Jump to content

"Lei che divenne il sole" di Shelley Parker Chan


MadLuke

Recommended Posts

E' una trasposizione della nascita della riconquista della Cina ai danni dei barbari mongoli e della nascita della dinastia Ming con un vago alone fantasy. L'attenzione maggiore dell'opera è sicuramente riservata con merito all'approfondimento psicologico di numerosi personaggi, anche dei comprimari. Ne vengono messe in evidenza sia le ambizioni e paure più intime, le ambiguità e le contraddizioni individuali che la chiave d'interpretazione delle relazioni tra ognuno di loro. Anche l'amore e il sesso sono sviluppati con grande spessore e cesellati di modo da completare in maniera integrale l'intreccio narrativo, in maniera estremamente credibile come forse un'autrice donna genericamente sa fare meglio di un uomo.
L'unico neo secondo me è che a differenza del tono intrepido che promette la quarta di copertina, ci si trova invece davanti a un'opera che fondamentalmente è una ricostruzione storica (al netto di qualche trascurabilissima digressione sul mondo degli spiriti) e disanima dell'animo umano, nulla a che vedere con le avventure fantasy che vengono normalmente annoverate nello stesso genere.

Voto: 4/5

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 0
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Popular Days

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...