Jump to content

[Info/Consiglio] Avventura nel Faerun.


Ricco87
 Share

Recommended Posts

Prima discussione! :D spero di aver azzeccato il posto :cry:

Dunque... tra una o due settimane inizierò la mia prima avventura a D&D4ed, abbiamo deciso di giocarla nel faerun cercando di sfruttare al massimo i due manuali a nostra disposizione (per talenti cammini etc...).

Il motore di questa prima avventura è una mappa magica che permette di tracciare gli spostamenti nel piano delle ombre quasi in tempo reale. Questa mappa, in viaggio lungo il mare delle Stelle Cadute è però sprofondata in mezzo al mare, unici sopravvissuti due marinai.

I personaggi (primo livello) sono da quasi un mese a Nuova Velar in cerca di una missione, in qualche modo [non vorrei annoiarvi troppo con dei dettagli] riescono a mettere il naso nella faccenda e scoprono che questa nave trasportava con se molti oggetti di valore e magici.

A Nuova Velar uno dei 7 Borgomastri (Nadarr un dragonide sulla 50ina, inventato da me, è! ;) ) è il destinatario di questa mappa e sta personalmente reclutando avventurieri [qui ci piazzo una sfida abilità dove in caso di successo oltre alla missione permetterà ai nostri prodi avventurieri la possibilità unirsi alla carovana che partirà con la mappa verso Myht Drannor e sarà il seguito per un'altra storia...], oltre a Nadarr anche altre figure in città aspettavano degli oggetti o persone quindi se i PG vorranno potranno accumulare una serie di richieste per una maggiore ricompensa.

Ora per raggiungere la nave in fondo al mare pensavo fosse interessante riuscire a replicare antico utilizzato ai tempi di Mystra, un rituale unico che permetterà ai PG di scendere nelle profondità ed affrontare eventuali sfide.

Prima domanda per voi: esiste un modo più semplice???? altre idee al posto del rituale?? :D

Il rituale serve per affrontare la o le creature che "sorvegliano" il relitto.

il rito l'ho pensato più o meno così: crea una bolla dalla durata estesa (10 ore circa) all'interno della bolla (emanazione 3 dal punto di origine) c'è aria, e si sposta a velocità 6q in qualsiasi direzione[azione minore mantenere eseguita dal bersaglio], una volta a turno un personaggio può staccarsi dalla bolla e muoversi liberamente per 1d4 round al termine subisce 5 danni continuati da pressione, finché non rientra nell'emanazione d'origine. Non offre (o magari si! :) ) alcun tipo di bonus ma permette di resistere in qualsiasi tipo di condizione atmosferica (lava, tempeste, acqua, pressione) per 10 ore, + o -.

La cosa che non mi convince è come possa resistere a degli attacchi in mischia...

La prima parte dell'avventura sarà incentrata sulla ricerca di materiali, strumenti, reesiduum e un incantatore abbastanza potente da poterlo lanciare. Che livello potrebbe essere??

La seconda parte sarà incentrata sul viaggio in nave, la scoperta del relitto e del suo tesoro.

Non voglio scendere nei dettagli perchè ho paura che qualche giocatore possa leggere la discussione, ma dietro a questo naufragio c'è qualcosa e a Nuova Velar non saranno certo tutti amici!

GRAZIE 1000 !

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 3
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Non conosco l'ambientazione, ma mi pare che respirare sott'acqua non sia per PG di primo livello. Secondo me, a meno di non giocare con PG acquatici, una missione subacquea sarebbe da affrontare più avanti. Come reclutamento avventurieri hai pensato a qualche avventura di prova da parte del dragonide?

Link to comment
Share on other sites

Non proprio...

ho pensato che il dragonide e un altro png avrebbero indirizzato i personaggi verso la ricerca del rituale o dei suoi componenti, che avrebbero cercato in una foresta ai confini con la Corte elfica la torre abbandonata di un mago protetta dalla vegetazione e da qualche incantesimo che si è spezzato con l'avvento della piaga magica (una catastrfe magica).

Prima di "immeregersi" dovrebbero raggiungere il 3° livello.

Quello del rituale, dell'immersione(con annesso combattimento con boss finale) e il recupero della mappa nel mare è l'ultima parte dell'avventura.

Ma visto che il rituale esiste, in quella vecchia torre c'è ancora un vecchio mago (tipo Elmister senza i suoi poteri di una volta) che è ingrado di poter lanciare Respirare Sott'acqua e di fornire loro una rotta verso il luogo del naufragio.

Ovviamente il mago non sarà così facile da raggiungere... :D

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.