Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
  • inserzioni
    11
  • commenti
    126
  • visualizzati
    420

Multiclassamento: Varianti in prova

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
Yumeko

116 visualizzazioni

Multiclassare o non multiclassare, questo è il problema.

Ho sempre avuto perplessità sul multiclassamento. Il mio primo pensiero è sempre stato: vuoi che un mago livello 19 debba fare pari fatica a prendere il lv 20 da mago che a prendere 1 misero livello, ad esempio, da guerriero? Personalmente, non mi è mai piaciuta questa cosa. O anche non mi piace che il multiclassamento fatto per ruolo, cioè che non incide sull'ottimizzazione del personaggio, sia considerato pari al livellare normalmente. Un guerriero lv 9 non è che ci guadagna molto prendendo 1 lv da.. mago. Anzi, parlando di pathfinder, in questo modo ci perde l'abilità del lv 20, ad esempio. A questo punto voglio dire che lo so, in pathfinder hanno messo solitamente delle abilità ai lv finali proprio per scoraggiare il multiclassamento. Ma loro l'hanno fatto per scoraggiare il multiclassamento selvaggio. Io qui mi sto concentrando sul multiclassamento da flavor, da ruolo. Quindi avevo pensato a due semplici varianti per questo tipo di multiclassamento.

Varianti al multiclassamento

Il Multiclassamento Extra

In questa variante, ogni volta che un personaggio multiclassa in una classe non adatta all'ottimizzazione guadagna un livello virtuale extra per quanto riguarda i privilegi di classe. La prima classe presa è la Classe Principale, mentre la classe in cui multiclassa è la classe Secondaria. Ad esempio, una druida 7 (Classe Principale) che prende 1 livello da monaco (Classe Secondaria), si ritroverà con l'essere una druida 7 monaca 1 ma con i privilegi di classe di un monaco lv 2.

Un personaggio non può avere più livelli virtuali nella Classe Secondaria di quanti ne abbia nella classe Principale. Nel caso succeda una cosa del genere, le classi si scambiano di importanza, con la principale che diventa secondaria e la secondaria che diventa principale. In questo caso, bisogna ricalcolare bab, ts, dv e punti abilità tenendo conto della nuova classe principale. Se la classe principale precedente aveva un numero di livelli dispari, questo livello dispari viene ridotto di 1. Ad esempio, la druida 7 di prima avanza ancora da monaco finchè non si ritrova ad avere 8 livelli virtuali, che sono più dei 7 da druida. Quindi il personaggio cambia in questo modo: si ritrova ad essere una monaco di lv 8 (classe principale, ricalcolare bab, ts, dv e punti abilità in base a questi otto lv) e duida lv 3 (classe secondaria, coi privilegi di classe di un druido lv 6).

Speciale: Le seguenti classi non possono multiclassare in questo modo con le classi indicate, poichè adatte comunque all'ottimizzazione. Ogni master deve comunque mettersi d'accordo col proprio giocatore per decidere se il personaggio multiclassa per ottimizzazione oppure no.

Il Barbaro non può usare il multiclassamento extra col cavaliere, il guerriero, e il ranger.

Il Cavaliere
non può usare il multiclassamento extra col barbaro, il guerriero e il paladino.

Il Guerriero
non può usare il multiclassamento extra col barbaro, cavaliere, paladino e ranger.

Il Ladro
non può usare il multiclassamento extra col guerriero.

Il Monaco
non può usare il multiclassamento extra col paladino.

Il Paladino
non può usare il multiclassamento extra col cavaliere, il guerriero e il monaco.

Il Ranger
non può usare il multiclassamento extra col barbaro e col guerriero.

Il Talento "Multiclasse"

In questa variante, i personaggi possono multiclassare con un talento.

Nuovo Talento: Multiclasse

Il personaggio ha imparato nuove abilità e specialità pur mantenendosi concentrato sul suo ruolo principale.

Beneficio: Il personaggio può scegliere una classe. Egli guadagna due livelli virtuali in quella classe per quanto riguarda i privilegi di classe.

Speciale: Un personaggio non può avere più livelli virtuali in una classe secondaria di quanti ne abbia nella sua classe principale. Questo talento può essere preso più volte, e i suoi benefici per una stessa classe si accumulano. Un personaggio non può prendere questo talento più di una volta per ogni quattro livelli del personaggio (Cioè, una volta fino al lv 4, due fino all'8, 3 fino al 12, quattro fino al 16 e 5 fino al 20. In questo modo un personaggio di lv 20 potrebbe avere 10 livelli virtuali in una classe). Un personaggio la cui classe secondaria diventa in qualche modo principale (ad esempio, per la variante del multiclassamento extra) perde questo talento e non può sostituirlo con nient'altro.

Per ora ho pensato alle varianti in questo modo, ma essendo una prova in futuro potrei cambiarle.

Ovviamente mi piacerebbe sentire i vostri commenti, critiche, suggerimenti, ecc. :3


Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0


11 Commenti


Preferisco la seconda opzione, però poniamo che io Stregone di livello 3 prenda il talento "Multiclasse" nel Bardo. A livello di gioco sono un livello 5 anche perché ho molto più incantesimi di qualsiasi altro stregone lv 3, usando sempre il mio carisma, quindi non ci rimetto niente. Però io voglio fare uno Stregone di Discendenza Draconica che è in grado di ammaliare i draghi cantando, ha un certo flavour, no?

Io farei un certo "Livello Rrelativo". Del tipo, nell'esempio di sopra: Ogni 5 livelli da Stregone io prendo un livello da bardo. (Ovviamente posso farlo solo se ho 5 livelli). Quindi a livello 10 sarò anche come un bardo di lv 2, a lv 15 come un bardo di lv 3 e a lv 20 come un bardo di lv 4.

In ogni caso la trovo buona come opzione per ampliare il proprio arsenale "Low Level". Cioè, un mago di livello alto che voglia saper lanciare più incantesimi di livello basso che di livello alto (Alla fine se uno di lavoro costruisce oggetti magici, non gli interessa molto sparare meteore di fuoco).

Fossi un Mago PNG prenderei il talento per Multiclassare in Mago asd

Condividi questo commento


Link al commento

Riguardo al livello relativo.. cosa itendi? Che con un talento "multiclasse", un personaggio vedrebbe scalare a livelli precisi la propria classe secondaria? (Ad esempio, uno stregone che si prende il talento arriverebbe ad essere uno stregone lv 4 al 20?)

Comunque, credo non sarebbe "legale" multiclassare in una classe che si ha già XD

Altra cosa da dire, io sto testando questa variante in una ruolata con un mio amico. Devo dire che mi piace il mio personaggio come è (al momento, druido 9 con 1 livello da monaco di multiclassamento extra più un talento multiclasse). Ovviamente è leggermente più forte di un druido lv 10, però mi da molte soddisfazioni come personaggio.

So che la variante è OP (e anche molto) se si bada solo all'ottimizzazione, ma non è stata creata per tale motivo D: Penserò in un futuro ad una variante multiclasse pi+ù bilanciata ai fini dell'ottimizzazione.

Condividi questo commento


Link al commento

sai che io invece ho trovato problemi relativamente "inversi"? nel senso, mi ha sempre sorpreso che un mago per raggiungere il suo primo livello da mago abbia dovuto passare anni ed anni a studiare, quando invece un barbaro di primo livello può prendere il suo primo livello da mago dopo pochi giorni. il fatto è che la progressione di livello mi sembra abbastanza "liscia", ovvero quello che si guadagna è ben distribuito sui 20 livelli, e passare dal primo al secondo, o dal 19 al 20, cambia poco, mentre mi sembra abbastanza assurdo che qualcuno intraprenda una carriera diametralmente opposta alla sua vocazione (e di conseguenza alle esperienze che incorre, perchè un mago l'esperienza se la fa lanciando incantesimi, un barbaro se la fa ad asciate.. non si tratta esattamente dello stesso tipo di esperienze..) in pochi giorni. in quarta edizione, un po' hanno risolto la questione, richiedendo 4 talenti multiclasse, il cui primo ti da qualcosa della nuova classe, gli altri tre ti fanno cambiare i poteri della tua classe con i poteri della nuova classe (in questo caso, l'esperienza te la fai di entrambi i tipi, cominci ad usare un po' di uno e un po' dell'altro, per dire).

l'idea che un mago dal 19 passi al 20 mi sembra abbastanza "lineare", si tratta di migliorare nelle cose che fai tutti i giorni, con l'esperienza guadagnata da quelle specifiche azioni. invece l'idea che di punto in bianco (ovvero senza spiegato da un punto di vista ruolistico) impari ad indossare armature di ogni tipo, impugnare armi di ogni tipo ed aumenti anche il suo attacco base, per non parlare dei punti ferita che li acquista come se fosse stato tutto il tempo in mezzo al combattimento, mi sembra davvero "assurdo".

non so se mi sono spiegato, forse è un po' confuso.. :)

Condividi questo commento


Link al commento

Sisi, ti sei spiegato bene, anche io la panso così.. in termini in game è una cosa abbastanza impossibile che un barbaro possa diventare mago in due giorni, ma le regole non danno certo problemi a farlo, e così succede che è possibile.. ma dal punto di vista ruolistico è una barbarie XD

Condividi questo commento


Link al commento

Secondo me è meglio la seconda opzione, quella del talento, ma personalmente modificherei un po' la meccanica e non utilizzerei questo meccanismo dei livelli virtuali.

Io farei che il talento conceda le capacità di classe di un livello della classe selezionata, per esempio un druido 7 con talento Multiclasse ha le capacità di classe di un monaco di 1° livello ma è comunque considerato un pg di 7° livello, fine.

Questo fondamentalmente per il bilanciamento, altrimenti con il talento che hai proposto un pg potrebbe prendere il talento Multiclasse con Guerriero e avendo speso un talento se ne porta a casa due e poi anche qualcos'altro (un guerriero di 2° otterrebbe due talenti e audacia +1). Già il fatto che non si spenda il livello è un buon guadagno da aggiungere alla capacità di classe. Poi, vista la modifica che ho appena proposto, farei che un pg non può prendere questo talento più della metà dei suoi livelli nella classe preferita (preferita, oltre che principale): quindi per esempio un pg di 4° livello può prendere al massimo 2 volte il talento, un pg di 8° al massimo 4 volte e così via.

Condividi questo commento


Link al commento

Effettivamente il problema del guerriero l'avevo notato, ma per lasciare una meccanica generica l'avevo semplicemente ignorato D:

Comunque sto pensando a dei nuovi talenti multiclasse. Più deboli e bilanciati, almeno dal mio punto di vista. Ma è una cosa più lunga perchè ci sarà un talento diverso per ogni classe, ma prima o poi li posterò :3

Condividi questo commento


Link al commento

ti cambia il Scusa ma non potresti fare come hanno fatto in 4 che il multiclasamento il tipo di DV ed il bonus di attacco base?Per esempio se io sono un multiclase mago/guerriero il mio DV sarà il d8((10+6)/2=8) ed il mio BAB sarà 3/4 del mio livello((1+1/2)/2=3/4) ed nei casi un po' dubbi come guerriero/chierico si potrebbe fare che si sceglie se avere il DV o BAB più alto fra i due ed tenere il più basso per il restante impratica per questo caso avrò il D10 ed il BAB 3/4 del mio livello,chiaro no?

Condividi questo commento


Link al commento

Be per i punti abilita potresti usare il più alto dei 2 ed rendere abilita di classe tutte le abilita di entrambe le classi?Sembra sgravo ma in realtà non lo è visto che non si riesce mai ad avere tanti punti abilita da investire nelle tipiche abilita della classe singola.

Condividi questo commento


Link al commento

Be l'eccscelso usa il meglio di ogni classe anche per il BAB ed il DV quindi è un eccelso depontenziato visto che gli stessi eccelsi sono si più forti di un pg normale ma non il doppio come si crede visto che i talenti,equipagiamento ed gli aumenti di caratteristica sono come per i normali pg multiclasse ma si potebe combinarlo facilmente hai talenti che hai proposto te.

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora