Jump to content

Esch1lus

Circolo degli Antichi
  • Posts

    675
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Esch1lus

  1. Come da titolo, sarei disposto anche ad aggregarmi come giocatore a campagne aperte. Palermitano di origine ma lavoro a Messina. Preferibile giocare di sera.
  2. Il manganese è incolore, insapore e inodore, può essere inserito in qualsiasi cibo uccidendo facilmente, ed ha costi irrisori. La stessa cosa per l'atropina, parasimpaticolitico contenuto nell'atropa belladonna, che in natura è ubiquitaria. Lo stesso può dirsi per l'estratto di trifoglio guasto, amanita phalloides, eccetera. La realtà è sublime a ricordarci che per uccidere il prossimo lo si può fare a costo zero. Quindi quando parlate di bilanciamento di veleni in un gioco come di dnd, è virtualmente impossibile fare il paragone con la realtà, che è assolutamente sbilanciata in tal senso.
  3. Like +1 (se accettate un thread comico, accetterete un po' di sarcasmo al suo interno)
  4. Dato che si cerca di fare paragoni a casaccio: in 3.5 gli attacchi extra guadagnati con il livello avevano le loro penalità, mentre qui sono scomparse. Analogamente, il bab era su scala 20 e non scala 6, c'erano molti più talenti e oggetti magici per aumentare ulteriormente il txc. Con questo voglio dire che non ho mai avuto interesse a fare confronti che non esistono dato che molte cose sono cambiate. Seconda cosa: la mia critica era rivolta al concetto e non alla meccanica. Fra l'altro è una stonatura che persone completamente diverse, giocando personaggi diversi e provenienti da edizioni diverse hanno notato. Tutto qui. Creare un thread in tono comico è chiaramente un tentativo di flame politically-correct, per evitare di essere bannati. Sarà una lotta a chi scrive il messaggio più subdolo senza essere bannato. Buona fortuna.
  5. Ai fini della scelta quotidiana degli incantesimi sei vincolato al livello di classe, ai fini di calcolo del livello incantatore credo di no(non ho il manuale a portata di mano, correggetemi)
  6. Tonnellate di modestia. O la pensate come me o siete scemi. Gnegnegne. Bleah. Completamente sbagliato. Il problema sta nel portare quello che prima era a +20 a +6, mentre le caratteristiche sono rimaste uguali e sono scomparsi i talenti.
  7. La logica di fondo si chiama classe. Se decidi di definire "combattente" un personaggio, devi dargli quella spinta in più per differenziarlo dal livello uno in poi. Sì, ok, con il tempo cresce e si stacca gli altri, ma questa cosa deve avere impatto da subito, altrimenti chi non ha mai giocato o parte dal livello uno la sente questa stonatura. Be' non è per alcuni, ma per chiunque giochi la 5a ed è intrinsecamente contenuto nel regolamento, non è un'opinione. Questa è la differenza fra "non mi piace" e "non ha senso". E io non sono un fanboy di nessuna edizione, ho giocato prima, seconda e terza (ignorato la quarta) e penso di giocare la quinta.
  8. Shillelagh dovrebbe tradursi con "randello magico". Cercherò di rispondere brevemente. Il problema della bounded accuracy è che nei primissimi livelli (quelli noiosi) il personaggio dipende molto dalle caratteristiche e poco dalla classe (e quindi dalle capacità), quindi per fare male conta più un 18 in una caratteristica che un livello da barbaro. Ok, il guerriero può utilizzare tutte le armi. Ma se meni con una mazza da druido meglio di un guerriero, hai la possibilità di trasformarti ed hai gli incantesimi, per quale ragione dovresti giocare il secondo? Il druido sembra sulla carta più divertente e performante, ovviamente parlando nei primi livelli. In summa, per quanto io stimi i confini della nuova edizione (più si usano i numeri e peggio è), in alcune situazioni si creano delle incongruenze che potrebbero essere facilmente modificate da piccoli accorgimenti.
  9. La bounded accuracy ha qualche effetto un po' paradosso, perché ai primi livelli il grado di potenza (in termini numerici) è piuttosto marcato (prendo ammettiamo +1 di competenza e +4 da una statistica), mentre poi con l'avanzare dei livelli sale molto lentamente, fino ad un +6. Questa situazione crea un disagio, perché a livelli bassi la differenza fra i vari incantatori\picchiatori è un po' appiattita (annullata se considerate trucchetti come shillelagh), così come diminuisce il divario fra i livelli elevati e quelli bassi. Lo stesso discorso si può fare sulla CA, che rimane un parametro indipendente dalla crescita del personaggio e che, per una qualche ragione, non si riesce perfettamente a definire (un po' come i punti ferita). Pensate per un attimo a questo scenario: guerriero leggendario di ventesimo, con tutti armato di una normale spada, senza armatura. Di fronte a lui, un guerriero di primo con armatura completa. Il paradosso è che con le sue capacità rischia di colpire e di essere colpito quasi con la stessa possibilità (quando si pressupone che non dovrebbe essere scalfito considerato l'abisso che li separa da un punto di vista di conoscenza delle armi). Sì, ok, prende più attacchi e ha 10 volte i PF, però tecnicamente può essere colpito. A me suona stranno, parecchio.
  10. Secondo me l'omissione della regola del colpo di grazia ha creato un buco nel regolamento nel momento in cui io ho un bersaglio con molti pf che certamente non morirà con il critico automatico. Bisogna giustificarla considerando il gioco in sé ed evitando possibili riferimenti alla "realtà", altrimenti non se ne esce più. Chiunque abbia una virgola di buon senso capisce che se abbiamo di fronte una creatura che non può rispondere ed abbiamo tutto il tempo di colpirlo, quasi certamente muore. Dico quasi perché magari ha delle difese che con le nostre possibilità contingenti non possono essere scalfite. Ed aggiungo che fare l'analisi grammaticale di quello che scrivono gli altri non vi avvicinerà, al massimo vi spingerà ancora di più dentro le mura della roccaforte della vostra opinione.
  11. Infatti la crescita non è proporzionata al livello di incantesimo. Timestop, wish e simili non dovrebbero essere incantesimi di nono ma incantesimi epici; in alternativa, esattamente come succede con wish che dipende anche dal master, timestop dovrebbe avere degli effetti particolari sul giocatore o lo spazio-tempo (vuoi fermare il tempo? Ok, ma rischi di morirci o di uccidere chi ti sta attorno). Stesso discorso sulle metamorfosi.
  12. Perché alle volte il problema non è la regola scritta male ma il volerla interpretare a proprio vantaggio\comodo. In questi casi bisogna avere un po' di "buon senso" (e devi sperare di condividere il tuo punto di vista con il master e gli altri giocatori). Be', avere di fronte una cosa ad un passo e non riuscire a colpirla mentre è svenuta... uhm, ok, non è un mondo realistico, ma i colpi di grazia? Dove sono finiti?
  13. Ad esempio gli incantesimi richiedono concentrazione, cosa che li limita rispetto al passato. Però non sono d'accordo nel dire che sia un'edizione a parte. Si chiama Next proprio per dire "abbiamo rimodernato il gioco, se avete odiato la 4 siamo tornati alle origini, se la avete amata ne abbiamo preso il meglio!".
  14. Ah ok a questo non ci avevo pensato. Alle volte ho il dubbio di avere torto ma aspetto che qualcuno mi spieghi dove sbaglio (che poi vale anche con gli altri punti, quindi ti meriti xp)! P.S.: Rimane il fatto che Ice Storm faccia meno danni di una palla di fuoco
  15. Ok, era da più di un anno che non scrivevo, ma questa 5e mi ha incuriosito un po', e mi sono messo a spulciare il nuovo manuale e il sistema di incantesimi che è per me una priorità. Purtroppo però alcune cose non mi sono piaciute: 1) Sonno: se ho ben capito è un instawin. Al di là del limite di pf totali, mi sembra senza senso. O blocchi chi lo può lanciare o qualcuno muore. E vale anche per i cattivi. 2) Silenzio: se te lo tirano ddosso hai finito di lanciare incantesimi. Anche qui, troppo forte per essere al livello due. 3) Evocazione: ok il miglioramento della palla di fuoco, ma mi pare di capire che sia possibile prendere i pf medi e quindi bilanciato. Mi dispiace però vedere incantesimi messi in ordine sparso o poco utili (cono di freddo rimane la solita schifezza, tempesta di ghiaccio non dice nulla, disintegrazione batte in danni e funzioni un incantesimo di ottavo come sunburst, eccetera). Nel complesso anche in questa edizione il livello 7-8-9 non aumenta il danno e non dà particolari utilità (ad esempio cono di freddo poteva stordire per un round), mentre il solito "raggio rovente" scala troppo bene con i livelli. 4) Stregoni: per una volta avrebbero dovuto fare una cosa intelligente - ovvero cambiare la loro lista di incantesimi e separarla da quella del mago. Non l'hanno fatto. E vedere la discendenza draconica quando i draghi non lanciano più incantesimi fa sorridere. 5) La concentrazione evita l'accumulo di potenziamenti e difese magiche e i classici abusi che si possono fare. Decidere come difendersi e chi difendere risulterà molto più incisivo. 6) L'abbandono (non totale) del sistema vanciano mi sembra l'unica boccata di novità reale. 7) Meno male che non hanno aggiunto tutte le minchiate dei talenti di metamagia e dei potenziamenti alle CD e ai TS. Incorporare i primi nello stregone mi è sembrato una scelta sensata. 8) Scacciare non morti è una schifezza. 9) I segreti misteriosi (traduzione libera) dei bardi sono una scelta pigra e che apre ad un ventaglio di possibilità non indifferente. Nel complesso sono contento del lavoro svolto, ma ci sono cose che avrei voluto vedere aggiustare da tempo (i vari polymorph e wish sono migliorati ma con i giusti accorgimenti sono assolutamente imparagonabili agli altri).
  16. No mi dispiace, non scendo sotto i 15, neanche con un blocco del genere.
  17. No, non ho più quel libro mi dispiace :(

  18. No mi dispiace non ho più Arcani Rivelati.

  19. Ragazzi avete tutti ragione, ma qui si parla di o giocare male e passarsi il tempo con gli amici, o non giocare per il prossimo anno, dato che non ho alternative ed il pbc non va di moda. Considerate che nessuno o quasi fosse un giocatore di vecchia data e capirete il perché della mia bontà. Secondo me i giocatori hanno pensato in un certo senso che se arrivano in una cittadina, chiedono di un informatore e qualcuno gliene indica qualcuno, quello è come nei videogiochi l'unico e quello che il master vuole fargli incontrare per andare avanti. Io ho cercato di chiarire che non funziona proprio così ed è questo il bello dei gdr. Ci sono state però anche delle sbavature da parte mia, nella gestione di alcuni attacchi extra, di alcune situazioni gestite in maniera opinabile per quanto riguarda le meccaniche del gioco e di cose del genere, ma molte non dipendono più di tanto da me ma dai buchi di ad&d e lo ho trattate al meglio. Alla fine è andata così, spero che la prossima volta capiscano che divertirsi è fare quello che si vuole. Preferisco però non far leggere questo discorso perché sarebbe l'inizio di un flame interno
  20. Uno di questi giorni potrei venire a Palermo.

  21. Certo che l'ho chiesto, e la risposta è stata: "Avrei fatto incontrare il tizio da assassinare, ve l'avrei fatto uccidere e non avrei messo guardie ad inseguirci". Guarda che per me è una prassi descrivere sommariamente, perché una descrizione più accurata richiederebbe punteggi migliori di saggezza o qualcosa del genere. Inoltre in ad&d non ci sono prove di Osservare e Cercare, cercano o trovano solo se hanno effettivamente fatto la domanda giusta o descritto la giusta azione, evitando discussioni infinite dipendenti dal d20. Ma vedete che la situazione è stata molto complicata. Esempi random: il ranger. Per definizione caotico buono, ha garantito ad un identificatore di dargli la pozione più utile a patto di identificarle gratis. Una volta identificate, gliel'ha strappate dalle mani e voleva andarsene senza rispettare la promessa. Il tutto di giorno, senza i compagni vicino e con una città brulicante di guardie e gente pronta a vedere e sentire un mago derubato. Il druido dal canto suo è stato uno di quelli più entusiasti dell'incendio, e godeva della cosa (in accordo con l'allineamento ndr). Il guerriero si è comportato meglio di tutti, ma è stato lui a parlare dell'incendio e anche il braccio che ha tirato la fiaccola. E quando una delle due guardie del negozio è stata disarmata, è stato il druido a conficcargli il pugnale nello stivale per farlo parlare. E questa è la punta dell'iceberg.
  22. Com'è finita I miei cari amici sono riusciti stavolta ad incontrare il ricettatore e a prenderlo alla sprovvista, ma finito il lavoretto le guardie hanno circondato l'edificio ed intimato i pg di deporre le armi. I malviventi che avevano dato loro le informazioni si sono preoccupati di fare una soffiata così avrebbero non solo eliminato la concorrenza, ma pure avrebbero trovato il capro espiatorio. Dopo una resistenza vana, fuggiti dall'abitazione in fretta e furia uno di loro è morto nell'inseguimento falciato dalle frecce mentre gli altri due, non conoscendo la cittadina, sono stati catturati e processati. La campagna si è conclusa con tutti morti. Ovviamente i miei giocatori erano tutti arrabbiati e sembravano attribuire le colpe a me. Uno di loro l'ha pure detto esplicitamente. Ma gli ho fatto notare che non solo la prima volta si sono messi nelle mani di un ricettatore, ma la seconda volta si sono messi nelle mani di gente ancora peggiore, senza chiedersi mai il perché. Per me è come pretendere che se nella realtà uccidi il figlio di un boss pretendi di rimanere in paese è camminare liberamente. Prima o poi ti fanno sparire. E c'è da dire che nella mia clemenza ho ridotto la guarnigione della città per questi tipi eventi della metà e non ho messo le guardie d'elite ed il capo della guarnigione secondo manuale, che avrebbe potuto spazzarli via.
  23. Non è così facile quando a giocare siete in quattro, con qualcuno che potrebbe facilmente abbandonare se il numero diminuisce.
  24. Alla fine ho deciso di essere "clemente". Una accozzaglia di malviventi voleva liberarsi del nemico comune e gli ha fornito indicazioni dell'ubicazione del nascondiglio sorvegliato a patto che loro facessero il lavoro sporco ed in cambio di una possibile salvezza attraverso il depistaggio dell'incendio (che in realtà non riceveranno). La mia intenzione è quella di spazzarli via, se necessario. Gli altri malviventi, una volta che loro hanno preso il bottino, non ci metteranno molto a riprenderlo di forza e consegnare alla giustizia dei "manigoldi".
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.