Jump to content

Balasarro

Ordine del Drago
  • Content Count

    80
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

5 Coboldo

About Balasarro

  • Rank
    Esperto
  • Birthday 11/11/1992

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Ivrea

Recent Profile Visitors

206 profile views
  1. Balasar Sanguefurente <<Va bene, ne metto sei anch'io. Creed, partecipi anche tu e compriamo dell'acqua benedetta? Potrebbe tornarci utile.>>
  2. Balasar Sanguefurente <<È un po' troppo per il mio portafogli al momento. Io sono pronto ad avviarmi verso il mausoleo.>>
  3. Balasar Sanguefurente <<A quanto le venderebbe? Ha idea del numero di ghoul che ci aspetterà lì sotto?>>
  4. <<Molto curioso: il tempio che stiamo per visitare è una vera fortezza, uno degli edifici più sicuri del mondo, ma non dovrebbe contenere nulla di importante, a quanto risulta dai libri accademici. Inoltre, viene menzionato raramente, e non in tutti i libri, quando una struttura così importante dovrebbe essere un motivo di grande vanto per il culto. Non ho idea di cosa potesse contenere, ma qualcuno si è dato molto da fare per assicurarsi che ci rimanesse... Un artefatto rubato a un altro culto? Un oggetto abbastanza potente da far gola a qualcuno con risorse tali da superare le difese del tempio? Un prigioniero sovrannaturale? Non so se essere curioso o spaventato...>>
  5. <<Certo, è bello vedere che la vita avventurosa non ti ha reso un cavernicolo! Comincia pure con questo, dovrebbe spiegare gli usi del culto e come approcciarsi ai sacerdoti. Io mi concentrerò sul cercare di capire cosa è stato rubato>> rispose Elsaroth in elfico. Le parole erano dette con tono molto scherzoso, in modo che chiunque capisse che non erano intese ad offendere.
  6. <<Andiamo pure.>> Durante il viaggio inizio a leggere i libri. Faccio prima un test di religione (al +3) per vedere se so come approcciarmi ai sacerdoti di Auril. Se non lo so inizio dal libro su come interagire con loro, se lo so inizio da quello sugli artefatti.
  7. <<Grazie dell'aiuto nella preparazione, amico. Quanto ti devo?>> Io non ho molto da fare: mi metto l'armatura e posiziono i libri in fondo allo zaino, in modo che non si bagnino in caso di pioggia. Per il resto direi che chiacchiero con Gilthead di cosa abbiamo fatto negli anni passati lontani.
  8. Soddisfatto, tornò alla sua stanza, si mise i vestiti da viaggio e l'armatura, fece i bagagli e si presentò al luogo dell'incontro.
  9. Solo quella, il "un paio di dubbi" era tanto per dire. Scusa l'equivoco
  10. Sì ma poi io ho detto che era meglio se sentiva i dubbi da te. Direi che tocca a te parlare dello sceriffo, perché hai di sicuro più affinità con il prete di noi
  11. <<Elsaroth, io sono poco avvezzo alla vita da avventuriero. Prenderei una fiala di antitossina, un pugnale e un kit da guaritore. Ma un'ora è poca e vorrei indagare sull'oggetto che potrebbe essere stato rubato. Ti prego compra tu qualunque cosa tu possa ritenere necessaria, io vado subito alla biblioteca.>> lasciò all'amico una borsa con 150 monete d'oro, quindi tornò verso la caserma delle guardie.
  12. <<D'accordo, compriamo il necessario e poi torniamo alla nostra stanza per prendere l'equipaggiamento. Però non ho idea di cosa ci possa servire, la missione sembra abbastanza vaga... Credo che varrebbe la pena di andare in una biblioteca e recuperare un libro che parli degli artefatti più importanti legati ad Auril: magari troviamo qualcosa su quello che è stato rubato, ammesso che il prezzo sia abbordabile. A Baldur's Gate dove potremmo trovare un libro simile?>>
  13. <<Cosa è stato rubato, di preciso? Saperlo potrebbe aiutarci a capire le ragioni del furto e identificare il colpevole.>>
  14. <<Buongiorno a lei, capitano. In cosa possiamo esserle utili? I suoi uomini ci hanno riservato ogni cortesia, ma ammetto di essere confuso sul motivo della mia presenza qui... Possiamo sederci?>> disse, indicando le sedie. A parlare era stato un elfo di altezza media, relativamente in carne per uno della sua specie, ma non sovrappeso. I capelli, marroni scuro come gli occhi, erano portati corti, e la pelle era del pallore tipico degli elfi della luna. indossava un abito verde chiaro, non eccessivamente elegante ma neanche da viaggio, decorato con simboli argentati che chi conosceva l'elfico poteva riconoscere come preghiere di protezione e buona sorte a Corellon. Al fianco portava una spada corta, ma non era armato altrimenti. il resto dell'equipaggiamento l'aveva lasciato nella stanza che gli era stata assegnata.
  15. Ci sono ci sono, solo oggi sono un po' nelle curve, questa sera posto
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.