Jump to content

Sacre Memorie


Voignar
 Share

Recommended Posts

Apro questa discussione, nel caso qualcuno avesse voglia di scrivere un qualcosa di più narrativo riguardo ciò che crea e ciò che modifica; sentitevi liberi di usarla tutti, anche per lo stesso evento: vari cleri hanno varie versioni della stessa storia 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Dal Libro delle Ombre Nascenti; primo dei Libri Cinerei

Estratto ad uso dei Lumi*

Nel principio vi furono gli dei, esseri potenti di mente, di spirito e di corpo. Uno di essi scelse come propria dimora le ombre, e forgiò come propria dimora alti monti, modellandoli in modo che vi abbondassero le grotte e gli anfratti, dove il sole non battesse e non vi filtrasse la luce. Altri modellarono la terra, creando foreste, montagne, laghi e colline. 

L'Ombra* allora creò una terra dove quei raggi giungessero meno, una terra di cenere e nebbia, una terra di frescura e penombra. Ed in questa terra l'Ombra modellò un corpo, emergendo dalle grotte e dall'oscurità. Un mantello nero come la notte ne avvolgeva il corpo, ed egli non aveva volto o membra comprensibili da esseri mortali. 

L'Ombra, prendendo a modello gli esserei chiamati Elfi, diede istruzioni alla sua forma mortale, ed esso manipolò le ombre, plasmandole in guisa di corpo vivente. E l'Ombra inserì dentro di loro una scintilla di vita, un cuore fatto di tenebre guizzanti, un'anima realizzata con un brandello del cielo notturno. E loro ebbero pelle pallida, alti di statura, con negli occhi il buio da cui presero forma. Al corpo cui l'Ombra aveva comandato di crearli, diedero nome Gothmog*.

Gothmog, il corpo, istruì i migliori della stirpe dei Cinerei nel plasmare e modellare le ombre. Essi non erano in grado di creare altri della loro specie in questo modo, poiché non avevano capacità di infondere la scintilla di vita. Ma essi appresero a creare vestiti, tessendo le ombre del crepuscolo, della notte e del giorno in lunghi fili; e ne fecero armi, lunghe lame e strette punte; e per ultimo ne fecero costruzioni, dando forma e solidità alle tenebre. Con queste conoscenze, sotto la direzione di Gothmog, il corpo, i Cinerei eressero una città, e l'Ombra, volgendo lo sguardo verso le sue creazioni, comandò che la città si chiamasse Utumno.

L'Ombra, quindi, richiamò a sé Gothmog, poiché non v'era più bisogno che egli guidasse i Cinerei, ed essi erano pronti a camminare nel mondo. Questo evento, noto come il Mandato, segnò, nelle cronache dei Cinerei, la fine della Prima Era. 

*Lumo: termine colloquiale con cui i Cinerei indicano le altre razze

*Ombra: nelle cronache e nei libri sacri, soprattutto quelli destinati ai Lumi, non compare mai il nome di una divinità, sempre sostituiti da un appellativo o da un titolo

*Gothmog: l'unico nome proprio presente nelle versioni consultabili per i Lumi; traducibile come "Ombre Divina", viene usato sempre come sostituto per Ombra, ed è quanto di più simile ad un vero e proprio nome per la divinità creatrice dei Cinerei 

Edited by Voignar
Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.