Vai al contenuto

Lindir87

Ordine del Drago
  • Conteggio contenuto

    33
  • Registrato

  • Ultima attività

Informazioni su Lindir87

  • Rango
    Virtuoso
  • Compleanno 06/11/1987

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Gubbio
  • GdR preferiti
    Pathfinder, D&D, Scion, Exalted, Starfinder
  • Occupazione
    Consulente
  1. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico - Esterno della caverna, Tarda mattinata] La piccola Kin sparisce nel nulla, Darin è ancora seduto sul carro con la cucciola il grembo, si lascia andare in un lungo sospiro mentre si sdraia a pancia in su con le gambe ancora a penzoloni fuori dal carro, ogni parte del suo corpo gli ricorda in maniera molto dolorosa che la giornata è stata lunga e lui ha bisogno di riposo, Mya curiosa arrampicandosi sul suo petto gli arriva proprio sopra il volto e lo fissa per un secondo prima di leccargli il volto in maniera insistente. Darin si protegge con le mani dall'inaspettato attacco e si rialza con un grugnito di dolore. "Non so voi ma a me serve un bagno, un guaritore, una birra e una dormita. Chi è con me??"
  2. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico - Esterno della caverna, Tarda mattinata] Darin sorride alla piccola bimba con un volto triste, scuote leggermente la testa. "Sai piccola Kin, tu sei una bimba coraggiosa, e le bambine come te sono molto amate dagli dei, e lo sai dove vanno coloro che sono amati dagli dei? nei campi elisi, un posto bellissimo, un immenso prato fiorito baciato dal sole dove non esiste il dolore o la fame, e questo posto ti aspetta." Una bimba, morta durante una caccia, morta vergine, sicuro la sua piccola anima pura sarà cara ad Artemide, pregherò che la dea ti accolga tra le sue braccia. "Ci aspetterai li Kin? io e Mya prima o poi ti raggiungeremo" volessero gli dei "Così potremo giocare insieme e li ti aspettano già parecchie persone che non vedono l'ora di stare con te" La mano di Darin continua ad accarezzare la lupacchiotta per tenerla tranquilla, lo sguardo triste fisso sulla bimba mentre la sua bocca forza un sorriso per rassicurarla, la mano destra intanto tocca il simbolo di Artemide che il ragazzo porta al collo in una disperata preghiera alla dea di accogliere questa piccola anima persa.
  3. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico - Esterno della caverna, Tarda mattinata] Kin, lei è la bimba, la dispersa, la piccola vittima della furia della natura. "Ciao Kin, io sono Darin, sai quei lupi che ti hanno fatto male li abbiamo sistemati noi, sai perché è successo tutto? Perché i lupi hanno avuto paura, un orso grosso e cattivo è entrato nella grotta e ha aggredito la mamma e il papà di questi lupacchiotti, li ha feriti, e erano tanto spaventati e ti hanno fatto quelle cose brutte. Ora questi lupacchiotti sono soli ma noi ce ne occuperemo perché non si lasciano soli i bimbi, sai questo lupetto ora è forte e sta bene anche grazie a te, è una femminuccia vorresti scegliere il suo nome?"
  4. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico - Miniera abbandonata, Tarda mattinata] La voce continua a risuonare nella testa di Darin mentre sistema le ultime carcasse e lega un collare improvvisato ai lupetti, è sbagliato, è brutto, è sicuramente pericoloso e per un giorno solo ha senza dubbio rischiato abbastanza la pelle, eppure non ci si può certo voltare da una voce di bimbo che chiede aiuto e continuare a guardarsi serenamente allo specchio. Lo spirito della bambina? una trappola di qualche mostro? lo scopriremo nel modo peggiore. "Ehi vieni fuori fatti vedere, non vogliamo farti del male, non c'è più pericolo" Darin afferra uno dei lupetti per la collottolla e se lo appoggia sulle gambe mentre lo accarezza delicatamente. "Non vuoi provare ad accarezzare questo cucciolo? è morbido sai"
  5. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico - Interno della Grotta, Tarda mattinata] Darin sa per cosa è venuto, con passo malfermo si trascina verso i cuccioli, si mette in ginocchio di fronte a loro e tira fuori dal mantello un piccolo pezzo di carne, mentre i lupetti si avvicinano ed iniziano a leccare la carne e lui li accarezza così da tranquillizzarli si volta verso i suoi compagni. "Dovremmo uscire da qui in fretta, caricare sul mio carro tutto quello che possiamo tra cui le carcasse dei lupi e correre al villaggio quanto prima, magari prenderci un paio di giorni per schiarirci le idee e tornare con calma" La voce bambinesca si fa sentire con e Darin spalanca gli occhi mentre guarda i suoi compagni. "Ora più che mai son convinto di quanto ho detto"
  6. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] Darin con passi lenti e strascicati si porta avanti nel buio, in piedi a stento raccoglie una torcia dal suo zaino e poi una seconda e le accende passandone una ai suoi compagni. "Ok esploriamo in fretta, non vi assicuro che non ci sarà da combattere, prendete una torcia, io mi metterò in fondo al gruppo"
  7. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] Sangue e dolore attorno a Darin, l'enorme bestia continua a dare battaglia instancabile, Harry è ferito mentre continua a tenere alto il suo scudo e a proteggere gli altri due, le loro frecce fischiano sopra le loro teste, inutili, probabilmente hanno paura di colpire pure loro. La situazione è tragica, il polpaccio di Darin è quasi strappato e oramai si regge in piedi a fatica, la vista si fa a tratti rossa a tratti nera e le vertigini cominciano a prenderlo, probabilmente perderà i sensi tempo qualche istante, lasciando il fianco che proteggeva scoperto e Harry solo davanti al mostro. Con un ultimo briciolo di volontà il Ranger stringe la spada, la stringe con tutta la forza che possiede fino a che le nocche non sbiancano, percepisce lo stemma araldico inciso sull'elsa con il dito, sussurra tra se e se poche parole, un preghiera ad Artemide, che guidi la lama e doni la forza, poi scatta. L'ultimo scatto del ranger è fulmineo, il balenare dell'acciaio l'unica cosa visibile. Darin infila la spada forzando con la spalla proprio sopra la spalla del lupo infilzandola con tutta la forza che gli rimane, il grosso lupo si dimena cercando di scrollarselo di dosso, ma solo un istante poi la morte lo prende e crolla a terra, Darin esausto sopra di lui.
  8. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] Il Lupo Aloha esce dall'ombra, è grosso, feroce, incazzato e per non farci mancare nulla sembra pure ferito. Darin osserva il rivolo di sangue che scende dalla gola del lupo, mentre cerca di tenerlo a bada con lo scudo, prova uno svogliato affondo con la spada come a saggiare i riflessi del lupo, più per stancarlo che per altro. "Sembra ferito da un orso, tenete alta la guardia" grida il ranger al di sopra dei ringhi del lupo.
  9. DnD tutte le edizioni Retrospettiva: Birthright

    bell'articolo e bellissima ambientazione, io l'adoro!
  10. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] Darin stressato ricarica la freccia e punta di nuovo l'arco verso i lupi, dannazione sono troppo vicini ad Harry. Il colpo manca di nuovo e Darin guarda il suo arco con un misto di rabbia e impotenza, decide poi di passare ad altro, l'arco viene gettata a terra, e lo scudo assicurato al polso, mentre qualche passo viene fatto di fretta sinistra, è tempo di sporcarsi le mani.
  11. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] I lupi ora sono pronti e si preparano all'assalto, Harry è davanti con la sua lancia e lo scudo a tenere testa al piccolo branco, è il momento di eliminarli ed in fretta prima che possano accerchiare il guerriero. Darin piazza un ginocchio a terra e incocca una nuova freccia puntando alla spalla del lupo ferito, sperando di porre fine in fretta alle sue sofferenze. Il lupo tuttavia sta volta è attento e si abbassa mentre la freccia passa sibilando sopra di lui. Darin lo fissa, sa che non potrà permettersi di usare l'arco ancora per molto.
  12. Altro GdR Starfinder: A journey to Junk-Nebula

    novità sulle selezioni e sull'eventuale inizio?
  13. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] Eccoli proprio come sospettavamo, tre esemplari di buone dimensioni, pare che il cibo scarseggi, strano, non mi pare ci siano problemi di scarsità di cibo in questa zona, forse l'alfa sta pretendendo tutto il cibo cacciato ma sarebbe un comportamento che porta ad indebolire il branco, non mi pare un comportamento da lupo. Darin si muove rapido cercando di prendere di sorpresa i lupi, si muove prima degli altri, prima persino di Hennet che inizia a formulare il suo incantesimo di attacco, si lancia nella corsa morbida tipica dei cacciatori in mezzo al verde balzando oltre un paio di cespugli, il piede leggero calzato di scarpe sottili di tela che non fanno alcun rumore solcano il terreno con passo sicuro e si fanno largo a grandi balzi che lo conducono avanti, deciso, rapido, dritto su un ramo di acacia spinosa. L'acacia Spinosa ,la pianta dalle spine più lunghe ed urticanti che l'uomo abbia mai avuto la sfortuna di incontrare sul suo passaggio, la suola si buca, il piede viene quasi del tutto trafitto, niente di grave se non per la sonora imprecazione che ne segue, i lupi in allarme si voltano a fissarli mentre Darin stringe i denti per la rabbia e il dolore. Non c'è più tempo, Darin carica in fretta l'arco e scocca una freccia nello stesso momento che l'incantesimo di Hennet parte, il lupo alla sinistra viene colpito in piena spalla sembra accusare appena del colpo, il lupo al centro subisce il colpo del missile incantato ma non ne rimane molto ferito.
  14. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] Un esca? Vabbè, niente di difficile, un esca si può usare. Lo sguardo di Darin si posa per un momento sull'ampio spazio di foresta attorno a se, un fruscio malapema udibile e l'arco si tende e scocca a velocità inaudita. Un fagiano cade trafitto da un ramo basso, una femmina marroncina abbastanza grassa. "Può andare?" Chiede il giovane mentre si avvicina alla preda. "I lupi no, però animali innocui da usare come esca quelli si, li possiamo usare senza remore" Darin si china sul fagiano mormorando qualche parola di ringraziamento ad Artemide mentre in segno di rispetto si segna l'occhio sinistro con una goccia del sangue della sua preda. Subito si appresta con movimenti esperti ad aprire la pancia del pennuto per farne uscire le interiora. Poi sistema attaccato ad un paletto che pianta in terra a circa 9 metri dall'ingresso della grotta l'esca appena cacciata. "Ora veloci nascondiamoci, non servirà molto tempo a fargli fiutare il sangue. E ben inteso quel fagiano è il nostro pranzo, non fatelo toccare dai lupi." Detto questo il cacciatore si infila nel più vicino cespuglio sopravento cercando di ingannare il fiuto dei lupi.
  15. DnD 3e La Corporazione [TdG]

    Darin Yew Domenica 6 giugno, anno 861 [A Nord di Restico, Tarda mattinata] "E una volta intrappolati? Gli esemplari adulti vissuti selvaggi sono praticamente impossibile da addomesticare, andrebbero sfamati e gestiti perennemente in gabbia, se davvero rispettate così tanto questo animale credo che mai lo condannereste ad una simile vita" E' serio Darin, mentre parla passa la mano sul suo arco, al centro porta il simbolo dell'ordine di cui faceva parte, il salice piangente sotto le tre frecce e la luna di Artemide, lui è un cacciatore, ma un tempo faceva parte di un ordine il cui principale scopo era tenere sicure le terre degli uomini, sa bene cosa vuol dire togliere la vita ad una creatura che sta solo vivendo nell'unico modo che conosce, sa che è una azione svolta unicamente per il benessere degli uomini, ed appunto per gli uomini va fatta. Il suo ordine si chiama dei piangenti proprio perchè nessuno ha mai preso questo compito a cuor leggero. "Se ci saranno cuccioli è mia precisa intenzione di prendermene cura così da non doverli uccidere, gli adulti tuttavia vanno eliminati. E' quello per cui siamo qui, è quello per cui siamo stati pagati." Si volta con sguardo duro verso i compagni, osserva prima Hennet e poi Garwyn.
×