Jump to content

Battles: la nuova definizione di rock sperimentale moderno


Recommended Posts

Cercando un pochino nel forum non ho trovato nessun argomento riguardo questo trio (ex quartetto) di musicisti fuori dall'ordinario: sono i BATTLES, composti da Ian Williams (famoso chitarrista dei Don Caballero e Storm & Stress) John Stanier ( batterista degli Helmet e successivamente Tomahawk) e Dave Konopka (chitarrista dei Lynx). Già dalla formazione si nota come questo gruppo sia una stravagante accoppiata di stili diversi, i passati musicali di Williams e Konopka sono Math Rock, mentre Stanier viene da un ambiente punk/rock sperimentale, riuscendo comunque in maniera incredibile a fondere ognuno il proprio stile creando qualcosa che presuntuosamente definisco "Rock Sperimentale Moderno". Sono stati definiti più volte Math Rock per la presenza di tempi dispari e loop di tastiere e chitarre, ma a differenza di quegli artisti Math Rock (come ad esempio i Tera Melos o gli Hella) loro riescono a far diventare simmetrico ciò che è asimmetrico e disordinato, questo grazie alla grande abilità "metronomistica" di Stanier e alla fantasia degli altri membri. Dopo l'uscita di vari EP (B EP, EP C, EP B + C) i BATTLES firmano un contratto con la Warp Records facendo uscire il loro primo album "Mirrored" uscito nel 2007, contenente il brano "Atlas" che li ha resi famosi; la formazione iniziale prevedeva un componente in più, il poliedrico Tyondai Braxton, figlio del jazzista Anthony Braxton, che gioca un ruolo fondamentale con la sua voce effettata e, ovviamente, con la sua abilità di suonare tastiera e chitarra contemporaneamente. Già dal loro primo album l'elemento più importante che caratterizza questa band è il "loop", il processo per il quale si registra una parte di chitarra o tastiera e si utilizza come base per suonarci sopra qualcosa, ed è così che nasce una mini orchestra elettronica capace di rivoluzionare il sound moderno: "Race_in" è un chiaro esempio di come i BATTLES utilizzano i loop. Dopo alcuni anni, vista la necessità di continuare il proprio lavoro solista, Tyondai Braxton lascia la band a favore del suo progetto "Central Market", dando carta bianca al terzetto per il nuovo album; nasce così "Gloss Drop", sempre pubblicato dalla Warp Records nel 2011, che ridefinisce il sound BATTLES. Vista la mancanza di un membro importante, i BATTLES collaborano con cantanti famosi come Matias Aguayo per il loro singolo "Ice Cream", Kazu dei Blonde Redhead per "Sweetie & Shag", Gary Numan per "My Machines" (..quale canzone migliore? ;-) ) e Yamantaka Eye per "Sundome", e altre canzoni strumentali (fra le quali "Africastle", la mia preferita, consigliatissima) che non tradiscono la tradizione dei nostalgici di "Mirrored". Rimangono comunque delle sostanziali differenze fra questi due album dovuti soprattutto alla mancanza di questo quarto componente, che "costringono" il terzetto ad utilizzare sempre di più i sampler e parti pre-registrate, limitando di molto l'improvvisazione degli artisti stessi. Di seguito un link tratto da "Mirrored"

http://www.youtube.com/watch?v=MDTs1mXJqFU

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 0
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Popular Days

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...