Jump to content

Keyron287

Members
  • Content Count

    7
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

5 Coboldo

About Keyron287

  • Rank
    Viandante
  • Birthday 08/02/1987

Contact Methods

Profile Information

  • Location
    Firenze
  • GdR preferiti
    D&D, Dragonmech,WOD, Trail of Cthulhu, Cyberpunk, Vicrtoriana
  1. Il discorso che faccio io è che il metagaming, come lo spamming sono assassina-atmosfera(come diceva Aleph) potete dire tutto quello che volete sulle regole di qualunque gdr però, noi master siamo li a raccontare una storia (e spesso ci siamo fatti un **** tanto per farla) che serve a generare delle emozioni come paura, sospetto e/o allegria, sennò basterebbe un qualunque generatore di incontri casuali pescato da internet per rimpiazzarci e quelli che "spoilerano" o sdrammatizzano eventi che dovrebbero generare delle emozioni assassinano tutta la fatica che hai fatto per creare quell'atmosfera. Faccio degli esempi banali: -Il classico pg rompiballe che per ogni cadavere che trova esclama: <<L'assassino è il maggiordomo!>> o frasi simili fatte con lo stampino. In molti gdr come Cthulhu o WOD non è una cosa che trovi tutti i giorni e un giocatore "dovrebbe almeno provare" ad avere un minimo di rispetto per il cadavere e, in teoria, dovrebbe iniziare a crearsi un'atmosfera di inquietudine perché il probabile assassino potrebbe essere nei paraggi. -Come citato all'inizio i pg che sanno a memoria tutto il bestiario e che capiscono cos'è il mostro solo dalla descrizione della zampa destra, con conseguente conoscenza di tutti gli attacchi, punti deboli, e punti vita, di solito la prima reazione è un: <<E vai siamo tutti morti...>>. Queste dovrebbero essere informazioni off-limit anche perché anche se sei un giocatore esperto ma stai giocando un pg di livello infimo e non la reincarnazione del tuo precedente livello 30! Oltretutto se l'azzecca una volta o l'azzecca 2 volte dopo tutti gli altri pg pendono dalle sue labbra e se scambia un coboldo per un drago mi distruggono la partita scappando davanti a un nemico cazzone oppure si rallenta il gioco perché stanno a farsi seghe mentali sulla foresta infestata da driadi che potrebbero spuntare fuori da un momento all'altro (senza motivo). -Un altro esempio è quello del giocatore aspirante detective che si è guardato tutte le serie di C.S.I. e Lie to me e fa un'analisi dettagliata della scena del crimine o delle microespressioni facciali del master quando gli viene posta una domanda; in un gioco come D&D o altri con ambientazione fantasy non ha senso. Secondo me il metagaming per un gdr è deleterio e non fa altro che porlo alla stregua di un gioco da tavolo (Nota: non voglio iniziare una discussione su quanto sono belli i gdr rispetto ad un gioco da tavolo dico soltanto che in un gdr ci sono emozioni che non possono nascere con un gioco da tavolo).
  2. Salve a tutti, Masterizzando svariate campagne di diversi gdr, mi è capitato di trovare giocatori che spesso ricorrono al metagaming per risolvere gli enigmi che si trovano ad affrontare durante la partita. Vorrei sapere se nelle vostre campagne riuscite a gestire/evitare questo fenomeno senza per forza uccidere/mutilare o punire i giocatori in generale. Con metagaming intendo la capacità di un giocatore di racimolare informazioni SUL gioco ma esternamente a quest'ultimo, ad esempio interpretando le espressioni del master durante un interrogatorio o deducendo fatti che un pg non potrebbe neanche immaginare. Per fare un esempio abbastanza eclatante: In una campagna di D&D4 con giocatori di livello 6. Popolano: << ...State attenti ad andare nel lago perché si dice che la viva un kraken... >> Giocatore: <<Non preoccupatevi ragazzi! Siamo di livello 6 non può averci messo un kraken perché è di livello troppo alto rispetto a noi>> Fortunatamente per i giocatori il kraken non c'era e non c'ero nemmeno io a masterizzare, perché sennò gliene avrei fatti trovare 2 e poi li avrei cacciati di casa a pedate... A parte questo, cosa ne pensate?
  3. Se non ho capito male (e ciò è molto probabile) il topic chiedeva quale sistema di gioco per gdr fosse il migliore, successivamente in questi ultimi post (a causa mia) è deviato sul: "mi piace questo, mi piace quello". In parole povere sostengo che non esiste un sistema di gioco migliore per la presenza di limitazioni imposte dal manuale. Ad esempio: Se prendiamo in considerazione il sistema di D&D, il sistema del nuovo WOD ed altri come: Cyberpunk, GURPS e Call/Trail of Cthulhu applicati su un'ambientazione standard(Vedi sotto) hanno i loro pregi e difetti che limitano/indirizzano la partita in direzioni differenti: D&D, Cyberpunk e Gurps mirano ad un esperienza avventurosa basandosi su combattimenti e azioni eroiche(In varie ambientazioni e con diverse implementazioni, ma il succo è quello) mentre WOD punta più ad un avventura stile giallo dove i combattimenti ci sono ma servono come incentivo alla suspance mentre Call/Trail of Cthulhu tende sul giallo psicologico. Indipendentemente dai gusti che possono scaturire fuori dai temi dei gdr in questione come: magie, fatati, cyberpsicotici, streghe o Cthulhu. Non ci può essere un gdr migliore in assoluto perché si è costretti a dividerli in categorie e il massimo che si può fare è leggere il migliore della categoria come ad esempio: il miglior sistema per i combattimenti, il miglior sistema per l'investigazione o il miglior sistema per l'interazione tra png ecc. ecc. . Perciò (ora finisco, non vi preoccupate) non potendo mettere tutti i sistemi di gioco sullo stesso piano di confronto si è costretti a estrarre una generalizzazione dei sistemi di gioco ovvero un gioco senza tiri di dado, senza scheda e dove il master fa da padrone dove le uniche regole da seguire sono regole sufficienti a mantenere una coerenza in un ambientazione standard. Fin. Ambientazione standard: Si definisce "ambientazione standard" un luogo di fantasia dove non ci sono fenomeni e/o entità diversi dalla normale fisica/biologia del mondo in cui viviamo. In pratica si intende un grande pianone bianco o il Molise (Citazione da Ratman )
  4. è vero, ma non ci sarebbero le (per me normali) diatribe fra pg e master che invocano regole oscure o passano il turno a fare 15k azioni solo perché sono stati giorni a spulciare il compendio perduto scritto in unica copia dall'autore e nascosto nell'unico tempio maia situato al polo nord. Le regole che verranno create contribuiranno al perfezionamento del gioco...
  5. A mio modesto parere, il gdr perfetto o migliore (come volete) è un gioco auto-moderato sia da giocatori che dal master, dove non ci sono manuali e tiri di dado. L'essenza del gioco di ruolo è l'interpretazione di un personaggio "fantastico" che intraprende le avventure narrate dal master; tiri di dadi, regole di combattimento, iniziative, tiri d'abilità ecc. ecc. sono solo una cosa che lo rende meno perfetto e più facile per chiunque, perché il giocatore/master non deve fare la fatica di auto-moderarsi, ma deve soltanto attenersi ad una serie di linee guida prestabilite.
  6. Scontaaaaaaaaaaatoooooooooo... è Gimliiiii... Potresti fare il Warlord o il warden....
  7. Sennò di gdr da fare in lan io conosco sia Arcanum (che è vecchiotto e gira anche sulle caffettiere, è un po' stile diablo) o Silverfall (che è in 3D violento ma anche questo lo comandi con il mouse). Sono tutti e due in stile steamunk, perciò se ti scandalizzi con asce meccaniche rotanti, martelli a vapore, seguaci meccanici, e armature a vapore non giocarci...
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.