Jump to content

Sarnagar

Members
  • Content Count

    14
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

4 Coboldo

About Sarnagar

  • Rank
    Viandante
  • Birthday 02/15/1988

Profile Information

  • Location
    Roma
  • GdR preferiti
    Pathfinder
  1. Quella che vorrei presentare è una build molto tirata, e diciamo abbastanza rigida. Però sulla carta dovrebbe funzionare. In teoria. L’obiettivo è la classe di prestigio di teurgo mistico. Allora partiamo dalla razza. Dhampir. Perché il dhampir, per tre motivi molto carini: 1) La classe archetipo cruoromancer che la valuterei per i primi 5 livelli. 2) Per la classe favorita chierico che dà, al posto del pf addizionale per ogni livello, + 1 al livello dell’incantatore per usare talenti correlati all’incanalare. 3) Per la classe favorita m
  2. Ok ti ringrazio per la risposta, l'ambiguità dei testi rimane anche in inglese. Probabilmente danno per presupposto che la regola si sappia dalla 3.5 di D&D. Hanno fatto questa "scelta" (io lo chiamo errore), su parecchie altre regole rimaste come la famosa regola da danni massicci nominata sul bestiario e inesistente sul regolamento, per via degli errori di copiatura o perché data per scontata dalla 3.5
  3. Sì non ho dubbi sulla ragionevolezza di ciò che dici. E poi so ancora leggere 20 righe e comprenderne il significato! Ma sul regolamento non è scritto come dici tu. 1) non c'è nessun riferimento all'effetto sugli incantesimi derivanti dagli alleati. 2) Non serve un'azione standard per riguadagnare la RI, la riacquisizione è automatica. Quindi, ripeto come nel post iniziale, ho bisogno di chiarimenti. Chiarimenti ufficiali RAI.
  4. Ciao a tutti. Il problema è partito dal tratto razziale nanico resistente alla magia, ma è un problema "universale". Allora premetto, che sensatamente dovrebbe influenzare anche gli incantesimi alleati.... Però ci sono i seguenti fraintendimenti: 1) nella sezione resistenza agli incantesimi, NON E' SPECIFICATAMENTE puntualizzato che si applichi pure agli incantesimi alleati, 2) Anzi si parla esplicitamente in più punti di incantesimi dannosi ("ti colpisce", "ti danneggia", ecc...), non lasciando spazio "a interpretazioni più ampie"; 3) Sulla lista degli incantesim
  5. LA regola vuol dire oltre a stabilizzare la creatura, curi la stesssa di un numero di pf pari ai suoi livelli (CD 20), puoi farlo solo una volta al giorno. Se rieci a fare almeno 25 con il dado (5 punti oltre la CD), puoi aggiungere al totale anche ituo modificatore di SAGGEZZA. Esempio sei un chierico con SAGGEZZA 18(MOD. +4), in un party mediamente di lvl 6. il guerriero è a metà pf, decidi di fare "trattare ferite mortali" su di lui per quella giornata, tiri il dado e sommando tutti bonus arrivi a 28 di tiro: lo curi di 6(il suo lvl da pg, ricordati di sommare i livelli se è multiclass
  6. Bell'esempio. Credo fermamente, che ti debbano assumere per rendere più chiare le regole.
  7. Premetto che da nessuna parte si vieti di considerare il secondo bonus ai pf dopo essere stato ferito ridimensionando il primo bonus. Però usando la logica, alla fine meccanicisticamente diventerebbe effettivamente una cumulabilità dei due incantesimi. Probabilmente non era quello che volevano gli autori. Cito dal manuale: Un effetto ne rende un altro irrilevante: Qualche volta un incantesimo può rendere un incantesimo successivo irrilevante. Entrambi gli incantesimi sono attivi, ma uno ha reso l'altro inefficace in qualche modo. Innanzitutto ti chiedo se per pathfinder ci sian
  8. Ciao a tutti! Facendo un giro su internet ho visto varie opinioni a riguardo del fatto che pf temporanei da diverse fonti magiche dovrebbero o non dovrebbero cumularsi. FAq della 3.5 dicono che non si cumulano e il regolamento di pathfinder dice nel capitolo della magia che effetti magici non si cumulano ma prevale il maggiore. Da un punto di vista puramente meccanico è una questione di lana caprina chiedersi se sono cumulativi o meno, dato che l'incantesimo più potente non sopprime quello che dà meno pf (p.es tocco del vampiro vs aiuto o vita falsata), questo vorrebbe dire, soprat
  9. Ciao. Cerco un gruppo di giocatori di pathfinder. Mi piace linterpretazione principalmente, senza escludere il lato di combattimento, mi piace molto il problem-solving e la soluzione di piccoli indovinelli. Vivo a Roma Nord (BAttistini/Cornelia) e sono libero soprattutto nell'infrasettimanale.
  10. ti posto il pargrafo in inglese, comunque non dice che i necromanti ne escono a bizzeffe, ma dice ch gli incantatori di tutte le scuole escono in numero abbondante (tranne divinazione, quella con meno iscritti, un po' come oggi matematica e fisica!): Enchanters: Seemingly without reason, the Acadamae produces a disproportionately high number of exceedingly powerful enchanters. Rather than an inexplicable and random occurrence, though, the proliferation of powerful enchanters comes from the area’s ties to ancient Thassilonian magic. Korvosa stands atop the ruins of the Rune
  11. LA domanda è una domanda sui generis, sia per me che sto pensando a un pg mago creatore di costrutti, sia perché sono master e si potrebbe porre il caso un domani. Ovviamente per un creatore di costrutti questi due tipi di golem sono tra i meno costosi, quindi una prima scelta. L'ambientazione è pathfinder golarion, quindi molto varia, ok, ma ci sono dei capisaldi che rimangononel 90% degli stati in cui vai. Però, stai tenendo da conto che il golem sia fatto con degli umani. Un mago creatore di costrutti che si preoccupi di come gli altri vedano il suo golem, da un punto di
  12. Ciao a tutti! Come da topic volevo chiedervi da un punto di vista di ambientazione e di psicologia di png, nonchè di pensiero e filosofia delle maggiori chiese buone, come vengono visti il golem di carne e la sua versione più scarsa il golem di carogne. Lo so che sono dei costrutti quindi non è la stessa cosa che creare non morti. Ma essendo fatti di pezzi di cadaveri un chierico o un paladino come vedono la questione? Mentre i popolani o i contadini? Per loro per quanto ne sanno potrebbe essere un non morto in effetti. Inoltre la magia animare morti usata per la crezione del co
  13. Ciao a tutti. La mia domanda è anche uno spunto di riflessione. Non voglio aprire l'ennesimo post "i necromanti possono essere buoni???", però graviterà intorno a questo discorso. Partendo dal presupposto che dipende dai gusti di ognuno e dalla ricercatezza del proprio background decidere una cosa del genere, in realtà il discorso dei maghi a mio avviso è uno dei temi più controversi di golarion. Non so se avete avuto modo di leggere "guida a korvosa" della serie chronicles, ma ad esempio per laurearsi bisogna passare un difficle test di evocazione di diavoli, mi pare gli imp
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.