Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild XI - Il Genio dell'Illusione

Il Genio dell'Illusione è un’avventura Gdr in stile Fantasy/Medievale scritta ed illustrata da Matteo Valenti.

Read more...

I Racconti di Arthaleorn

Andiamo a scoprire una serie di romanzi fantasy italiani intimamente intrecciati con il mondo dei GdR.

Read more...
  • entries
    10
  • comments
    38
  • views
    707

Sbuff...


daglator

358 views

Sabato pomeriggio, centro città, negozio di libri/CD.

Entratovi per recuperare qualche testo allettante, rimango piuttosto soddisfatto per aver trovato ciò che cercavo e, per curiosità, getto anche un occhio al reparto CD (piuttosto striminzito nevvero, un tempo erano molto più forniti ed al Metal era riservato un cospicuo reparto al posto dell'attuale risicato espositore ).

Memore della notizia sull’uscita dell'ultimo album degli Slayer, cerco (deprimendomi per la scarsità di assortimento ) e trovo il CD. Lo prendo in mano, lo squadro, lo analizzo, faccio una veloce autocritica e noto che l'eccitazione momentanea di qualche attimo prima se n'è definitivamente andata. Soppeso la questione, ripongo il CD e me ne vado deluso. Badate bene, non deluso dal prezzo di Euro 19,90 per undici brani (stirazzi! ), ma dal curioso manifestarsi di totale mancanza di interesse nell'acquisto di un album di una band che ascolto da anni ed alla quale sono sempre stato affezionato.

Abbastanza scorato esco dal negozio e mi incammino verso casa.

Sulla via del ritorno approdo ad un piccolo bivio dove, per poche centinaia di metri, mi potrei recare da quello che tutt’ora amo definire il mio “fornitore” di fiducia (di Metal, s’intende ).

Anche in questa occasione attendo, e sono incerto sul da farsi mentre un tempo non avrei avuto la benché minima esitazione.

Mi decido e volto in direzione del negozio. L'idea è quella di acquistare L'EP "Thunder in the Sky" dei Manowar e l'ultimo DVD live dei Judas (dei quali, nel precedente negozio – ovviamente – non v’era traccia ).

Entro e mi ritrovo davanti il proprietario, ma non esattamente come me lo ricordavo: maglione di lana, occhiali, capelli brizzolati ed un'espressione stanca, direi quasi "vecchia". E ad interloquire con questo “ragazzo d’altri tempi” c’è un altro “ragazzo d’altri tempi”, col maglione di lana, gli occhiali, i capelli…vabbè e (forse ) un’aria altrettanto stanca.

Gli chiedo informazioni sull'EP, e mi accorgo che non ne ricordo il titolo. Non ricordo neppure che si tratti di un EP e lo chiamo "singolo". Neanche lui se ne ricorda, e cerchiamo di scavare ognuno nella propria memoria, per poi giungere alla conclusione che ne è momentaneamente sprovvisto. Gli chiedo del live dei Judas, e neppure di quello mi sovviene il nome. Lui me lo rammenta, ma neanche quello è disponibile. Il CD degli Slayer manco glielo menzione, l’interesse è ormai del tutto scemato.

Ci salutiamo ed esco mestamente, intristito non tanto per il fatto che non avesse disponibilità di ciò che agognavo da diversi mesi quanto per l'indifferenza che avrei provato nel caso avessi trovato (e conseguentemente acquistato ) gli album di cui sopra.

E soprattutto, non riesco a togliermi dalla testa lo sconsolato, triste dialogo fra “vecchietti”.

4 Comments


Recommended Comments

Non è un'idea malvagia, e che prenderò seriamente in considerazione quando riuscirò ad avere la forza di staccarmi dall'ultimo album dei Lordi, che ascolto per intero ogni (ripeto ogni ) giorno da quando è uscito.

Forse la causa è loro, forse il loro stile mi ha condizionato, e per quanto orribili possano apparire in scena e per quanto roca la voce del cantante rimbombi come quella di un orco in calore, i cori e le melodie hanno un non so cosa che mi ricorda gli Abba. :lol:

Link to comment

Gli Abba son pur sempre gli Abba.

Comunque tra un Mamamia e un Dancing Queen, visto che io ascolto ditutto, tranne che la musica che ascolti tu, se hai bisogno di indicazioni, fai un fischio...anzi, quasi quasi copincollo qui un post che avevo altrove...

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.