Jump to content

Un'avventura singolare


Hungryghoul

Recommended Posts

Dopo una settimana di cammino nel grande bosco vedete finalmente gli alberi diradarsi e far più spazio alla radura. Ampie pianure si stendono a vista d’occhio, molte delle quali coltivate, una strada in terra battuta scorre tra le ricche messi quasi pronte per il raccolto.

Decidi di seguire la strada e dopo qualche ora di cammino dove incroci solo qualche bracciante nei campi arrivi a un villaggio.

E’ composto da una decina di edifici, costruiti uno vicino all’altro per necessità, niente di eccezionale, ma ai tuoi occhi, essendo nato e cresciuto in una piccolissima comunità, sembra una grossa città. Cammini per le strade in terra schivando gli abitanti e i loro animali, ma attirando i loro sguardi.

Più di una volta ti devi fermare a rassicurare qualche curioso che ti chiede se il tuo compagno è pericoloso, ma basta lasciare che qualche bambino gli faccia qualche timida carezza per dissipare ogni dubbio e diventare da oggetto di paura a divertimento. Una piccola folla, composta per la maggior parte di bambini ti si fa attorno, giacché la tua insolita presenza rappresenta uno svago dalla consuetudine dalla loro vita contadina

.

Decidi di fermarti nella locanda del paese, nella quale sei accolto benevolmente, anche se percepisci che tutto questo affaccendarsi per te sembra nascere più da qualche preoccupazione che dalla ventata di novità che portate tu e il lupo.

L’oste ti porta a un tavolo nel centro della sala, forse per farti metterti meglio in vista, poi una volta che ti sei messo comodo e che il tuo compagno si è steso ai tuoi piedi tranquillo ti dice:

“Benvenuto a Dulwich, viandante! Io sono mastro Eismar, e a mia locanda è al tuo servizio, cosa desidera? Pane e formaggio? Oppure vuole provare una delle mie famose zuppe? E da bere? Acqua e vino o sidro?”

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 125
  • Created
  • Last Reply

Il bosco è ormai alle spalle quando incontro questo villaggio. Stramonio sembra inquieto quanto me, è la prima volta per entrambi che ci allontaniamo dal bosco:

Su bello non aver paura, se vogliamo concludere qualcosa di buono per i nostri amici dobbiamo viaggiare e riportare indietro delle ricchezze che poi essi possano scambiare per animali robusti ed altre cose utili.

"Dai ora, proseguiamo"

Dentro il villaggio è tutto nuovo, la gente è tanta, o almeno a me sembra così, i bambini ridono e fanno ridere anche me senza una ragione apparente.

Arrivo alla locanda e mi siedo dove mi dice l'oste senza far caso al perché:

"Buongiorno a lei signore. Mi porti ciò che ritiene migliore, è la prima volta che mangio in una locanda." Gli dico con un sorrisone ingenuo.

"Ah, scusi la mia sbadataggine, il mio nome è Waldo, sono in viaggio in cerca lavoro per riportare un po' di denaro al mio villaggio. Sa se c'è qualcosa che possa fare qui da voi per guadagnare un po'?"

Link to comment
Share on other sites

Quando gli dici di portare quello che vuole anche sulla faccia dell'oste prorompe un sorriso a ventidue denti. Dovrebbero essere trentadue, ma i cerusici non passano spesso di qui.

"Il piacere è tutto mio mastro Waldo, vedrà, non la farò alzare dal tavolo senza soddisfazione! Per quanto riguarda il lavoro non ve ne è molto in questo piccolo e tranquilllo vilaggio. Inoltre non mi ha detto quali i suoi talenti... "

Batte le mani, ed una ragazza, sulle soglie della pubertà, si avvicina.

"Porta il piatto della casa, accompagnato da un bel boccale di birra, quella speciale!"

La ragazza svanisce in cucina appena l'oste termina la frase.

Spoiler:  

Ti sembra che l'oste indugi sulle parole tranquillo villaggio, come se tentasse di nascondere qualcosa.

Spoiler:  

Sense motive

1d20 → [8] = (8)+6=14

Link to comment
Share on other sites

Sembri sorprendere un poco l'oste con il tuo tono.

"Beh ovvio, ci sono sempre un sacco di lavori da fare, soprattutto adesso con i raccolti che a breve saranno pronti. Solo non pensavo che volesse aiutare nelle messi come un bracciante qualsiasi! Siete un personaggio così curioso, sono sicuro che il vostro arrivo sarà già sulla bocca di tutti.."

Link to comment
Share on other sites

La conversazione è interrotta dalla sguattera che torna dalla cucina quasi sommersa da un grosso vassoio e un altrettanto enorme boccale. Solo grazie alla sua consumata abilità riesce a poggiare il tutto sul tuo tavolo senza riversare a terra nulla.

Sul vassoio campeggio un grosso grasso capitone allo spiedo ancora sfrigolante, poggiato su fette di polenta alla griglia in modo che assorbano il grasso. Ad accompagnare tutto ciò hai un’ottima birra, forse troppo corposa per il caldo estivo.

L’oste ti lascia augurandoti buon pranzo, richiamato da un altro cliente.

Mentre mangi vedi entrare un uomo, sulla trentina, vestito diversamente dagli altri. Sebbene porti degli abiti semplici, si nota subito che la stoffa è di migliore qualità rispetto ai contadini che hai visto sinora, inoltre al fianco porta una spada lunga, in fodero quasi nuovo. E’ alto e slanciato, e il viso abbastanza anonimo incorniciato da dei capelli tagliati cori neri tradisce una certa durezza.

Dopo averti individuato, si avvicina al tuo tavolo.

“Salve a voi, permettetemi di presentarmi. Sono Mastro Alastor Locarn, il fortunato possessore di alcune terre di Dulvic. Posso farvi compagnia?”

Link to comment
Share on other sites

Benché l'abbia notato appena entrato resto ugualmente sorpreso dall'essere avvicinato io da lui e non viceversa. questo però non mi impedisce di esibire uno dei miei classici sorrisi ingenui, provenienti dalla vera meraviglia e non dall'abilità di mascherare.

"Ma certo! A che devo l'onore di essere stato notato da voi?"

Link to comment
Share on other sites

Vedete l'uomo prendere una sedia e sedersi accanto a voi, un poco stupito perchè non ti sei presentato a tua volta.

Stramonio sembra inquietarsi un poco quando l'uomo gli si avvicina, ma dopo averlo annusato un poco ritorna a guardare il tuo pollo interrompendosi solo per lanciarti delle occhiate speranzose.

Messosi comodo Locarn riprende a parlare

"Se posso essere sincero, voi rappresentate una novità per il nostro villaggio. Non abbiamo mai visto nessuno con un segugio così particolare! Ma è davvero un lupo? Si comporta così a modo. Sono tutti così da dove venite?"

Link to comment
Share on other sites

Con un gesto istintivo passo qualche pezzo di carne a Stramonio senza dirgli niente. Sono ancora rapito dalla stranezza del fatto di aver ricevuto visite essendo forestiero che il mio interlocutore parla di nuovo.

"Bhè no, lui è un mio amico più che un segugio. Siamo insieme da anni." Gli rispondo come se fossimo amici di vecchia data dimenticandomi completamente che non mi sono nemmeno presentato.

Link to comment
Share on other sites

Alla parola "mastro" per un attimo penso che non stia parlando con me e mi giro come ad aspettarmi che ci sia qualcun altro. Poi mi rndo conto della tremenda gaffe e cerco di porvi rimedio:

"Ah! Ma che sbadato! Il mio nome è Waldo, Waldo Molinas. Non so che mi abbia preso ad essere così scortese da non presentarmi.

Ma mi chiedevo, come mai è attratto proprio da me? Non penso che basti un lupo a far di me una celebrità, le serve qualche cosa in particolare?"

Link to comment
Share on other sites

L'uomo davanti a te sembra sorridere per qualche istante.

"Come le ho detto avere un lupo come segugio è qualcosa di decisamente particolare, da queste parti. Per noi sono soloun problema, perchè spaventano le greggi! Nessuno ha mai pensato di addomesticarli"

Rice ridacchiando.

"Comunque io sono qui per proporle un lavoro e credo lei possa essere la persona adatta."

Lo vedi tornare serio ed abbassare la voce.

"Immagino che avrà notato un certo nervosismo in giro per il villaggio. Dovete sapere infatti che è ormai un mese che siamo tormentati da un incidenti strani. Vino che inacidisce, fieno messo a seccare che prende fuoco, formaggi completamente divorati da topi e così via. Nessuno ha mai visto niente. Qualcuno afferma possa essere una maledizione..."

E qui si ferma, per vedere la tua reazione.

Link to comment
Share on other sites

Anche la mia espressione si fa seria o almeno per quel che la mia faccia permetta. Guardo l'uomo in maniera interrogativa.

Lei però non mi sembra convinto che lo sia, cosa pensa che sia?

@DM

Spoiler:  
Percepire Intenzioni +6.

Ho un Perception +9, cos'è?

Mi dica, cosa intende che faccia realmente? Dovrei catturare un eventuale responsabile? Mi sta commissionando un'indagine?

Link to comment
Share on other sites

Locarn inspira profondamente prima di risponderti.

"No, non credo sia una maledizione, ma bensì che sia l'opera di qualcuno. Quello che io ti chiedo è di indagare sulla cosa di giorno e di proteggere le mie proprietà la notte."

Ti guarda negli occhi.

"Ovviamente dietro compenso. E' interessato Mastro Molinas?"

Spoiler:  

Percezione è la skill che ingloba le vecchie osservare ed ascoltare di D&D.

Anche muoversi silenziosamente e nascondersi sono state inglobate in furtività.

D'ora in poi i tiri falli pure tu, usa invisibile castle, non ti serve registrarti. Devi però usare sempre lo stesso nome, Waldo.

http://invisiblecastle.com/roller/

Percepire inganni

http://invisiblecastle.com/roller/view/3648795/

Percezione

http://invisiblecastle.com/roller/view/3648797/

Percepire inganni

Spoiler:  

Locarn ti sembra molto determinto e preciso nella tua richiesta. Però hai una sensazione, come se lui non ti stesse dicendo tutto.

Percezione

Spoiler:  

L'uomo di fronte a te esprime una sicumeria eccezzionale, sembra che abbia ottenuto sempre tutto quello che vuole. Stona un poco come porta la spada al fianco, è evidentemente solo un vezzo estetico. E' posizionata, male, e di sicuro un veterano non la porterebbe come lui dove sarebbe difficile estrarla.

Link to comment
Share on other sites

Non ha altro da dirmi? Proprio niente che possa aiutarmi? Gli dico ancora con il mio sorriso tranquillo.

Se dovessi avere problemi posso chiedere direttamente a lei? Il sorriso è sempre quello ma gli occhi si rivolgono alla sua spada come per accennargli una sua eventuale implicazione in un combattimento.

E questo compenso a quanto ammonterebbe?

@DM

Spoiler:  
Io direi che si fa prima se i dadi te li tiri tutti tu, da che gioco PbF non ho mai avuto problemi con nessun DM (anche perché non ce n'è motivo) e vorrei continuare a fidarmi ciecamente. Tanto per dire non visto nemmeno i link che mi hai postato :D
Link to comment
Share on other sites

Locarn sorride leggermente quando ti risponde

"Quante domande. Mi dica se il compenso è adeguato. Un centinaio di monete d'oro se riuscirà a proteggere le mie proprietà. Un altro centinaio se riesce a scoprire il colpevole. Per il resto è tutto alle sue spalle."

conclude mettendo la mano sul pomo della spada con fare languido.

"Infine può farmi qualsiasi altra domanda, se vuole sapere qualcosa."

Link to comment
Share on other sites

Locarn sorride di nuovo e ti porge la mano per stringerla per suggellare l'accordo.

"Le sventure sono accadute sempre di notte e nessuno ha mai visto niente come le ho detto. La maggior parte di questi avvenimenti sono accaduti nella proprietà di Holdor. Lui e la sua squisita figlia sono gli ultimi discendenti della famiglia più ricca del villaggio. O per lo meno erano, prima di questa maledizione.

Oramai sono due mesi che accadono, e sono successi in luoghi molto diversi tra loro.. l'ultimo è successo due giorni fa, hanno bruciato del fieno messo a seccare nei campi occidentali, ma non credo tu possa ricavare molto da lì, ormai qualsiasi traccia sarà svanita.

Per questo vorrei che tu vigilassi il mio caseificio, abbiamo appena finito la preparazione di alcuni prodotti e non vorrei che venissero danneggati. L'edificio è a qualche centinaio di metri da qua, appena fuori dal villaggio.

Altre domande?"

Spoiler:  

Perpecisci ancora che l'uomo ti nasconda qualcosa..in particolare di quando parla della figlia del suo rivale...

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...