Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

In arrivo la Guida di Van Richten a Ravenloft, la Guida Omnicomprensiva di Xanathar e lo Schermo del Dungeon Master Reincarnato

Sono stati annunciati ufficialmente dalla WotC tre nuove localizzazioni italiane di prodotti per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design #13: Le Quattro Fasi della Magia - Parte 3

Lew Pulsipher ci propone una serie di domande circa la diffusione della magia nel mondo di gioco, offrendo spunti di riflessione sui quali costruire campagne e ambientazioni più interessanti. 

Read more...

Classe Armatura in Dungeons & Dragons 5E

In questo articolo analizziamo i maggiori cambiamenti alla Classe Armatura nella Quinta Edizione di Dungeons & Dragons.

Read more...

Personaggi di Classe #2 - Collegio Bardico: Collegio del Metal

Nel secondo appuntamento con HicksHomebrew conosceremo un collegio bardico che insegna a cantare in growling e a realizzare potenti assoli. Preparatevi a pogare!

Read more...

Il Manuale dei Sandbox

In questo articolo di Gareth Ryder-Hanrahan vedremo un metodo particolare per la creazione di un sandbox. 

Read more...

Piani, mutamenti e continuità


Demian
 Share

Recommended Posts

Grazie ad un amico ho avuto modo di dare un'occhiata al manuale del dm, ed ho notato che buona parte della configurazione dei piani è tornata a basarsi sui modelli precedenti, ad occhio direi sulla configurazione di 3.5 in primo luogo, con qualche eco di AD&D (sono tornati i piani di magma, ghiaccio, melma e cenere), e qualcosa di 4 (Feywild e Shadowfell).

Non dico che la configurazione è tornata ad ispirarsi ad AD&D dato che in esso i piani erano più complessi (piano etereo ed astrale avevano ciascuno un manuale dedicato, per fare un esempio), e mancano svariati elementi (tempo, vuoto, radianza, eccetera).

Ora la mia curiosità: Che ne è stato del Caos Elementale? So che in Forgotten Realms hanno voluto dare una continuità a quanto nato con la 4à edizione (Spellplague eccetera), è così anche per i piani? C'è un motivo per il quale quasi tutto è tornato alla configurazione precedente, o si è scelto semplicemente d'ignorare la configurazione planare di 4à ed? In altre parole la creazione del Caos Elementale non è mai avvenuta, o esso è stato cancellato?

Link to comment
Share on other sites


nha. non credo ci sia stato alcun passaggio che spieghi il cambiamento. come non ci fu quando da 2a edizione a 3a edizione i reami cambiarono improvvisamente cosmologia. nel ciclo The Sundering è spiegato come i Reami tornano ad uno stato simile a quello pre Spellplague, almeno da quello che so. Non masterizzo né gioco nei reami, quindi sono solo info che ho trovato un po' in giro.

Comunque è il solito cataclisma che i reami hanno tra una edizione e l'altra.... figurati... xD

Link to comment
Share on other sites

Esatto. Il cambiamento radicale alla configurazione planare era una delle altre cose che non erano piaciute (oltre alle meccaniche) della quarta edizione. anche se devo dire che il concetto di shadowfell e feywild non è male. ma trasformare i demoni in elementali, eliminare la Blood War e tutto il resto..............NO XD

Link to comment
Share on other sites

non esattamente, nel senso che sarebbe sbagliato definirlo semplicemente come adiacente, il piano etereo è parecchia altra roba, peccato che gran parte della fuffa che lo riguarda sia rimasta in AD&D.

Dandone una definizione semplificata, l'etereo è un piano di esistenza potenziale, il luogo dal quale la realtà potrebbe esser stata plasmata. Esso ha si una "superficie" adiacente al piano materiale, ma più in generale è un piano a sé stante con molteplici superfici che si collegano ad altri piani materiali, sarebbe stato ad esempio possibile utilizzarlo per viaggiare fra alcune ambientazioni base di D&D (non tutte, se non sbaglio alcune erano bloccate per motivi di fuffa).

Peccato che gran parte di questa sua originale complessità sia stata lasciata indietro.

Link to comment
Share on other sites

Vorrei che tutti ragionassimo qualche minuto su ciò che ogni nuova edizione rappresenta per i Forgotten Realms: divinità che muoiono, cataclismi, distruzioni, sconvolgimenti planari...

Ciò che per noi è motivo di giubilo, per gli abitanti è un periodo di dolore, morte, incertezza, fame, guerra.

Pensateci, quando comprate una nuova edizione.

Pensateci, quando con i vostri soldi fomentate la carestia e il genocidio...

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.