Jump to content

"L'Ultima Era" - Nuovo dominio divino: Dominio delle Stelle


Vackoff

1,161 views

L’orbita del piano noto come Reame Remoto intercetta quella del Piano Materiale solo una volta ogni migliaia di anni, ma questo basta per permettere alle forze cosmiche che lo abitano di toccare la Terra con la loro follia. Coloro che abbracciano la folle verità di queste entità cosmiche, venerate dai propri fedeli come divinità, ricevono in dono un briciolo del loro potere, assieme ad una buona dose di pazzia. Queste divinità, vincolate oltre le stelle, bramano di disseminare la Terra di caos e creature aliene attraverso i loro chierici o fedeli. Questi possono andare dai semplici cultisti assetati di potere, membri di alcune società segrete nascoste nelle grandi città, fino ai potenti chierici dei drow, esiliati sotto terra e desiderosi di lasciar entrare le proprie divinità nella nostra realtà come forma di vendetta.  

 

Incantesimi di Dominio

Il chierico ottiene gli incantesimi di dominio ai livelli da chierico elencati nella tabella "Incantesimi del Dominio delle Stelle". Vedi il privilegio di classe Dominio Divino nel Manuale del Giocatore per il funzionamento degli incantesimi di dominio.

Incantesimi del Dominio delle Stelle

 

Livello da Chierico

Incantesimi

risata incontenibile di Tasha, sussurri dissonanti

allucinazione di forza, individuazione dei pensieri

fame di Hadar, trama ipnotica

compulsione, tentacoli neri di Evard

contattare altri piani, sogno

Luce della Follia

A partire dal 1° livello, il chierico è lentamente abbracciato dalla demenza e dalla pazzia. Ogni volta che effettua una prova di Saggezza o un tiro salvezza su Saggezza, il chierico lancia un d4 e sottrae il numero ottenuto dalla prova o dal tiro salvezza. 

Per brevi istanti, il chierico può però scegliere di agire con la lucidità dell’assoluta follia. Quando il chierico effettua una prova di Saggezza o un tiro salvezza su Saggezza, può scegliere di ottenere un bonus di +10 alla prova o al tiro salvezza. Una volta ottenuto tale bonus con questo privilegio, il chierico non può farlo di nuovo finché non completa un riposo breve o lungo.  

 

Folle Comprensione

A partire dal 1° livello, la mente del chierico ha acquisito una deviata comprensione della verità delle cose, capace di proteggere la sua mente da illusioni o violazioni. Il chierico ottiene competenza nei tiri salvezza su Intelligenza.

 

Incanalare Divinità: Geometria Oltremondana

A partire dal 2º livello, il chierico può temporaneamente alterare la geometria del proprio corpo per renderla inspiegabile, ostacolando gli attacchi o portando le menti alla follia. 

Con un'azione, il chierico brandisce il simbolo sacro e il suo corpo acquisisce una geometria impossibile fino all'inizio del turno successivo del chierico. Fino ad allora, qualsiasi attacco contro il chierico viene effettuato con svantaggio. 

Un attaccante può scegliere di non subire svantaggio a causa di questo privilegio, accettando la follia delle geometrie aliene e subendo danni psichici pari a 1d10 + il livello da chierico del personaggio. Una creatura non può subire danni da questo privilegio più di una volta per turno. 

 

Manto di Follia
A partire dal 6º livello, il chierico ottiene resistenza ai danni psichici, e dispone di vantaggio ai tiri salvezza contro le condizioni di affascinato o spaventato. 

 

Colpo Divino

All'8° livello, il chierico ottiene la capacità di infondere nei colpi della sua arma un briciolo della follia delle sue divinità. Una volta in ogni suo turno, quando colpisce una creatura con un attacco con le armi, il chierico può fare in modo che l'attacco infligga 1d8 danni psichici extra al bersaglio. Quando il chierico raggiunge il 14° livello, i danni extra aumentano a 2d8.

 

Profeta della Follia

Al 17° livello, il chierico riceve in dono dalle sue divinità aliene un'anatomia e una mente pseudonaturali:

  • Il chierico ottiene immunità ai danni psichici e resistenza ai danni da veleno.
  • Il chierico ottiene immunità alle condizioni di affascinato e spaventato. 
  • Qualsiasi colpo critico contro il chierico conta come un colpo normale, a meno che il chierico non sia incapacitato.

Inoltre, il chierico è così pervaso dall'eterno orrore del Reame Remoto da che non è toccato dalla fragilità della vecchiaia e non può invecchiare magicamente. Tuttavia, può sempre
morire di vecchiaia. Quando questo accade, la dipartita del chierico non è ignorata dalle orrende entità cosmiche, le quali portano via il chierico attraverso uno squarcio nella realtà, il suo vecchio corpo rapito da tentacoli ultraterreni.

 

Cita

Effetti del Reame Remoto sui chierici

I chierici dell'entità del Reame Remoto, così come i loro fedeli più depravati, ricevono in dono ogni sorta di deviazione mentale e alterazione corporea.

La psiche del fedele si frantuma, rendendogli difficile interagire con esseri che non siano folli a modo suo oppure non siano creature aliene e pseudonaturali. Maggiore è il potere del fedele, maggiore è la sua regressione mentale e la sua follia.

Anche il corpo del fedele è alterato. Spesso i fedeli devono nascondere piccole protuberanze, appendici aggiuntive o mancanti, come dei villi, dei minuscoli tentacoli o un occhio acquoso. Accogliere la geometria oltremondana in sé porta la normale natura del fedele a cambiare: a volte potrebbe perdere la presa su una posata mentre mangia oppure potrebbe cadere sedendosi su una sedia, mentre per un breve istante sperimenta geometrie non-Euclidee.

Cita

Le Entità del Reame Remoto

Sebbene la fede animistica sia decisamente la più diffusa nel mondo, alcuni umanoidi e mostri scelgono di venerare le entità cosmiche del Reame Remoto, tentando di avvicinarle alla nostra realtà. Queste entità sono numerose: alcune sono venerate in forme diverse, mentre altre sono in realtà la stessa cosa. Alcune delle più note sono le seguenti.

  • La Nuova Carne. Una entità rappresentata dai suoi fedeli come una massa orrenda di arti, pseudopodi, tentacoli e altre forme di appendici, assieme ad ogni sorta di organo sensoriale e sessuale. I suoi fedeli amano le modificazioni corporee e i simbionti.
  • L'Ipercubo. Una entità immaginata come un solido geometrico multidimensionale. I suoi fedeli bramano la fusione tra uomo e costrutto, includendo ora anche la magitec.
  • Kernel. Una entità descritta come la materializzazione del concetto di annullamento, antitesi de La Singolarità. I suoi fedeli desiderano la distruzione di tutto ciò che non sia il vuoto siderale.
  • La Singolarità. Una entità descritta come un punto geometrico con infinita massa e infinitesime dimensioni, antitesi di Kernel. I suoi fedeli desiderano far collassare tutte le forme viventi e non viventi, se non la realtà stessa, in un'unica entità cosciente sia organica che non organica.

Solo Kernel e La Singolarità si trovano in conflitto tra loro, altrimenti le altre entità cosmiche difficilmente si occupano di sentimenti mondani come la rivalità.

Grazie per aver letto! Attendo eventuali pareri, correzioni e quant'altro!

Edited by Vackoff
Correzioni.

4 Comments


Recommended Comments

Ciao!
Mi ricorda vagamente la classe dell'alienista per D&D 3ed., il che è cosa buona e giusta. 

Il concetto della classe e i "poteri" concessi sono coerenti, ma credo che potresti essere perfino più estremo.
Mi spiego: penso che un essere devoto agli Dei Esterni (perché in ultima istanza, di quello stiamo parlando) dovrebbe lentamente e inesorabilmente sprofondare in una spirale di demenza e perversione. 
A ogni livello di classe dovrebbe corrispondere una qualche deformità permanente, nella mente, nella carne o nello spirito, fino a mutazioni anche estreme ai livelli più alti. Dopotutto, non stiamo parlando di un santo che venera il buon Pelor :'D

Ad esempio, e se la geometria oltremondana (piccola digressione, in Radiogenesi vi è una capacità peculiare molto simile chiamata "geometria non-euclidea", :'D) fosse una caratteristica permanente del corpo del chierico-alienista? Questo potrebbe comportagli difficoltà negli aspetti più svariati della vita quotidiana, come non riuscire a mangiare correttamente una minestra o anche solo a deambulare su un marciapiede. Quello che voglio dire è che dovrebbe essere un incantatore che, man mano che prosegue con la sua conoscenza e trasformazione, diventa sempre più inadatto alla vita normale e alla convivenza con gli altri esseri umani. Però non credo che questa dovrebbe rimanere una scelta del chierico: vi sono cammini perversi e perturbanti dai quali non si torna indietro. 

Ultima nota: aggiungerei, a livello 6, un'altra caratteristica peculiare, presa paro paro dalla classe dell'alienista: 
"Il chierico, ormai connesso attraverso nella mente e nello spirito con le entità ultraterrene del Piano Remoto, quando è sul punto di morire (= 0 PF e fallisce 3 tiri salvezza contro la morte) non muore davvero: da uno squarcio nel cielo si protraggono le protuberanze carnose di esseri esterni, che prelevano il suo corpo esanime. Nessuno saprà mai più nulla di lui e il suo destino". 

Immagina il potenziale "visivo" e narrativo di un chierico-alienista che dovesse morire e "andarsene" in questo modo. 👁️

 

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment

Ciao!

30 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

Mi ricorda vagamente la classe dell'alienista per D&D 3ed., il che è cosa buona e giusta. 

Ci hai preso in pieno! 😄

31 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

Il concetto della classe e i "poteri" concessi sono coerenti, ma credo che potresti essere perfino più estremo.
Mi spiego: penso che un essere devoto agli Dei Esterni (perché in ultima istanza, di quello stiamo parlando) dovrebbe lentamente e inesorabilmente sprofondare in una spirale di demenza e perversione. 
A ogni livello di classe dovrebbe corrispondere una qualche deformità permanente, nella mente, nella carne o nello spirito, fino a mutazioni anche estreme ai livelli più alti. Dopotutto, non stiamo parlando di un santo che venera il buon Pelor :'D

Ad esempio, e se la geometria oltremondana (piccola digressione, in Radiogenesi vi è una capacità peculiare molto simile chiamata "geometria non-euclidea", :'D) fosse una caratteristica permanente del corpo del chierico-alienista? Questo potrebbe comportagli difficoltà negli aspetti più svariati della vita quotidiana, come non riuscire a mangiare correttamente una minestra o anche solo a deambulare su un marciapiede. Quello che voglio dire è che dovrebbe essere un incantatore che, man mano che prosegue con la sua conoscenza e trasformazione, diventa sempre più inadatto alla vita normale e alla convivenza con gli altri esseri umani. Però non credo che questa dovrebbe rimanere una scelta del chierico: vi sono cammini perversi e perturbanti dai quali non si torna indietro.

Penso sia un ottima idea! Anzichè essere qualcosa di improvviso, come nell'alienista all'ultimo livello o in questa sottoclasse al 17° livello, potrebbe essere qualcosa di progressivo, con effetti meccanici che compaiono soltanto in corrispondenza dei privilegi di classe (gestire a livello di regole ogni singola protuberanza è impossibile, ed è più importante ai fini dell'interpretazione).

33 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

Ultima nota: aggiungerei, a livello 6, un'altra caratteristica peculiare, presa paro paro dalla classe dell'alienista: 
"Il chierico, ormai connesso attraverso nella mente e nello spirito con le entità ultraterrene del Piano Remoto, quando è sul punto di morire (= 0 PF e fallisce 3 tiri salvezza contro la morte) non muore davvero: da uno squarcio nel cielo si protraggono le protuberanze carnose di esseri esterni, che prelevano il suo corpo esanime. Nessuno saprà mai più nulla di lui e il suo destino". 

Immagina il potenziale "visivo" e narrativo di un chierico-alienista che dovesse morire e "andarsene" in questo modo. 👁️

Concordo!!!

Grazie del commento e degli ottimi suggerimenti, quanto prima aggiungerò qualche riga al post! 😊

  • Thanks 1
Link to comment
Il 26/5/2023 at 09:51, Le Fantome ha scritto:

Però non credo che questa dovrebbe rimanere una scelta del chierico: vi sono cammini perversi e perturbanti dai quali non si torna indietro. 

In tal caso bisognerebbe fare in modo che dopo un certo numero di livelli da chierico delle stelle, non si possa più multiclassare. Comunque ottimo contenuto, come sempre adoro il flavour alla Lovecraft, forse dare un pochino più di caratteristiche alle divinità... (ovviamente non è una richiesta specifica di dire qualcosa in più sull'ipercubo e sulla singolarità, ma figurati!) Anche se mi rendo conto che vada contro il concetto stesso degli dei esterni: esseri potentissimi ma sconosciuti. 

Ops, chiedo perdono per la necropostata, non mi ero accorto della data di pubblicazione dell'articolo.

Edited by Tuor
  • Like 1
Link to comment
55 minuti fa, Tuor ha scritto:

Ops, chiedo perdono per la necropostata, non mi ero accorto della data di pubblicazione dell'articolo.

Il necroposting credo si applichi solo alle discussioni xD comunque grazie del commento!

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...