Jump to content

Sgama

Ordine del Drago
  • Content Count

    48
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

23 Goblin

About Sgama

  • Rank
    Viandante
  • Birthday 11/08/1973

Profile Information

  • Location
    Cesena
  • GdR preferiti
    D&D, WFRP, GURPS

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ho letto su EN Wolrds che conterra' un codice per riscattare l'avventura su D&D Beyond oltre ad uno sconto per il Player's Handbook (sempre su DDB). Peccato che DDB non lo vedremo mai in italiano (Asmodee ha i diritti solo per il materiale cartaceo).
  2. Al momento solo il Dungeon del Mago folle arriva al livello 20 (che ahime' e' un megadungeon), tutte le altre non vanno oltre il 15. Ovviamente non pretendo avventure solo per livelli alti, che come giustamente dici venderebbero poco, ma e' un peccato che quelle che fanno (partendo dal primo) non ci arrivino praticamente mai. Tutto qui. Ma la gente davvero non arriva mai in fondo? Se le cose stanno cosi' forse c'e' un problema.
  3. Certo, pero' a che serve creare regole per i livelli alti se poi a livello editoriale li ignorano? Che poi, non ho deto che l'avventura debba essere solo per i livelli alti ma anche per i livelli alti. Che anche la parte piu' difficile da creare/bilanciare per un DM (almeno credo). Ricordo male io o proprio in uno dei manuali core (MdG o GDM) c'e' scritto che a livelli bassi avventure regionali e salendo in su' si arriva a livello cosmico?
  4. Ammetto che quando ho letto Baldur's Gate ho avuto un piccolo travaso di bile: "Ma basta con sti forgotten realms!". In realta' se si tratta solo del trampolino di lancio per un'avventura planare allora cambia tutto. Peccato che arrivi solo al 13o livello. Insomma, le avventure planari sono perfette per i livelli piu' alti.
  5. Almeno non hanno fatto la cavolata di riprendere il manuale gia' pubblicato in pdf. Come scritto nell'altro thread, anche per quest'anno niente per me. Non ne faccio un dramma e aspetto il mio turno. Chiedo "solo" le meccaniche necessarie per giocare Dark Sun (che non sono poche e trascurabili), perche' tanto per l'ambientazione in se' ho gia' tutto il materiale esistente pubblicato per le edizioni precedenti. Nel frattempo non mi annoio di certo che di giochi belli ce ne sono anche troppi. E' impressionante come si susseguano annunci di localizzazioni in italiano di titoli di grido (negli ultimi mesi Vampiri, Warhammer, Conan e Shadowrun).
  6. Devo dire che questo nuovo essential kit sembra molto interessante ed e' bello che si integri con lo starter set gia' esistente. Credo che quando uscira' in italiano lo comprero'.
  7. Ma si tratta di quanto gia' uscito su Dungeon Master Guild o e' un prodotto nuovo? Solo per curiosita', perche' Eberron proprio non mi interessa. Comunque, anche quest'anno si gioca quest'altr'anno 🤣
  8. In pdf no, ma in versione digitale c'e' questo: https://www.dndbeyond.com/ Con la app (adesso in beta) credo dovresti anche poter scaricare i contenuti sul dispositivo per la consultazione offline.
  9. Non capisco. Per giocare online c'e' gia', oltre agli altri, D&D Beyond che a breve sara' integrato con Twitch per lo streaming video.
  10. ...e per: defiler/preserver, la modifica alle razze e classi, gli dei che non esistono, l'assenza di metallo, etc. etc. etc. 😉 Poi Dark Sun senza la sua storia (e geografia) non sarebbe Dark Sun. Almeno ai miei occhi e probaiblmente sono una goccia nel mare. Per le meccaniche, io scinderei tra il gruppo "classi, sottoclassi, mostri, eccetera" e i moduli. I primi ci sono in abbondanza e ne farei dei nuovi solo per necessita' di ambientazione (il templare di Athas che c'azzecca con Greyhawk?), i secondi ahime' mancano totalmente e li vedo meglio come sovrastrutture generiche (ad esempio, le battaglie campali sono comuni a tutte le ambientazioni). Ma sono io che ragiono da "vecchio", legato a logiche di 30 anni fa. Insomma, non faccio testo 🙄
  11. Per me non servono meccaniche generiche (a meno che non parliamo dei famosi moduli per le battalgie campali o la gestione del regno). Ce ne sono gia' una valanga solo con i 3 manuali core. Ora servono meccaniche specifiche legate alle ambientazioni. Motivo per cui in molti non hanno gradito la scelta di spendere tempo e risorse (preziose visti i tempi biblici che ha oggi la WotC) per Ravnica.
  12. Forse qui c'e' un problema di definizione del termine "ambientazione" o almeno da cosa ci si aspetta da un manuale del genere. Qui non si trata della sola fuffa ma della trasposizione meccanica della stessa. Posso dire di avere tutto il pubblicato di Dark Sun, ma come faccio ad usarlo in D&D 5 senza le opportune regole? Se prendiamo la scatola base di Dark Sun dei due libretti contenuti uno e' di sole regole, perche' le modifiche rispetto al gioco base erano tante. Per quanto mi riguarda meccaniche e ambientazione devono andare a braccetto. Inoltre, una volta riesumate le ambientazioni magari potrebbe anche venirgli voglia di pubblicare delle nuove campagne su di esse. Anche io preferisco delle belle campagne a manuali di meccaniche generiche; alla fine il gioco non dovrebbe essere vivere delle avventure? Per il resto quoto l'intervento di @Muso .
  13. Non ne sarei cosi' convinto. Sono due tipi di gioco cosi' diversi che non credo basti un'ambientazione comune a spostarti da uno all'altro. Uno deve essere gia' di suo interessato al gioco di ruolo e in secondo tempo scegliera' quale in base all'amebientazione e/o alle regole che piu' lo ispirano; oppure, come piu' spesso accade, si unira' ad un gruppo gia' avviato e quindi si adeguera'. Non credo che i giocatori di Magic teeneager non sappiano cos'e' D&D. Frequentano negozi e/o comunita' dove e' presente. Semplicemente non gli interessa come tipo di gioco oppure nessuno glielo ha fatto provare. Facendo un esempio contrario, Spellfire aveva tutti i mondi di D&D dalla sua ma fu un flop colossale ed una della cause del fallimento dela TSR. Perche'? Ai giocatori di AD&D non interessava e/o perche' meccanicamente non era valido. Quando giocavo a Magic (per un breve periodo tanti anni fa) dell'ambientazione non me ne poteva fregare di meno, e neanche a quelli con cui giocavo; contava solo fare le combo migliori. Insomma, far passare un giocatore da una categoria ad un'altra non e' cosi' semplice.
  14. Vorrei agiungere un mio pensiero sul bacino d'utenza. Non vedo cosi' scontato che un giocatore di magic si avvicini al gioco di ruolo solo perche' gli fanno l'ambientazione "amica". Se avesse voluto giocare a D&D lo avrebbe gia' fatto. O no?
  15. E' quasi un mantra "E anche per quest'anno si spera nel prossimo anno" 😅 Ah, ma io sono calmissimo. Nessuna aspettativa, nessuna delusione. Sapevo che non sarebbero arrivate le mie ambientazioni preferite per cui seguivo la cosa piu' che altro per curiosita'. Penso che neanche il 2019 sara' l'anno buono per me. Forse il 2020? Nel frattempo continuiamo a giocare ad altro.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.