A», poi una seconda voce femminile più lieve «Forse ha perso l'auricolare? Forse è impegnata nell'appartamento di Aravat» TNT
  8. Altro GdR

    Dopo pochi secondi sui diversi schermi dell'aerodyne compaiono diverse foto satellitari di una città rasa a suolo, priva di qualsiasi forma di vita, solo gli scheletri dei diversi edifici e carcasse arrugginite di automobili. «Zuara. Città fantasma. Sabbia e radiazioni. Qualche gruppetto di nomadi, di cyberpsicotici o di semplici saccheggiatori si rifugia nelle zone periferiche della città, evitando di avvicinarsi alle zone maggiormente radioattive.» commenta Guadalupe aggiungendo «Un aero-taxi alla massima velocità e senza avere problemi dovrebbe impiegare dalle sette alla nove ore per arrivare a Zuara. Ma perché andarci?» Sullo schermo ritornano le foto della stazione di servizio: le dieci più recenti risalgono rispettivamente in un arco di quattro mesi e mezzo fa (rispettivamente 10/07/2020 - 29/07/2020 - 15/08/2020 - 24/08/2020 - 06/09/2020 - 18/09/2020 - 03/10/2020 - 23/10/2010 - 15/11/2020 - 02/11/2020), le sei più vecchie addirittura a tre anni fa (06/04/2017 - 12/04/2017 - 06/05/2017- 22/05/2017 - 08/06/2017 - 26/06/2017) TNT: Jonathan: Jonathan - Tiri di dado: «Shiva? Sì, spesso è raffigurata con più di un paio di braccia.» aggiunge Guadalupe «Mi ero dimenticato di ciò! Il problema è che buona parte dei solitari che si fanno montare una seconda coppia di braccia cibernetiche inizia a farsi chiamare Shiva o come qualche altra divinità vedica. Quando manca la fantasia!» conclude ironica Guadalupe. Daniel nel frattempo risponde al suo telefonino e borbotta qualcosa per poi rivolgersi verso Jonathan e dire a bassa voce, mettendo la mano sul telefonino: «È Fatima! La nipote di Tariq!»
  9. Altro GdR

    «Sicurezza? Devo solo copiare un file e staccarmi immediatamente dalla rete. Non dovrei perdere tempo nel cercare o consultare. Il problema è far che i mastini dimentichino la mia scia.» dice Guadalupe abbastanza seria. Lavorate al terminale con le frequenze radio trovate cercando la loro origine. La prima frequenza conduce al confine tra lo sprawl e la zona verde, a un venticinque minuti di aerodyne. Una zona densamente abitata con tanti palazzetti a più piani, principalmente due - quattro, che si ammassano tra di loro formando strani vicoletti, ponti e spiazzali. Avete la sensazione o forse la semplice speranza che il palazzetto di due piani dell'ologramma si trovi in quel groviglio di edifici pericolanti, lamiere e neon. Okay, che è nei pressi dello sprawl, ma vi domandate come sia possibile condurre armi, missili e Metal Gear senza infastidire la incorruttibile guardia monarchica; Arsen sarà anche un esponente di spicco della criminalità organizzata, ma mai può avere risorse degne di una corporazione. La seconda frequenza conduce addirittura ai confini dello sprawl, fuori dalla città, in un campo di roulotte e secondo le immagini pieno di motociclette. Sembra essere un campo della tribù nomade dei Desert Devils, i discendenti di quelle truppe statunitensi stanziate nel Nord Africa e dimenticati dalla madre patria negli anni del Meltdown e del Collasso. Daniel prende la parola sempre mentre tenta di rimuovere il pomello finale della katana: «Jhelum si dovrebbe trovare in Pakistan, Punjab. Se Jhelum è il punto di partenza e Zuara il punto di arrivo, ci troviamo di fronte a un bel viaggetto pericoloso tra radiazioni, deserto e montagne, bande di nomadi e peggio. Per di più questo indica che la Malvezzi era nella partita già due anni fa, ma con chi? Biotechnica? Arsen? O addirittura qualche altro giocatore?» poi fissando prima TNT e poi Jonathan «Ditemi almeno che non state pensando a un assalto vero e proprio!»
  10. Altro GdR

    TNT Jonathan