Vai al contenuto

Mr.Mime

Ordine del Drago
  • Conteggio contenuto

    24
  • Registrato

  • Ultima attività

Informazioni su Mr.Mime

  • Rango
    Adepto
  • Compleanno 24/03/1979

Informazioni Profilo

  • Località
    Bologna
  • GdR preferiti
    D&D
  1. Mr.Mime

    Convertire e adattare materiale 3.5 a Pathfinder

    Salve. Ho cercato sul forum qualche info di conversioni e/o adattamenti dell'ambientazione dei FR a Pathfinder senza successo. A me non serve convertire tutto ma solo alcune divinità per poter adattare alcune avventure pre-fatte. Fermo restando che potrei semplicemente controllare i domini del dio x e trovare una corrispondenza, nei FR come sappiamo esistono molte divinità minori ultra specifiche. L'esigenza è infatti data dal dover convertire il dio Ghaunadaur (dio delle melme) nell'equivalente di PF. Sul sito PAIZO ho trovato una tabella di conversione PF -> FR ma non viceversa. Avete qualche link (anche home-rules) di qualcuno che si è sbattuto a fare questo tipo di conversione? Grazie.
  2. Mr.Mime

    L'opposto dei vizi capitali

    Infatti. Almeno questo sono sette e sono più generiche e non strettamente legate alla religione come le altre. Ciao.
  3. Mr.Mime

    L'opposto dei vizi capitali

    Ciao. Grazie delle dritte. Alla fine, controllando i link di wikipedia e facendo qualche giro, opterò per le 7 virtù etiche: Giustizia Coraggio Temperanza Liberalità Magnificenza Magnanimità Mansuetudine Grazie.
  4. Mr.Mime

    L'opposto dei vizi capitali

    Salve. Tutti noi conosciamo i sette vizi capitali. Nella mia campagna devo contrapporre a questi, sette virtù su cui poi creare delle rune analogamente a quanto su Pathfinder è stato fatto per i suddetti peccati: LINK Non mi interessa molto il disegno delle rune, che poi farò io, quanto l'elenco delle sette virtù da contrapporre. Qualcosa come: Generosìtà, Coraggio o roba del genere. Esiste qualcosa di "comunemente riconosciuto" a riguardo? Grazie.
  5. Mr.Mime

    Ambientazione Erba Aconito per curare la licantropia

    Originariamente avevo postato questa domanda nella sezione di Pathfinder perché nelle regole si usa l'aconito. I moderatori poi hanno spostato il topic nel più generico topic GDR. Cito dalle regole: Alternativamente, consumare una dose di aconito concede al licantropo contagiato un nuovo Tiro Salvezza sulla Tempra per Guarire dalla licantropia. Il problema è questo. In una città di media grandezza di un mondo PF/D&D, il droghiere ha l'aconito? Se ce lo ha, quanto costa una dose?
  6. Mr.Mime

    Ambientazione Erba Aconito per curare la licantropia

    Certo. Sul fatto che sia diffusa sulle montagne in effetti non è differente che sia nella realtà o in un mondo immaginario. Più che altro il dubbio è sulla reperibilità. Avere spunti per quest è sempre utile ma forzare la cosa è un'altra. Costruire una quest solo per trovare un oggetto di uso comune può irritare i giocatori. Vedrò cosa inventarmi. Grazie.
  7. [DOMANDA] Salve a tutti. Una domanda veloce. Per curare la licantropia, oltre allo spell, c'è il trattamento con l'erba Aconito. Vorrei capire costi e reperibilità in una ambientazione fantasy come PF/D&D Su Wikipedia dice che in Italia ne abbiamo parecchie sulle Alpi. Vorrei quindi capire quando dovrebbero sbattersi i miei PG per trovarla o se si trova banalmente da un droghiere in città (e a quale prezzo). Grazie.
  8. Mr.Mime

    Prove per PG

    Sulla stregona si potrebbe, come consigliato, puntare sulla sua stirpe (ricordo che parliamo di Pathfinder) che è la stirpe dei Sognatori (Manuale del Giocatore). Mi piacerebbe che l'enigma si risolvesse in qualche modo tramite un sogno. La stregona di classe ha l'incantesimo Sonno e l'abilità Ninna Nanna. Sarebbe interessante fare qualcosa che la spingesse a subire lei stessa gli effetti dell'incantesimo così da trovare la soluzione in sogno. Mi piacerebbe anche qualcosa che coinvolga le auree. In giro avevo visto un enigma, non applicabile qua, nella quale c'erano vari oggetti aventi ognuna un'aura arcana (trasmutazione, necromantica ecc...). Sarebbe carino poter mettere questa cosa dentro l'enigma. Vi vengono in mente idee?
  9. Mr.Mime

    Prove per PG

    Alla fine credo che opterò per queste soluzioni: Guerriero: Affronterà come detto un suo equivalente scoprendo, durante il combattimento, che potrò ferirlo solo se ferirà se stesso. La prova mira a far maturare il personaggio mostrando che a volte occorre sacrificare qualcosa di se stessi per vincere uno scontro; Stregone: Tento la prova di controincantesimi e ne aggiungo una di linguista in draconico. Ci sarà una specie di quiz scritto in draconico. Sulla base della prova di linguista o Sapienza Magica, il PG avrà dettagli maggiori per risolvere l'enigma; Chierico: Sarà messo davanti ad una scelta. Una illusione lo porterà a vivere una situazione nella quale un villaggio è costretto a dare una persona in sacrificio ad una creatura (tipo Minotauro di Minosse). Se il mostro non riceve una vita, distruggerà il villaggio. La scelta della vittima ricade su un ragazzo che il PG sa che crescendo, diventerà un eroe che salverà moltissime vite. La scelta quindi sembrerebbe quella tra salvare il villaggio oggi o condannare il villaggio e lasciare in vita il ragazzo per salvare molte più vite in futuro. La soluzione della prova in realtà è dare se stessi alla creatura così da salvare capra e cavoli. Quando giocherò la cosa vi riporterò gli esiti. Ciao.
  10. Mr.Mime

    Prove per PG

    Capisco il vostro punto di vista ma se il gruppo è unito, ci troveremmo di fronte alla solita prova/scontro/combattimento. Il bello della separazione risiede nel fatto che in quel frangente il giocatore si sente coinvolto maggiormente perché c'è solo lui e la risoluzione della prova è tutta nelle sue mani. Che le prove non debbano essere lunghe è ovvio ma è mia opinione che nessun giocatore serio si dovrebbe lamentare se per 10 minuti non è nel centro dell'azione tanto più che prima poi tocca anche a lui. Le obiezioni sulle prove sono più interessanti. Sul discorso del guerriero la paura è quella di renderlo il solito scontro contro generico PNG/Mostro. Sarebbe più interessante renderlo coinvolgente aggiungendo qualche elemento extra. Magari predisporre un setting che spinga il giocatore ad usufruire dell'ambiente oppure spingerlo a prendere delle scelte tattiche. Sulla questione chierico, le discussioni telogiche/filosofiche ci stanno bene se il giocatore, come nel mio caso, è uno a cui piace la dialettica. Ma a prescindere da questo, il punto focale secondo me è come imbastire la cosa. Potrei mettere davanti la scelta suggerita da DonEf ma dando maggior spessore alla scelta dell'oggetto. Magari l'oggetto magico permetterebbe di salvare molte più persone di quelle che salverebbe nell'immediato. Quindi la decisione non si limiterebbe a "salva i bambini o prendi lo scettro +3" ma qualcosa di più difficile e su cui riflettere. Es. In una puntata di Star Trek Generation, Deanna Troy doveva sostenere l'esame per passare di grado. Una delle prove era un guasto alla sala motori che andava risolto. La tipa non riusciva mai a superarla nonostante avesse studiato tutto il manuale tecnico. La soluzione era ordinare ad un subalterno di recarsi in un punto della sala motori dove avrebbe risolto il guasto a costo della vita (causa radiazioni o qualcosa del genere). La prova infatti non era mirata a risolvere l'anomalia tecnica ma a far capire alla tipa che quando sei al comando a volte ti capita di dover mandare a morire un tuo sottoposto per salvare il resto dell'equipaggio. Ecco, a me serve qualcosa del genere. [Edit] @Vorsen: L'allineamento generale è Caotico buono (la stregona è Neutrale Buona). Il guerriero è figlio di una famiglie nobile ma ha rinunciato alla successione per andare all'avventura. Brama come tutti le ricchezze che gli avventurieri ma non si tira indietro se c'è da dare una mano a qualcuno. La stregona è una mezz'elfa cresciuta da una stregonessa umana. E' molto semplice e non conosce bene il mondo e viaggia per imparare cose nuove; Il chierico (di Cayden per chi conosce PF) è una persona tranquilla che passa equamente le sue giornate a bere birra e a viaggiare. Come il guerriero, non disdegna guadagnare qualcosa dalle sue avventure ed anche lui è sempre pronto ad aiutare la gente. Recentemente sono stati coinvolti in una vicenda che li ha segnati molto. Una grande gilda che svolge compiti su commissione, era stata incaricata di recuperare l'elsa di una spada dal capo di un'orda di Orchi che avrebbe attaccato un villaggio per raderlo al suolo. La gilda, a cui i pg erano momentaneamente affiliati, ha svolto il suo compito lasciando che il villaggio venisse distrutto, senza fare nulla per impedirlo. L'assedio degli Orchi era stato in realtà fomentato proprio dagli stessi committenti della gilda sia per permettere a questi di recuperare l'oggetto che per permettere che la situazione geo-politica della nazione cambiasse e innescasse una serie di eventi futuri che avrebbero portatio giovamento alle altre popolazioni. In pratica il classico "sacrifichiamo un paese ma salviamo una nazione". Per questo motivo ci tenevo a soffermarmi su queste scelte morali.
  11. Mr.Mime

    Prove per PG

    Però così si mette alla prova se il giocare interpreta bene il suo personaggio. Io vorrei qualcosa di più complesso. Con davanti una scelta del genere, è ovvio che il giocatore sceglierà di salvare la gente anche se dentro di sé vorrebbe gli oggetti. Anche non volendo fare del metagame, quale giocatore non sospetterebbe che il master voglia che salvi la gente. La cosa sarebbe interessante se la soluzione giusta fosse prendere gli oggetti ma di difficile attuazione. Ai giocatori non succede niente di letale se non che, fallendo la side-quest, non potrebbero venire a conoscenza di informazioni utili alla Main Quest.
  12. Mr.Mime

    Prove per PG

    Avevo pensato a qualcosa del genere ma credo sia troppo scontata e di facile risoluzione per il giocatore. Vorrei qualche scelta morale di maggior spessore. Magari dover scegliere se sacrificare poche persone per il bene di un numero maggiore o qualcosa del genere.
  13. Mr.Mime

    Prove per PG

    Grazie della dritta ma come ho scritto, i tre affronteranno le prove da soli. Sul chierico l'idea della situazione illusoria mi piace così come l'idea di qualche prova interpretativa per mettere alla prova il suo allineamento e la sua fede. Occorre solo capire bene come farla. Nello specifico il chierico in questione è Caotico Buono. Grazie.
  14. Mr.Mime

    Prove per PG

    Salve. Nella campagna di Pathfinder in corso, i miei 3 giocatori si ritroveranno ben presto a risolvere una quest che li porterà in una classica torre di un mago. Il mago in questione, per motivi di storia, metterà alla prova i tre personaggi. Ogni personaggio affronterà la sua prova in una stanza e sarà da solo. I tre personaggi sono: Guerriero, Stregona e Chierico. Mi piacerebbe trovare qualcosa che possa suscitare interesse e che sia relazionato al personaggio. Lo scopo delle prove è rendere consapevoli i tre giocatori delle proprie potenzialità di fronte ad una minaccia più grande verso cui potrebbero non essere pronti. Per il guerriero pensavo di fargli affrontare se stesso ovvero un PNG con le sue stesse stats, talenti e armi. "Prima di affrontare l'ignoto, affronta te stesso"; Per la stregona pensavo di mettergli di fronte una prova di Sapienza Magica. Il PG dovrà sopravvivere subendo una serie di incantesimi che potrà neutralizzare solo passando la relativa prova di sapienza magica. "Vivi con ciò che sai. Muori con ciò che ignori". Sul chierico ho qualche incertezza perché è una classe che si presta a molte possibilità. Farlo picchiare con qualcuno sarebbe una ripetizione della prova del guerriero. Mi piacerebbe che il chierico dovesse affrontare una prova di spirito, magari qualcosa che coinvolga delle scelte morali dato che in lui risiede la saggezza del gruppo. Potete darmi qualche suggerimento (sia per il chierico che per le altre due classi). Grazie.
  15. Mr.Mime

    Ultimate Combat

    Secondo me occorre chiarire una cosa. Stiamo parlando di un tizio di ventesimo. L'abilità è forte ma occorre capire contro chi la devi usare. Presumibilmente al ventesimo incontri gente che è immune ai critici (es. Schivare prodigioso migliorato), maghi con permanenze addosso, gente che ha CA esponenziali per la quale fare un critico diventa impossibile. L'abilità è indubbiamente forte sulla carta ma credo che qualsiasi avversario contro cui la si possa usare, verrebbe asfaltata a prescindere dato che parliamo di un tizio che fa 6 furtivi in un round. Sul discorso "Basta un Ristorare" personalmente la trovo una obiezione senza senso perché prima che te lo facciano tu sei già cibo per vermi perché se posso scegliere la caratteristica e faccio 6 attacchi, mi bastano i primi 5 per portare COS a 1 e l'ultimo per sputargli addosso e mandarlo sotto. Il chierico neanche ci arriva a lanciarmelo. Inoltre se sto affrontando un party e sono un ninjia con questa abilità, allora attacco prima il chierico, gli mando saggezza a 9 o meno così non casta più. Ma ripeto, parliamo di aria fritta perché a quei livelli le regole diventano troppo situazionali. Al ventesimo si è forti ma si presuppone che confronti di questo tipo si facciano con gente di livelli analoghi, demoni, diavoli ecc...
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.